Relazione Progettazione Siti Web

Simulazione Euristica guidata da Barriere del sito http://www.raitre.rai.it/HPRaiTre

Introduzione

La simulazione euristica è un metodo di valutazione dell'accessibilità che permette di contestualizzare le violazioni in scenari d'uso, e quindi permette di assegnare una scala di importanza ai problemi e di determinare il livello di efficacia, produttività, soddisfazione e sicurezza del sito per gli utenti e gli utilizzi considerati.

I passi da compiere per valutare l'accessibilità di un sito con la simulazione euristica sono quattro:

  1. Scegliere le possibili categorie d'utenti
  2. Scegliere le possibili barriere di accessibilità
  3. Analizzare ogni pagina per vedere se manifesta qualche barriera
  4. Assegnare una gravità ad ogni barriera riscontrata

Nel seguito descriveremo i risultati ottenuti al termine di ogni passo.

[Inizio]

Categorie di Utenti

Gli utenti per i quali abbiamo verificato la presenza di barriere di accessibilità sono:

  • Utenti non vedenti che usano lettori di schermo
  • Utenti ipovedenti di ingranditori di schermo
  • Utenti disabili motori
  • Utenti daltonici
  • Utenti disabili cognitivi
  • Utenti di browser senza JavaScript

[Inizio]

Barriere di Accessibilità

Le barriere di accessibilità possono essere suddivise in quattro classi:

  1. Barriere nella percezione:

    sono barriere che impediscono o rallentano la percezione di ciò che si presenta nella pagina, sia sotto forma di scritte che di immagini. Esempi di queste barriere sono la mancanza dell'attributo ALT nelle immagini, la mancanza di sincronizzazione fra audio e video nei filmati o l'utilizzo non ragionato del colore (per utenti daltonici).

  2. Barriere nell'utilizzazione:

    è un insieme di barriere che rallenta o impedisce di utilizzare tutte le caratteristiche delle pagine. La presenza di collegamenti ambigui o l'apertura indiscriminata di finestre di pop-up sono esempi di questo tipo di barriere.

  3. Barriere alla comprensione:

    sono barriere che limitano la comprensione dei dati presenti nella pagina che, pur venendo percepiti, non riescono ad essere interpretati correttamente. Ad esempio, codificare male le tabelle dei dati o non specificare quale sia il linguaggio utilizzato fanno parte di questo insieme di barriere.

  4. Barriere al controllo da parte dell'utente:

    sono barriere (come ad esempio la mancanza di tasti di scelta rapida) che impediscono di gestire l'informazione presente nella pagina che, pur essendo correttamente percepita e compresa, viene presentata in un layout che complica la vita all'utente (testo non ridimensionabile, mancanza di skip-links...).

[Inizio]

Livelli di Gravità

Nella valutazione della gravità di un problema di usabilità, abbiamo preso in considerazione due parametri: l'impatto e la frequenza.

  • Impatto:

    l'impatto che un problema può avere sull'efficacia, produttività e sicurezza di un utente che sta svolgendo un compito in una determinata situazione operativa.

  • Frequenza:

    la frequenza con cui il problema si presenta all'utente durante lo svolgimento del compito.

Scala di valutazione dell'impatto

  1. La presenza del problema viene notata dall'utente considerato, ma ci sono facili modi per aggirarla od evitarla.

    Esso non incide significativamente sulle capacità dell'utente di raggiungere con successo il termine del compito. Può invece incidere sull'efficienza con cui l'utente svolge il compito e/o sulla sua soddisfazione.

  2. La presenza del problema è notata ed incide significativamente sull'efficacia e/o sicurezza.

    L'utente non riesce ad aggirarlo facilmente, o ad evitarlo. Per uscire dalla situazione problematica l'utente può necessitare di notevole tempo, vari tentativi e ingegno. Il problema rende difficile, faticoso e/o rischioso il proseguimento del compito, ed è facile che l'utente compia degli errori. Il problema incide sicuramente e marcatamente su efficacia e/o sicurezza.

  3. Si tratta di una barriera che porta molto spesso a rinunciare al raggiungimento dello scopo.

    Gli errori possono essere molti e con gravi conseguenze; vie alternative non esistono. L'impatto negativo su efficacia e sicurezza è elevato.

Scala di valutazione della frequenza

  1. Il problema si manifesta raramente e non sempre durante lo svolgimento del compito; in pochi e marginali casi esso si manifesta. Dunque esso incide in maniera molto limitata sulla produttività e sulla soddisfazione.

  2. Il problema si verifica ogni volta che si svolge quel compito. Può incidere significativamente su produttività e su soddisfazione.

  3. Il problema di verifica più volte durante lo svolgimento del compito. Sicuramente incide sulla produttività, facendola calare marcatamente; e altrettanto di sicuro incide sulla soddisfazione.

Tabella per il calcolo della gravità delle barriere

Per concludere vi è la tabella per il calcolo della gravità delle barriere; gravità che viene dedotta dall' impatto e dalla frequenza con cui tale problema si presenta:

Impatto Frequenza Gravità
1 1 minore
1 2 minore
1 3 serio
2 1 serio
2 2 serio
2 3 critico
3 1 critico
3 2 critico
3 3 critico

[Inizio]

Pagine Analizzate

Abbiamo analizzato le pagine principali del sito (che sono comunque quasi tutte).

Oltre alla Home Page, abbiamo analizzato anche tutte le pagine a cui fa riferimento il menú principale, ossia:

[Inizio]

Strumenti Utilizzati

Per effettuare le nostre valutazioni abbiamo utilizzato, come browser grafico, prevalentemente Mozilla (con il supporto della Web Developer Toolbar) e come browser testuale, Lynx.

Inoltre abbiamo fruito il sito attraverso delle tecnologie assistive come JAWS (lettore di schermo) e ZoomText (ingranditore di schermo).

L'applicazione ColorFilter è servita come "simulatore di daltonismo".

Specifichiamo che utilizzando come browser Explorer 7.0 il sito non rende visibili gran parte delle informazioni, causando il fallimento del processo informativo.

[Inizio]

Sommario

Elenchiamo nella tabella sottoriportata tutte le barriere riscontrate, accompagnate dal relativo livello di gravità; le barriere più gravi sono analizzate in dettaglio, suggerendo, per ognuna, delle possibili soluzioni implementative per porvi rimedio.

Barriera Gravità
Immagini funzionali prive di testo alternativo. Critico
Eventi mouse. Critico
Utilizzo script Critico
Tabelle di impaginazione Critico
Link vicini Critico
Layout non ridimensionabile. Critico
Pagine senza titoli Serio
Nuove finestre. Serio
Tabelle dati. Serio
Marcatura della lingua. Serio
Suddivisione in sezioni. Serio
Immagini come titoli. Serio
Sito complesso. Serio
Form senza label. Serio
Skip-links assenti. Serio
Link ambigui. Minore
Colore essenziale. Minore
Link generici. Minore
Testo complesso. Minore

[Inizio]

Immagini funzionali prive di testo alternativo

Come è stato descritto precedentemente, molti collegamenti sono riferiti da immagini e non da testo.

Non inserendo l'attributo ALT gli utenti non vedenti sono costretti a "indovinare" la pagina a cui il link si riferisce attraverso l'url dell'immagine. Per esempio "therock_focus.jpg" porta ad una pagina esterna con la descrizione del film "The Rock"; l'immagine però è completamente assente di contesto quindi l'utente non può sapere a priori cosa aspettarsi dal link.

<IMG height=156 src="therock_focus.jpg" tppabs="http://www.raitre.rai.it/Static/immagine/87/therock_focus.jpg" width=303 border=0>

Gli utenti ipovedenti che non dipongono di ingranditori di schermo, ingrandendo le dimensioni dei caratteri non possono comprendere i link riferiti da immagini (in particolare se l'immagine contiene il testo descrittivo del collegamento) perché le dimensioni di quest'ultime rimangono invariate.

esempio di ridimensionamento testo con immagini non ridimensionate

Soluzione: è molto importante inserire in tutte le immagini l'attributo ALT (oppure usare il tag OBJECT), descrivendo appropriatamente ciò che l'immagine raffigura, con del testo informativo.

[Tabella Barriere - Gravità]

[Inizio]

Eventi Mouse - Utilizzo Script

Il sito è impaginato usando dei riquadri contenenti o delle informazioni o un insieme di collegamenti. Se il testo eccede le dimensioni del riquadro, una scrollbar realizzata in Javascript permette di scorrere la parte di contenuto non visibile.

Il sito, con javascript disabilitato o se utilizzato con browser privi di JavaScript, è completamente inutilizzabile: le informazioni contenute nei riquadri non sono visualizzate, alcuni collegamenti non funzionano, appaiono scritte che normalmente venivano nascoste dagli script ("clicca qui" sotto i banner).

immagine di esempio: le informazioni nei riquadri non sono visualizzate con java-script disattivato

Gli utenti che non utilizzano il mouse per la navigazione non possono scrollare il contenuto mettendo il focus sui controller della scroll-bar,come normalmente avviene. Il codice Javascript risponde solo ad eventi azionati dal mouse.

Soluzione: una possibile soluzione potrebbe essere, sfruttando il css per la grafica , implementare le scrollbar attraverso l'attributo "overflow" impostato su "auto" o "scroll": il contenuto che eccede il riquadro diviene scrollabile e accessibile. Il javascript nel sito può essere, a mio parere, completamente rimpiazzato da scripting lato-server e codice css.

[Tabella Barriere - Gravità]

[Inizio]

Tabelle di impaginazione

Tutte le pagine analizzate fanno pesantemente uso di tabelle per implementare il layout.

Un utente non vedente non capisce come sono disposte le informazioni all'interno della pagina, poiché il lettore di schermo non legge le informazioni nell'ordine corretto.

Inoltre l'utente viene disturbato e rallentato a causa della lettura (da parte del lettore di schermo) di tag che descrivono la tabella.

Soluzione: eliminare le tabelle di layout, sostituendole con un opportuno utilizzo dei CSS.

[Tabella Barriere - Gravità]

[Inizio]

Link vicini

Nella home page, la frase che invita l'utente nella comunity contiene dei link ravvicinati; lo stesso problema si riscontra in PROGRAMMI nel riquadro "Programmi in Onda" e in PERSONAGGI nel riquadro "I personaggi".

Gli utenti disabili motori hanno difficoltà a posizionarsi con il mouse sopra il collegamento desiderato; rischiano di cliccare su un collegamento vicino.

esempio di link troppo vicini tra loro

Soluzione: aumentare l'interlinea e distanziare maggiormente le parole sulla stessa riga.

[Tabella Barriere - Gravità]

[Inizio]

Layout non ridimensionabile

Aumentando la dimensione dei caratteri il testo si posiziona in maniera imprevista rispetto al riquadro dove è normalmente contenuto e, in alcuni casi, diventa illeggibile perché si confonde con lo sfondo.

Nella pagina PROGRAMMI lo scrolling realizzato mediante javascript funziona o meno a seconda dell'ingrandimento; per dimensioni elevate del testo, le pagine diventano completamente inutilizzabili.

immagine di esempio: ingrandendo il carattere il contenuto รจ inutilizzabile

Soluzione: l'unica soluzione possibile è reimplementare la grafica del sito con il CSS organizzando il layout in box.

[Tabella Barriere - Gravità]

[Inizio]

Analisi delle Barriere

Barriere nella Percezione

Nome Barriera Colore Essenziale
Utenti Affetti Utenti non vedenti o daltonici
Gravità Minore(Impatto=1, Frequenza=1)
Descrizione barriera La pagina contiene del materiale (testo, immagini, sfondi, filmati) dove il colore viene usato come unico modo per distinguere due o più informazioni diverse.
Nel sito Alcuni collegamenti testuali sono fatti in blu mentre il resto del testo è in nero. L'eliminazione della sottolineatura sui link comporta che il colore del testo sia l'unico indizio sulla presenza di un collegamento ipertestuale.

[Altre Barriere]

[Inizio]

Barriere nella Utilizzazione

Nome Barriera Immagini funzionali prive di testo alternativo
Utenti Affetti Utenti non vedenti o ipovedenti
Gravità Critico (Impatto=2, Frequenza=3)
Descrizione barriera La pagina contiene delle immagini funzionali (link cliccabili, pulsanti di invio per form, mappe immagine) prive di testo alternativo. Analogamente per pulsanti in Flash.
Nel sito

Molti collegamenti sono riferiti da immagini e non da testo; non inserendo l'attributo alt l'utente non vedente sarà costretto a "indovinare" la pagina a cui il link si riferisce attraverso l'url dell'immagine.

Gli utenti ipovedenti che non dispongono di ingranditori di schermo, ingrandendo le dimensioni dei caratteri non potranno comunque fruire dei link riferiti da immagini perché le dimensioni di quest'ultime rimangono invariate.

Oltre a elementi interni nelle singole pagine anche il menú principale è affetto da questo problema.

[Barriere nella Utilizzazione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Link generici
Utenti Affetti Utenti non vedenti
Gravità Minore (Impatto=1, Frequenza=2)
Descrizione barriera La pagina contiene dei link con etichette poco informative (ad es. "clicca qui", "dettagli", "di piú").
Nel sito ll banner in cima alla pagina ha il link etichettato: "Clicca qui...". Nella pagina PROGRAMMI, i collegamenti etichettati "Lista completa", "Vai al sito" sono generici in quanto dipendenti dal contesto specifico.

[Barriere nella Utilizzazione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Link ambigui
Utenti Affetti Utenti non vedenti
Gravità Minore (Impatto=1, Frequenza=2)
Descrizione barriera La pagina contiene dei link con etichette ambigue (ad es. "clicca qui", "dettagli", "di piú" ripetuti più volte).
Nel sito Nella pagina "Programmi" è presente più volte l'etichetta "Guarda il Video" in riferimento a collegamenti a pagine diverse. In assenza di contesto non è possibile per l'utente capire la destinazione. Il bottone "Vai", nella pagina email, per fare il submit della form è usato sia per la ricerca all'interno del sito che per inviare domande a Rai Tre.

[Barriere nella Utilizzazione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Nuove finestre
Utenti Affetti Utenti non vedenti o disabili motori
Gravità Serio (Impatto=2, Frequenza=1)
Descrizione barriera La pagina contiene del codice (HTML o JavaScript) che apre nuove finestre quando l'utente attiva dei link o pulsanti.
Nel sito

Il link PALINSESTO del menú principale apre la pagina in una nuova finestra.

Il problema per l'utente disabile motorio è chiudere la nuova finestra: ha difficoltà a muovere il mouse sul piccolo pulsante di chiusura.

[Barriere nella Utilizzazione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Form senza label
Utenti Affetti Utenti non vedenti
Gravità Serio (Impatto=2, Frequenza=2)
Descrizione barriera La pagina contiene delle form i cui controlli sono privi del corretto markup LABEL/FOR oppure è impaginata in maniera complessa (ad es. perché impaginata con una tabella il cui contenuto non si linearizza correttamente).
Nel sito

Il campo di ricerca, presente in quasi tutte le pagine del sito, è etichettato usando un' immagine posizionata attraverso una tabella. Il tag "label", che permette di collegare il text-field al testo che lo descrive, non è presente, sicché l'utente non vedente scorrendo la pagina arriva su un campo di testo di cui ignora la funzione.

Nella pagina EMAIL, i campi testuali usati per inviare domande, da parte degli utenti, anche se privi di tag label / for, sono etichettati testualmente: l'utente, in questo caso, ha un impedimento minore.

[Barriere nella Utilizzazione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Eventi mouse
Utenti Affetti Utenti non vedenti, disabili motori e utenti di browser privi di javascript
Gravità Critico (Impatto=3, Frequenza=3)
Descrizione barriera La pagina si basa su codice JavaScript per ottenere determinati effetti. Le routine vengono invocate mediante gestori di eventi legati al mouse (es. "onclick", "onmouseover", "onmouseout", ...).
Nel sito

Il sito è impaginato usando dei riquadri contenenti l'informazione o un insieme di collegamenti. Se il testo eccede le dimensioni del riquadro, una scrollbar realizzata in Javascript permette di scorrere la parte di contenuto non visibile.

Un utente che non utilizza il mouse per la navigazione non può scrollare il contenuto mettendo il focus sui controller della scroll-bar come normalmente avviene in quanto il codice Javascript risponde solo ad eventi azionati dal mouse.

Gli utenti di browser privi di javascript non vedono il contenuto dei riquadri.

[Barriere nella Utilizzazione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Link vicini
Utenti Affetti Disabili motori
Gravità Critico (Impatto=3, Frequenza=2)
Descrizione barriera La pagina contiene delle sequenze di link molto vicini tra loro o molto piccoli.
Nel sito

Nella home page, la frase che invita l'utente nella comunity contiene dei link ravvicinati; lo stesso problema si riscontra in PROGRAMMI nel riquadro "Programmi in Onda" e in PERSONAGGI nel riquadro "I personaggi".

Gli utenti disabili motori hanno difficoltà a posizionarsi con il mouse sopra il collegamento desiderato; rischiano di cliccare su un collegamento vicino.

[Barriere nella Utilizzazione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Utilizzo script
Utenti Affetti Utenti di browser privi di Javascript
Gravità Critico (Impatto=3, Frequenza=3)
Descrizione barriera Disabilitare gli script lato-client pregiudica il corretto funzionamento del sito.
Nel sito Il sito, con javascript disabilitato o se utilizzato con browser privi di JavaScript, è completamente inusabile: le informazioni contenute nei riquadri non sono visualizzate, alcuni collegamenti non funzionano, appaiono scritte che normalmente venivano nascoste dagli script ("clicca qui" sotto i banner).

[Barriere nella Utilizzazione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Barriere nella Comprensione

Nome Barriera Tabelle dati
Utenti Affetti Utenti non vedenti
Gravità Serio (Impatto=2, Frequenza=2)
Descrizione barriera La pagina contiene delle tabelle dati (es. orari di autobus, calendari, elenchi, statistiche) non codificate appropriatamente (con TH/@SCOPE,@HEADERS).
Nel sito Nelle pagine HOME e PALINSESTO è presente una tabella contenente gli orari e i nomi dei programmi, in onda su RaiTre, giorno per giorno. La tabella non è formattata in HTML con i tag TD,TH,.. usati opportunamente (servono solo per il layout complessivo).

[Barriere nella Comprensione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Tabelle di impaginazione
Utenti Affetti Utenti non vedenti
Gravità Critico (Impatto=3, Frequenza=3)
Descrizione barriera

La pagina viene impaginata con tabelle di layout che si linearizzano male (generazione del loro contenuto letto dall'alto verso il basso e da sx a dx, come se la tabella non ci fosse).

In certi casi la tabella di layout contiene anche tag e attributi previsti solo per le tabelle dati (TH, HEADERS, SUMMARY).

Nel sito Tutte le pagine analizzate fanno pesantemente uso di tabelle per implementare il layout. Sono presenti più tabelle d'impaginazione, usate anche in maniera apparentemente insensata: una tabella contenente una sola riga di testo.

[Barriere nella Comprensione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Pagine senza titoli
Utenti Affetti Utenti non vedenti
Gravità Serio (Impatto=1, Frequenza=3)
Descrizione barriera La pagina è priva di tag TITLE, o esso contiene ad es. "Untitled document", oppure ce l'ha, ma il suo valore è lo stesso per tutte le pagine.
Nel sito Tutte le pagine hanno l'attributo "title", dell' intestazione, uguale: "RAI tre". Utilizzando il lettore di schermo è difficile accorgersi del cambiamento della pagina.

[Barriere nella Comprensione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Marcatura della lingua
Utenti Affetti Utenti non vedenti
Gravità Serio (Impatto=1, Frequenza=3)
Descrizione barriera La pagina manca di attributo LANG sia nel tag iniziale HTML, sia ogniqualvolta ci sono parole di una lingua diversa da quella della pagina.
Nel sito Nel tag iniziale HTML non c'è l'attributo "lang" per impostare la lingua con la quale il lettore di schermo leggerà la pagina. Il sito contiene, inoltre, dei termini inglesi ("talk show", "on line", ..) che, non essendo stati racchiusi in <span xml:lang="en">...</span> verranno letti con pronuncia italiana.

[Barriere nella Comprensione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Suddivisione in sezioni
Utenti Affetti Utenti non vedenti o disabili cognitivi
Gravità Serio (Impatto=1, Frequenza=3)
Descrizione barriera La pagina non contiene tag tipo H1-H2...-H6 per suddividere in sezioni il suo contenuto.
Nel sito I tag H1...H6 non vengono mai usati in nessuna delle pagine analizzate: la divisione in sessioni è quindi del tutto assente e l'utente non può spostarsi agevolmente nella struttura di ogni singola pagina in maniera rapida.

[Barriere nella Comprensione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Immagini come titoli
Utenti Affetti Utenti non vedenti o ipovedenti
Gravità Serio (Impatto=2, Frequenza=2)
Descrizione barriera La pagina contiene dei titoli di categoria (ad es. di un gruppo di link tra loro correlati, o di un gruppo di news) implementati mediante delle immagini che sono prive di attributo ALT.
Nel sito

Le pagine contengono dei paragrafi testuali, posti in riquadri, il cui contenuto è specificato da un titolo: questo, nella quasi totalità dei casi, viene inglobato in immagini prive di testo alternativo.

L'utente non vedente si trova nella stessa situazione delle "immagini funzionali prive di testo".

L'utente ipovedente privo di tecnologie assistive (es: ingranditore di schermo) per consultare la pagina aumenta la dimensione dei caratteri: se i titoli dei paragrafi sono all'interno di un immagine, il testo (come parte dell'immagine) non cambia dimensione.

[Barriere nella Comprensione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Testo complesso
Utenti Affetti Disabili cognitivi
Gravità Minore (Impatto=1, Frequenza=1)
Descrizione barriera La pagina contiene del testo che è complesso da leggere per via della struttura delle frasi, per via dei termini difficili usati, per via delle frequenti abbreviazioni ed acronimi, o perché lungo e male strutturato, o per i frequenti errori ortografici.
Nel sito Alcune parole come "multimedia" e "palinsesto" sono sconosciute ai più. Chi non conosce il significato di questi termini deve perdere tempo esplorando le pagine a cui sono riferiti perché non prevede il loro contenuto.

[Barriere nella Comprensione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Sito complesso
Utenti Affetti Disabili cognitivi
Gravità Serio (Impatto=2, Frequenza=2)
Descrizione barriera Il sito è organizzato in maniera complessa, probabilmente a causa della ricchezza degli argomenti trattati.
Nel sito

L'utente che per la prima volta accede al sito si trova disorientato, non tanto per la mole eccessiva di informazioni, ma per l'architettura con cui sono organizzate. L'informazione è talvolta ridondante: la pagina PALINSESTO contiene le stesse identiche informazioni della tabella "Palinsesto della Settimana" contenuta nella pagina HOME.

L'home-page è organizzata male: il riquadro "Rai Tre Multimedia" si trova nella stessa griglia di impaginazione dei programmi in rilievo al momento anche se l'ambito è diverso.

Il colore di contorno dei paragrafi è Rosso, Blu, Verde senza un motivo preciso: l'utente si aspetta che lo stesso colore sia usato per raggruppare informazioni affini ma, in questo caso, l'associazione colore - tipo informazione non è immediata o forse del tutto inesistente.

[Barriere nella Comprensione]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Controllo da parte dell'Utente

Nome Barriera Skip links assenti
Utenti Affetti Utenti non vedenti o ipovedenti
Gravità Serio (Impatto=2, Frequenza=2)
Descrizione barriera La pagina non permette di saltare direttamente al contenuto, evitando il materiale preliminare e ripetuto nelle pagine (logo, briciole di pane, pulsantiera globale).
Nel sito

In nessuna delle pagine analizzate sono presenti skip-links ne in vista, ne nascosti.

Prima di raggiungere l' informazione vera e propria l'utente non-vedente è costretto a passare attraverso una serie di immagini per lui totalmente inutili in quanto prive di ALT.

Il "succo" dell'informazione è analizzato dagli opportuni dispositivi per non-vedenti dopo qualsiasi altro elemento della pagina: il problema è evidente soprattutto nella pagine contenenti la biografia dei personaggi.

[Controllo da Parte dell'Utente]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Nome Barriera Layout non ridimensionabile
Utenti Affetti Utenti ipovedenti
Gravità Critico (Impatto=2, Frequenza=3)
Descrizione barriera

La pagina ha una struttura di impaginazione non fluida, che non permette di modificare le dimensioni della finestra o quelle del testo senza compromettere la comprensibilità e fruibilità del contenuto.

Talvolta la pagina lascia inutilizzata una grossa proporzione dello schermo.

Nel sito

Aumentando la dimensione dei caratteri il testo si posiziona in maniera imprevista rispetto al riquadro dove è normalmente contenuto e, in alcuni casi, diventa illeggibile perché si confonde con lo sfondo.

Nella pagina PROGRAMMI lo scrolling realizzato mediante javascript funziona o meno a seconda dell'ingrandimento; per dimensioni elevate del testo le pagine diventano completamente inutilizzabili.

[Controllo da Parte dell'Utente]

[Altre Barriere]

[Inizio]

Relazione elaborata nell'arco dei mesi di maggio e giugno 2007 - Copyleft - Robert Casanova, Federico Nicoloso, Federico Vitiello