Schema delle relazioni di usabilità e accessibilità

Nello stendere le relazioni necessarie per sostenere l'esame, seguire queste indicazioni relative al formato da adottare.

Ogni relazione deve essere un singolo file XHTML/HTML5 corredata ovviamente dei relativi file accessori (css, immagini, javascript); compressa in formato zip, rar o tgz. (Considerare l'idea di scrivere un file XML con tutti i contenuti, e usare poi XSLT o jasperreport o altro sistema a template per produrre automaticamente il rapporto desiderato.)
Inoltre la struttura della relazione deve conformarsi alle seguenti indicazioni, distinte a seconda del tipo di relazione.

Analisi e definizione dei requisiti

Titolo e autori

Nel titolo della relazione indicare "Analisi e definizione dei requisiti del sistema XXX", dove XXX è il nome del sistema/progetto cui si lavora. Subito dopo indicare nome e cognome degli autori, ev. loro email, e data di stesura del rapporto.

Struttura del documento

Usare la struttura del documento di visione visto a lezione; aver cura di riempire ogni parte in maniera molto dettagliata. Quindi includere:

  • la definizione del problema, confine del sistema, attori, stakeholders, modello di business, eventuali. vincoli di progetto;
  • (eventualmente) schema dell'interviste, del focus group e del brainstorming; risultati dell'analisi competitiva; risultati di queste attività (se svolte)
  • scenari d'uso (di problema, di attività, di interazione); personaggi; bozze della UI;
  • casi d'uso (vista d'insieme) e dettaglio dei più rappresentativi; suddivisione del sistema in sottosistemi; requisiti dettagliati (cioè "il sistema deve ....")
  • elenco delle feature con i loro benefici; (eventuale) tabella della baseline (feature con loro priorità e altri attributi).

Le parti marcate con "eventualmente" possono essere assenti per certi tipi di analisi (ad es. per il progetto fittizio "ESSE4").

Rapporto di conformità

Titolo e autori

Nel titolo della relazione indicare "Valutazione di conformità rispetto a XXX del sito YYY", dove XXX è il nome delle linee guida seguite e YYY il nome o url del sito. Subito dopo indicare nome e cognome degli autori, ev. loro email, e data di stesura del rapporto.

Introduzione

Descrivere le linee guida seguite; descrivere brevemente il metodo seguito; descrivere eventuali strumenti usati (e fornire i riferimenti per trovarli).

Se non indicato esplicitamente, presumere di seguire le linee guida WCAG 2.0 e di verificare il livello di conformità doppia A (AA).

Perimetro dell'indagine

Indicare quali pagine sono state testate; indicare il loro titolo e URL. Dire perché sono state scelte quelle pagine. Dire in che periodo di tempo sono state analizzate.

Sommario risultati

Dire esplicitamente a che livello di conformità si trova il sito analizzato. Indicare i problemi più gravi riscontrati e le loro conseguenze, globali.

Risultati in dettaglio

Indicare i dettagli relativi ai problemi che si ripetono in molte delle pagine; per ciascun problema indicare:

  1. i sintomi; come il problema si manifesta; quale linea guida o checkpoint viene violato e la sua priorità;
  2. dettagli del codice html/css/js;
  3. foto di videate;
  4. le cause del problema;
  5. i possibili rimedi.

Per ciascuna pagina esaminata, e per ciascun problema in essa trovato, indicare lo stesso tipo di informazioni. Procedere sistematicamente, pagina per pagina.
Al termine dell'elenco dei problemi della pagina, fornire una tabella riassuntiva dei difetti riscontrati nella pagina, coi relativi livelli di priorità se esistenti. Indicare anche quali checkpoint sono soddisfatti e quali invece non si applicano alla pagina.

Se si tratta di conformità rispetto alle WCAG20 occorre produrre una dichiarazione di conformità (conformance claim) come previsto dalle WCAG20.

NOTA: per i rapporti di conformità non si chiede di indicare la gravità dei problemi riscontrati (ad eccezione di riportare i livelli di priorità associati ai checkpoint se esistenti), a differenza di quanto invece è necessario fare per i rapporti di usabilità o quelli di simulazioni euristiche/barrier walkthrough. Tuttavia, se lo si vuol fare, è necessario indicare con precisione i criteri che si sono seguiti per decidere come assegnare i livelli di gravità.

Rapporto delle barriere di accessibilità/simulazione euristica

Titolo e autori

Come sopra

Introduzione

Come sopra, facendo riferimento alle pagine descrittive del metodo (www.dimi.uniud.it/giorgio/projects/bw/bw.html).

Perimetro dell'indagine

Indicare i casi d'uso considerati, e le corrispondenti pagine analizzate. Per ciascuna pagina indicarne il titolo e l'URL. Dire in che periodo di tempo sono state analizzate.

Indicare anche i profili utente e gli scenari d'uso considerati.

Sommario risultati

Indicare le barriere di gravità maggiore che si sono riscontrate, raggruppate per profilo utente e per caso d'uso. Indicare le conseguenze negative maggiori.

Dettaglio risultati

Per ciascun profilo utenti, per ciascun caso d'uso, per ciascuna barriera riscontrata, indicare:

  1. la barriera riscontrata (il suo titoletto);
  2. le sue cause;
  3. esempi di codice e/o videate;
  4. le sue conseguenze negative;
  5. il suo impatto e persistenza e gravità;
  6. gli eventuali rimedi;

Per ciascun caso d'uso e profilo utente, fornire una tabella riassuntiva di tutte le barriere riscontrate, corredata di impatto, persistenza e gravità; ordinata per valori decrescenti di gravità.

Rapporto di valutazione euristica

Titolo e autori

Come sopra

Introduzione

Come sopra, facendo riferimento alle pagine descrittive delle euristiche (www.dimi.uniud.it/giorgio/dida/psw/euristiche.html).

Perimetro dell'indagine

Indicare i casi d'uso considerati, e le corrispondenti pagine analizzate. Per ciascuna pagina indicarne il titolo e l'URL. Dire in che periodo di tempo sono state analizzate.

Indicare anche eventuali profili utente e scenari d'uso considerati.

Sommario risultati

Indicare le violazioni di gravità maggiore che si sono riscontrate, raggruppate per caso d'uso. Indicare le conseguenze negative maggiori.

Dettaglio risultati

Per ciascun profilo utenti, per ciascun caso d'uso, indicare:

  1. la violazione riscontrata (il suo titoletto);
  2. distinguere se riguarda il contenuto o l'espressione;
  3. le sue cause;
  4. esempi di codice e/o videate;
  5. le sue conseguenze negative;
  6. il suo impatto e persistenza e gravità;
  7. gli eventuali rimedi.

Per ciascun caso d'uso fornire una tabella riassuntiva di tutte le violazioni riscontrate, corredata di impatto, persistenza e gravità; ordinata per valori decrescenti di gravità.

Rapporto del test con utenti

Titolo e autori

Come sopra

Introduzione

Come sopra. Descrivere succintamente anche il metodo seguito.

Perimetro dell'indagine

Indicare i casi d'uso considerati, e le corrispondenti pagine analizzate. Per ciascuna pagina indicarne il titolo e l'URL. Dire in che periodo di tempo sono state analizzate.

Sommario risultati

Indicare i difetti più gravi che sono stati riscontrati e le loro conseguenze negative maggiori.

Metodologia

Descrivere quanti e quali utenti sono stati coinvolti (rendere anonima l'identità). Fornire ev. informazioni raccolte coi questionari di screening. Descrivere la situazione operativa in cui gli utenti si sono trovati. Descrivere il protocollo think-aloud che è stato seguito. Descrivere in che modo si è valutata la gravità del problema.

Descrivere i vari casi d'uso considerati. Per ciascuno di essi dare la sua formulazione testuale (quella fornita all'utente), i punti di partenza e di arrivo, il percorso previsto, i criteri di successo.

Dettaglio risultati

Per ciascun caso d'uso, e per ciascun partecipante (in quest'ordine), descrivere:

  1. l'esito e il livello di successo riscontrato
  2. il comportamento del partecipante
  3. quali problemi sono emersi; quali opinioni sono state espresse dal partecipante.

Per ciascun caso d'uso, elencare i problemi emersi tratti dal comportamento dei partecipanti; descrivere le loro conseguenze negative; assegnare loro una gravità (funzione di impatto e persistenza); indicare eventuali rimedi.
Al termine fornire una tabella riassuntiva (una per caso d'uso) con i problemi più gravi prima.