Logo Università degli studi di Udine

Università degli studi di Udine

Corso di laboratorio di Progettazione di siti e portali web

Simulazione euristica del sito Alitalia




1.Titolo e autori

Questa relazione riguarda l'analisi del sito della compagnia aerea Alitalia. L'analisi è stata fatta da:

- Bazzo Federico , Mat. 71850 , fede-bazzo (at) hotmail.it
- Norcen Marco , Mat.70829 , norcenmarco (at) libero.it


Data stesura rapporto:

-17 Giugno 2007

2.Introduzione

In questa sezione, abbiamo sviluppato la simulazione euristica di alcune pagine del sito ufficiale dell'Alitalia, considerando quelle che vengono classificate come barriere di accessibilità.

Breve definizione di barriera di accessibilità (del prof. Brajnik):
Una qualsiasi condizione che rende difficile o impossibile il progredire verso l’ottenimento di un obiettivo da parte di una persona disabile (o disabilitata) che usa il sito mediante un qualche tipo di tecnologia (assistiva o altro). La simulazione è stata effettuata prevalentemente su piattaforma Windows XP professional con browser Firefox 2.0, la risoluzione utilizzata è 1280x800.

Il sito è stato inoltre testato con:
  • TextAloud 2.248 lettore di schermo per utenti non vedenti
  • Lynx 2.8.3 browser testuale
  • ZoomText 9.1 ingranditore di schermo per utenti ipovedenti lettore per utenti non vedenti
  • Fangs simultatore di lettore di schermo con output in file di testo
  • Window eye 5.0 lettore di schermo per utenti non vedenti
  • Web Developer estensione di browser Firefox che comprende strumenti molto utili
NOTA BENE: per il programma Window eye 5.0 volevamo citare la TifloSystem, per ringraziarla per averci fornito gratuitamente su nostra richiesta la versione trial del programma in italiano.

3.Perimetro dell'indagine

Le barriere di accessibilità possono essere classifiate in:
  • Barriere nella percezione
  • Barriere nell'utilizzazione
  • Barriere nella comprensione
  • Barriere al controllo da parte dell'utente
Nella nostra relazione abbiamo considerato le seguenti categorie di utenti disabili:
  • Utenti non vedenti
  • Utenti ipovedenti
  • Utenti che utilizzano tecnologie disabilitanti
Al fine di classificare i livelli di gravità, abbiamo identificato delle classi, che possono anche essere di aiuto al fine di rendere il sito accessibile. Questo serve per poter distinguere tra problemi gravi e meno gravi, e poter quindi fornire delle raccomandazioni mirate e più utili a chi poi dovrà pensare a come risolvere i problemi. Per valutare la gravità di un problema di usabilità si considerano due parametri, l'impatto che un problema può avere sull'efficacia la produttività e la sicurezza di un utente che sta svolgendo un compito e la frequenza con cui quel problema si presenta all'utente durante lo svolgimento.

In figura riportiamo la tabella per il livelli di gravità:

Tabella per calcolare la gravità di un difetto
impatto frequenza gravità
1 1 minore
1 2 minore
1 3 serio
2 1 serio
2 2 serio
2 3 critico
3 1 critico
3 2 critico
3 3 critico
L'analisi è stata svolta nel periodo tra 8 e 17 Giugno.