Valutazione euristica dell'usabilità del sito della regione Piemonte

Indice Sinottico

1. INTRODUZIONE
1.1 La valutazione euristica ed il suo scopo

2. METODOLOGIA [M]
2.1 Le linee guida
2.2 I livelli di gravità
2.3 Scenario d'uso ed archetipo di utente
2.4 Elenco delle pagine prese in esame
2.5 Schema generale delle pagine
2.6 Struttura del Rapporto

3. RAPPORTO DELLA VALUTAZIONE EURISTICA
3.1 Sommario [R]
3.2 Analisi di Dettaglio
-3.2.1 Le 10 euristiche di J.Nielsen e le domande di approfondimento del prof.Brajnik
-3.2.1.1 Euristica 1
-3.2.1.2 Euristica 2
-3.2.1.3 Euristica 3
-3.2.1.4 Euristica 4
-3.2.1.5 Euristica 5
-3.2.1.6 Euristica 6
-3.2.1.7 Euristica 7
-3.2.1.8 Euristica 8
-3.2.1.9 Euristica 9
-3.2.1.10 Euristica 10
-3.2.2 I problemi di usabilità del Sito ordinati per gravità
-3.2.2.4 Problemi catastrofici
-3.2.2.3 Problemi critici
-3.2.2.2 Problemi seri
-3.2.2.1 Problemi minori
-3.2.3 Le caratteristiche di buona usabilità del Sito
3.3 Conclusioni [C]


Torna alla pagina principale

INTRODUZIONE

La valutazione euristica ed il suo scopo

La valutazione euristica è uno fra i metodi di controllo dell'usabilità più veloci, facili ed economici da realizzare. E' un metodo analitico il cui obiettivo è ricercare problemi di usabilità nelle UI ed, in particolare, nei siti web.

La valutazione euristica produce giudizi e propone soluzioni per migliorare l'usabilità del sito, seguendo una lista di principi o regole empiriche riconosciute.

Idealmente, il gruppo coinvolto nella valutazione deve essere composto da almeno 3 persone.

Ogni valutatore lavora singolarmente e, solo in un secondo momento, confronta i propri risultati con quelli ottenuti dagli altri, risolvendo eventuali conflitti.


Torna all'indice -- Torna alla pagina principale

METODOLOGIA [M]

Le linee guida

La valutazione euristica proposta in questa relazione è stata realizzata soltanto da una persona ed è stata condotta sulla base delle 10 euristiche suggerite da Jacob Nielsen e riviste dal professor Giorgio Brajnik che ha incluso nella versione originale una serie di domande specifiche suddivise per 3 diversi punti di vista : architettura, contenuto e presentazione.

Ho analizzato il sito web della regione Piemonte seguendo, nell'ordine, tutte le domande indicate dal professor Brajnik, per ciascun punto di vista e per ogni euristica di J.Nielsen .

Ho elencato i problemi di usabilità del sito per gravità, seguendo la classificazione di J.Nielsen e rielaborando, in modo personale, la sua scala di gravità.


Torna all'indice -- Torna alla pagina principale

I livelli di gravità

La severità o gravità di un problema di usabilità di un sito web è una combinazione :

Ho realizzato la seguente scala combinando opportunamente le 3 caratteristiche della gravità:

la scala di gravità dei problemi di usabilità
tipo di problema impatto frequenza persistenza
minore 1 1 0
minore 1 1 1
minore 1 2 0
minore 1 2 1
minore 1 3 0
minore 1 3 1
serio 2 1 0
serio 2 1 1
serio 2 2 0
serio 2 2 1
critico 2 3 0
critico 2 3 1
critico 3 1 0
critico 3 1 1
catastrofico 3 2 0
catastrofico 3 2 1
catastrofico 3 3 0
catastrofico 3 3 1

 

Un problema può essere:


Torna all'indice -- Torna alla pagina principale

Scenario d'uso ed archetipo di utente

Nella valutazione euristica è utile definire uno scenario d'uso ed un personaggio o archetipo ipotetico di un utente vero. L'utente viene descritto assieme ad una serie di possibili obiettivi informativi realistici da soddisfare. Viene presentato un particolare contesto di utilizzo specificando perchè l'utente ha quell'esigenza, dove si trova l'utente e cosa sta utilizzando per raggiungere lo scopo.

Nella mia relazione ho immaginato Paolo, un medico torinese di 40 anni che, lontano dalla sua città da parecchi anni, vuole recuperare informazioni sulla sua regione:il Piemonte.

Vive a Udine ed utilizza il suo portatile da casa con il sistema operativo Windows XP e con i browser grafici Firefox e IE6 .

La connessione ad Internet è la classica linea telefonica con modem a 56Kbps. Paolo naviga in Rete circa 10 ore alla settimana per lavoro: utilizza il motore di ricerca di PubMed per aggiornarsi sulle ultime evidenze scientifiche nell'ambito della Medicina d'urgenza e della Cardiologia.

Almeno una volta alla settimana, essendo amante della montagna, dedica circa 2 ore del suo tempo libero alla ricerca, in Rete, di nuovi itinerari e possibili mete per nuove escursioni: salva su disco fisso le immagini dei luoghi prescelti e degli alberghi presenti in zona.

La sua navigazione in Internet nel tempo libero è veloce e rapida; Paolo preferisce salvare tutti i documenti recuperati in Rete nel pc e stamparli appena possibile: non ama leggere attraverso il computer e spesso si sofferma solo sui titoli degli articoli. Paolo rimane meno di un minuto nella stessa pagina web ed ama seguire i link ipertestuali proposti, per navigare all'interno di un sito.

Non conosce in profondità le potenzialità dei suoi browser e l'unico plug-in che utilizza è Acrobat Reader. Solo raramente ricorre all'uso del pulsante BACK del browser.

Non ha mai visitato il sito della regione Piemonte e, per caso, arriva lì partendo da una ricerca su Google.


Torna all'indice -- Torna alla pagina principale

Elenco delle pagine prese in esame

La valutazione euristica del sito della regione Piemonte è stata effettuata dal 27 febbraio al 2 marzo 2006.

La navigazione all'interno del sito della Regione Piemonte è durata circa 2 ore, sono state analizzate circa 40 pagine e valutate in profondità circa 20 di queste.

Le pagine valutate appartengono a diversi livelli gerarchici del sito.

Dopo una prima disamina dei primi 2 livelli, il percorso di navigazione si è sviluppato su 3 direttrici distinte :

Le principali pagine analizzate ed i principali percorsi seguiti nel sito sono stati, nell'ordine:


Pagina1 : homepage

Pagina2 : homepage → Bollettino Ufficiale

Pagina3 : homepage → Turismo → ricettivita

Pagina4 : homepage → Turismo → manifestazioni fieristiche e sagre

Pagina5 : homepage → Montagna, foreste, tutela del paesaggio → comunità montane piemontesi

Pagina6 : homepage → Turismo → sport

Pagina7 : homepage → Turismo → Vetrina Piemonte

Pagina8 : homepage → Turismo → turismo

Pagina9 : homepage → Sanità → Servizi sanitari

Pagina10 : homepage → Sanità → Sanità pubblica

Pagina11 : homepage → Sanità → Sicuri di essere sicuri

Pagina12 : homepage → Sanità → Farmaci

Pagina13 : homepage → Montagna, foreste, tutela del paesaggio → beni ambientali

Pagina14 : homepage → Montagna, foreste, tutela del paesaggio → comunità collinari piemontesi

Pagina15 : homepage → Artigianato, commercio, industria → artigianato

Pagina16 : homepage → Artigianato, commercio, industria → commercio

Pagina17 : homepage → Territorio, edilizia, usi civici e trasporti → repertorio cartografico

Pagina18 : homepage → Piemonte feel

Pagina19 : homepage → Campagne olimpiadi senza fumo

Pagina20 : homepage → Cultura e Spettacolo → Villa Gualino

e tutte le pagine direttamente accessibili dalla homepage.


Torna all'indice -- Torna alla pagina principale

Schema generale delle pagine

Le pagine del sito non seguono la stessa griglia grafica: mentre i primi 2 livelli gerarchici utilizzano lo stesso layout, gli stessi caratteri tipografici e gli stessi colori, a partire dal terzo livello e per particolari sezioni del Sito (per esempio il Bollettino Ufficiale), le pagine si diversificano ed assumono note caratteristiche: la disposizione di immagini e notizie, la collocazione delle barre dei link, lo stile dei carattere utilizzati e la loro dimensione,i colori e l'evidenziazione dei link, il linguaggio utilizzato per le etichette ed il contenuto, la presenza o meno di supporti alla navigazione ecc...

La homepage, in particolare, è divisa in una zona di intestazione in alto, un menù principale a sinistra, un menù secondario a destra ,una zona centrale per le notizie di attualità ed una zona in basso per il meteo. Le sezioni tematiche di secondo livello sono suddivise in una intestazione in alto, un menù identico alla homepage a sinistra e una zona centrale che anticipa ed invita ad entrare nelle sottosezioni di approfondimento del 3 livello gerarchico del sito. Il "Bollettino Ufficiale", sezione che è accessibile tramite un link direttamente dalla homepage, assume caratteristiche uniche (fondo grigio e barra di navigazione blu sulla sinistra) e si differenzia da tutte le pagine del suo livello.


Torna all'indice -- Torna alla pagina principale

Struttura del Rapporto

Il rapporto è diviso in:


Torna all'indice -- Torna alla pagina principale

RAPPORTO DELLA VALUTAZIONE EURISTICA

Sommario [R]

Il sito della regione Piemonte è un tipico "sito ombrello" o portale che conduce ad una ampia gamma di sottositi e sottosezioni sugli argomenti più disparati e vari.

In particolare, il sito si propone di:

E', perciò, un sito la cui missione è comunicare con il maggior numero possibile di utenti, tanto i fedeli frequentatori delle sue pagine quanto i lettori occasionali e superficiali.

E' evidente lo sforzo che è stato fatto, da parte dei progettisti, per rendere il sito completo ed ampio nei contenuti, organizzato e predisposto ad aiutare ed orientare l'utente, accattivante ma semplice nel suo aspetto grafico.

La valutazione euristica ha individuato, però, diverse caratteristiche del sito che possono essere corrette al fine di migliorarne la usabilità. Sono convinto che sia possibile aumentare ulteriormente la capacità degli utenti di ricercare informazioni di interesse (wayfinding) e di orientarsi nello spazio informativo del sito. Essi potranno, così, fruire delle pagine web in modo più efficace, produttivo, sicuro e soddisfacente.

I principali problemi riscontrati, comuni a più sezioni del sito, sono (fra parentesi è riportata l'euristica di riferimento):

Sono presenti nel sito alcune caratteristiche che favoriscono l'usabilità e rispondono in modo puntuale alle problematiche sollevate dalle euristiche di J.Nielsen, per esempio (fra parentesi è riportata l'euristica di riferimento):


Torna all'indice -- Torna alla pagina principale

Analisi in dettaglio

Le 10 euristiche di Nielsen e le domande di approfondimento del prof.Brajnik
Euristica 1: Visibilità dello stato del Sistema

Il sistema deve costantemente informare l'utente su ciò che sta succedendo, fornendo appropriato feedback in tempi ragionevoli.

ARCHITETTURA

CONTENUTO

PRESENTAZIONE




Euristica 2: Allineamento tra il mondo del sistema e quello reale

Il sistema dovrebbe usare lo stesso linguaggio dell'utente, con parole, frasi e concetti familiari all'utente, puttosto di termini che sono orientati al sistema. Seguire le convenzioni del mondo reale, facendo sì che le informazioni appaiano in ordine naturale e logico.

ARCHITETTURA

CONTENUTO

PRESENTAZIONE




Euristica 3: Controllo da parte dell'utente e sua libertà

Gli utenti spesso invocano delle funzioni del sistema per errore e abbisognano delle uscite di emergenza chiaramente indicate in modo da abbandonare degli stati del sistema indesiderati senza dover passare attraverso un lungo dialogo. Si supportino azioni di undo/redo.

ARCHITETTURA

CONTENUTO

PRESENTAZIONE




Euristica 4: Coerenza e standard

Gli utenti non devono chiedersi se parole, situazioni o azioni diverse fanno riferimento alle stesse cose. Si seguano le convenzioni determinate dagli standard ufficiali o di fatto.

ARCHITETTURA

CONTENUTO

PRESENTAZIONE




Euristica 5: Prevenzione degli errori

Ancora meglio che dei buoni messaggi di errore è un attento progetto che previene gli errori.

ARCHITETTURA

CONTENUTO

PRESENTAZIONE




Euristica 6: Riconoscimento piuttosto di memorizzazione

Rendere visibili gli oggetti, le azioni e le opzioni. L'utente non dovrebbe dover ricordarsi le informazioni relative ad una parte del dialogo nelle successive. Le istruzioni su come usare il sistema dovrebbero essere visibili o reperibili con facilità ogni volta che è appropriato.

ARCHITETTURA

CONTENUTI

PRESENTAZIONE




Euristica 7: Flessibilità ed efficienza d'uso

Gli acceleratori da tastiera - non visibili da utenti principianti - spesso possono velocizzare l'interazione per utenti esperti, facendo sì che il sistema sia allo stesso tempo adatto agli uni e agli altri. Si permetta agli utenti di personalizzare le azioni più frequenti.

ARCHITETTURA

CONTENUTI

PRESENTAZIONE



Euristica 8: Design estetico e minimalista

I dialoghi non dovrebbero contenere informazioni che sono irrilevanti o raramente usate. Ogni componente informativa in un dialogo compete con gli altri e diminuisce la loro visibilità relativa.

ARCHITETTURA

CONTENUTO

PRESENTAZIONE




Euristica 9: Aiutare nel riconoscere,diagnosticare e rimediare agli errori

I messaggi di errore devono essere espressi in un linguaggio semplice (non codici di errore), devono indicare con precisione l'errore, e suggerire in maniera costruttiva una soluzione.

ARCHITETTURA




Euristica 10: Aiuto e documentazione

Anche se è meglio se il sistema può venir usato senza documentazione, può essere necessario fornire degli aiuti e documentazione di riferimento. Questo tipo di informazione deve essere semplice da ricercare, focalizzata sui compiti degli utenti, elencare i passi concreti da eseguire e non essere troppo grande come dimensione.

ARCHITETTURA



I problemi di usabilità del Sito ordinati per gravità
Problemi catastrofici

Problema Catastrofico 1

Moltissime pagine interne hanno un unico collegamento alla homepage del sito che è realizzato con una immagine non percebile come cliccabile e posta in fondo alla pagina. Molti utenti occasionali e poco pratici della navigazione ipertestuale possono non accorgersi della sua presenza e trovarsi in un vicolo cieco, senza la cronologia delle pagine visitate e, magari, ad un livello molto profondo della gerarchia del sito.

Il link alla homepage deve essere posto sempre in alto a sinistra, in forma testuale, con una etichetta standard presente ad ogni livello di gerarchia del sito e bisogna evitare immagini od icone se non accompagnate da testo alternativo ed esplicativo. L'etichetta può essere: "home", "homepage" o "pagina principale".



Problema Catastrofico 2

Nella homepage ci sono molti link che utilizzano elenchi di etichette fatte di termini eterogei, vaghi ed ambigui :"difesa del suolo" da una parte e "tutela del paesaggio" dall'altra, "sanità" a sinistra e " informazioni sanitarie" a destra, due etichette intitolate "protezione civile" che puntano a pagine diverse.

I termini delle etichette non sono evidenziati, utilizzano stili diversi e sono sparsi sia nella barra a sinistra che nella barra a destra. Nella sezione "sanità" sono presenti due titoli molto simili che puntano a sottosezioni diverse:"servizi sanitari" e "sanità pubblica". Il titolo "sicuri di essere sicuri" della sezione "sanità" non è informativo sulle risorse a cui punta, più adatto sarebbe il titolo "lavoro e sicurezza". Nella sezione homepage → Turismo → Vetrina Piemonte viene presentato un elenco di collegamenti diversi che sembrano puntare a contenuti simili.

Alcune elenchi di titoli utilizzano schemi ibridi mescolando tipologia di pubblico ("infanzia", "giovani"), metafore ("Piedmont in the world"), funzionalità ("difesa del suolo", "Comunicazione istituzionale" ),argomenti ("sport","agricoltura"), domande("chi siamo"),ecc...

E' necessario un ripensamento dei criteri di classificazione e categorizzazione, magari con il metodo del Card Sorting sia aperto che chiuso .



Problema Catastrofico 3

E' possibile che gli utenti occasionali ed inesperti si smarriscano. Non è possibile risalire a tutte le pagine visitate precedentemente nel sito ma, attraverso le breadcrumbs ,soltanto alla pagina principale della sezione tematica di terzo livello in cui ci si trova ("farmaci","cure palliative","commercio"," manifestazione fieristiche e sagre"," vetrina piemonte","comunità montane piemontesi", ecc..).

L'utente può essere costretto a ritornare alla homepage del sito per poter intraprendere un nuovo percorso alternativo, oppure deve ricorrere al pulsante "BACK" del browser.



Problema Catastrofico 4

Non c'è una mappa del sito che indichi le aree di primo, secondo e terzo livello ma solo un collegamento ad un indice alfabetico dei principali argomenti. L'utente non ha modo di farsi un' idea a largo raggio del sito e non riesce a stabilire , se lo visita per la prima volta, delle relazioni fra le sezioni interne.

La mappa è necessaria se un utente vuole accedere in modo casuale soltanto a porzioni dei contenuti presenti nel sito. La mappa del sito rafforza le gerarchie delle informazioni.

Solo per alcune sottosezioni sono presenti mappe limitate ed incomplete.



Problemi critici

Problema Critico 1

E' difficile individuare le breadcrumbs presenti nelle pagine interne. I caratteri utilizzati sono piccoli ed uguali a quelli presenti nel resto del contenuto della pagina. I breadcrumbs evidenziano soltanto la posizione della pagina visitata rispetto alla struttura del sito e non tengono traccia del percorso effettuato fino a quel momento da parte dell'utente.

E' possibile capire che l'etichetta "home", presente nelle breadcrumbs, è un link alla pagina principale solo passandoci sopra con il mouse.

Bisogna progettare barre di navigazione che utilizzino stili e colori standard e che siano presenti in ogni pagina del sito, preferibilmente in alto: devono permettere una navigazione globale che fornisca accesso a macrosezioni del sito, alla sezione di "aiuto", alla mappa del sito ecc...



La possibilità di navigare localmente all'interno delle sottosezioni è già fornita in modo adeguato ma deve essere attuata una graduale standardizzazione, in tutto il sito, dei colori, dei font utilizzati e della posizione all'interno delle pagine della barra di navigazione.

Utile può essere realizzare navigazioni contestuali che permettano di collegare contenuti correlati al tema in oggetto a contenuti sparsi in tutto il sito.

E' utile una riprogettazione globale delle briciole di pane.Innanzitutto, esse devono essere poste in alto e ben in evidenza.Devono tener memoria non solo della struttura del sito o di sue sottosezioni, ma anche dei percorsi di navigazione effettuati fino a quel momento.Devono, infine, utilizzare colori e caratteri tipografici che rimangano gli stessi fino ai livelli gerarchici più profondi. Vanno evitate incoerenze, come l'utilizzo della stessa etichetta "home" sia per la homepage del sito, sia per le pagine principali delle sottosezioni.



Problema Critico 2

Il layout delle pagine è incoerente: molte sezioni hanno una barra di navigazione sulla sinistra, altre una a sinistra ed una in alto, altre, infine, utilizzano solo una barra di navigazione in alto, mentre il link alla homepage è relegato nella parte bassa della pagina. In particolare, il "logo" della regione Piemonte, posto nella parte superiore della pagina, in alcune sezioni è cliccabile e porta direttamente alla homepage, in altre non lo è, pur trovandosi nella stessa posizione in alto a sinistra .

In sintesi, non si capisce se l'immagine "Regione Piemonte" è o non è un controllo su cui si può operare.



Problema Critico 3

Ci sono titoli incomprensibili per gli utenti che non conoscono almeno superficialmente la lingua inglese. Nella homepage sono presenti titoli come "Piemonte pressway","Piemonte feel","press room","olympic newsletters","food and wine"," clubbing" che devono essere scritti in italiano. E' consigliabile creare una copia della homepage in lingua inglese.



Problema Critico 4

Non ci sono pulsanti "BACK". Le briciole di pane o breadcrumbs non sono sempre presenti. Nella sezione del "Bollettino ufficiale" non sono presenti briciole di pane che permettano all'utente di orientarsi rispetto alla struttura del sito ed al percorso effettuato, fino a quel momento, al suo interno. Il Problema Critico 1 tratta, in modo approfondito, il problema delle briciole di pane e propone una soluzione.



Problema Critico 5

Sia a livello di pagina che di sito sono presenti vistose incoerenze nella presentazione di link e di sottosezioni tematiche. Alcuni link vengono presentati con sottolineature e colori diversi soltanto perchè si trovano in zone diverse della stessa pagina. Titoli di sezioni che appartengono a livelli gerarchici diversi vengono presentati con gli stessi font e lo stesso colore di sfondo. Link che si trovano allo stesso livello gerarchico vengono differenziati con font e colori diversi.



Problema Critico 6

Diverse pagine hanno contenuti che non sono differenziabili dalle etichette di link. Soltanto quando ci si posiziona sopra il link si nota un cambiamento del puntatore o del colore del testo.Ciò è particolarmente evidente nei primi due livelli gerarchici del sito.



Problema Critico 7

Il materiale di aiuto non è facile da reperire: è presente un indice analitico con un link nella homepage che, però, è una risorsa poco utilizzata dagli utenti che fanno browsing ( vogliono sfogliare il sito ) e hanno necessità informative difficili da esplicitare. La guida alla navigazione è presente soltanto al terzo livello e dopo due link dalla homepage. In alcune sottosezioni, come il "bollettino ufficiale", è presente un aiuto accessibile dalla pagina principale della sezione. Una finestra secondaria spiega le funzionalità presenti nella pagina e come navigare all'interno dell'area tematica. Sebbene l'apertura di una nuova finestra possa disorientare l'utente, questa scelta permette di poter proseguire nella navigazione del sito mantenendo il "materiale di aiuto" sullo schermo.



Problemi seri

Problema Serio 1

Il menù a sinistra, che elenca le sezioni tematiche, è lungo sia nella homepage che nelle pagine interne di secondo livello e bisogna fare scrolling per poterlo scorrere fino in fondo. Nelle pagine interne (Sanità, Trasporti, Turismo , Montagne), molte volte, link importanti come quello della homepage si trovano soltanto in fondo alla pagina e sotto forma di immagine. Non c'è traccia di breadcrumbs o barre di navigazione globali, ma solo di barre di link locali che riguardano quella specifica sottosezione.



Problema Serio 2

Per alcune pagine, se tolte dal contesto o dalla sezione di appartenenza, diventa difficile comprendere quale sia lo scopo che si propongono nei confronti dell'utente.

La pagina " WebCam", ad esempio, presenta la ripresa tramite webcam di una stanza, che l'utente suppone essere il luogo deputato ad accogliere conferenze stampa sulle Olimpiadi Invernali di Torino.Non c'è un elenco degli appuntamenti che si svolgeranno a breve e non viene data informazione sugli appuntamenti che si sono già svolti.

La pagina "Olympic newsletter" non riassume, in nessun modo, i contenuti dei documenti pdf presenti all'interno della pagina: non c'è informazione su quanto tempo sia necessario per poterli salvare su disco fisso e non è presente una versione testuale alternativa.



Problema Serio 3

Non c'è una chiara evidenziazione nè di nuovi contenuti , nè di nuove pagine. Le notizie più recenti vengono inserite, man mano, in alto, nella colonna centrale della homepage intitolata "Piemonte Informa".



Problema Serio 4

In tutte le pagine non è possibile ridimensionare le finestre del browser senza perdere parte dei contenuti presenti. Le pagine non si adattano alle finestre: l'utente è costretto a massimizzare sempre la finestra del browser. Vanno rivisti la griglia grafica di quasi tutte le pagine interne ed i fogli di stile collegati.

Le dimensioni del testo possono essere, invece, modificate senza compromettere la comprensione delle pagine web.



Problema Serio 5

Le convenzioni del web, che vogliono i link sottolineati e di colore blu, non sono rispettate. Non vengono seguiti standard di fatto nell'evidenziazione dei link.Il livello di affordance di alcuni link è compromesso.



Problemi minori

Problema Minore 1

Quando si entra nella homepage del sito della regione Piemonte non ci si rende immediatamente conto che si tratta della pagina principale del sito. Soltanto il titolo in alto del browser riporta la parola "homepage".Confrontando le pagine delle sezioni tematiche con la pagina principale emerge la poca caratterizzazione di quest'ultima rispetto alle pagine interne, almeno quelle a livello immediatamente inferiore. Utile sarebbe una intestazione più originale con un titolo esplicito ed appariscente. Anche i titoli delle pagine interne di secondo livello non attirano subito l'attenzione dell'utente, sono spostati a destra, sotto l'intestazione, ed il colore di sfondo è comune al colore di sfondo dei titoli dei menù a sinistra.



Problema Minore 2

L'autore del sito è indicato soltanto in una pagina interna di secondo livello ed il link presente nella homepage e nelle pagine di secondo livello, intitolato la "redazione del Sito", è posto in basso sulla sinistra e non è sufficientemente evidenziato. In tutte le pagine principali delle settosezioni visitate ("sanità", "protezione civile", "pianificazione ed urbanistica", "commercio", ecc..) è stato possibile trovare agevolmente l'email degli autori o dei responsabili della sezione tematica.Non c'è, però, alcun riferimento a date di aggiornamento o revisione.



Problema Minore 3

Nella sezione audio-video, al secondo livello gerarchico, non è percepibile immediatamente la differenza fra la risorsa audio e quella video.



Problema Minore 4

Le notizie inserite nella pagina principale e nelle pagine iniziali delle sottosezioni (per esempio la sezione "sanità") non sono datate. Soltanto l'"archivio" o la pagina in cui la notizia è riportata integralmente contiene anche la data di pubblicazione.



Problema Minore 5

Le icone utilizzate non sempre sono intuitive e, comunque, sono sempre accompagnate da testi descrittivi.

Solo nella sezione " Pianificazione ed Urbanistica" due icone, non accompagnate da testo, sono risultate poco chiare e non percepibili come collegamenti a pagine interne della sezione tematica.



Problema Minore 6

L'uso della sola tastiera è possibile ed è facilitato grazie alla presenza degli acceleratori da tastiera "accesskey". Tali acceleratori non sono, però, chiaramente evidenziati nella homepage e nelle pagine principali delle sottosezioni, ma bisogna visitare le pagine che presentano le caratteristiche di accessibilità del sito ed, in particolare, la guida alla navigazione (presente al terzo livello gerarchico) per saperne di più.



Problema Minore 7

Ogni sezione tematica utilizza colori e stili diversi per presentare collegamenti ed evidenziare i contenuti, differenziandosi molto dai primi due livelli gerarchici del sito. E' forte il rischio di disorientare e rendere più difficile la navigazione degli utenti occasionali e meno smaliziati.



Problema Minore 8

I titoli non sono mai incoerenti.Soltanto le pagine di secondo livello hanno un titolo troppo generico (Sezioni Tematiche) che viene mantenuto indipendentemente dal link selezionato nella homepage. Questo titolo generico viene mantenuto per default nel caso l'utente voglia salvare la pagina fra i bookmark del browser.



Problema Minore 9

Alcuni URL usano caratteri complessi con nomi lunghi e caratteri che non sono lettere: per esempio, il motore di ricerca interno.



Problema Minore 10

I menù e le liste di scelta sono ampiamente utilizzati in ogni form analizzata. Probabilmente sarebbe utile numerare, in modo sequenziale, i passi da compiere nella compilazione delle form più complesse (per aiutare gli utenti poco pratici di modulistica on-line) e differenziare i campi obbligatori da quelli facoltativi.



Problema Minore 11

Nella pagina principale è possibile leggere l'intero elenco di collegamenti delle 2 barre a sinistra e destra solo facendo scrolling. E' utile aumentare i livelli gerarchici dei link e proporre, nella homepage, un numero minore di collegamenti evitando schemi ibridi (miscelare elementi di schemi molteplici:funzioni, argomenti, tipologie di pubblico, metafore).

Una doppia classificazione dei link, utilizzando due schemi definiti e chiari posti uno a sinistra ed uno a destra della pagina principale, può aiutare gli utenti occasionali e favorire il loro orientamento e la loro findability (trovare informazioni in modo semplice ed intuitivo): per esempio, definire uno schema orientato al tipo di utenza ed uno legato al tipo di argomento trattato.



Problema Minore 12

I tooltip sono ampiamente usati in tutto il sito: sono utili quando sottolineano il tipo di link che si sta per attraversare ( link esterno od interno) oppure quando avvertono l'utente che si sta per aprire una nuova finestra del browser, ma sono generici ed ambigui quando descrivono le immagini a cui sono associati.



Problema Minore 13

Soprattutto nel secondo livello vengono utilizzate immagini cliccabili che cercano di anticipare all'utente la disposizione grafica delle sottosezioni: sono inutili, perchè piccole, e sono riconoscibili come immagini cliccabili solo posizionando il puntatore sopra di esse. Portano alle stesse pagine dei link testuali posti alla loro sinistra.



Problema Minore 14

Ci sono alcuni termini legati al web come nella sezione "Turismo e Spettacolo", in particolare nella sottosezione "Villa Guarino", in cui, sotto una immagine, viene riportato il testo :"Cliccare sulla cartina per visualizzarla ingrandita".

Più accettabile l'etichetta : "Visualizza la cartina ingrandita".



Problema Minore 15

Le figure non sono sempre accompagnate da descrizioni espressive e chiare. Anche i testi alternativi spesso sono generici ed ambigui.E' necessario un loro aggiornamento ed, in alcuni casi, una loro completa riscrittura.



Le caratteristiche di buona usabilità del Sito

Caratteristica Positiva 1

Le pagine che riportano i risultati delle compilazioni di una form sono chiari, intuitivi e ricchi di notizie e particolari.



Caratteristica Positiva 2

Le etichette utilizzate nelle form rispettano frasi e concetti familiari agli utenti. Il linguaggio utilizzato nel sito, in generale, segue le convenzioni del mondo reale. Il Problema Catastrofico 2 approfondisce il tema dei raggruppamenti di link.



Caratteristica Positiva 3

In generale solo nelle sottosezioni, dove è necessario un linguaggio appropriato e puntuale, vengono utilizzate parole adatte ad un utente specializzato ed esperto. Per esempio, nelle pagine della sezione "sanità", si utilizzano le parole "sindromi coronariche acute", " angioplastica primaria", "infarto miocardico acuto".

Il Problema Critico 3 approfondisce il problema dell'utilizzo della lingua Inglese nel sito.



Caratteristica Positiva 4

Non sono state individuate presentazioni Flash.



Caratteristica Positiva 5

Non sono stati individuati frame.



Caratteristica Positiva 6

Le pagine non richiedono, grazie ad un uso moderato delle immagini, tempi lunghi di scaricamento .



Caratteristica Positiva 7

E' evidente cosa è necessario fare per poter proseguire dopo che , per esempio, il motore di ricerca non ha dato risposte utili (è necessario cliccare sul link "indietro" ) od è stato commesso un errore durante la compilazione di una form ( appare il messaggio che indica quale parte della form va modificata o completata).



Caratteristica Positiva 8

Nella pagina delle accessibilità è chiaramente evidenziato quali browser è possibile utilizzare e con quali restrizioni. Eventuali restrizioni nei plug-in o nei browser sono evidenziate puntualmente nelle pagine più profonde del sito.



Caratteristica Positiva 9

Il caricamento delle immagini remote può essere disabilitato e le pagine sono fruibili anche con il solo testo. Molte pagine hanno link che permettono la loro visualizzazione in formato solo testo od in un formato ad "alta visibilità" (fondo nero e testo colorato) per utenti daltonici o con disabilità visive.



Caratteristica Positiva 10

Il contenuto è valido, credibile, con fonti esterne chiaramente individuabili ed altrettanto credibili.



Caratteristica Positiva 11

Le informazioni di supporto delle form sono chiare, esaurienti, opportunamente evidenziate e collocate accanto ai controlli.

Per un ulteriore approfondimento leggere la Caratteristica positiva 7.



Caratteristica Positiva 12

I meccanismi di ricerca sono ricchi di suggerimenti e facili da utilizzare: è presente una ricerca semplice, una avanzata e un indice analitico dei contenuti nella homepage e nelle pagine interne delle varie sezioni tematiche. L'utente viene accompagnato ed aiutato ad utilizzare tutte le funzionalità di ricerca presenti: ci sono scale di rilevanza dei risultati trovati e sono presenti parole correlate per raffinare ulteriormente la ricerca.

La ricerca avanzata permette di effettuare ricerche cronologiche mirate, recuperando solo i documenti più recenti o riferibili ad intervalli temporali definiti. Il linguaggio usato è naturale e viene evitato l'utilizzo di termini tecnici.

Per un ulteriore approfondimento leggere la Caratteristica positiva 7.



Caratteristica Positiva 13

I link inter- e intra-sito sono sempre distinguibili attraverso tooltip e testi ben visibili. Questa distinzione è sempre presente in ogni livello gerarchico.



Caratteristica Positiva 14

Tutte le pagine valutate contengono metadati significativi.

Per esempio:

<title>Sito Ufficiale della Regione Piemonte: Sezioni tematiche</title><
					 meta name="Description" 
					 content="Regione Piemonte web on line
					  - Sito ufficiale della Regione Piemonte">
<meta name="Keywords" content="aree tematiche,sezioni tematiche,
agricoltura,industria,commercio,lavoro,parchi,turismo,
montagna,assessorari,giunta,giunta regionale,giunta piemonte,assessori piemonte,
assessori,presidente regione,Regione Piemonte">
<meta http-equiv="Expires" content="00-00-0000">
<meta name="language" content="it">
<meta http-equiv="Content-Type" content="text/html; charset=iso-8859-1">
<link href="cult_spett_files/import.css" rel="stylesheet" type="text/css" media="screen">
<link href="cult_spett_files/stampa.css" rel="stylesheet" type="text/css" media="print">


Caratteristica Positiva 15

Tutti i contenuti meno importanti vengono minimizzati ed i dettagli vengono sempre presentati in opportune pagine di approfondimento.Le informazioni irrilevanti e le animazioni Flash inutili sono evitate. Tutte le pagine contengono una quantità adeguata di informazioni e solo la homepage presenta un numero eccessivo di collegamenti.



Caratteristica Positiva 16

Tutte le pagine presentano una struttura dei contenuti "a piramide invertita", con un breve sommario all'inizio ed una presentazione graduale di approfondimenti e dettagli.



Caratteristica Positiva 17

Le liste di notizie vengono suddivise in blocchi facilmente consultabili in cui ogni paragrafo contiene singoli concetti o tratta singoli argomenti.



Caratteristica Positiva 18

Una descrizione completa delle caratteristiche di accessibilità è presente al terzo livello gerarchico per le pagine di primo e secondo livello ed in modo specifico, con una pagina dedicata, per ogni sezione tematica.



CONCLUSIONI [C]

Tenuto conto dei risultati ottenuti dalla valutazione euristica dell'usabilità del sito della regione Piemonte, sono opportune le seguenti attività per rendere più efficace, soddisfacente, produttiva e sicura la fruizione del sito:

  • standardizzare colori, stili del testo ed evidenziazione dei link presenti nel sito, rispettando le convenzioni di fatto
  • evitare l'uso di immagini per i collegamenti ipertestuali o, altrimenti, evidenziare in modo opportuno tutte le immagini cliccabili, specialmente quelle utilizzate per collegare le pagine interne alla homepage
  • evidenziare, quando presenti, i nuovi contenuti e le nuove pagine del sito
  • diminuire il numero dei link nella homepage
  • riprogettare i raggruppamenti di etichette evitando schemi ibridi in cui si mescolano funzioni , sintassi, tipologie di pubblico ed argomenti: progettare magari due raggruppamenti nella homepage, uno per tipologia di utente ed uno per argomento.
  • standardizzare le briciole di pane in tutto il sito rivedendo colori , stili del testo ed etichette
  • indicare gli autori della homepage in modo chiaro
  • progettare un' unica griglia grafica delle pagine del sito che deve permettere al contenuto di adattarsi alla dimensione della finestra del browser
  • evitare, nelle etichette, un uso eccessivo della lingua Inglese
  • progettare una "mappa del sito" completa ed accessibile direttamente dalla homepage
  • progettare "materiale di aiuto" che sia reperibile direttamente dalla homepage

Torna all'indice -- Torna alla pagina principale

[CSS valido con W3C] 
          [XHTML 1.0 valido con W3C] 
          [XHTML 1.0 valido con Web Design Group]

2006-Autore:Cristiano Urbani

contatto(posta elettronica): s61426@spes.uniud.it

aggiornato: 31-03-2006