Corso di Progettazione di siti web

Titolo

Si presenta di seguito l'analisi del sito dell'emittente televisiva Rai tre, svolta utilizzando come linee guida i requisiti tecnici definiti dalla legge del 9 Gennaio 2004, altresì detta legge "Stanca".
Il rapporto è stato steso da:

Passoni Massimo, mat. 66542, e-mail: max.passoni(at)yahoo.it

in data 10/11/2007.

Introduzione

La valutazione di conformità  di seguito proposta si basa sulle linee guida definite dalla legge "Stanca"; lo scopo di questa legge è di fornire degli strumenti oggettivi per valutare l'accessibilità  dei sistemi informatici, intesa come la capacità  da parte degli stessi sistemi (siti web nel nostro caso) di erogare servizi, o fornire informazioni fruibili anche da parte di chi, a causa di una qualche disabilità , necessità  di tecnologie assistive o di configurazioni specifiche.
Lo scopo primario (applicato al contesto dei siti web) è dunque far si che vengano creati dei siti fruibili in modo identico da persone abili e diversamente abili.
Va sottolineato il particolare significato che ha il termine "disabilità " in questo contesto: un utente di un sito infatti, può anche avere bisogno di tecnologia assistiva, e quindi essere in un certo senso disabile, a causa di una particolare configurazione hardware o software del dispositivo che utilizza per la fruizione del servizio o del contenuto.
I requisiti tecnici che devono essere soddisfatti per potersi dire conformi rispetto alla legge sono in tutto 22, e sono elencati di seguito:
  1. Validità  del codice
  2. Niente frame
  3. Alternative testuali alle immagini
  4. Colore
  5. Scritte lampeggianti
  6. Contrasto
  7. Mappe immagine
  8. Tabelle dati
  9. Fogli di stile
  10. Liquid Layout
  11. Tabelle Layout
  12. Form
  13. Script,applet..
  14. Eventi
  15. Script,applet,PDF..
  16. Applicazioni multimediali
  17. Link non ambigui
  18. Temporizzazioni
  19. Link distanti
  20. Pagine equivalenti
Per eseguire la valutazione si è seguito un metodo che ha previsto un controllo sia mediante strumenti automatici quali validatori, sia analizzando le singole pagine per ricercare eventuali violazioni ai requisiti tecnici sopra elencati.

Gli strumenti utilizzati per le operazioni di controllo sono:
Torna all'inizio

Perimetro dell'indagine

Si indica di seguito il perimetro dell'indagine, con una breve motivazione per ogni pagina inclusa nell'elenco:
l'insieme delle pagine è stato analizzato dal 03/11/2007 al 10/11/2007.
Torna all'inizio

Sommario dei risultati

Ad una prima analisi effettuata con strumenti automatici, la situazione appare critica. Infatti in tutte cinque le pagine prese in considerazione sono state rilevate numerose e ripetute violazioni dei requisiti tecnici della legge "Stanca".
Tra i problemi più evidenti si può evidenziare una costante non conformità  rispetto al requisito 15, che richiede che le pagine siano comunque fruibili anche quando gli script sono disabilitati; il caso più eclatante si ha con la pagina inerente il palinsesto, che essendo una finestra popup javascript non è proprio fruibile a meno che il browser non sia javascript enabled.
Altro requisito pressochè ignorato è il numero 3, che prescrive di fornire un'alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina.
Si hanno poi violazioni del requisito 1 (in alcune pagine non viene nemmeno dichiarato il DTD), e infrazioni multiple del requisito 15, che prescrive che i gestori di eventi che attivano oggetti di programmazione siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input.
Infine vale la pena riportare delle violazioni al requisito 4 ("garantire che elementi informativi e funzionalità  siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina"), che verranno analizzate di seguito e che come si vedrà , avranno effetti particolarmente negativi per quanto riguarda la navigabilità  delle pagine.
Torna all'inizio

Dettaglio dei risultati

Di seguito si presenta, per ogni pagina, un'analisi dettagliata rispetto a ciascuno dei 22 requisiti tecnici definiti dalla legge "Stanca".

Home page

Requisito 1: "realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elemeneti ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico".

Soddisfatto: NO. La homepage fallisce la validazione come XHTML 1.0 riportando 195 errori.


Sono riportati di seguito alcuni esempi, con le relative proposte di soluzione:
Problema: mancata chiusura del tag <meta name="Author" content="">
Soluzione:<meta name="Author" content="" />
Problema: non viene utilizzato l'attributo type <script language="Javascript">
Soluzione:<script language="Javascript" type="text/javascript">
Problema: uso improprio dei caratteri maiuscoli <DIV style...>
Soluzione:<div>
Problema: nuovo esempio di uso errato di caratteri maiuscoli <SCRIPT LANGUAGE=... SRC=...>
Soluzione:<script language="Javascript" type="text/javascript">


Torna ad inizio sezione
Requisito 2: "non è consentito l'utilizzo dei frame nella realizzazione di nuovi siti".

Soddisfatto: SI. La homepage non fa uso di frames.


Torna ad inizio sezione
Requisito 3: "fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; l'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto".

Soddisfatto: NO. In molteplici casi non sono forniti contenuti alternativi agli elementi non testuali.

Sono riportati di seguito alcuni esempi di violazione del requisito 3 all'interno della homepage.

logo tg3 privo di testo alternativo

Il codice html che gestisce la visualizzazione è il seguente:
<IMG src="/RaiDue/RAI3/images/tg3.gif"/> Soluzione: utilizzare l'attributo alt all'interno del tag img nel modo seguente <img src="/RaiDue/RAI3/images/tg3.gif alt="logo del tg3" />


immagine priva di testo alternativo per il programma mi manda raitre

Il codice html che gestisce la visualizzazione è il seguente:
<a href="http://www.mimandaraitre.rai.it/MMR_home"> <img width="364" height="225" border="0" src="http://www.raidue.rai.it/Static/immagine/261/mi_manda_rai_tre.jpg"/> </a>
Soluzione: per risolvere il problema si può addottare una soluzione simile a quella proposta nel primo esempio, ovvero:
<a href="http://www.mimandaraitre.rai.it/MMR_home"> <img width="364" height="225" border="0" src="http://www.raidue.rai.it/Static/immagine/261/mi_manda_rai_tre.jpg" alt="immagine per il programma mi manda raitre" /> </a>




Torna ad inizio sezione
Requisito 4: "garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina".
Soddisfatto: SI. Anche visualizzando la Homepage utilizzando filtri diversi per simulare varie tipologie di percezione anomala dei colori, le informazioni sono ben visibili.



Torna ad inizio sezione
Requisito 5: "evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi".
Soddisfatto: SI. Non risulta l'impiego dei suddetti elementi all'interno della homepage.


Torna ad inizio sezione
Requisito 6: "garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini".
Soddisfatto: NO. All'interno della home page non risulta l'impiego di immagini con lo scopo di presentare testo. Tuttavia analizzando le differenze di contrasto di alcune sezioni con lo strumento Colour Contrast Analyzer è risultato che esse non sono sufficienti.

Sono riportate di seguito alcune videate dove si è rilevato un contrasto insufficiente tra contenuto informativo e sfondo.

esempio di contrasto insufficiente

esempio di contrasto insufficiente 2

esempio di contrasto insufficiente 3

Soluzione: modificare il colore degli elementi testuali del menu di modo che la differenza di contrasto sia sufficiente.




Torna ad inizio sezione
Requisito 7: "utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata".
Soddisfatto: SI. All'interno della pagina in esame non risultano essere utilizzate mappe immagine.


Torna ad inizio sezione
Requisito 8: "in caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa".
Soddisfatto: SI. All'interno della pagina in esame non risultano essere utilizzate mappe immagine.


Torna ad inizio sezione
Requisito 9: "per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne".
Soddisfatto: NO. All'interno della pagina risulta un solo caso di utilizzo di tabelle per rendere possibile la visualizzazione di dati (si riporta una videata di riferimento); tuttavia non vi è un utilizzo corretto dei marcatori per identificare le intestazioni di riga e di colonna, com'è visibile anche dall'estratto di codice riportato.

tabella non strutturata in modo ottimale

Si riporta una parte del codice html utilizzato per la realizzazione della tabella, assieme a una proposta di soluzione del problema. <table cellspacing="0" cellpadding="0" border="0"> <tbody> <tr> <td class="oraprimo">13:10</td> <td class="progprimo">TELEFILM-Saranno Famosi</td> </tr>

Una soluzione possibile sarebbe includere intestazioni di riga e colonna, sulla base di quanto mostrato nel seguente codice. <table cellspacing="0" cellpadding="0" border="0"> <tbody> <tr> <td> </td> <th>Nome del programma</th> </tr> <tr> <th">13:10</th> <td>TELEFILM-Saranno Famosi</td> </tr>



Torna ad inizio sezione
Requisito 10: "per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne".
Soddisfatto: SI. Non risultano esserci, all'interno della homepage, tabelle dati complesse.


Torna ad inizio sezione
Requisito 11: "usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati".
Soddisfatto: NO. Vi sono casi, di pezzi di codice relativo allo stile, che invece di essere correttamente inserito in un css separato dal file html, sono mescolati al contenuto.
Esempio: altezza di un div impostata utilizzando l'attributo style all'interno del div stesso; <DIV style="height:28px; ">
Soluzione: spostare l'impostazione dell'altezza all'interno del css, così da tenere separati contenuto e presentazione; div#id_del_div {height:28px;}


Torna ad inizio sezione
Requisito 12: "la presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall'utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell'area di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri".
Soddisfatto: NO. Provando a ingrandire i testi, si notano alcune situazioni (riportate nelle videate sottostanti) in cui il contenuto presentato diventa incomprensibile al lettore.


liquid layout su homepage

liquid layout su homepage 2

Nel due esempi riportati si può vedere come, in caso di operazioni di ingrandimento, i contenuti non sono pił agevolmente fruibili. Questo è dovuto all'uso di dimensioni assolute o dimensioni in pixel per definire la grandezza dei caratteri all'interno del css. Si riporta il seguente esempio relativo alla tabella dei programmi in onda:

#InOnda div.Programmi td.prog { font-size:11px; height:16px; /**...**/ }

Per risolvere tale problematica è opportuno evitare di utilizzare dimensioni assolute per i caratteri, e usare invece come unità di misura l'em, che è un'unità di misura relativa.


Torna ad inizio sezione
Requisito 13: "in caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato".
Soddisfatto: SI; utilizzando la funzione linearize page, unita alla disabilitazione dei css per evitare interferenze da parte dei fogli di stile, la pagina risulta fruibile in modo soddisfacente, come riportato dalla videata di esempio.
home di rai tre linearizzata


Torna ad inizio sezione
Requisito 14: "nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive".
Soddisfatto: SI. All'interno della homepage è presente unicamente una form per utilizzare il motore di ricerca, che è realizzata rispettando quanto contenuto nel requisito 14.


Torna ad inizio sezione
Requisito 15: "garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3".
Soddisfatto: NO. Disabilitando Javascript, l'accesso alla pagina contenente l'elenco programmi del giorno, e l'utilizzo del motore di ricerca non sono possibili. Inoltre non viene nemmeno offerta un'alternativa testuale equivalente, dato che, sempre citando l'esempio dell'elenco programmi, tutto ciò che può vedere un'utente che naviga senza Javascript è uno spezzone dell'intero elenco, che non copre assolutamente l'arco delle 24 ore.
esempio violazione requisito 15 su homepage

Si riporta l'esempio della pagina contenente il palinsesto, non accessibile senza Javascript. Questo è il codice che comanda l'apertura della finestra:
<div class="Guida"> <a href="javascript:aprioggi()">Guida Tv</a> </div>
La soluzione sta nell'aggiungere un link alternativo disponibile per chi non utilizza Javascript, eventualmente anche facendo ricorso all'attributo "target".

secondo esempio di violazione a requisito 15 su homepage

In questo secondo esempio si presenta un menu dinamico in Javascript che permette di utilizzare una serie di link per visitare altri siti. Sfortunatamente non esiste un'alternativa accessibile per gli utenti sprovvisti di Javascript, che sarebbe potuta esser realizzata anche inserendo link ridondanti all'interno della homepage, per non rendere la fruizione di tali link dipendente dalle possibilità tecnologiche del singolo utente.


Torna ad inizio sezione
Requisito 16: "garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet o altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input".
Soddisfatto: NO. Anche se in alcune parti della pagina si sono utilizzati gestori indipendenti dal dispositivo (programmi di oggi, motore di ricerca), tuttavia il menu di navigazione (mostrato nell'analisi del requisito precedente) è utilizzabile solo mediante mouse (notare il particolare del codice Javascript contenente riferimento al gestore onmouseover).
Si riporta il codice che mostra come la visualizzazione degli elementi del menu di navigazione sia possibile solo mediante l'utilizzo del mouse:

for (var i=0; i<sfEls.length; i++) { sfEls[i].onmouseover=function() { this.className+=" sfhover"; }

La soluzione per queste problematiche consiste nel non utilizzare gestori di eventi dipendenti dal dispositivo, e preferirne invece di indipendenti, come ad esempio onFocus.


Torna ad inizio sezione
Requisito 17: "garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili".
Soddisfatto: NO. All'interno della pagina in esame vi sono elementi implementati tramite script non direttamente accessibili; è questo il caso ad esempio del menu dinamico in Javascript e della pagina contenente il palinsesto del giorno, entrambi gią descritti durante l'analisi del requisito 15, disponibile al seguente link.


Torna ad inizio sezione
Requisito 18: "nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell'informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale".
Soddisfatto: SI. Relativamente alla homepage non sono proposti collegamenti diretti a filmati, ma solo ad altre pagine contenenti i link ai filmati veri e propri.


Torna ad inizio sezione
Requisito 19: "rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonchè prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine".
Soddisfatto: NO. Anche se, in generale, si può affermare che i link presenti nella homepage posseggano testi significativi, vi sono quattro casi di link diversi, per i quali si usa lo stesso testo. Si riportano di seguito delle videate esplicative a tal riguardo.

link omonimi 1

link omonimi 2

link omonimi 3

link omonimi 4

Le immagini si riferiscono alla stessa pagina, e mostrano come per definire tre link diversi sia stato utilizzato lo stesso testo, creando così confusione in chi utilizza la pagina, in particolare in chi ne fruisce attraverso tecnologie assistive. La soluzione sta ovviamente nell'evitare link generici, e nel concepire i testi cosicchè essi siano comprensibili anche togliendo il link dal proprio contesto.


Torna ad inizio sezione
Requisito 20: "nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l'utente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso".
Soddisfatto: NO. Nonostante la pagina in esame sia stata sviluppata includento la funzionalità di refresh automatico ogni 9010 secondi, come illustrato dal codice di esempio, non vi è nulla che avvisi l'utente sul tempo massimo consentitogli per navigare, nè tantomeno vi è nulla che indichi alternative per fruire dei contenuti presenti sul sito senza doversi preoccupare di limiti di tempo a propria disposizione.


<META HTTP-EQUIV="Refresh" CONTENT="9010"> Il seguente codice html causa il refresh automatico della pagina ogni 9010 secondi. Tuttavia l'utente non viene informato della presenza di tale funzionalità. La soluzione, per eliminare tale problematica e potersi definire a norma rispetto al requisito 20 è informare adeguatamente l'utente riguardo al fatto che la pagina subirà un refresh automatico, magari mostrando anche il tempo rimanente prima che ciò avvenga. Ancora meglio è dare la possibilità all'utente di disattivare tale funzione, così da poter svolgere le proprie attività senza essere legato a vincoli di tempo.


Torna ad inizio sezione
Requisito 21: "rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e l'attivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 em, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 em e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile l'etichetta in essi contenuta".
Soddisfatto: NO. Utilizzando un misuratore di distanze per schermo (incluso nella Developer Toolbar), si è rilevata una distanza minima tra link superiore a 0.5 em. Inoltre le dimensioni dei pulsanti appaiono sufficentemente grandi per permettere una chiara lettura del loro contenuto. Tuttavia gli elementi presenti all'interno del menu di navigazione posto nella parte superiore della finestra sono attivabili solamente mediante l'utilizzo del mouse. Pertanto, anche se va riconosciuta in generale la conformità rispetto al requisito 21, la pagina in questione non può essere definita totalmente "a norma".
Per l'analisi riguardante i link attivabili solo mediante il mouse si rimanda all'analisi del requisito 16, disponibile seguendo il seguente link.


Torna ad inizio sezione
Requisito 22: "per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i suelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme dev'essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile".
Soddisfatto: NO. Nonostante vi siano violazioni ai 21 precedenti requisiti, non è fornita una homepage alternativa che sia conforme a quanto definito dalla legge Stanca.



Torna ad inizio sezione
Tabella riassuntiva - Homepage
 Soddisfatto
Requisito 1NO
Requisito 2SI
Requisito 3NO
Requisito 4SI
Requisito 5SI
Requisito 6NO
Requisito 7SI
Requisito 8SI
Requisito 9NO
Requisito 10SI
Requisito 11NO
Requisito 12NO
Requisito 13SI
Requisito 14SI
Requisito 15NO
Requisito 16NO
Requisito 17NO
Requisito 18SI
Requisito 19NO
Requisito 20NO
Requisito 21NO
Requisito 22NO

Torna all'inizio

Faqs e contatti

Requisito 1: "realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elemeneti ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico".
Soddisfatto: NO. Anche questa pagina non supera la validazione, riportando 152 errori. Alcuni tra i più significativi sono riportati di seguito a titolo esemplificativo.

Tra gli errori pił importanti va citata la mancata definizione del DTD, che tra le altre cose porta all'impossibilità da parte del validatore di determinare il doctype del file in fase di validazione. Per risolvere questo problema è sufficiente inserire la seguente riga di codice:
<!DOCTYPE html PUBLIC "-//W3C//DTD XHTML 1.0 Strict//EN" "http://www.w3.org/TR/xhtml1/DTD/xhtml1-strict.dtd">
prima dell'apertura del tag <html> all'interno della pagina. Si rileva anche un uso improprio di attributi all'interno del tag body per definire lo stile della presentazione, come si può vedere nel codice di esempio:
<body bgcolor="#669933" leftmargin="0" topmargin="0" marginwidth="0" marginheight="0" onLoad="Inizializza()">.
In questo caso, per evitare errori in fase di validazione è sufficiente separare le informazioni riguardanti la presentazione da quelle riguardanti il contenuto, e inserirle in un foglio di stile separato. Vi sono inoltre una lunga serie di errori comuni anche ad altre pagine valutate durante quest'analisi, come ad esempio uso di attributi errati (<td align=middle width=4%>, risolvibile utilizzando center invece di middle), immagini prive di attributo alt (<img src="..."width="6" height="6">, risolvibile utilizzando correttamente l'attributo alt all'interno del tag), mancato utilizzo dell'attributo type all'interno del tag script (<script language="JavaScript1.1">, risolvibile utilizzando l'attributo type e ponendolo uguale a "Script/JavaScript").


Torna ad inizio sezione
Requisito 2: "non è consentito l'utilizzo dei frame nella realizzazione di nuovi siti".
Soddisfatto: SI. Non è stato rilevato l'utilizzo di frames nella pagina in esame.


Torna ad inizio sezione
Requisito 3: "fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; l'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto".
Soddisfatto: NO. Anche in questo caso sono rilevati numerosi casi di oggetti non di testo, che però sono presentati senza fornire un'alternativa testuale equivalente. Esempi molto gravi, illustrati anche di seguito mediante l'uso di videate, sono quelli dei pulsanti del menu di navigazione o del pulsante per attivare il motore di ricerca, implementati come immagini, che tuttavia sono privi di un contenuto testuale alternativo. Si riportano delle videate di esempio, con consigli su come poter rimediare a una problematica di questo genere.

pulsante del menu di navigazione

Si presenta la videata riguardante un pulsante del menu di navigazione implementato tramite immagine però priva di testo alternativo. Il codice che la implementa è il seguente:
<img width="55" height="18" border="0" src="http://www.raitre.rai.it/RaiTre/home.gif" name="Image38"/>, mentre per risolverlo è sufficiente inserire all'interno del tag img l'attributo alt, ponendolo ad esempio uguale a "Pagina iniziale".


link a sito rai.it

In questo esempio si presenta il link alla homepage del sito della Rai, implementato anche esso tramite immagine. Il codice html che lo realizza è simile a quello del caso precedente, e per questa ragione viene omesso. La soluzione è anche in questo caso introdurre l'attributo alt, ponendolo uguale a "Pagina iniziale di Rai.it".


Torna ad inizio sezione
Requisito 4: "garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina".
Soddisfatto: SI. Anche visualizzando la pagina utilizzando il colorfilter tutte le informazioni sono fruibili in modo soddisfacente.


Torna ad inizio sezione
Requisito 5: "evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi".
Soddisfatto: SI. Non essendo impiegati elementi lampeggianti all'interno della pagina, non vi è il rischio di provocare disturbi da epilessia fotosensibile.


Torna ad inizio sezione
Requisito 6: "garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini".
Soddisfatto: NO. Se utilizzando la pagina in un contesto normale queste problematiche non sono particolarmente evidenti (si nota solo il basso contrasto presente nei pulsanti del menu di navigazione), disabilitando le immagini risultano evidenti due casi in cui il contrasto risulta essere pessimo.

violazione requisito 6 su faqs

Si porta una videata che approfondisce l'esempio citato all'interno del paragrafo superiore. Si può vedere come disabilitando le immagini, alcuni testi, come ad esempio i titoli della sezione dei contenuti, vadano a sovrapporsi allo sfondo che ha praticamente lo stesso colore, rendendo pressochè impossibile ogni fruizione dei contenuti. La soluzione per rendere la pagina conforme al requisito 6 è raggiungere in ogni parte di essa i valori minimi richiesti in materia di contrasto cromatico. In questo caso specifico sembra essere una buona idea modificare il colore dei testi, o quello degli sfondi, per renderli così ben visibili anche disabilitando le immagini.


Torna ad inizio sezione
Requisito 7: "utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata".
Soddisfatto: SI. All'interno della pagina non risulta l'impiego di mappe immagine lato client.


Torna ad inizio sezione
Requisito 8: "in caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa".
Soddisfatto: SI. All'interno della pagina non vi è nemmeno l'impiego di mappe immagine lato server.


Torna ad inizio sezione
Requisito 9: "per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne".
Soddisfatto: SI. All'interno della pagina FAQS risultano essere impiegate tabelle per l'impaginazione, e non per presentare dei dati.


Torna ad inizio sezione
Requisito 10: "per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne".
Soddisfatto: SI. All'interno della pagina in esame non risultano essere utilizzate tabelle di tipo complesso per la presentazione di dati.


Torna ad inizio sezione
Requisito 11: "usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati".
Soddisfatto: NO. All'interno della pagina attualmente sotto analisi sono inserite alcune sezioni per definire la presentazione di alcuni componenti della pagina stessa. Tale modo di procedere è sbagliato; infatti la prassi corretta da seguire è inserire i contenuti informativi all'interno del file html, e tutte le informazioni inerenti la presentazione della pagina in un file css separato. Di seguito sono proposti degli esempi di violazioni del requisito 11 rilevati in fase di analisi.
Si riporta il codice riguardante un esempio eclatante di mancata separazione tra contenuto e presentazione: nel codice css seguente, prelevato dalla pagina html, si può distinguere come sia gestita la presentazione dei collegamenti in base ai vari stati (visitato, con mouse in hover, etc).
A:visited { COLOR: #000000; TEXT-DECORATION: none } A:active { COLOR: 852CA3; TEXT-DECORATION: none } A:hover { COLOR: 852CA3; TEXT-DECORATION: none }
La soluzione consiste nell'eliminare tutte le istruzioni relative allo stile dalla pagina html e inserirle in un foglio di stile separato, dal quale è poi possibile richiamarle all'interno della pagina utilizzando il tag <link> all'interno della head della pagina stessa.


Torna ad inizio sezione
Requisito 12: "la presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall'utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell'area di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri".
Soddisfatto: SI. Anche se si rileva una lieve deformazione del menu posto nell'estremo superiore della pagina, i contenuti tollerano in modo soddisfacente le operazioni di ingrandimento e di rimpicciolimento dei caratteri. Si riporta, a titolo informativo, una videata in cui si illustra il comportamento del menu precedentemente descritto.


Torna ad inizio sezione
Requisito 13: "in caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato".
Soddisfatto: NO. Utilizzando la funzione di linearizzazione dei contenuti i contenuti vanno a strutturarsi in modo incomprensibile per l'utente; il risultato, visibile nella videata, è del tutto simile a quello che si ottiene linearizzando la Homepage.

esempio violazione requisito 13 su pagina faqs

Nella videata si può notare come applicando la funzione linearize page, anche disabilitando i css, i contenuti sono totalmente inutilizzabili da parte dell'utente.
La soluzione consiste nell'evitare di utilizzare le tabelle per l'impaginazione, visto che esse sono generatrici di "rumore" per chi utilizza tecnologie assistive per l'accesso ai contenuti. Al loro posto è preferibile servirsi dei css e di tutti gli elementi concepiti proprio per permettere un accesso universale ai contenuti.


Torna ad inizio sezione
Requisito 14: "nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive".
Soddisfatto: NO. Nonostante siano presenti due form all'interno della pagina (una per il search engine, una per inviare segnalazioni), in nessuna si è provveduto ad associare in modo esplicito ciascun campo di input ad un'etichetta.
Si presenta il seguente codice, tratto dal sorgente html della pagina e utilizzato per gestire una parte della visualizzazione della form per inviare segnalazioni.
<select name="mail_to" size="1" style=""> <option value="RAITRE@RAI.it">Scrivi a RaiTre</option> <option value="kilimangiaro@rai.it">Alle falde del Kilimangiaro</option> <!--ulteriore codice-->

Come si vede il tag <label non viene utilizzato in questo caso, così da creare seri problemi di accessibilità specialmente con chi utilizza lettori di schermo per fruire della pagina. La soluzione consiste nell'utilizzare il tag <label> nel seguente modo:

<label for="mail_to">Scegli il destinatario:lt;/label> <select name="mail_to" class="mail_to" size="1" style=""> <option value="RAITRE@RAI.it">Scrivi a RaiTre</option> <option value="kilimangiaro@rai.it">Alle falde del Kilimangiaro</option> <!--ulteriore codice-->

Anche nel secondo esempio, riguardante la form per utilizzare il motore di ricerca, si osserva la mancanza di un corretto utilizzo dei label.
<!--ulteriore codice--> <input class="CampoDiRicercaRaiTre" type="text" name="query"/> <input class="CampoDiRicercaRaiTre" type="text" name="query"/> <!--ulteriore codice-->

Per risolvere le problematiche presenti si può utilizzare il tag label nel seguente modo:
<!--ulteriore codice--> <label for="CampoDiRicercRaiTre">cerca:</label><input class="camporicerca" type="text" name="query"/> <label for="invio">cerca:</label><input class="invio" type="image" src="/CmsRai/portale/pub/images/VaiBarra.gif" name="Image2"/> <!--ulteriore codice-->



Torna ad inizio sezione
Requisito 15: "garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3".
Soddisfatto: NO. Disabilitando Javascript si perde la possiblità di fruire di alcune delle funzionalità presenti all'interno della pagina, come ad esempio la possibilità di leggere le FAQs, oppure la visualizzazione del palinsesto televisivo, che utilizza Javascript per permettere l'apertura di una nuova finestra dove mostrare le informazioni di interesse. Va sottolineato inoltre, che qualora un utente Javascript-disabled giunga a questa pagina, non potrà contare su alcuna alternativa testuale equivalente ai contenuti non disponibili, poichè tale possibilità non è stata considerata dagli autori del sito.


requisito 15 soddisfatto con js enabled

requisito 15 non soddisfatto con js disabled

Si riporta l'esempio di come, giungendo sulla pagina con un browser Javascript-disabled, tutti i contenuti presenti all'interno del riquadro informativo con sfondo bianco non sono fruibili. Per risolvere questo problema è opportuno utilizzare adeguatamente il tag <noscript>, eventualmente considerando la possibilità di generare il contenuto in modo dinamico, mediante uno script lato server.


Torna ad inizio sezione
Requisito 16: "garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet o altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input".
Soddisfatto: NO. Anche se globalmente è stata prestata attenzione a utilizzare gestori di eventi indipendenti dal dispositivo di input, per i controlli che si occupano dello scrolling della parte testuale al centro della pagina (dettaglio nelle schermate seguenti) non è stato usato lo stesso criterio visto che, analizzando il codice (anche esso riportato nella sezione di esempio), si nota l'uso di gestori di eventi come onmouseout e onmouseover.

pulsanti che violano il requisito 16

E' riportato il dettaglio del pulsante citato all'interno del paragrafo precedente. Come si può vedere dal codice che segue, per gestire l'attivazione dei controlli vengono usati ascoltatori attivabili solamente mediante mouse.
<a onmouseout="CeaseScroll();" onmouseover="PerformScroll(-7,LocaScroll,offsetLoca)" href="Javascript:;"> <img width="12" height="13" border="0" src="http://www.raitre.rai.it/RaiTre/palinsesto_frecciaup.gif"/> </a>
La soluzione consiste nell'evitare ascoltatori di eventi dipendenti dal dispositivo e utilizzarne di indipendenti, come ad esempio "onFocus" per gestire l'attivazione dei controlli.


Torna ad inizio sezione
Requisito 17: "garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili".
Soddisfatto: NO. Vi sono casi di funzionalità implementate tramite Javascript, come nel caso dei pulsanti descritti nell'esame del requisito precedente, che non si possono dichiarare direttamente accessibili.


Torna ad inizio sezione
Requisito 18: "nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell'informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale".
Soddisfatto: SI. All'interno della pagina FAQ non vengono presentati filmati, nè presentazioni multimediali.


Torna ad inizio sezione
Requisito 19: "rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonchè prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine".
Soddisfatto: NO. Similmente a quanto rilevato all'interno della Homepage, anche in questa pagina, se a un primo sguardo emerge un sistema di link ben organizzato e con testi significativi, analizzando meglio ci si accorge che anche qui si utilizza un pulsante con lo stesso testo (peraltro molto generico) in tre situazioni differenti.
Si è deciso di riportare delle videate per descrivere meglio la situazione citata durante l'analisi del presente requisito.
primo esempio violazione requisito 19 su pagina faqs

secondo esempio violazione requisito 19 su pagina faqs

terzo esempio violazione requisito 19 su pagina faqs

La semplice soluzione consiste nel modificare i nomi assegnati correntemente ai pulsanti. Quindi il pulsante per attivare il search engine può vedere la propria scritta modificata in "cerca", quello per inviare la segnalazione può esser modificato in "segnala" o "invia segnalazione", mentre quello del motore di ricerca interno può essere modificato in "trova", così da differenziarlo dal pulsante che compie l'analoga funzione ma che però è posto nella zona superiore della pagina.


Torna ad inizio sezione
Requisito 20: "nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l'utente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso".
Soddisfatto: SI. In questo caso, differentemente dalla Homepage, non vi sono situazioni dove è assegnato un intervallo di tempo predefinito entro cui l'utente deve svolgere i propri compiti.


Torna ad inizio sezione
Requisito 21: "rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e l'attivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 em, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 em e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile l'etichetta in essi contenuta".
Soddisfatto: NO. All'interno della pagina in esame si è misurata la distanza tra i link presenti nella sezione dove vengono elencate le risposte alle domande più frequenti, ed è emerso che la distanza verticale fra i link è di 0,44 em, quindi minore della misura minima stabilita. Inoltre sono presenti alcuni pulsanti (riportati nelle videate seguenti), che risultano essere decisamente troppo piccoli per poter essere facilmente selezionabili.

esempio violazione requisito 21 su faqs

Si presenta un esempio di gruppo di link con elementi che hanno una spaziatura insufficiente tra di essi, e che quindi possono creare difficoltà nelle operazioni di selezione;

esempio violazione requisito 21 su faqs

La videata sovrastante si riferisce a dei pulsanti che vengono utilizzati per scorrere i contenuti all'interno dell'area di presentazione degli stessi. Com'è visibile, le dimensioni sono eccessivamente ridotte per consentire delle facili operazioni di selezione, in particolar modo se consideriamo il caso di utenti con disabilità motorie (e.g. Parkinson), ma non solo, che necessitano di icone di dimensioni maggiori per poter interagire in modo efficiente con la pagina.


Torna ad inizio sezione
Requisito 22: "per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i suelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme dev'essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile".
Soddisfatto: NO. Anche se all'interno della pagina sono presenti elementi tali da poterla dichiarare sicuramente non accessibile, non è fornita un'alternativa accessibile ad essa.


Torna ad inizio sezione
Tabella riassuntiva - FAQs
 Soddisfatto
Requisito 1NO
Requisito 2SI
Requisito 3NO
Requisito 4SI
Requisito 5SI
Requisito 6NO
Requisito 7SI
Requisito 8SI
Requisito 9SI
Requisito 10SI
Requisito 11NO
Requisito 12SI
Requisito 13NO
Requisito 14NO
Requisito 15NO
Requisito 16NO
Requisito 17NO
Requisito 18SI
Requisito 19NO
Requisito 20SI
Requisito 21NO
Requisito 22NO

Torna all'inizio

Elenco programmi

Requisito 1: "realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elemeneti ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico".
Soddisfatto: NO. Similmente alle precedenti, anche questa pagina fallisce la validazione riportando 173 errori, alcuni dei quali comuni alle altre pagine del sito prese in analisi.
Sono stati rilevati all'interno della presente pagina errori del tutto simili a quelli rilevati all'interno della homepage, come utilizzo improprio del maiuscolo per i tag, uso dell'attributo "style" all'interno dei div, mancata chiusura del tag <meta> in pił occasioni. Altri esempi di errori presenti all'interno del lungo elenco sono mancata definizione dell'attributo "alt" all'interno di immagini, evitabile inserendolo all'interno del tag <img> e accompagnandolo a un testo alternativo da visualizzare qualora l'immagine non fosse disponibile.
Va sottolineato come una buona percentuale di tutti gli errori rilevati dal validatore w3c sarebbe evitabile semplicemente evitando di usare il maiuscolo per definire i tag, dal momento che tutto ciò ha come conseguenza un mancato riconoscimento del tag da parte del validatore, e quindi in alcuni casi anche di attributi inseriti all'interno del tag che vengono definiti come non legittimi in tale posizione. Si riporta un esempio:
<A HREF=url_bersaglio>etichetta del link</a>


Torna ad inizio sezione
Requisito 2: "non è consentito l'utilizzo dei frame nella realizzazione di nuovi siti".
Soddisfatto: SI. Non sono stati utilizzati frames per realizzare la pagina.


Torna ad inizio sezione
Requisito 3: "fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; l'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto".
Soddisfatto: NO. Sono infatti presenti numerose situazioni in cui oggetti non testuali (immagini ad esempio), privi di un'alternativa testuale: è questo il caso ad esempio di alcune immagini poste sulla destra all'interno della pagina. In nessuno dei casi citati (e anche in altri, comuni anche ad altre pagine analizzate), viene utilizzato l'attributo alt interno al tag img per specificare un testo alternativo all'immagine.
Si riportano delle videate di esempio riguardanti casi in cui non è stato specificato un testo alternativo per un'immagine.
violazione del requisito 3 sulla pagina dei programmi

seconda violazione del requisito 3 sulla pagina dei programmi

In entrambi i casi la soluzione consiste nell'utilizzare in modo appropriato l'attributo alt all'interno del tag img, avendo cura di aggiornare tale testo in base al cambiamento dell'immagine relativa.


Torna ad inizio sezione
Requisito 4: "garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina".
Soddisfatto: SI. Anche applicando filtri per simulare varie anomalie nella percezione dei colori, similmente a quanto fatto durante l'analisi delle altre pagine, tutte le informazioni e funzionalità sono fruibili in modo soddisfacente.


Torna ad inizio sezione
Requisito 5: "evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi".
Soddisfatto: SI. Non risulta, all'interno della pagina in esame, l'impiego di oggetti di tipo lampeggiante, tali da costituire una minaccia alla sicurezza per individui affetti da epilessia fotosensibile.


Torna ad inizio sezione
Requisito 6: "garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini".
Soddisfatto: NO. All'interno della pagina in esame si possono osservare diverse situazioni in cui il contrasto visivo non è sufficiente, come ad esempio nel menu di navigazione posizionato all'altezza del logo di rai tre, oppure nell'elenco programmi, o ancora nella zona dedicata alla presentazione dei contenuti, dove si utilizza un livello di verde che combinato con lo sfondo bianco offre un livello di contrasto che è risulta chiaramente essere insufficiente, anche senza l'utilizzo di strumenti per analizzare i livelli di contrasto. Anche nel caso degli elementi grafici che incorniciano l'elenco dei programmi si può osservare una situazione di contrasto insufficiente; tali scelte possono causare serie difficoltà nella fruizione del contenuto da parte di chi utilizza la pagina. Si riportano di seguito esempi di videate che provano le affermazioni appena fatte.

violazione requisito 6 su elenco programmi

Si presenta nella videata sovrastante un esempio dell'uso di una combinazione cromatica errata per la presentazione di contenuti.

seconda violazione su requisito 6 su elenco programmi

In questo secondo esempio è presentata una situazione in cui è stata scelta una combinazione cromatica sbagliata per gli elementi grafici che servono a incorniciare le aree di presentazione del contenuto.



Torna ad inizio sezione
Requisito 7: "utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata".
Soddisfatto: SI. All'interno della pagina in esame è stata utilizzata una mappa lato client per definire un'area di forma rettangolare in corrispondenza dell'immagine "lista completa"; si propone di seguito lo spezzone di codice che la implementa.


Torna ad inizio sezione
Requisito 8: "in caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa".
Soddisfatto: SI. Mentre per una situazione è stata utilizzata una mappa lato client, non risultano essere utilizzate mappe lato server all'interno della pagina.


Torna ad inizio sezione
Requisito 9: "per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne".
Soddisfatto: SI. Non risultano impiegate tabelle all'interno della pagina per effettuare la presentazione di dati.


Torna ad inizio sezione
Requisito 10: "per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne".
Soddisfatto: SI. Similmente a quanto affermato per il requisito 9, non risultano essere impiegate nemmeno tabelle complesse per presentare dati.


Torna ad inizio sezione
Requisito 11: "usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati".
Soddisfatto: NO. Similmente a quanto visto durante l'analisi delle pagine precedenti, anche controllando il sorgente di pagina si sono rilevati esempi di codice utilizzato per gestire la presentazione che è stato inserito all'interno del file HTML. Si riportano di seguito alcuni spezzoni di codice di esempio, con una proposta di come gestire questo tipo di situazione al fine di essere a norma rispetto al requisito 11.

#danonperdere { width: 321px; height: 319px; overflow:auto; padding: 7px; } #danonperdere p{ margin-bottom:7px; }

Le righe appena presentate sono state inserite all'interno del file html, andando a violare il requisito 11, e infrangendo la regola fondamentale secondo cui presentazione e contenuti devono stare separati. Per risolvere tale problematica è sufficiente spostare il codice relativo alla presentazione all'interno di un file css separato dal file html.


Torna ad inizio sezione
Requisito 12: "la presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall'utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell'area di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri".
Soddisfatto: SI. Nonostante si abbia un lieve deterioramento dell'interfaccia di navigazione dopo alcuni ingrandimenti dei contenuti, i testi che contengono le informazioni, e altri elementi importanti come la lista programmi rimangono ben visibili come si può vedere dalla videata sottostante. Pertanto si può dire che il requisito 12 sia soddisfatto.

esempio di corretta disposizione dei contenuti anche ingrandendo i testi

Si riporta un esempio di come gli elementi informativi della pagina siano ancora fruibili dopo aver ingrandito le dimensioni dei testi. Nonostante si sia dichiarata la conformità rispetto al requisito 12, va comunque sottolineato che sono state trovate all'interno del css dimensioni del testo dichiarate in pixel, similmente a quanto rilevato nell'analisi della homepage. Per consentire una migliore fruizione dei contenuti è opportuno convertirle in dimensioni relative, utilizzando l'unità di misura em.


Torna ad inizio sezione
Requisito 13: "in caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato".
Soddisfatto: SI. La pagina in questione si comporta in modo simile alla homepage quando viene applicata la linearizzazione delle tabelle; infatti i contenuti sono fruibili in modo soddisfacente, e pertanto il requisito 13 risulta soddisfatto, anche se sarebbe comunque meglio evitare di utilizzare le tabelle per l'impaginazione, affidandosi ai fogli di stile.


Torna ad inizio sezione
Requisito 14: "nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive".
Soddisfatto: SI. Similmente a quanto rilevato all'interno della homepage, anche nella presente pagina vi è l'associazione delle etichette ai rispettivi controlli nel caso della form per utilizzare il motore di ricerca.


Torna ad inizio sezione
Requisito 15: "garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3".
Soddisfatto: NO. Come nel caso della homepage, se Javascript non è abilitato non vi sarà la possibilità di utilizzare il menu posizionato nella parte superiore della pagina, e nemmeno la form per effettuare ricerche usando il search engine.
Si riporta di seguito una videata di esempio che mostra come, disabilitando Javascript sul proprio browser, gli elementi descritti sopra non siano pił visibili, e nemmeno, ovviamente, utilizzabili.

corretta visualizzazione del menu

impossibile visualizzare il menu con js disabilitato

La soluzione consiste nel non vincolare funzioni importanti come l'utilizzo del motore di ricerca, o i link per visitare altri siti di interesse, al supporto o meno di una determinata tecnologia da parte dell'utente. Ciò può essere messo in pratica utilizzando il tag <noscript> per offrire sezioni di codice html da inserire qualora Javascript non sia utilizzabile, oppure consentire vie di accesso alternative alle funzionalità per gli utenti che non supportano tecnologie specifiche, oppure ancora evitare di affidarsi a tecnologie che possono creare situazioni di svantaggio per certe categorie di utenti, e affidarsi a tecnologie meno "discriminanti" .


Torna ad inizio sezione
Requisito 16: "garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet o altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input".
Soddisfatto: NO. Anche nel caso della pagina contenente l'elenco dei programmi il menu superiore, realizzato in Javascript, fa uso di gestori di eventi associati al mouse, come visto anche nell'analisi delle pagine precedenti. Non sarà possibile utilizzarlo dunque spostando ad esempio il focus dell'interazione mediante pressioni del tasto tab ad esempio.
Per l'esempio relativo al mancato soddisfacimento del requisito 16 si faccia riferimento a quanto riportato in occasione dell'analisi della home page, disponibile seguendo questo link.


Torna ad inizio sezione
Requisito 17: "garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili".
Soddisfatto: NO. Similmente a quanto rilevato per le altre pagine esaminate fino a questo punto, anche all'interno della pagina Personaggi vi è un elemento implementato tramite Javascript; si tratta infatti del menu dinamico posizionato nella zona superiore della pagina, che non è direttamente accessibile. Per un esempio pił dettagliato si rimanda all'analisi del requisito 15 effettuata per la homepage, disponibile al seguente link.


Torna ad inizio sezione
Requisito 18: "nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell'informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale".
Soddisfatto: SI. Non sono presenti filmati o presentazioni multimediali all'interno della pagina contenente l'elenco programmi; pertanto il requisito 18 può ritenersi soddisfatto.


Torna ad inizio sezione
Requisito 19: "rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonchè prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine".
Soddisfatto: SI. Nella pagina sotto analisi tutti i testi associati ai link appaiono significativi e chiari anche se letti in un contesto diverso da quello di origine.


Torna ad inizio sezione
Requisito 20: "nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l'utente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso".
Soddisfatto: SI. Contrariamente a quanto avviene nella homepage, non sono previsti intervalli di tempo per fruire delle informazioni all'interno della presente pagina.


Torna ad inizio sezione
Requisito 21: "rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e l'attivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 em, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 em e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile l'etichetta in essi contenuta".
Soddisfatto: NO. Benchè analizzando le distanze tra link all'interno dei vari gruppi di collegamenti (elenco programmi, menu di navigazione) non siano emerse situazioni in cui la distanza fra i link è inferiore ai 0,5 em, il requisito 21 non può dirsi soddisfatto dal momento che il menu di navigazione posizionato nell'estremo superiore della pagina è accessibile soltanto tramite mouse, e quindi viola le prime due righe dell'enunciato del requisito sotto analisi. Pertanto, nonostante vada riconosciuto il merito di aver inserito tra i collegamenti sufficiente spazio da renderli chiaramente distinguibili, la pagina non può dirsi a norma rispetto al requisito 21.
La problematica dei link attivabili solo mediante mouse è già stata analizzata in precedenza, e trattandosi dello stesso problema, non viene fornita un'ulteriore descrizione della problematica, ma un link per raggiungere l'esempio proposto in precedenza.
Si vuole fornire invece un esempio di come sono stati strutturati i gruppi di link all'interno della pagina così da essere chiaramente distinguibili e attivabili da parte dell'utente.

violazione al requisito 21 sulla pagina contenente l'elenco programmi


Torna ad inizio sezione
Requisito 22: "per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i suelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme dev'essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile".
Soddisfatto: NO. Nonostante la pagina violi vari requisiti della legge Stanca, non è stata prevista una versione alternativa che sia accessibile.


Torna ad inizio sezione
Tabella riassuntiva - Elenco programmi
 Soddisfatto
Requisito 1NO
Requisito 2SI
Requisito 3NO
Requisito 4SI
Requisito 5SI
Requisito 6NO
Requisito 7SI
Requisito 8SI
Requisito 9SI
Requisito 10SI
Requisito 11NO
Requisito 12SI
Requisito 13SI
Requisito 14SI
Requisito 15NO
Requisito 16NO
Requisito 17NO
Requisito 18SI
Requisito 19SI
Requisito 20SI
Requisito 21NO
Requisito 22NO

Torna all'inizio

Palinsesto

Requisito 1: "realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elemeneti ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico".
Soddisfatto: NO. Anche la pagina "palinsesto" fallisce la validazione, riportando in output 146 errori. Si tratta degli errori incontrati anche durante il tentativo di validazione delle altre pagine; si forniscono alcuni esempi, cercando di proporre dei casi non ancora riportati negli esempi precedenti.
Tra gli errori che la procedura di validazione riporta, vi è ad esempio l'uso dell'attributo deprecato "target" all'interno del tag <a>, eliminabile semplicemente togliendolo dall'interno del tag e realizzando la stessa funzionalità ad esempio con Javascript (anche se una scelta del genere porta poi molti problemi legati agli utenti Javascript-disabled). Altro esempio è l'uso improprio di caratteri speciali, visibile in questo spezzone di codice: >Geo & Geo<. La soluzione, semplicissima, consiste nel sostituire la e commerciale del titolo del programma con il carattere &amp;. Un'altra problematica rilevata, comune ad altre pagine analizzate, è l'uso improprio delle lettere maiuscole per tag e attributi, che in XHTML devono essere definiti utilizzando i caratteri minuscoli.


Torna ad inizio sezione
Requisito 2: "non è consentito l'utilizzo dei frame nella realizzazione di nuovi siti".
Soddisfatto: SI. Similmente a quanto riportato durante l'analisi delle altre pagine prese in considerazione, anche in questa pagina non si fa uso di frames.


Torna ad inizio sezione
Requisito 3: "fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; l'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto".
Soddisfatto: NO. All'interno della pagina sotto analisi vi sono due oggetti non testuali, un banner pubblicitario realizzato mediante animazione flash, e il logo di rai tre posizionato nella parte superiore della pagina. Mentre nel primo caso viene fornito un testo alternativo mediante l'uso del tag <a>, nel caso del logo non è stato previsto alcun tipo di testo alternativo.

violazione requisito 3 in pagina palinsesto

In questo primo esempio si presenta il caso del logo di rai tre, posizionato all'interno della pagina mediante istruzioni di stile e privo di testo alternativo. Il codice html che ne regola la presentazione all'interno della pagina è il seguente:
<div style="background-image: url(/RaiDue/RAI3/images/tit_guidatv.gif);" class="TitoloPopup"><h2 class="solotesto">Guida Tv</h2></div>.
Una soluzione possibile per evitare tale problematica è utilizzare il tag img per gestire la visualizzazione del logo, ricordandosi inoltre di inserire il testo alternativo mediante l'attributo alt.



Torna ad inizio sezione
Requisito 4: "garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina".
Soddisfatto: SI. Anche utilizzando lo strumento colorfilter per visualizzare la pagina simulando diversi tipi di anomalie della vista, le informazioni presentate risultano fruibili in modo abbastanza soddisfacente; l'unica problematica che si può avere in questi casi è un abbassamento del livello di contrasto, ma non a livelli tali da impedire la fruizione delle informazioni.


Torna ad inizio sezione
Requisito 5: "evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi".
Soddisfatto: SI. Non risulta l'impiego all'interno di questa pagina di elementi pericolosi per persone affette da epilessia fotosensibile.


Torna ad inizio sezione
Requisito 6: "garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini".
Soddisfatto: NO. Utilizzando lo strumento di verifica dei livelli di contrasto, si è rilevato in pił occasioni un livello di contrasto insufficiente, anche in aree dedicate alla presentazione di contenuti informativi. Una probematica di questo tipo può generare serie difficoltà nella fruizione delle informazioni, in modo particolare da parte di alcune categorie di utenti, come ad esempio gli ipovedenti.

Si riporta di seguito un esempio di come il livello di contrasto cromatico non sia sufficiente per permettere una visualizzazione ottimale dell'area in cui vengono presentati i contenuti.

violazione requisito 6 in pagina palinsesto

Per risolvere questa problematica è consigliabile utilizzare un altro schema cromatico per la presentazione dei contenuti informativi, facendo ad esempio ricorso a colori complementari.


Torna ad inizio sezione
Requisito 7: "utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata".
Soddisfatto: SI. Non risultano essere impiegate all'interno della pagina mappe immagine lato client.


Torna ad inizio sezione
Requisito 8: "in caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa".
Soddisfatto: SI. Similmente a quanto affermato per le mappe lato client, non risulta nemmeno l'impiego di mappe lato server.


Torna ad inizio sezione
Requisito 9: "per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne".
Soddisfatto: NO. All'interno della pagina sotto analisi risulta essere impiegata una tabella per permettere la visualizzazione di dati, similmente a quanto visto durante l'analisi della homepage. Tuttavia non sono utilizzati in modo corretto marcatori per segnalare le intestazioni di riga o di colonna. Si riporta di seguito un esempio di parte del codice html utilizzato all'interno della pagina, assieme a una proposta su come risolvere il problema così da rendere la pagina conforme rispetto al requisito.
Il codice che segue è estratto dalla pagina html; esso viene utilizzato per la visualizzazione della tabella all'utente.
<tr> <td class="chiara1" valign="top">01:25</td> <td class="chiara" valign="top"> <a href="http://www.fuoriorario.rai.it/" target="_blank">FILM L'uomo dal braccio d'oro</a> </td> </tr>

La soluzione consiste nell'inserire opportunamente marcatori di riga e di colonna, in modo da facilitare coloro che per la fruizione della presente pagina utilizzano tecnologie assistive. Una proposta di come modificare il codice è la seguente:
<tr><td></td><th>Nome programma</th></tr> <!--ulteriori righe per definire altri programmi--> <tr> <th class="orainizio" valign="top">01:25</th> <td class="programma" valign="top"> <a href="http://www.fuoriorario.rai.it/" target="_blank">FILM L'uomo dal braccio d'oro</a> </td> </tr> <!--ulteriori righe per definire altri programmi-->



Torna ad inizio sezione
Requisito 10: "per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne".
Soddisfatto: SI. All'interno della pagina non sono presenti tabelle dati complesse.


Torna ad inizio sezione
Requisito 11: "usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati".
Soddisfatto: NO. Analizzando il codice sorgente della pagina emerge una violazione del requisito 11 nell'inserimento del logo di raitre all'interno della pagina, dal momento che le informazioni per includere lo sfondo all'interno del div non sono state posizionate all'interno del foglio di stile, come sarebbe corretto fare, ma incluse direttamente all'interno del codice html. Fatta eccezione per l'esempio appena riportato non si riscontrano violazioni del requisito 11.

Si porta l'esempio del codice inserito erroneamente all'interno della pagina html.
<div style="background-image: url(/RaiDue/RAI3/images/tit_guidatv.gif);" class="TitoloPopup"><h2 class="solotesto">Guida Tv</h2></div>
Per rendere la pagina valida rispetto al requisito 11 è sufficiente eliminare l'attributo style con il suo contenuto dal file html, e aggiungere all'interno del foglio di stile il seguente codice:
.TitoloPopup {background-image: url(/RaiDue/RAI3/images/tit.guidatv.gif);}


Torna ad inizio sezione
Requisito 12: "la presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall'utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell'area di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri".
Soddisfatto: SI. La pagina Palinsesto tollera molto bene le operazioni di ingrandimento o rimpicciolimento dei caratteri, e di ridimensionamento dell'area di visualizzazione.


Torna ad inizio sezione
Requisito 13: "in caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato".
Soddisfatto: SI. Applicando l'opzione "linearize page" alla pagina in analisi si può osservare come essa consenta una buona fruizione dei contenuti anche eliminando la struttura tabellare di impaginazione.


Torna ad inizio sezione
Requisito 14: "nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive".
Soddisfatto: SI. Non sono presenti form all'interno della presente pagina.


Torna ad inizio sezione
Requisito 15: "garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3".
Soddisfatto: SI. Se si esclude il fatto che la pagina in analisi non è assolutamente accessibile dalla homepage disabilitando Javascript, tutti i contenuti informativi sono accessibili. Anche se vi è un esempio di non totale conformità al requisito, visto che come alternativa al banner pubblicitario c'è solamente una scritta generica che recita "clicca qui", non si ritiene che tale scelta possa costituire una violazione al requisito 15.


Torna ad inizio sezione
Requisito 16: "garantire che i gestori di eventi che attivano script, applet o altri oggetti di programmazione o che possiedono una propria specifica interfaccia, siano indipendenti da uno specifico dispositivo di input".
Soddisfatto: SI. Nella pagina correntemente sotto analisi vi è un solo impiego di Javascript, ovvero per effettuare il caricamento del banner pubblicitario posizionato nella parte inferiore; tale azione non è associata a nessun gestore di eventi, pertanto il requisito 16 è soddisfatto.


Torna ad inizio sezione
Requisito 17: "garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili".
Soddisfatto: SI. Non risultano esservi funzionalità o contenuti informativi veicolati mediante linguaggi di programmazione che non siano direttamente accessibili.


Torna ad inizio sezione
Requisito 18: "nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell'informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale".
Soddisfatto: SI. Non risultano essere presenti filmati nè presentazioni multimediali all'interno della pagina.


Torna ad inizio sezione
Requisito 19: "rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonchè prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine".
Soddisfatto: SI. Ogni link presente all'interno della pagina sembra essere sufficientemente chiaro, e comprensibile anche se estrappolato dal suo contesto di origine. Pertanto si ritiene la pagina "palinsesto" conforme rispetto al requisito 19.


Torna ad inizio sezione
Requisito 20: "nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l'utente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso".
Soddisfatto: SI. Contrariamente a quanto si è rilevato durante l'analisi della homepage, all'interno della pagina che presenta il palinsesto odierno non sono posti vincoli di tempo all'utente per la fruizione dei contenuti.


Torna ad inizio sezione
Requisito 21: "rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e l'attivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 em, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 em e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile l'etichetta in essi contenuta".
Soddisfatto: SI. Misurando la distanza tra i link all'interno della pagina, essa risulta essere superiore al limite minimo fissato. Inoltre, tutti i collegamenti risultano essere accessibili anche senza bisogno di utilizzare il mouse, e sufficientemente grandi da permettere una chiara comprensione dei contenuti, e una selezione dei collegamenti stessi senza alcuna difficoltà di puntamento.


Torna ad inizio sezione
Requisito 22: "per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i suelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme dev'essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile".
Soddisfatto: NO. Similmente a quanto rilevato per il resto del sito web sottoposto ad analisi, nemmeno in questo caso viene proposta una pagina con contenuti equivalenti, che sia però accessibile rispetto alla legge Stanca.


Torna ad inizio sezione
Tabella riassuntiva - Palinsesto
 Soddisfatto
Requisito 1NO
Requisito 2SI
Requisito 3NO
Requisito 4SI
Requisito 5SI
Requisito 6NO
Requisito 7SI
Requisito 8SI
Requisito 9NO
Requisito 10SI
Requisito 11NO
Requisito 12SI
Requisito 13SI
Requisito 14SI
Requisito 15SI
Requisito 16SI
Requisito 17SI
Requisito 18SI
Requisito 19SI
Requisito 20SI
Requisito 21SI
Requisito 22NO

Torna all'inizio