Salta al testo della pagina

Progettazione Siti e Portali Web
Docente Giorgio Brajnik

UniversitÓ degli Studi di Udine
Pagina Iniziale  »  Simulazione Euristica  » 

Comune di Gorizia
Simulazione Euristica

Obiettivi

L'accessibilità può essere definita come segue: un sito è accessibile se è efficace, efficiente e soddisfacente per diverse persone, con diverse abilità, in diverse situazioni.
La simulazione euristica è una tecnica che permette di rilevare se all'interno di un sito vi siano elementi che lo rendono non accessibile per determinate tipologie di utenti in determinate situazioni. A differenza di altre tecniche classiche, la simulazione euristica ha il pregio di essere più semplice, rapida e realistica, in quanto diminuisce la frequenza di possibili falsi positivi (ovvero situazioni di potenziale non accessibilità che però non pregiudicano effettivamente l'accesso) ed inoltre permette anche di assegnare valori di gravità ai problemi riscontrati.
Il concetto alla base della tecnica è di porsi nell'ottica di quegli utenti per i quali il sito potrebbe essere non accessibile, e quindi individuare quali elementi del sito causano la non accessibilità. Torna all'inizio della pagina

Utenti e scenari

Una delle caratteristiche peculiari della simulazione euristica è che l'esaminatore deve adottare il punto di vista di categorie di utenti diverse, con diversi gradi di abilità e conoscenze, e simulare il loro approccio al sito preso in esame. Immaginare uno scenario vuol dire scegliere un particolare tipo di utente, assegnargli delle abilità (in genere viene assegnata una mancanza di abilità) e stabilire in quale situazione l'utente accede al sito.
Le abilità che in genere vengono considerate riguardano la vista (cecità, ipovedenza, daltonismo) e gli strumenti che vengono utilizzati in queste situazioni (lettori ed ingranditori di schermo), oppure l'utilizzo di tecnologie debilitanti, quali browser testuali, schermi molto piccoli o strumenti senza mouse o altri puntatori. Le situazioni che tipicamente vengono scelte sono situazioni di stress, come ad esempio un utente costretto ad operare in presenza di forti distrazioni oppure in tempi molto brevi.
Torna all'inizio della pagina

Pagine prese in esame

Le pagine prese in esame per questa analisi sono 5:

Torna all'inizio della pagina

Barriere

Per barriera si intende una qualsiasi condizione che ostacoli l'ottenimento di un obiettivo da parte di un utente che usufruisce del sito. Nella simulazione euristica vengono definite quattro tipologie di barriere, a seconda che queste ostacolino la percezione di qualcosa, la sua comprensione, il suo utilizzo, oppure che in qualche modo ostacolino il controllo da parte dell'utente.
Le analisi per ogni tipo di barriera verranno presentate separatamente.
Le barriere analizzate sono tratte da WebQuality. Torna all'inizio della pagina

Metodologia

In questa simulazione vengono presi in esame due scenari: nel primo l'utente è non vedente, nel secondo l'utente è normalmente abile, ma accede al sito utilizzando il suo palmare. La scelta dei due scenari è dovuta alla volontà di mostrare come non siano solo le persone diversamente abili a poter avere problemi di accessibilità, ma anche persone sane.
Per simulare i due scenari verranno utilizzate due tecnologie debilitanti: un browser testuale, lynx, per l'utente non vedente, ed un palmare con la versione mobile di Internet Explorer.
Le tipologie di barriere studiate saranno quelle per utenti non vedenti, ipovedenti e dotati di browser senza JavaScript.
La gravità di ogni singola barriera verrà valutata con valori interi da 1 a 3, dal meno grave al più grave, a seconda anche della frequenza del problema.
Alla fine dell'analisi verranno riportate tutte le barriere riscontrate, con la relativa gravità e i casi in cui sono state riscontrate.
Normalmente, la simulazione euristica richiede l'analisi distinta da parte di due o più valutatori. In questo caso, il valutatore sarà unico, in quanto il gruppo è composto da un solo membro. Torna all'inizio della pagina


Pividori Ruben
Licenza d'uso Creative Common License 2.0 Valido XHTML 1.0 &Strict& Valido CSS 2  Conforme alle WCAG AA