ANALISI DI CONFORMITA' RISPETTO AI REQUISITI TECNICI DELLA LEGGE STANCA PER IL SITO DEL COMUNE DI CODROIPO

Prefazione

Questa relazione è stato svolta per il corso di Progettazione di siti e portali web e laboratorio associato che fanno parte del corso di laurea di Tecnologie Web e Multimediali dell'Università degli studi di Udine.

Componenti del gruppo

Data di ultima modifica:14 Aprile 2007.

Indice

  1. Introduzione

  2. Metodologia e Strumenti

  3. Pagine Valutate

  4. Risultati dell'analisi

  5. Conclusioni

Introduzione

Ciò che ci prefiggiamo attraverso il test di conformità è la determinazione di eventuali difetti delle interfacce utente. L'analisi segue il paradigma dettato dalle linee guida della Legge Stanca e valuta l'accessibilità del sito preso in esame attraverso l'esame delle singole pagine che lo compongono.A differenza di altri test, questo metodo prevede l'utilizzo di utenti reali (e non agenti per esempio) al fine di osservare la loro interazione con l'interfaccia del sito e di ricercare la presenza di elementi, qualora ce ne fossero, che impediscono il corretto svolgimento degli abituali compiti di un utente medio. Si ricorda infine che i dati estrapolati forniscono delle indicazioni di massima, confrontabili con le prestazioni riscontrate.

Metodologia e Strumenti

Per eseguire questo tipo di analisi ci siamo avvalsi di due computer con piattaforme differenti (Windows e Linux) nei cui ambienti abbiamo eseguito i 3 più diffusi browser ovvero Internet Explorer, Firefox e Opera. Questo ci ha permesso di capire, al di là delle indicazioni delle linee guida, il comportamento reale del sito nel momento in cui viene fruito da un utente qualsiasi e se vi erano o meno differenze sostanziali in quel che riguarda il look&feel delle pagine. Prezioso è stato il contributo anche delle estensioni del browser di casa Mozilla, in particolare WebDeveloper, che ci ha permesso lo studio dei CSS direttamente dal sorgente della pagine e la validazione delle stesse.                             Per valutare l'accessibilità delle pagine ci siamo avvalsi anche di due strumenti ad hoc quali HiSoftware® Cynthia Says™ e  WebXACT Bobby. Il presente documento è stato redatto infine con NVU, l'unico editor tra l'altro Open Source, in grado di scrivere codice XHTML Strict.

Pagine valutate

Nella navigazione preliminare abbiamo notato coerenza dal punto di vista dei contenuti e del layout; l'utilizzo di un solo template gestito dal CMS facilita la costruzione di un'architettura informativa consistente. D'altra parte, la non raggiungibilità di buona parte delle pagine che costituscono il sito, è stato un segnale immediato delle gravi problematiche riscontrate poi durante tutta la nostra analisi, come avremo modo di approfondire più avanti.

Risultato dell'analisi

Validà del codice:

Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico.

  1. Superato
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. Superato

NO FRAME:

Non è consentito l'uso dei frame nella realizzazione di nuovi siti.

  1. Superato
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. Superato

Alternative Testuali:

Fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti; l'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto.

  1. Superato
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. Superato

Colore:

Garantire che tutti gli elementi informativi e tutte le funzionalità siano disponibili anche in assenza del particolare colore utilizzato per presentarli nella pagina.

  1. Fallimento
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Fallimento
  8. Fallimento
Descrizione Errore: Rimuovendo il foglio di stile, alcuni elementi informativi risultano invisibili perchè scritti in colore bianco su sfondo dello stesso colore.

Violazione colore

Suggerimento: Utilizzare un unico colore per scrivere le informazioni.

Scritte lampeggianti :

Evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile o disturbi della concentrazione, ovvero possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate; qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvertire l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi.

  1. Superato
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. Superato

Contrasto:

Garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale); evitare di presentare testi in forma di immagini;

  1. Fallimento
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Fallimento
  8. Fallimento
Descrizione Errore: Sono stati utilizzati dei contrasti cromatici non adatti ad un sito che ha lo scopo di essere acessibile per tutti gli utenti. Esempi:

Fallimento Contrasto

Violazione Contrasto 2

Juicy Studio Report:

Esito Analisi Contrasto

Suggerimento:

Il W3C raccomanda una soglia di valori di 125 per il contrasto di luminosità e 500 per il contrasto di colore. Pertanto sarebbe opportuno utilizzare per il Foreground Color il colore nero, mentre per i colori di sfondo tonalità chiare e appartenenti ciascuno a cromi differenti, in modo sia da aumentare il contrasto, sia evidenziare le diverse aree informative.

Mappe immagine :

Utilizzare mappe immagine sensibili di tipo lato client piuttosto che lato server, salvo il caso in cui le zone sensibili non possano essere definite con una delle forme geometriche predefinite indicate nella DTD adottata.

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. N.V
  8. N.V

Mappe immagine :

In caso di utilizzo di mappe immagine lato server, fornire i collegamenti di testo alternativi necessari per ottenere tutte le informazioni o i servizi raggiungibili interagendo direttamente con la mappa.

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. N.V
  8. N.V

Tabelle dati:

Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti dalla DTD adottata per descrivere i contenuti e identificare le intestazioni di righe e colonne. " Per le tabelle dati usare gli elementi (marcatori) e gli attributi previsti nella DTD adottata per associare le celle di dati e le celle di intestazione che hanno due o più livelli logici di intestazione di righe o colonne.

  1. Superato
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. Superato

Fogli di stile :

Usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati.

  1. Superato
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. Superato

Liquid layout :

La presentazione e i contenuti testuali di una pagina devono potersi adattare alle dimensioni della finestra del browser utilizzata dall'utente senza sovrapposizione degli oggetti presenti o perdita di informazioni tali da rendere incomprensibile il contenuto, anche in caso di ridimensionamento, ingrandimento o riduzione dell'area di visualizzazione o dei caratteri rispetto ai valori predefiniti di tali parametri.

  1. Fallito
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Fallito
  8. Fallito
Descrizione Errore: Fallimento Liquid Layout

Aumentando o diminuendo la dimensione della finestra, il carattere non si ridimensiona in proporzione all'area di visualizzazione e quindi dei potenziali fruitori del sito, come quelli affetti da ipovedenza. Nel CSS infatti sono il valore di padding è definito con l'unità "px".

Suggerimento:

Utilizzare la proprietà spaziali previste dal Box Model in maniera tale che andando a modificare la grandezza della pagina, l 'area di visualizzazione si ridimensiona in proporzione.

Tabelle layout :

In caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato. "

  1. Fallimento
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Fallimento
  8. Fallimento
Descrizione Errore: Il sito utilizza l'attributo "TH"  per definire le tabelle.
Suggerimento: Utilizzare le proprietà spaziali per il layout e il posizionamento previste dal Box Model, coerenti con la struttura fornita dal DTD.

Form:

Nei moduli (form), associare in maniera esplicita le etichette ai rispettivi controlli, posizionandole in modo che sia agevolata la compilazione dei campi da parte di chi utilizza le tecnologie assistive.

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. N.V
  8. Fallimento
Descrizione Errore:

L'unica form delle pagine analizzate è presente all'interno della sezione "contattaci". La form funziona correttamente ma a parer nostro andrebbero aggiunti controlli per poter rendere più agevole la compilazione dei campi di chi utilizza le tecnologie assistive. Se la ricerca ha esito negativo la form non da alcun suggerimento o aiuto all'utente.

Suggerimento: Come detto in precedenza nelle form andrebbero inseriti alcuni controlli per agevolare la compilazione.

Script, applet, ... :

Garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3. "

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. N.V

Eventi:

Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico.

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. N.V

Script, applet, pdf....::

Garantire che le funzionalità e le informazioni veicolate per mezzo di oggetti di programmazione, oggetti che utilizzano tecnologie non definite da grammatiche formali pubblicate, script e applet siano direttamente accessibili.

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. N.V
  8. N.V

Info: Nella Home Page sono presenti collegamenti diretti a documenti con estensione ".doc" e ".pdf"; purtroppo però non siamo riuscito a valutarne l'accessibilità perchè al momento della nostra analisi sono risultati non raggiungibili.

Multi:mediale

Nel caso in cui un filmato o una presentazione multimediale siano indispensabili per la completezza dell'informazione fornita o del servizio erogato, predisporre una alternativa testuale equivalente, sincronizzata in forma di sotto-titolazione o di descrizione vocale, oppure fornire un riassunto o una semplice etichetta per ciascun elemento video o multimediale tenendo conto del livello di importanza e delle difficoltà di realizzazione nel caso di trasmissioni in tempo reale.

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. N.V
  8. N.V

Link non ambigui :

Rendere chiara la destinazione di ciascun collegamento ipertestuale (link) con testi significativi anche se letti indipendentemente dal proprio contesto oppure associare ai collegamenti testi alternativi che possiedano analoghe caratteristiche esplicative, nonché prevedere meccanismi che consentano di evitare la lettura ripetitiva di sequenze di collegamenti comuni a più pagine.

  1. Superato
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. Superato

Temporizzazioni:

Nel caso che per la fruizione del servizio erogato in una pagina è previsto un intervallo di tempo predefinito entro il quale eseguire determinate azioni, è necessario avvisare esplicitamente l'utente, indicando il tempo massimo consentito e le alternative per fruire del servizio stesso.

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. N.V
  8. N.V

Link distanti :

Rendere selezionabili e attivabili tramite comandi da tastiere o tecnologie in emulazione di tastiera o tramite sistemi di puntamento diversi dal mouse i collegamenti presenti in una pagina; per facilitare la selezione e l'attivazione dei collegamenti presenti in una pagina è necessario garantire che la distanza verticale di liste di link e la spaziatura orizzontale tra link consecutivi sia di almeno 0,5 em, le distanze orizzontale e verticale tra i pulsanti di un modulo sia di almeno 0,5 em e che le dimensioni dei pulsanti in un modulo siano tali da rendere chiaramente leggibile l'etichetta in essi contenuta.

  1. Superato
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. Superato
  8. Superato

Pagine equivalenti :

Per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i suelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione, fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme deve essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile.

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. N.V
  8. N.V

Info: Il sito è predisposto per la fruizione di pagine non a norma della legge Stanca tramite il comando visibile in alto a destra del menù "acessibilità"; purtroppo però durante la nostra analisi non è stato possibile verificarne la qualità perchè è risultato non funzionante (non raggiungibile)

Validà del codice:

Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico.

  1. N.V
  2. N.V
  3. N.V
  4. N.V
  5. N.V
  6. N.V
  7. N.V
  8. N.V

Conclusioni

L'idea di utilizzare un CMS per la gestione dei contenuti è apprezzabile e consigliabile quando ci si trova davanti al problema di tenere aggiornata una consistente mole di informazioni, rilevante ai fini del rapporto Amministrazione Pubblica-cittadino. In questo modo vi sono due vantaggi, uno dalla parte di chi mette a disposizione le informazioni, perchè si facilità la manutenibilità del sito, l'altro, in favore di chi invece il sito lo deve fruire, perchè si permette la presentazione di un layout unitario che facilita senz'altro la comprensione stessa delle informazioni nonchè la creazione di percorsi abitudinari. Purtroppo quando però ci si affida quasi esclusivamente ad un unico strumento, se la scelta a monte non risulta abbastanza ponderata, le conseguenze possono essere disastrose.  Nonostante l'utilizzo di tecnologie sicuramente attuali quali il binomio Java (JSP) e XML per la gestione dei metadati, il focus che ci eravamo prefissi in quest'analisi, risulta assolutamente disatteso. OpenCMS infatti non è in grado di padroneggiare correttamente XHTML, basandosi sul vetusto HTML 4.01 Transitional con gravi ripercussioni in termini di accessibilità e mancando parzialmente la fondamentale distinzione tra presentazione e contenuto. Ad oggi l'unico strumento in grado di rispettare le linee guida dettate dalla Legge Stanca (e per questo consigliato dallo stesso Ministero) e gli standard W3C è Plone. Ci saremmo aspettati quindi una scelta differente anche in considerazione del fatto che siamo nell'ambito di una PA e quindi a maggior ragione, il goal primario deve essere la soddisfazione dei bisogni dell'utenza. La non raggiungibilità infine della quasi totalità dei contenuti rivela come il sito sia tenuto poco in considerazione dalle alte sfere amministrative che non ritiene evidentemente rilevante una maggior cura e attenzione nell'informare i cittadini anche attraverso gli strumenti messi a disposizione con Internet e il Web. Per quanto sia una realtà tutto sommato piccola rispetto al panorama nazionale, crediamo che questa situazione sia lo specchio di un problema più ampio e del fatto che l'E-Government sia una realtà che stenta a decollare perchè non sentita come una delle necessità primarie da parte dello Stato per quanto riguarda il rapporto con il cittadino.

Immagine di una pagina del sito non raggiungibile:

Mappa del Sito