Analisi del Contenuto e dell'Architettura:
sistema bibliotecario dell'Università di Trieste

[Torna alla HomePage]

Indice

1. Introduzione
2. Sommario
3. Tassonomia principale
4. Il sito
Descrizione dell'utenza del sito
Esigenze degli utenti deducibili dal sito
5. Descrizione dei contenuti
Homepage
Sezioni
Informazioni sulle biblioteche
Cataloghi
Banche dati (informazioni)
Periodici elettronici (informazioni)
Servizi
SBA
6. Architettura
Schema
Percorsi
Indici e mappe
Sistema di navigazione, senso del contesto
Linguaggio
7. Sistema di etichettatura
8. Sistema concettuale
Politiche formali e informali per la pubblicazione dei contenuti
Gestione dei contenuti, sottomissione e pubblicazione
Inserimento dei contenuti
Proprietà dei contenuti
Destinatari dei contenuti
Formato dei contenuti
Origine dei contenuti
Aspetti legali
9. Mappa del sito
10. Mappa dei contenuti

 

Introduzione

Il presente documento ha lo scopo di fornire un'analisi dei contenuti e dell'architettura del Sito web del Servizio Bibliotecario di Ateneo dell'Università degli Studi di Trieste (SBA).
Il Servizio Bibliotecario raggruppa e coordina numerose biblioteche di facoltà e dipartimentali che vengono ragruppate in settori.
Le biblioteche del Servizio Bibliotecario dell'Università degli Studi di Trieste afferiscono al Polo del Servizio Bibliotecario Nazionale (SBN) del Friuli Venezia Giulia, del quale l'Università stessa gestisce i sistemi.
L'analisi viene svolta su un sottoinsieme di 30 pagine del sito, che rappresentano diverse tipologie di contenuti e formati. L'analisi dei contenuti di un sito è importante in quanto permette di stabilire i proprietari dei contenuti, i destinatari, la copertura funzionale, i formati, le esigenze degli utenti. Per gli oggetti identificati si è cercato di identificare i metadati strutturali, descrittivi e amministrativi. Nelle pagine analizzate sono state inoltre evidenziate eventuali incongruenze nell'uso delle etichette, rispetto agli altri contenuti del sito stesso. Infine viene proposta una mappa dei contenuti, così come deducibile dall'analisi svolta.

[Torna all'indice]

 

Sommario

Il sito in esame rientra prevalentemente nella categoria sito informativo, in quanto illustra staticamente le funzioni e i servizi offerti dal Servizio Bibliotecario. Tuttavia alcune sezioni hanno carattere anche operativo, permettendo all'utente di svolgere ricerche nei cataloghi del patrimonio posseduto, delle banche dati e dei periodici elettronici.

Il sistema di etichettatura, a livello macroscopico, associa a ciascuna sezione un colore. I bottoni principali di selezione delle sezioni mantengono uno stile uniforme sia nella homepage che nella barra di navigazione che compare nelle pagine di livello più profondo. Gli avvisi vengono presentati in colore rosso, a volte in grassetto. I link sono rappresentati da testo sottolineato, di colore blu (impostazione di default). In generale il sistema di etichettatura è coerente in tutto il sito, eccezion fatta per un uso della sottolineatura a volte per enfatizzare l'importanza di un avviso, sempre per indicare il titolo di una pagina (ad esempio il nome della biblioteca nella pagina relativa alle informazioni della stessa), ogni tanto per indicare un sottotitolo o una sottosezione di una pagina.

La tassonomia deducibile dai nomi delle sezioni, delle sottosezioni e dalla barra di navigazione viene spiegata esclusivamente nella homepage del sito, per mezzo di un riquadro a destra del pulsante di selezione. Gli acronimi non vengono spiegati e in alcuni casi viene usato indistintamente il termine in italiano e il termine in inglese, creando confusione all'utente. Per facilitare la lettura del presente documento è stata inclusa una sezione tassonomia che fornisce la spiegazione dei termini principali utilizzati nel sito.

Il sito riflette più la struttura organizzativa del servizio bibliotecario di ateneo che le esigenze funzionali dell'utente, come nel caso ad esempio del processo di ricerca del materiale che non è ragruppato in modo uniforme in una sola categoria. In questo modo non viene comunicato all'utente un modello mentale da seguire per svolgere i compiti desiderati e non si aiuta l'utente a adattare il proprio modello mentale allo schema secondo il quale il sito è stato costruito. Non viene proposta all'utente una mappa dei contenuti.

Il sistema di ricerca delle informazioni, al di fuori del processo di ricerca nei cataloghi, è basato sul browsing. Il sito in genere non propone percorsi alternativi per raggiungere in modo diverso gli stessi contenuti.

[Torna all'indice]

 

Tassonomia principale

Banche dati: raccolte elettroniche (normalmente su cdrom) di citazioni, articoli o elenchi di materiale omogeneo per tema all'interno di ciascuna banca dati
Biblioteca: struttura con il compito di raccogliere, conservare e mettere a disposizione degli utenti materiale librario, fornendo adeguati servizi
Catalogo: sistema per l'accesso informatizzato al patrimonio delle biblioteche, chepermette la ricerca per autore, titolo e altri campi specifici
Catalogo topografico: catalogo del materiale posseduto da una biblioteca ordinato in base alla collocazione
Classificazione: etichetta associata a un libro in base a un determinato sistema di classificazione standard (es. classificazione decimale Dewey)
Collocazione: etichetta associata a un libro che ne indica la posizione fisica all'interno della biblioteca
Consultazione: servizio che prevede l'affidamento di un libro ad un utente per al massimo un giorno e senza la possibilità di portarlo fuori dalla biblioteca
Document delivery: vedi prestito interbibliotecario
EJournal: periodico (rivista) elettronico consultabile tramite web
Inventario: etichetta associata a un libro che lo identifica univocamente ai fini amministrativi
Monografia: sinonimo di libro
OPAC: Online Public Access Catalog, catalogo elettronico del materiale posseduto da una o più biblioteche
Patrimonio: di una biblioteca, insieme di tutto il materiale librario e non librario posseduto
Periodico: pubblicazione che viene posta in vendita a intervalli di tenmpo regolari e predeterminati
Polo SBN: insieme di biblioteche affersenti al Servizio Bibliotecario Nazionale
Portale: sito web di periodici elettronici per l'accesso agli articoli pubbliati
Pregresso: catalogo che raccoglie le informazioni sul materiale librario catalogato in modo non informatizzato
Prestito: servizio all'utente che prevede l'affidamento di un libro per un periodo di tempo predeterminato
Prestito interbibliotecario: servizio all'utente che prevede l'affidamaneto di un libro per un periodo di tempo predeterminato per tramite di un'altra biblioteca, di solito più vicina alla sede dell'utente
Ricerche bibliografiche: servizio all'utente per l'assistenza nel reperimento di fonti su un determinato argomento
Sintesi del posseduto: etichetta associata a un periodico che ne illustra gli esemplari posseduti in base alla data di pubblicazione
Soggetto: etichetta tematica associata a un libro

[Torna all'indice]

 

Il sito

Il sito si divide in sei sezioni principali che vengono presentate nella homepage:

Figura 1 L'immagine illustra le selezioni principali disponibili a partire dalla pagina principale del sito, ovvero biblioteche, cataloghi, banche dati, ejournal, servizi e SBA. A ciascuna selezione è associata una breve descrizione presentata su uno sfondo di colore particolare.

In ciascuna sezione vengono presentati diversi contenuti, coerenti con la sezione di appartenenza. Non ci sono casi di sovrapposizione dei contenuti in diverse sezioni. L'utente può accedere ai contenuti tramite browsing per quanto riguarda le sezioni biblioteche , parte della sezione cataloghi , servizi e SBA . Le sezioni cataloghi , banche dati e ejournal permettono l'accesso ai contenuti sia per mezzo di browsing che searching .

[Torna all'indice]

 

Descrizione dell'utenza del sito

Il sito appartiene a una pubblica amministrazione, precisamente al Servizio Bibliotecario dell'Università degli Studi di Trieste. I destinatari dei contenuti sono gli utenti delle biblioteche, quindi principalmente studenti, docenti e personale dell'Università. Non va dimenticato però che le biblioteche pubbliche hanno la possibilità di richiedere per conto terzi libri in prestito presso altre biblioteche e quindi l'utenza è pressoché illimitata.

[Torna all'indice]

 

Esigenze degli utenti deducibili dal sito

Di seguito vengono elencate le esigenze funzionali degli utenti, dedotte dai contenuti del sito esaminato. Un utente può consultare il sito per:

Esigenza 1

Trovare un libro/periodico cartaceo
Funzione a: cercarlo
Funzione b: prenotarlo
Funzione c: prenderlo in prestito
Funzione d: rinnovare il prestito

Esigenza 2

Cercare in una banca dati
Funzione a: cercare
Funzione b: visualizzare
Funzione c: stampare

Esigenza 3

Cercare tra i periodici elettronici
Funzione a: cercare
Funzione b: visualizzare
Funzione c: stampare

Esigenza 4

Andare in biblioteca
Funzione a: cercare la biblioteca di interesse
Funzione b: conoscere i servizi, le persone di riferimento
Funzione c: conoscere gli orari, il posto
Funzione d: conoscere i contatti (mail, telefono)
Funzione e: disponibilità sale lettura
Funzione f: uso computer
Funzione g: programmi corsi/dispense

[Torna all'indice]

 

Descrizione dei contenuti

In questa sezione vengono presentati i contenuti del sito, dedotti dalle pagine esaminate a partire dalla pagina principale. La descrizione dei contenuti riflette la presentazione gerarchica data dal browsing all'interno delle rispettive sezioni. Per ciascuna sezione vengono descritte le funzioni svolte, le esigenze, un commento se risponde alle esigenze e se non risponde. Il proprietario del contenuto descritto è sempre il Servizio Bibliotecario, se non indicato diversamente.

[Torna all'indice]

Homepage del sito

La homepage si divide in quattro parti principali:

Intestazione
Presenta il nome della struttura e informazioni sull'ubicazione (figura 2).

Figura 2 L'illustrazione mostra la parte di testa della pagina principale del sito analizzato. L'informazione è relativa al nome della struttura alla quale appartiene il sito e l'indicazione dell'indirizzo e dei numeri di telefono proncipali. È anche presente un link all'Università degli Studi di Trieste, che rappresenta l'ente entro il quale si colloca il Servizio Bibliotecario.

Compare solo nella homepage del sito. L'indicazione Università degli studi di Trieste è un link.

FUNZIONI Rappresentazione del modello gerarchico dell'organizzazione e collocazione della struttura alla quale appartiene il sito all'interno di essa; informazioni sulla struttura (denominazione, ubicazione, numeri di telefono e di fax).

ESIGENZE Conoscere i dati essenziali caratterizzanti la struttura.

RISPONDE L'informazione è presente solo nella homepage, rappresentata dall'intestazione stessa.

 

Avvisi
Il contenuto consiste in avvisi di vario genere, ad esempio informazioni sul servizio civile o su un convegno. Viene rappresentato su pagine separate, o eventualmente (nel caso di avvisi brevi) su una striscia scorrevole in testa alla pagina.

FUNZIONI Informazioni specifiche temporanee. Esempio servizio civile: chi è stato ammesso? Non c'è scritto per che cosa sono stati ammessi, non c'è scritto quando verranno chiamati, se verranno chiamati,...

ESIGENZE Specifiche su tematiche temporanee.

RISPONDE Su pagine individuali senza navigazione, linkate sulla homepage

 

Figura 3 L'immagine illustra la modalità che il sito ha scelto per rappresentare notizie con valenza temporale. Nell'esempio viene annunciato il convegno Editoria elettronica, Open Archives e comunità digitali. L'avviso è scritto con caratteri di colore rosso, è disponibile un link al programma del convegno e il tutto è riposto in un riquadro.

 

Menu di navigazione principale
Questa parte fornisce all'utente una macroscopica visione del sito, suddividendolo nelle sezioni principali: biblioteche, cataloghi, banche dati, ejournal, servizi e sba (figura 4). Accanto a ciascun pulsante associato alle sezioni viene data una breve descrizione del contenuto che verrà presentato nelle pagine successive.

Figura 4 L'immagine riproduce il menù di navigazione principale accessibile dalla pagina principale del sito.

 

Coda
Contiene le informazioni sul copyright del sito e i contatti per segnalare eventuali problemi nella sua visualizzazione (figura 5).

Figura 5 L'immagine riproduce le infomazioni di coda della pagina proncipale del sito, con l'indicazione degli indirizzi email ai quali rivolgersi per problemi e commenti e le informazioni sul copyright.

[Torna all'indice]

Sezioni

Le pagine relative alle sezioni in cui è suddiviso il sito sono tutte organizzate in due parti principali. In alto compare una barra di navigazione attraverso il quale è anche possibile conoscere la propria posizione all'interno del sito (figura 6). In alcuni casi la barra di navigazione è arricchita di una seconda riga di pulsanti o menù di tipo pulldown che consentono un più rapido accesso alle informazioni della sezione.

Figura 6 L'immagine riproduce la barra di navigazione nel sito presente in tutte le pagine di secondo livello. Ciascun bottone corrisponde a una delle possibili scelte fattibili dal menù della pagina principale del sito. Ai lati c'è un'icona con il logo del servizio bibliotecario che riporta alla pagina principale e l'icona con il logo dell'Università degli Studi di Trieste che porta alla pagina principale dell'università stessa.

Nel seguito vengono presentate le pagine più significative relative alle singole sezioni.

[Torna all'indice]

Informazioni sulle biblioteche

In questa sezione vengono presentate le biblioteche che compongono il servizio bibliotecario, suddividendole in settori (figura 7). Vengono anche presentate le biblioteche non afferenti all'ateneo ma comunque partecipanti all'opac. In ogni settore ci possono essere più biblioteche (es. biblioteche dipartimentali). Accedendo a ciascun settore si ha a disposizione la lista delle biblioteche afferenti e da questa alle informazioni di dettaglio di ciascuna biblioteca (figura 8).

FUNZIONI Fornire informazioni sulle biblioteche, quali settori ci sono, quali biblioteche sono in quale settore, dove si trovano le biblioteche, gli orari delle biblioteche, contatti delle biblioteche, servizi delle biblioteche.

ESIGENZE Conoscere la struttura organizzativa dell'ente, conoscere dettaglio su una biblioteca.

RISPONDE Per selezione di settore, di biblioteca fino a arrivare al grado di dettaglio desiderato. Diversi livelli di profondità dei link da attraversare per arrivare all'informazione di dettaglio.

NON RIPONDE Descrizione a volo d'uccello con un organigramma generale. Ai primi livelli manca una descrizione di quello che si trova più in profondità (es. non viene detto che percorrendo questa ramificazione avrò alla fine gli orari di apertura delle biblioteche), i servizi, eccetera. Viene descritto vagamente come informazioni sulle biblioteche.

PROPRIETARIO SBA per le informazioni relative alla suddivisione in settori, il responsabile di biblioteca per i contenuti di ciascuna pagina informativa specifica.

Figura 7 L'immagine riproduce la pagina presentata all'utente contenete i settori in cui sono state suddivise le biblioteche dell'Ateneo. La pagina si compone di un menù di navigazione nella parte alta della pagina (con due menù popdown per la selezione sia dei settori che delle biblioteche afferenti a ciascun settore); un titolo descrittivo del contenuto, Biblioteche dell'Ateneo, rappresentato in blu con una sottolineatura; l'elenco dei settori scritti con un carattere di colore blu su uno sfondo di colore azzurro; un link alle biblioteche non di ateneo afferenti all'OPAC, rappresentato in blu con una sottolineatura.

 

Figura 8 L'immagine riprodice la pagina informativa di una biblioteca, in particolare la Biblioteca della Sezione di Diritto del Lavoro. In testa alla pagina viene riportato il nome della biblioteca subito seguito dalle informazioni sull'indirizzo, i numeri di telefono e gli indirizzi email principali di riferimento. Il resto della pagina si divide in 5 sezioni: una sezione per gli avvisi della biblioteca, indicati in rosso; un menu per accedere a tre successive sezioni della pagina di interesse più frequente; una sezione rappresentata da una tabella riassuntiva con l'indicazione del responsabile della biblioteca, degli orari e una breve descrizione di che cosa è disponibile presso la biblioteca; una sezione con alcune informazioni di dettaglio sugli uffici amministrativi, sul patrimonio, sui cataloghi e sui servizi disponibili. Ciascuna di queste voci è evidenziata da una sottolineatura.

Biblioteche dell'Ateneo è sottolineato ma non cliccabile. Uso di etichetta di sottolineatura errata.
Anche in questa pagina l'utilizzo della sottolineatura non è uniforme: Biblioteca della Sezione del Diritto del lavoro, Patrimonio, Cataloghi, Servizi e Sale di Lettura non sono cliccabili, mentre le altre voci sottolineate lo sono. L'unico segno distintivo tra le due tipologie è il colore (blu cliccabile, nero non cliccabile) ma questa distinzione potrebbe non essere comprensibile con l'uso di schermi monocromatici e lettori di schermo.

[Torna all'indice]

Cataloghi

In questa sezione vengono presentati i cataloghi disponibili per la ricerca nel patrimonio posseduto. I cataloghi sono divisi in tre gruppi principali, descritti di seguito (figura 9).

FUNZIONI Descrivere che cosa possiede il sistema, in che forma, dove si trova il materiale, come si accede al materiale, dando la possibilità all'utente di svolgere delle ricerche.

OPAC
Raggruppa i cataloghi informatizzati relativi al patrimonio delle biblioteche. In genere è possibile una ricerca per campi all'interno dei cataloghi elencati: opac di polo (figura 10), monografie (figura 11), periodici, pregresso.

Pregresso
Rappresenta il catalogo non informatizzato del patrimonio delle biblioteche. La forma del contenuto sono immagini. La ricerca è possibile esclusivamente per sfogliamento, a partire dalla lettera iniziale del nome dell'autore principale.

Altri cataloghi
In questo gruppo vengono riportati altri cataloghi di possibile interesse per l'utente, relativi a patrimoni posseduti da biblioteche non facenti parte del servizio bibliotecario dell'Ateneo o del polo SBN.

ESIGENZE Verificare se nel posseduto c'è un determinato libro, sapere dove fisicamente si trova, come prenderlo in prestito (se possibile), come prenotarlo (se possibile)

RISPOSTE Cataloghi non omogenei, in ciascuno bisogna ripetere la ricerca, alcuni cataloghi hanno funzioni di prestito, altri no.

PROPRIETARIO Servizio per l'informatizzazione delle biblioteche, responsabile dei cataloghi che a loro volta eredita i contenuti dal sistema per la catalogazione (sistema di tipo collaborativo fra tutte le biblioteche).

 

Figura 9 L'immagine riproduce la pagina presentata all'utente attraverso la quale vengono presentati i cataloghi disponibili. Come per le altre pagine di secondo livello del sito, in alto viene proposto un menù di navigazione, segue un titolo descrittivo del contenuto della pagina corrente rappresentato in blu con una sottolineatura e infine viene illustrata la suddivisione dei cataloghi in OPAC, Pregresso e Altri cataloghi. A ciascuna di queste voci è associata una descrizione in blu su sfondo azzurro. All'interno della descrizione per la voce OPAC compaiono anche dei link (blu con sottolineatura) che sembrano in alcuni casi ridondanti rispetto alle voci principali.

L'etichettatura del colore sul quale vengono descritti i gruppi di cataloghi non è uniforme rispetto alla pagina iniziale del sito (azzurro chiaro nella homepage e blu nella pagine della sezione).

 

Pagina di ricerca nell'OPAC

La pagina di ricerca nell'OPAC del Polo SBN ha un'impostazione, una grafica e un sistema di etichettatura completamente diversi dal sito (figura 10). Questo è dovuto al fatto che il sistema di ricerca è stato prodotto da un fornitore esterno.

Figura 10 L'immagine riproduce la pagina di accesso al Nuovo catalogo elettronico (OPAC) attraverso il quale l'utente può svolgere ricerche sul materiale librario posseduto dalle biblioteche del Polo SBN del Friuli Venezia Giulia. La pagina è divisa in due frame . Il frame di sinistra è dedicato alla navigazione e presenta dei bottoni Nuova ricerca, Bollettino novità, Servizi al lettore, Help, un bottone per le informazioni, un link alla home page del servizio bibliotecario, Altri cataloghi e due frecce. Il frame di destra propone una maschera per l'inserimento dei dati utili per la ricerca, suddividendoli in campi (autore, titolo, soggetto, classificazione,...). A destra di ciascun campo per l'inserimento compare un bottone con l'indicazione Lista. Sono presenti anche dei menù per la restrizione della ricerca in base al tipo di materiale (selezione catalogo), la natura, il sistema (che corrisponde ai settori descritti precedentemente nel sito) o alla biblioteca. In fondo alla pagina ci sono i bottoni Ricerca e Annulla seguiti, dopo un separatore, dall'indirizzo email al quale rivolgersi per aiuti e dalle informazioni sul copyright del sistema.

 

Pagina di ricerca nel catalogo monografie

La pagina di ricerca nel catalogo monografie utilizza un sistema di etichettatura diverso dal resto del sito e dalla pagina di ricerca nell'OPAC del polo SBN (cfr. sezione precedente). Questo è dovuto al fatto che il produttore di questo sistema è diverso da quello dell'OPAC.

Figura 11 L'immagine riproduce la pagina di accesso al catalogo monografie. La pagina presenta un logo iniziale attraverso il cui si può tornare al sito del servizio bibliotecario, si può accedere alla homepage del gruppo che ha sviluppato il sistema o alla maschera per la ricerca. Di seguito vengono proposti un link che punta alle informazioni sul catalogo, un link alle ricerche eventualmente salvate nel sistema dall'utente e una maschera di ricerca per campi (autore, parole del titolo, collana) affiancata da una descrizione sul loro significato e funzionamento. In fondo alla pagina, dopo un separatore orizzontale, viene indicato un indirizzo email al quale rivolgersi per informazioni sul catalogo e le informazioni sul copyright del sistema.

[Torna all'indice]

Banche dati (informazioni)

In questa sezione vengono presentate le banche dati elettroniche consultabili dall'utente. La navigazione tra le banche dati è possibile solo per sfogliamento mente la ricerca all'interno di ciascuna di esse avviene attraverso un sistema proprietario dell'editore della banca dati stessa.

FUNZIONI All'utente vengono proposte tre opzioni, accompagnate da una descrizione.

ESIGENZE Conoscere le banche dati disponibili, consultazione di una banca dati, per cercare un particolare tipo di materiale, salvare i risultati, accedere da casa

RISPOSTE Elenco banche dati (ambiguo tra elenco accessibile dall'università e fuori), suddivisione per materie, accesso dall'università senza problemi, da casa richiedere l'accesso (etichetta accesso ambigua, correggere in accesso da casa), funzionamento delle banche dati specifico per ognuna.

NON RISPOSTE Perché cercare nelle banche dati, finalità delle banche dati.

PROPRIETARIO Settore banche dati e periodici elettronici dell'Università di Trieste.

Figura 12 L'immagine riproduce la pagina per l'accesso alle banche dati. Oltre al menù di navigazione presente all'inizio della pagina, viene indicato il titolo dei contenuti (banche dati in blu con sottolineatura); un avviso che in questo caso avverte che si sta accedendo alle risorse da un elaboratore che non appartiene alla rete di Ateneo in rosso con le indicazioni dei riferimenti (email e numeri di telefono) dove rivolgersi in caso di problemi; un elenco delle aree disciplinari nelle quali sono state suddivise le banche dati.

Non c'è traccia dell'etichettatura del colore. Banche dati è sottolineato di colore blu ma non è un link, in contrasto al sistema di etichettatura per i link delle altre pagine.

[Torna all'indice]

Periodici elettronici (informazioni)

In questa sezione vengono presentati i periodici elettronici sottoscritti dall'ateneo.

FUNZIONI Fornire informazioni sui periodici elettronici. All'utente vengono proposte tre opzioni (figura 13):

ESIGENZE Conoscere periodici disponibili, consultazione dei periodici, salvare risultati.

RISPOSTE Elenco e motore di ricerca sui titoli dei periodici, accesso ai portali degli editori, in alcuni casi ricerca fulltext dal portale dell'editore, funzionamento di ciascuno specifico per l'editore.

NON RISPOSTE Limiti sull'accesso da casa, in generale anche qui non è spiegato perché fare una ricerca qua dentro, si da per scontato che uno sappia che cosa sono / servono banche dati e periodici elettronici.

PROPRIETARIO Settore banche dati e periodici elettronici dell'Università di Trieste.

Figura 13 L'immagine riproduce la pagina di accesso agli EJournal. In testa alla pagina è presente la barra di navigazione per il sito. Sotto la bara di navigazione è riportato il titolo del contenuto in blu con sottolineatura. Al centro vengono proposte tre opzioni: Catalogo, Portali e Help, ciascuna delle quali affiancate da una breve descrizione in caratteri neri su sfondo giallo. Infine vengono riportati gli indirizzi da contattare per avere ulteriori informazioni.

EJournal non è un link. Corretta l'etichettatura in base al colore (giallo) come nella pagina principale. Nella pagina del catalogo (figura 13), diversa dai cataloghi degli OPAC, viene mantenuto il colore giallo. L'uso della sottolineatura come rafforzativo all'avviso in colore rosso non rappresenta un link.

Figura 14 L'immagine riproduce la pagina di accesso al catalogo dei periodici elettronici. L'accesso può essere effettuato ricercando il titolo o selezionando la lettera iniziale del titolo. Sotto la maschera di selezione c'è un avviso che ricorda le regole per l'accesso e spiega la leggenda dei risultati della ricerca. Sotto l'avviso ci sono le etichette Titolo e Consistenza cartacea Full Text, anche se non è stata svolta alcuna ricerca.

Le Etichette Titolo e Consistenza cartacea Full Text vengono mostrate anche quando al di sotto non viene presentato un elenco. Le etichette EJournal e Periodici elettronici non vengono spiegate (e non viene spiegata l'omonimia).

Nella pagina Portali (figura 15) l'etichettatura dei colori (giallo) viene sostituita dal verde. L'uso della sottolineatura come rafforzativo dell'avviso (qui solo iniziato in rosso e solo con un ulteriore punto in rosso) non è uniforme con l'uso della sottolineatura usato per segnalare i link nelle altre parti della pagina. Idem per Periodici elettronici.

Le etichette Aggregatori e Portali non vengono spiegate.

Figura 15 L'immagine riproduce la pagina di accesso agli aggregatori e ai portali dei periodici elettronici. All'inizio della pagina è presente la barra di navigazione nel sito. Poi viene presentato il contenuto della pagina in verde con sottolineatura. Segue un avviso parte in rosso e parte in nero con sottolineatura che ricorda che l'accesso è consentito solo dalla rete universitaria. Segue l'elenco dei portali, ciascuno accompagnato da una breve descrizione.

[Torna all'indice]

Servizi

In questa sezione vengono proposti i servizi all'utente che non hanno trovato una opportuna collocazione nelle sezioni precedenti. Le opzioni disponibili, corredate di una breve descrizione, sono (figura 16).

FUNZIONI Reperire informazioni sui servizi disponibili:

ESIGENZE Affinare la ricerca se non si trova quello desiderato

RISPOSTE Prestito interbibliotecario, orari di apertura, ricerche bibliografiche, consultazione tesi (le tesi sono nel catalogo)

Figura 16 L'immagine riproduce la pagina del sito relativa ai servizi. All'inizio della pagina viene proposto la barra di navigazione del sito. Segue il titolo dei contenuti in blu con sottolineatura e un menù per la selezione dei servizi accompagnato da una descrizione scritta in nero su sfondo rossomattone.

Etichettatura basata sul colore coerente alla pagina principale. Permane l'uso scorretto della sottolineatura (Servizi).

[Torna all'indice]

SBA

In questa sezione vengono riportate informazioni sul servizio bibliotecario di Ateneo (figura 17).

L'etichetta SBA nella barra di navigazione non è coerente con le altre (biblioteche, cataloghi, banche dati,....) confrontando con i livelli di gerarchia rappresentati nella pagina principale. Stessa cosa per il link all'università che nella pagina principale è rappresentato unicamente con una sottolineatura. Il bottone SBA della pagina principale inoltre porta a un contenuto diverso rispetto al link SBA con la stessa icona nella barra di navigazione.

Figura 17 L'immagine riproduce la pagina informativa sul Servizio bibliotecario di Ateneo. In alto è sempre presente la barra di navigazione nel sito. Segue il titolo del contenuto in blu con sottolineatura e una breve descrizione delle funzioni del servizio bibliotecario con l'indirizzo e i numeri di telefono di riferimento.

Uso non corretto della sottolineatura in SERVIZIO BIBLIOTECARIO DI ATENEO.

[Torna all'indice]

 

Architettura

Schema

Il contenuto del sito è rappresentato in categorie che rispecchiano l'organizzazione delle informazioni nell'ente, secondo lo schema:

[Torna all'indice]

Percorsi

Non ci sono percorsi alternativi per arrivare alle informazioni, a parte l'uso della barra di navigazione sempre presente in testa alle pagine. Il metodo di esplorazione è esclusivamente browsing (contenuti dei cataloghi a parte).

L'esplorazione delle pagine avviene esclusivamente per browsing. E' assente la funzionalità di searching (eccetto per i contenuti dei cataloghi).

[Torna all'indice]

Indici e mappe

Non sono presenti indici ne mappe architetturali o organizzazionali.

[Torna all'indice]

Sistema di navigazione e senso del contesto

Il contesto dell'utente è evidenziato dalla barra di navigazione i cui bottoni assumono aspetti diversi a seconda della pagina correntemente visitata.

[Torna all'indice]

Linguaggio

In alcuni casi il linguaggio non è consistente (es EJournal e periodici elettronici). Gli acronimi non sono spiegati (es. OPAC) e viene fatto uso di termini in lingua inglese.

[Torna all'indice]

 

Sistema di etichettatura

In questa sezione viene analizzato quanto sono indicative le etichette e le eventuali incongruenze, in modo orizzontale rispetto all'organizzazione in sezioni del sito.

L'etichettatura si basa sui termini e sui colori. A partire dalla pagina principale a ciascuna sezione viene associato un colore che solo in alcuni casi viene mantenuto nella pagine successive. In dettaglio:

La scelta del colore di alcune sezioni e del colore utilizzato nel testo non offre in alcuni casi un sufficiente contrasto (cfr documento sull'accessibilità).

[Torna all'indice]

 

Sistema concettuale

Concettualmente prevale la classificazione del materiale posseduto rispetto ai compiti / servizi svolti. Qusto si riflette sulle pagine del sito:
Noi abbiamo delle biblioteche > elenco biblioteche
Noi abbiamo dei libri > elenco dei cataloghi
Noi abbiamo delle banche dati > elenco banche dati
Noi abbiamo ejournal > elenco periodici elettronici
Che cosa abbiamo altro? > Servizi
Chi siamo? > SBA

Il proprietario dei contenuti e il manager dei contenuti sono coinvolti nella descrizione della natura dei contenuti e sui processi di gestione dei contenuti.

[Torna all'indice]

Politiche formali e informali per la pubblicazione dei contenuti

Il sito è prevalentemente statico. Gli avvisi raggiungibili dalla pagina principale appaiono semplici nella composizione. Non viene utilizzato un sistema per la gestione dei contenuti (al di fuori delle pagine sulle informazioni sulle singole biblioteche).

[Torna all'indice]

Gestione dei contenuti, sottomossione e pubblicazione

Le informazioni sulle biblioteche seguono uno schema uniforme. Il sito implementa in questo caso un sistema per la gestione dei contenuti di queste pagine attraverso il quale le informazioni introdotte dal personale operativo della biblioteca interessata può inserire direttamente nuove informazioni (es. chiusura nel periodo in aprile).

[Torna all'indice]

Inserimento dei contenuti

A parte le informazioni sulle biblioteche e i contenuti degli OPAC, le altre informazioni appaiono inserite a cura del responsabile del sito. I contenuti degli OPAC (notizie bibliografiche) vengono aggiornate giornalmente a partire dai sistemi di catalogazione.

[Torna all'indice]

Proprietà dei contenuti

Contenuti sulle biblioteche appartengono alle singole biblioteche, informazioni generali sul sistema appartengono al SBA.
Contenuti sui cataloghi appartengono al SBA in quanto gestore dei sistemi di catalogazione.
I contenuti sulle banche dati appartengono al gruppo di lavoro banche dati del SBA.
I contenuti sui periodici elettronici appartengono al gruppo di lavoro sui periodici elettronici.

[Torna all'indice]

Destinatari dei contenuti

In primo luogo i destinatari sono l'utenza istituzionale, rappresentata dagli studenti, dal personale docente e non docente dell'università di Trieste. Indirettamente all'utenza e al personale delle altre biblioteche partecipanti all'OPAC del Polo SBN.

[Torna all'indice]

Formato dei contenuti

I contenuti sono nella maggior parte di formato testuale (pagine web), statici ma generati dinamicamente (pagine asp, jsp e motore Highway di 3D Informatica).

[Torna all'indice]

Origine dei contenuti

I contenuto sono prodotti dai gruppi di lavoro corrispondenti, dal SBA nel caso di informazioni riguardanti carattere organizzativo, dalle biblioteche attraverso i sistemi per la catalogazione per i cataloghi.

[Torna all'indice]

Aspetti legali

Alcuni contenuti sono rappresentati da risorse elettroniche soggette a licenza d'uso (periodici elettronici e banche dati). L'accesso a questi contenuti è controllato in base all'indirizzo internet del client. In alcuni casi il controllo è comunque effettuato dal fornitore delle risorse.

[Torna all'indice]

 

Mappa del sito

Nel sito non è presente una mappa. Lo schema seguente è stato dedotto dalle informazioni disponibili. Non sono state inserite tutte le pagine delle biblioteche per problemi di spazio.



Figura 18 L'immagine illustra la mappa del sito, con i percorsi per raggiungere i contenuti che rispettano lo schema gerarchico di suddivisione in sezioni che è stato adottato.

[Torna all'indice]

 

Mappa dei contenuti

È una rappresentazione visuale dell'ambiente in cui sono le informazioni. Di alto livello e a livello concettuale. Lo schema è stato dedotto dalle informazioni presenti nel sito.

Figura 19 L'immagine illustra la mappa dei contenuti del sito analizzato. Vengono indicate le sorgenti dei contenuti, il modello, il tipo e la modalità di presentazione dei contenuti se non sono semplici pagine di testo. Tra le sorgenti si possono distinguere i responsabili di biblioteca e dei servizi e il Settore periodici elettronici che producono informazioni per l'utenza. I catalogatori e il settore banche dati forniscono processi (caratterizzati dai motori di ricerca) che a loro volta forniscono altre informazioni (le notizie). I contenuti sono pertanto distinti in Orari, servizi svolti, informazioni sulla struttura e cataloghi, motori di ricerca. Questi ultimi vengono presentati sotto forma di tabelle.

[Torna all'indice]

Valid XHTML 1.0!