Progettazione Siti Web
"Rapporto Delle Barriere Di Accessibilità"
Della Pietra Francesco - Sfiligoi Federico - Bonetti Brian

"Dettaglio Risultati"


Primo caso - Secondo caso

• Secondo caso preso in considerazione: un utente disabile congintivo visualizza l'home page e la sezione televisiva del sito www.repubblica.it.Le barriere presenti per questo tipo di utente sono:

  1. Mancanza di link interni:

    Presenti nell'home page.

    Le pagine non contengono in alcuni casi un link per ritornare in testa alla pagina.

    L'utente sarà così costretto a muovere il campo visivo dalla parte inferiore della pagina alla barra di scorrimento (per spostare il contenuto della finestra) e poi di nuovo all'inizio della finestra per poter leggere il titolo della sezione e la sua parte iniziale.Questo potrebbe essere ancora più grave nel caso di form complesse , nelle quali l'utente potrebbe non accorgersi della presenza di elementi importanti.

    Come rimedio a questo problema basta aggiungere , alla fine di ciascuna sezione delle pagine , dei link per poter saltare alla fine della successiva sezione , all'inizio della sezione appena vista, in testa o alla fine della pagina.

    Impatto: 1Frequenza: 3Gravità: serio


    Mancanza di link interni

    Esempio 1: "Gli articoli della prima pagina non specificano la sezione dove sono contenuti"

    Mancanza di link interni 2

    Esempio 2: "Manca un link per tornare in testa alla pagina"


  2. Troppi link:

    Presente sia nell'home page che nella sezione Tv

    Sono presenti troppi link nelle pagine , e in alcuni casi allucati in maniera disorganizzata.Il numero elevato di link costringe l'utente ad un'analisi lunga e faticosa di ciascuno di essi.Gli utenti devono far scorrere il loro ristretto campo visivo su tutti i link , nelle varie zone della pagina , memorizzandoseli , prima di poter decidere se continuare la navigazione e quindi quale attivare.L'esame della pagina procede una sezione alla volta , con il rischio di dimenticarsi alcuni link visti in precedenza o la loro posizione.Il problema peggiora se la pagina richiede scrolling verticale od orizzontale.

    Per risolvere il problema occorre riorganizzare i link suddividendoli in precise sezioni o categorie.Nelle stesse pagine è opportuno introdurre delle liste (UL) o DIV separate , introducendo dei titoli di categoria (con degli H2-H3). Eventualmente aggiungendo dei link intra-pagina (A/@href che punta ad un A/@name), eventualmente nascosti, per poter passare da un gruppo al successivo o al precedente.Mentre in pagine diverse rendere più profondo il sito con delle pagine intermedie.Deve essere possibile per l'utente esaminare sinteticamente un blocco di link e decidere solo dal titolo del blocco se i link che esso contiene sono rilevanti o meno.Inoltre bisogna supportare un layout liquido in modo che l'utente possa ingrandire il testo a piacimento, accorciando le righe di testo (utile per gli utenti di ingranditori di schermo) senza richiedere scrolling orizzontale.

    Impatto: 2Frequenza: 3Gravità: critico


    Troppi link

    Esempio 3: "È presente un gran numero di link"

    troppi link 2

    Esempio 4: "Anche nella sezione televisiva è presente un grande numero di link"

  3. Mancanza di didascalie video:

    Presente nella sezione video.

    I video riprodotti hanno una ridotta illustrazione e non presentano una descrizione delle scene dettagliata.L'utente inoltre non può scegliere la velocità più adatta a lui/lei.

    Arricchire il materiale multimediale con descrizioni testuali sincronizzate con le scene video può aiutare la comprensione.Si può procedere ad una titolazione del filmato , arricchendo scena per scena con didascalie.Linguaggi come SMIL devono essere usati in modo da rendere esplicita alla tecnologia assistiva la presenza di tali testi e permettono di realizzare una sincronizzazione sofisticata tra i vari canali , incluso quello testuale.Alternativamente , o in aggiunta , predisporre del materiale audio , sempre sincronizzato al video e compatibile con le altre tracce audio eventualmente presenti , che fornisca le descrizioni mancanti ad esempio con una voce di sfondo.

    Impatto: 2Frequenza: 2Gravità: serio


    Mancanza di didascalie video

    Esempio 5: "I video presentano una scarsa didascalia illustrativa"

  4. Assenza di icone:

    Presenti sia nell'home page che nella sezione Tv.

    Non sono presenti nelle pagine icone associate a link o a parti importanti della pagina.Si denota anche la scarsità di colori utilizzati che potrebbero aiutare l'individuazione delle diverse sezioni o di link contenuti in esse.Normalmente le pagine di "solo testo" presentano questo difetto.L'utente riscontra difficoltà nel comprendere la funzione di ciò che osserva (come ad esempio alcuni link associati a titoli , o contenuti nel testo stesso e poco resi in evidenza).Viene quindi speso del tempo e della fatica per decidere se è o meno utile soffermarsi su quell'elemento o se è utile attivarlo.Inoltre l'utente farà fatica a ricordarsi , la volta successiva in cui incontra quel componente , la sua funzione.

    Come soluzione occore accoppiare a ciascun link un'icona in modo da facilitarne l'identificazione e il riconoscimento.In più utilizzare diversi colori di sfondo per evidenziare parti diverse delle pagine.

    Impatto: 2Frequenza: 3Gravità: critico


    Assenza di icone

    Esempio 6: "Mancano colori per dividere le varie sezioni, inoltre i link possono non essere facilmente identificati solo dal colore"

    Assenza di icone 2

    Esempio 7: "La stessa situazione dell'home page si trova nella sezione televisiva"

  5. Sito complesso:

    Presente nell'home page.

    Il sito è organizzato in maniera complessa , causa anche della ricchezza degli argomenti trattati.L'utente avrà molta difficoltà nel comprendere il materiale proposto e di navigarci.

    Il problema si può risolvere semplificando quanto possibile l'architettura informativa del sito , ricordandosi di togliere tutto quanto non serve all'utente , e fornendo delle briciole di pane (facilmente visibili e distinguibili dal resto della pagina) ovunque , con delle voci non ambigue , informative e facili da comprendere.

    Impatto: 3Frequenza: 2Gravità: critico


    Sito complesso

    Esempio 8: "La struttura del sito può risultare complessa"



Torna Al Primo Caso

Torna Su