Titolo della relazione

Valutazione euristica effettuata sul sito della Regione Abruzzo.

Periodo di stesura: Seconda metà di Maggio 2007

Premessa

Un'euristica è un principio generale, una linea guida oppure una regola empirica che può guidare una decisione di progettazione o essere usata per criticare una scelta già presa.

La valutazione euristica sviluppata da Jakob Nielsen e Rolf Molichk è un metodo per strutturare la critica a un sistema usando una seria di euristiche generali.

L'idea generale è che più valutatori esaminano autonomamente un sistema per individuare potenziali problemi di usabilità. L'esperienza di Nielsen indica che sono sufficienti da tre a cinque valutatori; con cinque valutatori si può arrivare ad individuare circa il 75% dei problemi generali d'usabilità

Da Interazione Uomo-Macchina, Dix - Finlay - Abowd - Beale.

Per l'analisi abbiamo dunque utilizzato le dieci euristiche di Nielsen nella versione esposta a lezione dal professore Giorgio Brajnik.
Questa elaborazione prevede, per ogni euristica, una serie di domande che il valutatore può utilizzare come punti di controllo per verificare se l'euristica in esame risulta effettivamente soddisfatta.

Nel giudicare il riscontro di un'euristica sul sito è stato considerato quanto è comune il problema, quanto è facile per l'utente risolverlo, se è temporaneo o permanente e quanto seriamente verrà percepito.
Questi aspetti sono stati riuniti in una scala che prevede quattro valori:

[u] Torna a inizio pagina

Perimetro d'indagine

Il caso d'uso considerato riguarda un utente a cui il web è familiare, con delle discrete conoscenze informatiche. Immaginiamo che il nosto utente navighi all'interno del sito in esame senza un preciso obiettivo, vuole sostanzialmente visitare le pagine del sito della regione in cui vive cercando qualcosa che possa attirare la sua attenzione.

Considerato il caso d'uso riteniamo che un perimetro d'indagine adeguato potrbbe comprendere la pagina d'accoglienza e le pagine che ospitano le principali aree tematiche. Le pagine analizzate sono dunque:

Ogni valutatore ha proceduto all'analisi dalla propria postazione domestica, queste sono caratterizzate da:

[u] Torna a inizio pagina

Risultati in dettalgio

  1. Visibilità dello stato del sistema
  2. Allineamento tra il mondo del sistema e quello reale
  3. Controllo da parte dell'utente e sua libertà
  4. Coerenza e standard
  5. Prevenzione di errori
  6. Riconoscimento piuttosto di memorizzazione
  7. Flessibilità e efficienza d'uso
  8. Design estetico e minimalista
  9. Aiutare l'utente nel riconoscere, diagnosticare e rimediare dagli errori
  10. Aiuto e documentazione

1. Visibilità dello stato di sistema

Dove mi trovo?

Gravità 0: L'utente all'interno del sito riesce sempre a orientarsi perchè, grazie alle breadcrumbs, la sua posizione è chiara ed è in grado di tornare all' homepage in ogni momento.

La pagina ha un titolo informativo?

Gravità 0: Si, i titoli assegnati alle pagine fanno intuire ciò che poi si conferma essere il contenuto delle pagine.

Dove posso andare? Si capisce che qualcosa è un collegamento, un pulsante, un controllo?

Gravità 3: Vengono violate completamente le convenzioni stilistiche dei collegamenti ipertestuali. In particolare i collegamenti all'interno dei testi sembrano dei titoli di paragrafo che invece si rivelano anche collegamenti, quando il cursore si posiziona sopra di questi. Inoltre sono presenti anche immagini con la funzione di collegamento che però non si intuisce se non quando il cursore, sopra di essi, non cambia nella tipica manina che indica il collegamento.

Ci sono collegamenti e pulsanti importanti che sono visibili senza dover fare scrolling?

Gravità 1: Non tutti i collegamenti del menù "In evidenza" sono visibili senza far scorrere la pagina, questo può rallentare un po' la navigazione ma certamente non la compromette.

Cosa sto vedendo? Percependo? - La pagina ha un chiaro obiettivo?

Gravità 0: All'inizio di ogni pagina esaminata è presente, e ben visibie, una spiegazione di ciò che la pagina stessa si impegna a presentare.

La cosa più importante della pagina si trova in alto?

Gravità 0: Le informazioni principali sul contenuto della pagina sono poste in testa; inoltre anche tutta la struttura di navigazione principale è posta a inizio pagina, in questo modo un utente che visualizza una nuova pagina può leggere cosa contiene la pagina ed eventualmente cambiare percorso senza dover scorrerla tutta.

La pagina ha una chiara struttura (2-3 titoletti di sezione, titoletti chiari, parole evidenziate)?

Gravità 0: sono presenti titoletti di sezione e parole evidenziate che aiutano la scansione del testo.

L'autore della pagina (persona o ente) è chiaramente indicato?

Gravità 1: In fondo ad ogni pagina è presente l'indicazione dell'organo della regione che gestisce la redazione del sito, se invece si vogliono conoscere i realizzatori materiali bisogna consultare la pagina "Credits" il cui collegamento però non è molto visibile: si trova infatti in fondo ad ogni pagina.

È indicata la data di aggiornamento/revisione della pagina?

Gravità 2: no, non è possibile sapere la data dell'ultimo aggiornamento se non per le notizie riportate nella pagina d'accoglienza.

I nuovi contenuti della pagina sono chiaramente evidenziati? e le nuove pagine del sito sono evidenziate nella home?

Gravità 2:No, a parte le notizie inserite nalla pagina d'accoglienza , non è possibile capire l'ordine temporale con cui sono state inserite le notizie; vale anche per le pagine rispetto alla home page, non è possibile sapere se una pagina è stata inserita dopo un'altra.

Se la pagina è il risultato di una compilazione di una form, è chiaro qual è stato l'esito?

Gravità 0: Le pagine esaminate non sono il risultato della compilazione di una form.

Posso percepire il testo? le immagini? i contenuti multimediali?

Gravità 2: non sono presenti contenuti multimediali; la maggior parte delle immagini sono facilmente percepibili e comunque la loro assenza non comprometterebbe il processo informativo; il testo è decisamente piccolo, non facilita una lettura completa dello stesso. In fine, anche se il calcolo del contrasto cromatico e di luminosità non ha dato esiti negativi, certi accostamenti di colori sfondo-primo piano ci sono sembrati poco confortevoli.

Posso percepire i collegamenti, i pulsanti, i controlli delle form?

Gravità 0: i controlli delle form sono chiaramente percepibili; per quanto riguarda i collegamenti, on ci sono problemi di percezione una volta capita la modalità di presentazione applicata.

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

2. Allineamento tra il mondo del sistema e quello reale

I collegamenti, pulsanti, controlli delle form hanno etichette appropriate?
Le categorie e i raggruppamenti (di informazioni, di link, di pulsanti, di controlli) hanno etichette appropriate?

Gravità 1: le etichette assegnate non sono sempre esplicative, per esempio l'etichetta "Europa" inserita nel primo gruppo di link della colonna sinistra, non ha un grande carico informativo tale da far intuire di cosa parlerà la pagina relativa; potrebbe parlare degli organi politici europei, di progetti europeri o altro.
I nomi dati ai gruppi di informazioni o di collegamenti invece sono abbastanza autoesplicativi.

il linguaggio è adatto all'audience?

Gravità 0: Si il linguaggio è semplice e scorrevole, adatto a più tipologie di utenti.

Viene indicato il momento in cui una certa informazione è stata pubblicata?

Gravità 2: Solo nella sezione "Ultim'ora" viene indicata la data di pubblicazione della notizia. L'utente non può quindi sapere quanto siano recenti le altre informazioni.

Gli autori sono indicati? come li si può contattare?

Gravità 1: gli autori non sono esplicitamente nominati, è però possibile contattare la redazione dal collegamento all'indirizzo di posta elettronica presente in fondo ad ogni pagina.

Vengono usate icone appropriate?

Gravità 3: no, apparte quella usata per collegarsi alla versione stampabile delle pagine, le icone sembrano scelte più per il loro impatto estetico che per le loro proprietà di ricondurre un'utente ad un concetto. Per convincersi di ciò si possono osservare le icone del menu "In evidenza".
immagine con le icone in discussione; queste sono in ordine: una mano che scrive, un mazzo di chiavi, un libro aperto, un lettera, un martello di legno, un tratto ondulato arancione, una penna, una pila di libri.
Queste sono associate alle seguenti etichette in ordine: "Concorsi", "U.R.P.", "B.U.R.A.", "Bandi", "Leggi", "Notizie", "Programmazione", "Biblioteche".
Nessuna di queste icone è appropriata ma il caso più evidente è l'uso di un'icona rappresentante una lettera gialla, universalmente riconosciuta come icona per la posta elettronica, per rappresentare i bandi di concorso offerti dalla regione.

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

3. Controllo da parte dell'utente e sua libertà

La pagina ha un pulsante "indietro"? Oppure le briciole di pane?
Le briciole di pane sono chiaramente indicate?

Gravità 0: si sono presenti le briciole di pane ma non molto visibili anche perchè non sono state particolarmente evidenziate. Si trovano comunque in una posizione solita per questo elemento di navigazione.
Non è presente un collegamento "indietro".

Questi collegamenti/pulsanti funzionano correttamente anche all'interno di pagine basate su frame?

Gravità 0: Le pagine analizzate non sono basate su frame.

La pagina ha un link alla home page?

Gravità 0: si tutte le pagine possono puntare alla home page attraverso le briciole di pane.

Se lo scaricamento della pagina richiede tempi lunghi, qualche porzione preliminare dei dati viene resa percepibile?

Gravità 0: le pagine sono scaricabili velocemente in quanto prive di elementi pesanti come file audio o oggetti multimediali; anche le immagini presenti hanno dimensioni ridotte, dell'ordine di pochi Kb.

Si può navigare solamente con la tastiera?
Ci sono acceleratori da tastiera?Sono chiaramente indicati?

Gravità 2: Si riesce a navigare solo con la tastiera ma non in modo agevole. Sono presenti acceleratori da tastiera ma non sono indicati esplicitamente; vengono svelati solo tramite l'attributo "title" dei collegamenti a cui si riferiscono. Si menziona la loro presenza anche nella pagina intitolata "Accessibilità". Inoltre sono presenti degli script con gestori d'eventi dipendenti dal mouse, il che non favorisce la navigazione da tastiera.

Font, colori, animazioni, suoni sono usati in maniera appropriata?

Gravità 2: La dimensione del testo è molto piccola, ostacola la lettura veloce; in alcuni casi gli abbinamenti di colore non ci sono sembrati ottimali nonostante superassero il test di differenza luminosa e cromatica.
Suoni e animazioni non sono presenti.

Gli utenti possono ridimensionare la finestra?

Gravità 1:modificando le dimensioni della finestra si può osservare che le colonne contenenti il contenuto informativo si ridimensionano; questo indica che sono state usate misure relative. Succede però che il menù orizzontale in testa alla pagina non si adatta alle nuove dimensioni della pagina e va a nascondere un collegamento.

Gli utenti possono modificare la dimensione del testo?

Gravità 1:si gli utenti hanno due alternative, possono accedere alla versione del sito ad alto contrasto raggiungibile da un collegamento a inizio pagina, oppure possono usare le funzioni del browser (ctrl +/-). Se però si sceglie questa seconda opzione non si può esagerare molto con la dimensione perchè si verifica lo stesso problema del punto precedente.

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

4. Coerenza e standard

l'etichetta di un collegamento o pulsante è coerente con il titolo della pagina destinazione

Gravità 0: si, tutte le etichette di collegamenti o pulsanti sono coerenti con il titolo delle pagine.

Il titolo di una pagina è coerente con il contenuto della pagina?

Gravità 0: si, il titolo delle pagine è sempre coerente con il contenuto.

Il contenuto è valido/vero? La pagina o il sito è sufficientemente credibile? Il contenuto fa riferimento a fonti esterne ed indipendenti che sono credibili?

Gravità 0: ovviamente non abbiamo gli strumenti per verificare che ogni informazione fornita sia vera. Visto però che la Giunta Regionale mette il proprio nome in ogni pagina possiamo pensare che, per non compromettere la propria credibilità nei confronti dei cittadini, sia auspicabile non divulgare informazioni inconsistenti.

Il sito, forte della supervisione della Giunta Regionale, può considerarsi sufficientemente credibile; mancano i nomi delle fonti delle informazioni, per esempio nella sezione della "home page" dedicata alle notizie. Si presuppone comunque che il fatto di avere alle spalle un organo regionale ufficiale sia un indicazione sufficente di serietà e affidabilità.

Viene coerentemente usato lo stesso stile, colore, font per oggetti simili all'interno di questa pagina? del sito? Il layout della pagina è coerente nel sito?

Gravità 0: Si, lo stile, il font e il layout in generale sono coerenti all'interno della pagina e tra le pagine del sito. Il colore invece viene cambiato in base all'area tematica nella quale si stà navigando.

I colori dei collegamenti sono coerenti con le convenzioni di fatto? Ci sono delle convenzioni del web che sono violate?

Gravità 2: No, i colori dei collegamenti non sono in linea con gli standard di fatto. Non sono sottolineati e hanno un colore diverso da quello standard.
Non è previsto un meccanismo per evidenziare i collegamenti che sono già stati visitati.
Sono presenti poi una serie di violazioni agli standard web, come la validità del codice nelle sintassi usate, analizzate nella relazione di conformità da noi svolta.

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

5. Prevenzione di errori

Errori di navigazione (vicoli ciechi, cicli, collegamenti non definiti, smarrirsi) vengono evitati?

Gravità 0: Nel corso di tutte le analisi svolte su questo sito non ci è mai capitato di non capire la nostra posizione all'interno del sito. Le briciole di pane ci hanno spesso aiutato in questo e anche la struttura piuttosto lineare del sito. Possiamo dunque dire che vicoli ciechi, cicli e collegamenti non definiti sono evitati.

Le etichette dei link e pulsanti sono non-ambigui?

Gravità 2: Non tutte le etichette dei collegamenti esprimono pienamente ciò che la pagina a cui punta contiene; sopratutto se decontestualizzate. Inoltre in molti collegamenti non è presente l'attributo "title" con una descrizione del contenuto della pagina. Anche quando questi sono presenti, però, non sono molto efficaci; per esempio: l'etichetta "programmazione" ha come descrizione "Sito della programmazione" senza specificare di cosa; decontestualizzato potrebbe trattarsi di un forum di programmatori invece che del sito della programmazione finanziaria della regione (cosa che abbiamo potuto apprendere solo visitando la pagina relativa); ma anche inserito nel contesto del menù "in evidenza" non ha di sicuro una forte capacità esplicativa.

Informazioni sull'attraversamento di un collegamento vengono forniti in anticipo (dimensione della pagina, formati particolari, tipo di informazione - souno, animazione, video, PDF, ...)?

Gravità 2: No nessuna di queste informazioni viene fornita in anticipo.

Gli URL usano caratteri semplici (si evitano caratteri che non siano lettere, o nomi lunghi e complessi)?

Gravità 2: Le pagine sono implementate con ASP di conseguenza gli URL contengono una serie di parametri che rendono le loro dimensioni decisamente grandi e non di facile memorizzazione.

Vengono fornite chiare ed esaurienti istruzioni su come compilare le form? Sono adiacenti ai controlli delle form? Nell'uso delle form gli errori vengono prevenuti (mediante menù, liste di scelte, ...)?

Gravità 1: Le uniche form presenti nelle pagine analizzate sono i due motori di ricerca in alto a destra in ogni pagina.
Non hanno bisogno di istruzioni particolari e quindi non vengono fornite, le etichette abbinate ai comandi sono sufficientemente esplicative.
C'è il problema che le etichette non sono associate ai componenti relativi in modo adeguato come previsto dal linguaggio utilizzato; nel nostro caso d'uso questo comporta un rallentamento minimo nella navigazione, cioè l'area sensibile al mouse del rispettivo comando è ridotta al comando stesso e non si estende anche all'etichetta, ma per utenti con disabilità assistiti da apposite tecnologie il discorso è diverso. Per questo in questo contesto la gravità assegnata è di 1 ma il problema dovrebbe essere trattato con più considerazione.

Nell'uso di motori di ricerca, vengono forniti dei punti di partenza (suggerendo termini generali, codici di classificazione, ...)?

Gravità 2: Sebbene vengano forniti due motori di ricerca, uno interno al sito e uno basato su Google, non vengo messi a disposizione termini generali di ricerca o codici di classificazione.

Posso percepire e capire che qualcosa è un controllo su cui è possibile operare? E come lo si usa?

Gravità 2:Dal punto di vista percettivo i collegamenti sono percebili. Il problema è che non sono percepibili come collegamenti per via delle scelte di presentazione applicate. Si capisce la natura di collegamento di un'elemento solo quando il mouse si posa sopra di esso (tra l'altro non è previsto un meccanismo per replicare l'effetto di rollover quando il focus si sposta su un collegamento usando la tastiera). Gli altri controlli invece (radio-button, text-area e pulsanti delle form) sono standard quindi posseggono un'affordance tale da rendere ovvio il loro utilizzo.

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

6. Riconoscimento piuttosto di memorizzazione

I collegamenti sono troppi? Sono presentati in maniera pesante?

Gravità 0: I collegamenti presenti in ogni pagina sono un numero adeguato allo scopo del sito.
La presentazione dei collegamenti è diluita all'interno del testo; quelli di navigazione invece sono ben divisi in categorie.

I tooltip con delle descrizioni più ricche sono disponibili?

Gravità 2: I tooltip con descrizioni più ampie sono presenti solo nei collegamenti della sezione "In evidenza" anche se le informazioni aggiunte sono molto generali e non ne aggiungono valore esplicativo mentre, quelli presenti sui sei collegamenti nella testa della pagina, indicano solo il relativo tasto d'accesso rapido.
All'interno del testo invece i link sono affiancati da immagini le quali hanno un tooltip associato mentre il collegamento no. Il problema qui è che l'immagine in se non invita a posarsi sopra col mouse perchè durante l'utilizzo del sito si è appreso che il collegamento è il titoletto vicino ad essa (in alcuni casi anche l'immagine funge da link). Quindi un comportamento medio è quello di arrivare con il mouse sopra il collegamento, percepire l'effetto di rollover che ci segnala l'effetiva funzionalità del link, e poi osservare l'immagine o leggere il breve testo sotto ad essa per capire se il collegamento è interessante. Viene così meno l'utilità del tooltip posto nell'immagine anziché nel testo del collegamento.

Il contenuto della pagina è differenziabile da etichette di collegamenti?

Gravità 1: Come già accennato, i collegamenti all'interno del testo hanno in realtà anche la funzione di titoletto del paragrafo; è dunque inizialmente disorientante, ma una volta appresa questa decisione di implementazione il comportametno è coerente.

Le figure hanno delle descrizioni che sono significative?

Gravità 1: Non tutte le immagini hanno una descrizione ma spesso rappresentano l'anteprima della pagina che di cui parla il paragrafo, quindi indirettamente vengono descritte.

Le immagini cliccabili sono facilmente riconoscibili?

Gravità 3: no, a priori è impossibile distinguerle.

Si può distinguere tra collegamenti inter e intra sito?

Gravità 2: si, in linea di massima, tutti i collegamenti esterni sono inseriti in un contenitore chiamato "Siti regionali" manca però un'indicazione esplicita che il link porta ad un sito esterno. Anche il menù "In evidenza" è costituito da collegamenti a siti esterni dove però l'utente non viene preventivamente avvisato.

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

7. Flessibilità e efficienza d'uso

Gli utenti possono approfondire se - e solo se - lo desiderano?

Gravità 0: Si, per la volontà stessa del sito di offrirsi come contenitore tematico, le pagine sono caratterizzate da brevi descrizioni di ciò che un collegamento può approfondire.

Le pagine sono state realizzate in modo che possano essere reperite coi motori di ricerca?

Gravità 1: no, non sono stati inseriti "meta - tag" per facilitare il compito di indicizzazione dei motori di ricerca.
immagine che mostra il codice privo di meta-tag con informazioni inerenti il contenuto della pagina per i motori di ricerca

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

8. Design estetico e minimalista

I pulsanti e i collegamenti sono raggruppati in base alla loro funzione?

Gravità 0: si nei menù di navigazione i collegamenti sono raggruppati per affinità semantiche; il motore di ricerca anche è ben separato dal resto degli strumenti di navigazione.

Le cose meno importanti (paragrafi, link, pulsanti) sono minimizzati?

Gravità 0: È difficile affermare cosa sia meno importante in un sito di questo genere. La soggettività con cui un utente effettua delle ricerche all'interno del portale è assoluta. Possiamo affermare che le pagine hanno una struttura tale da permettere di capire sin dalle prime righe lette il tipo di informazioni che potrà trovare al suo interno; questa introduzione è seguita da una lista di collegamenti a siti tematici. Quinidi in linea di massima la struttura del contenuto segue un'andamento che pone in crescita il livello di dettaglio con lo scorrere verso il basso della pagina.

I dettagli sono posti in una pagina secondaria? La pagina inizia con le conclusioni? Ciascun paragrafo contiene una singola idea?

Gravità 0: Continuando il discorso del punto precedente, una volta che l'utente ha letto l'introduzione e ha capito che la pagina può riguardarlo, si trova un elenco di siti a tema; ogni paragrafo descrive uno di questi siti. Accedendo a uno di questi si possono approfondire gli argomenti che hanno spinto l'utente fino a quella pagina. Quindi possiamo rispondere di si a tutte le domande di questo punto.

Le immagini inutili sono assenti? Le animazioni e lampeggiamenti sono evitati? Le animazioni Flash che sono inutili sono evitate?

Gravità 1: Come già accennato, ogni paragrafo ha un'illustrazione che spesso rappresenta la miniatura della pagina collegata.
immagine che mostra l'inutilità delle miniature inserite in ogni paragrafo
Queste immagini di sicuro non hanno una grande funzione nel favorire la navigazione. Animazioni, elementi lampeggianti e oggetti prodotti con Flash sono stati evitati.

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

9. Aiutare l'utente nel riconoscere, diagnosticare e rimediare dagli errori

Per gli errori di navigazione vengono dati dei suggerimenti costruttivi (es. link iniziali nel caso di nessun risultato da un motore di ricerca)? Vengono efferte delle spiegazioni naturali di ciò che è successo e perchè?

Gravità 3: No. L'unico modo di compiere errori di navigazione tali da necessitare di messaggi di errore-aiuto sono appunto quelli commessi nelle ricerche. Abbimo testato il sistema inserendo nell'apposito campo per le ricerche delle richieste inconsistenti; l'unico risultato ottenuto è stata la scritta: "La ricerca non ha prodotto risultati".
immagine che mostra il risultato di una ricerca fallita, cioè la sola scritta - La ricerca non ha prodotto risultati
Tra l'altro, lo stile tipografico di questa scritta è molto simile a quella usato per i collegamenti, questo ha spinto più di uno degli esaminatori a provare ad usarla come se fosse un link per tornare alla pagina da cui è partita la ricerca, ovviamente senza alcun effetto.

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

10. Aiuto e documentazione

È disponibile una mappa del sito? Viene data una descrizione delle caratteristiche di accessibilità del sito?

Gravità 0: Si sono presenti entrambi:

[i] Indice euristiche - [u] Torna a inizio pagina

Riassunto dei risultati

Qui di seguito verra fornito un'elenco dei punti di controllo violati:

  1. Visibilità dello stato del sistema
    • Gravità 3: Dove posso andare? Si capisce che qualcosa è un collegamento, un pulsante, un controllo?
    • Gravità 2: È indicata la data di aggiornamento/revisione della pagina?
    • Gravità 2: I nuovi contenuti della pagina sono chiaramente evidenziati? e le nuove pagine del sito sono evidenziate nella home?
    • Gravità 2: Posso percepire il testo? le immagini? i contenuti multimediali?
    • Gravità 1: Ci sono collegamenti e pulsanti importanti che sono visibili senza dover fare scrolling?
    • Gravità 1: L'autore della pagina (persona o ente) è chiaramente indicato?
  2. Allineamento tra il mondo del sistema e quello reale
    • Gravità 3: Vengono usate icone appropriate?
    • Gravità 2: Viene indicato il momento in cui una certa informazione è stata pubblicata?
    • Gravità 1: I collegamenti, pulsanti, controlli delle form hanno etichette appropriate? Le categorie e i raggruppamenti (di informazioni, di collegamenti, di pulsanti, di controlli) hanno etichette appropriate?
    • Gravità 1: Gli autori sono indicati? come li si può contattare?
  3. Controllo da parte dell'utente e sua libertà
    • Gravità 2: Si può navigare solamente con la tastiera? Ci sono acceleratori da tastiera? Sono chiaramente indicati?
    • Gravità 2: Font, colori, animazioni, suoni sono usati in maniera appropriata?
    • Gravità 1: Gli utenti possono ridimensionare la finestra?
    • Gravità 1: Gli utenti possono modificare la dimensione del testo?
  4. Coerenza e standard
    • Gravità 2: I colori dei collegamenti sono coerenti con le convenzioni di fatto? Ci sono delle convenzioni del web che sono violate?
  5. Prevenzione di errori
    • Gravità 2: Le etichette dei collegamenti e pulsanti sono non-ambigui?
    • Gravità 2: Informazioni sull'attraversamento di un collegamento vengono forniti in anticipo (dimensione della pagina, formati particolari, tipo di informazione - souno, animazione, video, PDF, ...)?
    • Gravità 2: Gli URL usano caratteri semplici (si evitano caratteri che non siano lettere, o nomi lunghi e complessi)?
    • Gravità 2: Nell'uso di motori di ricerca, vengono forniti dei punti di partenza (suggerendo termini generali, codici di classificazione, ...)?
    • Gravità 2: Posso percepire e capire che qualcosa è un controllo su cui è possibile operare? E come lo si usa?
    • Gravità 1: Vengono fornite chiare ed esaurienti istruzioni su come compilare le form? Sono adiacenti ai controlli delle form? Nell'uso delle form gli errori vengono prevenuti (mediante menu, liste di scelte, ...)?
  6. Riconoscimento piuttosto di memorizzazione
    • Gravità 3: Le immagini cliccabili sono facilmente riconoscibili?
    • Gravità 2: I tooltip con delle descrizioni più ricche sono disponibili?
    • Gravità 2: Si può distinguere tra collegamenti inter e intra sito?
    • Gravità 1: Il contenuto della pagina è differenziabile da etichette di collegamenti?
    • Gravità 1: Le figure hanno delle descrizioni che sono significative?
  7. Flessibilità e efficienza d'uso
    • Gravità 1: Le pagine sono state realizzate in modo che possano essere reperite coi motori di ricerca?
  8. Design estetico e minimalista
    • Gravità 1: Le immagini inutili sono assenti? Le animazioni e lampeggiamenti sono evitati? Le animazioni Flash che sono inutili sono evitate?
  9. Aiutare l'utente nel riconoscere, diagnosticare e rimediare dagli errori
    • Gravità 3:Per gli errori di navigazione vengono dati dei suggerimenti costruttivi (es. link iniziali nel caso di nessun risultato da un motore di ricerca)? Vengono efferte delle spiegazioni naturali di ciò che è successo e perchè?
  10. Aiuto e documentazione

Conclusioni

Il sito presenta alcune gravi mancanze, principalmente sotto il punto di vista della navigazione.
Come abbiamo ripetuto più volte nel rapporto, l'utente deve apprendere che i titoli dei paragrafi rappresentano i collegamenti alle pagine d'approfondimento in quanto la loro presentazione víola gli standard di fatto dei collegamenti ipertestuali nel web.

Un altro piccolo intoppo nella navigazione può insorgere per via delle etichette poco espressive, e soprattutto per le icone a volte forvianti, scelte per i collegamenti dei menù di navigazione.

La struttura dei testi invece si è dimostrata ben realizzata, la divisione in paragrafi facilita la scansione e anche i titoletti inseriti facilitano questo compito.

Possiamo affermare che, in relazione al caso d'uso proposto (utente non disabile, con medie esperienze informatiche e del web, in cerca di informazioni generali) il sito risponde abbastanza bene alle richieste fatte.

[u] Torna a inizio pagina