Analisi di usabilità del sito della Regione Piemonte
mediante valutazione euristica

INDICE
1 - INTRODUZIONE
1a - Obiettivo
1b - Metriche e strumenti utilizzati
1c - Descrizione del metodo di analisi
1d - Organizzazione documento
2 - ELENCO DEI PRINCIPI
3 - ANALISI DETTAGLIATA DEI PRINCIPI
3a - Visibilità dello stato del sistema
3b - Allineamento tra il mondo del sistema e quello reale
3c - Controllo da parte dell'utente e sua libertà
3d - Coerenza e standard
3e - Prevenzione di errori
3f - Riconoscere è meglio di dover ricordare
3g - Flessibilità ed efficienza d'uso
3h - Design estetico e minimalista
3i - Diagnosi e rimedio dagli errori
3j - Aiuto e documentazione
3k - Sicurezza e privatezza
4 - RIASSUNTO E CONSIDERAZIONI FINALI

Torna alla pagina principale


INTRODUZIONE

Obiettivo

L'obiettivo della presente relazione è quello di identificare dei possibili difetti strutturali presenti nelle pagine web del sito preso in considerazione. Per ottenere questo risultato si farà uso di una serie di principi-guida per lo studio di accessibilità di un sito web. Saranno considerate una parte delle pagine più significative del sito in modo da prendere un campione il più significativo possibile. Per fare ciò si cercherà di effettuare un'analisi guidata dai suddetti principi base, in modo da rendere tutto il processo il più rigoroso possibile.

Torna in cima alla pagina


Metriche e strumenti utilizzati

L'analisi euristica è stata effettuata utilizzando le due macchine seguenti:

In entrambi i sistemi l'analisi è stata eseguita in condizioni di sistema completamente scarico con i due browser web Internet Explorer 6.0 e Mozilla Firefox 1.03. L'utilizzo di due piattaforme differenti è giustificato principalmente dal fatto che si è voluto verificare se e quali differenze ci siano dal punto di vista principalmente della presentazione delle informazioni migrando da internet explorer a mozilla e viceversa.
Le euristiche-guida che si è deciso di utilizzare sono quelle di Nielsen/Nielsen (2002). Queste euristiche sono state sviluppate per consentire una maggiore separazione fra i vari aspetti di una pagina. Sono undici in totale e coprono praticamente ogni aspetto di un sito web. Si è deciso di utilizzare questa metodologia perchè sono molto approfondite e permettono di analizzare ogni singolo aspetto delle pagine considerate, sia dal punto di vista del contenuto che da quelli dell'architettura e della presentazione dei dati.
Torna in cima alla pagina


Descrizione del metodo di analisi

Per migliorare lo svolgimento della procedura e per produrre risultati più efficienti, l'analisi è stata fatta nel seguente modo: dapprima si è deciso di utilizzare il sito per circa tre ore in modo da impratichirsi con il suo layout, i suoi contenuti, etc. Quindi si è deciso quali pagine analizzare (scelte tra quelle che meglio potrebbero rappresentare l'interezza del sito stesso) e successivamente si è svolta l'analisi, studiando la soddisfattibilità o meno di ciascuna delle euristiche limitatamente alle pagine prese in considerazione.
Torna in cima alla pagina


Organizzazione documento

Il presente documento è organizzato nel seguente modo: nella prima parte (di introduzione) si descrive l'obiettivo della relazione, gli strumenti, la metodologia e l'impostazione di base dell'analisi. Nella seconda parte (Elenco dei principi) si descriveranno in maniera dettagliata gli undici principi di Nielsen che costituiscono la linea guida dell'analisi. Nella terza parte si effettuerà l'analisi vera e propria, seguita dalle conclusioni che mettono in risalto i punti fondamentali messi in luce dalla presente.
Le pagine analizzate nella presente sono:

Nell'analisi del sito si fa spesso riferimento ad una "nuova versione", che è quella rappresentata appunto da (1).
La presente analisi però è iniziata prima che il sito presentasse la forma sopra indicata. Lo schema di base del layout utilizzato precedentemente è illustrato qui di seguito: Questa è la versione della pagina principale in vigore dal 1 aprile 2005 al 6 gennaio 2006

Torna in cima alla pagina

Torna alla pagina principale


ELENCO DEI PRINCIPI

In questa sezione si descriveranno dettagliatamente gli undici principi utilizzati per l'analisi, con particolare riferimento alla distinzione (dove presente) fra aspetti di contenuto, architettura e presentazione

Torna in cima alla pagina

Torna alla pagina principale


ANALISI DETTAGLIATA DEI PRINCIPI

P1: Visibilità dello stato del sistema

Torna in cima alla pagina


P2: Allineamento tra il mondo del sistema e quello reale

Torna in cima alla pagina


P3:Controllo da parte dell'utente e sua libertà

Torna in cima alla pagina


P4: Coerenza e standard

Torna in cima alla pagina


P5: Prevenzione di errori

Torna in cima alla pagina


P6: Riconoscere è meglio di dover ricordare

Torna in cima alla pagina


P7: Flessibilità ed efficienza d'uso

Torna in cima alla pagina


P8: Design estetico e minimalista

Torna in cima alla pagina


P9: Diagnosi e rimedio degli errori

Torna in cima alla pagina


P10: Aiuto e documentazione

Torna in cima alla pagina


P11: Sicurezza e privatezza

Il punto non è pertnente perchè, data la natura del sito prettamente informativa e non operativa non sono mai necessarie, nelle pagine analizzate, l'autenticazione o lo scambio di informazioni confidenziali. Di conseguenza non sono utilizzati protocolli sicuri nè particolari politiche di privatezza. L'unico caso è relegato alla Intranet del sito, che non offre una connessione sicura.

Torna in cima alla pagina


Torna alla pagina principale


RIASSUNTO E CONSIDERAZIONI FINALI

Nel complesso, la valutazione che si è deciso di dare al sito è molto buona. Esso, oltre a ripettare i maggiori principi di accessibilità, presenta numerosissimi aspetti positivi, pochi e marginali aspetti negativi e nella gran parte dei casi sono soprassedibili. Vediamo in dettaglio i temi più importanti messi il luce dalla presente:

I maggiori aspetti positivi che sono stati evidenziati sono molteplici: tra questi spicca senza dubbio la straordinaria completezza a livello di contenuti: è quasi impossibile non trovare un'informazione che sia "sensato" trovare sul sito di una regione. Numeri utili, informazioni sulla giunta, notizie, meteo, fino alle competenze di ciascuno degli assessori, corredate da parecchie sezioni tematiche, indice analitico, nessun collegamento mancante, ricerche multilivello, informazioni vere, veritiere e verificabili in quasi ogni punto del sito sono solo alcuni dei punti di maggior pregio del sito. A questo si aggiunge un'estrema attenzione per la disposizione e la presentazione dei dati in un sito che ha comunque una dimensione considerevole. Ciò magari non traspare all'utente che navighi il sito per la prima volta ma, dopo un po' di tempo che lo si usa, ci si rende conto che è costruito in maniera razionale, corretta e ovunque consistente. Inoltre, è sicuramente da evidenziare l'attenzione riservata agli sviluppatori per i problemi relativi all'accessibilità: hanno dedicato un'insieme di pagine per spiegare quali soluzioni sono state adottate, cosa utilizzare per fruire al meglio del sito, come usare i tasti rapidi e quali opzioni di personalizzazione (statica) sono presenti. Purtroppo il lato negativo di quest'ultima caratteristica è che il presente insieme di pagine non è ben visibile e non è facilmente raggiungibile. Inoltre, l'uso di javascript è limitatissimo, quello di flash è proprio inesistente e tuttavia le pagine sono gradevoli e sicuramente ben disposte. Quindi, il sito presenta tantissimi lati positivi che evidenziano come gli sviluppatori siano stati molto attenti all'usabilità e all'accessibilità del sito.

Per tutti questi motivi, sul versante opposto non c'è quasi nulla di veramente grave da segnalare. In questa sede si preferirà dare solamente un insieme (relativamente ristretto) di consigli su alcuni aspetti da migliorare. Uno fra questi è la scarsa utilità dei titoli delle pagine: abbiamo visto come accedere a pagine interne di una stessa sezione non faccia cambiare il titolo della pagina. Questo è un aspetto sicuramente da rivedere poichè i titoli assumono un'importanza fondamentale per l'intuizione rapida del contenuto. Un altro piccolo aspetto da rivedere è sull'aspetto dei collegamenti ipertestuali. Generalmente si è deciso di lasciarli sottolineati e, al passaggio del mouse, togliere la sottolineatura. Questo generalmente va contro ai principi "de facto" assodati dell'HTML, per cui è preferibile , sebbene si perda in originalità, metterli nelle forme canoniche. Da rivedere anche i colori dei link stessi: appare strano anche come al passaggio del mouse il loro colore diventi assimilabile a quello del testo normale. Questo non è un fenomeno isolato, ma si riscontra in diverse pagine, per cui probabilmente è stata una scelta ponderata, che però appare strana, poichè generalmente un collegamento è un elemento che merita una rilevanza superiore perchè permette di legare fra loro le diverse parti del sito.
Poi, alcuni elementi di architettura sono da rivedere: sebbene dal punto di vista del contenuto e della presentazione non vi sia praticamente nulla da eccepire, è consigliabile dare un'occhiata al Test su utenti che è stato svolto, poichè ha evidenziato che, sebbene i contenuti vi siano, alle volte non sono facilmente localizzabili dagli utenti, sia per colpa di piccoli problemi di etichette che di disposizione delle pagine. Un'ultimo consiglio (seppur marginale) è quello di ridurre ulteriormente l'uso di javascript, evitando, in particolare, di usarlo per i ridimensionamenti, per cambiare i caratteri e i fogli di stile. E' preferibile usare pagine diverse appositamente studiate, sebbene questo richieda un lavoro molto lungo di ricodifica di tutte le pagine. Infine, è consigliabile togliere javascript quando la pagina non è stata trovata (e questo capita praticamente solo per errori di digitazione da parte dell'utente) sempre per il motivo che se il browser non supporta questa tecnologia, si toglie all'utente una delle poche possibilità per uscire dalla pagina di errore. Proprio su questo, si consiglia anche di rivedere la pagina d'errore che informa perchè è poco significativa, scarna ed è possibile aggiungere materiale. Un alternativa è quella di personalizzarla per le diverse parti del sito.

Quindi, sebbene siano stati riscontati piccoli errori riguardanti javascript e la disposizione delle pagine (o meglio, solo di una piccola parte di esse) e più in generale di alcuni contenuti, il sito è sicuramente di ottima qualità e dalla sua navigazione traspare una grossa attenzione per i problemi di usabilità. Quindi, come abbiamo detto all'inizio di questa sezione, il sito merita senza dubbio un giudizio eccellente.
Torna in cima alla pagina


Torna alla pagina principale


Dicembre 2005 - De March Stefano

Valid XHTML 1.0 Strict Valid CSS!