Simulazione euristica sul sito di
Raiuno
www.raiuno.rai.it

logo Rai

fatte da: Del Pizzo Ragini e Flebus Fabio


Sei in: Home > Sito Raiuno: Simulazione euristica

Indice

In questa pagina verranno trattati i seguenti argomenti:

Torna su

Che cos'è simulazione euristica

La SIMULAZIONE EURISTICA è un metodo di valutazione dell'accessiblità, come lo è la valutazione della conformità.
Questa valutazione permette di ottenere risultati attinenti all'accessibilità, e mescola problemi di accessibilità con problemi di usabilità.
Più precisamente, essa permette di contestualizzare le violazioni in scenari d'uso (o meglio una narrazione di cosa una ipotetica persona in una ipotetica situazione vorrebbe ottenere mediante l'uso del sistema), e quindi permette di assegnare una scala di importanza ai problemi e di determinare il livello di efficacia, produttività, soddisfazione e sicurezza del sito per gli utenti e utilizzi considerati.
Il metodo che viene adottato utilizza anzichè principi, un elenco di barriere di accessibilità. Sulla base di un elenco prefissato di barriere, il valutatore procede in maniera sistematica, pagina per pagina, e cerca di capire se una qualche barriera può emergere dalla pagina sotto osservazione.

Una barriera viene descritta in termini di:
- il tipo di disabilità;
- il tipo di tecnologia assistiva;
- l'attività che viene ostacolata dalla barriera, e
- le caratteristiche della/e pagina/e che erigono lo barriera.

Torna su

Metodologia adottata e pagine esaminate

Nella sua complessità il sito è impostato in modo molto simile, abbiamo pertanto ritenuto opportuno fare l'analisi delle barriere di tutte le pagine assieme, ciò per evitare di ripetere in ogni pagina esaminata gli stessi concetti.
Le pagine che abbiamo deciso di analizzare sono sei e sono state studiate nei mesi di Maggio-Giugno.
Esse non sono state scelte secondo un criterio preciso, ma sono state ritenute solamente le più importanti e informative, cioè quelle che caratterizzano maggiormente il sito di Raiuno.
Queste pagine sono:

In seguito ipotizzeremo degli scenari d’uso, prendendo in esame alcuni ipotetici soggetti affetti da disabilità.
È proprio basandosi sugli scenari che i valutatori riescono a rendersi conto di quali compiti possano essere svolti dagli utenti o meno e quali possano essere le aspettative, le conoscenze e le abilità di questi ultimi.

Torna su

A chi è rivolta l'analisi

In generale le categorie di utenti da considerare nell'elencare le barriere devono includere i seguenti casi:

Nel nostro caso le persone che accedono al sito di raiuno, si presume siano utenti generici che guardano questo canale e che vogliono avere informazioni o curiosità sulla programmazione del giorno o sui personaggi che lavorano in esso. Più precisamente tra l'insieme di generici utenti che visitano il sito, ne esistano alcuni con handicap visivi (nel nostro caso Marco è non-vedente).

Torna su

Che cosa e quali sono le barriere

La relazione prenderà in esame le seguenti barriere per ciascuna pagina esaminata e soprattutto tenendo conto dello scenario preso in considerazione:

  1. Barriere della percezione: esse riguardano tutti quei fattori che impediscono all'utente di comprenderne i contenuti. Prevalentemente l'attenzione del valutatore si concentra nell'uso dei colori, del testo e delle immagini.

  2. Barriere nell'utilizzazione: esse si concretizzano in tutti quegli elementi che impediscono una navigazione fluida e semplice da parte dell'utente. Fanno parte di questa categoria, ma non sono limitati ai seguenti, i menù in javascript, Flash e in generale a tutte quelle tecnologie che possono non essere supportate dal dispositivo su cui viene visualizzata la pagina, o che sono state disabilitate dall'utente stesso per motivi di sicurezza o velocità della navigazione.

  3. Barriere alla comprensione: esse sono rappresentate dall'uso inappropriato, o dalla mancanza di opportuni tag che indichino lo standard secondo il quale il documento è stato codificato, così da portare ad una opportuna decodifica, oppure di come i dati all'interno di una tabella siano organizzati, oppure di come una certa parola debba essere pronunciata da un lettore di schermo, nel caso dell'utilizzo abbinato a tecnologie assistive.

  4. Barriere al controllo da parte dell'utente: esse impediscono la personalizzazione nell'utilizzo del documento, ovvero la possibilità di ridimensionare la pagina, ingrandire i caratteri o muoversi avanti e indietro all'interno delle pagine già visitate. Inoltre, la possibilità di avere a disposizione dei tasti per l'accesso rapido fornisce all'utente un metodo rapido e sicuro per nagivare all'interno del sito.

Dopo aver analizzato dettagliatamente le possibili barriere che i diversi utenti presi i considerazione potrebbero incontrare, per ognuna di esse verranno assegnati dei livelli di gravità dipendenti dall’impatto e dalla frequenza con cui si presenta la barriera presa in esame.

Torna su

Che cosa sono livelli di gravità

In quasi tutti i metodi di valutazione dell'usabilità (eccetto la valutazione della conformità dell'accessibilità) è necessario procedere all'assegnazione di un livello di gravità ai problemi che vengono riscontrati.
Questo serve per poter distinguere tra problemi gravi e meno gravi, e poter quindi fornire delle raccomandazioni mirate e più utili a chi poi dovrà pensare a come risolvere i problemi.
Per valutare la gravità di un problema di usabilità si suggerisce di considerare due parametri che sono l'impatto che un problema può avere sull'efficacia, produttività e sicurezza di un utente che sta svolgendo un determinato compito in una determinata situazione operativa; e la frequenza con cui quel problema si presenta all'utente durante lo svolgimento di quel compito. Usando una scala da 1 a 3 (3 per l'effetto peggiore) associata a ciascuno dei due parametri, si può poi con la tabella 3 derivare una classificazione della gravità che permette di distinguere tra problemi minori, seri e critici.

TABELLA PER CALCOLARE LA GRAVITA' DI UN DIFETTO

impatto frequenza gravità
0 0  nessuna
1 1 minore
1 2 minore
1 3 serio
2 1 serio
2 2 serio
2 3 critico
3 1 critico
3 2 critico
3 3 critico

Torna su

valid_xhtml valid_css