Simulazione Euristica del sito della Regione Piemonte

Introduzione

Il metodo di analisi utilizzato deriva dall'adattamento della simulazione euristica dove i principi adottati vengono sostituiti da un elenco di barriere di accessibilità. Sono state selezionate ed esaminate un numero significativo di pagine cercando di identificare tutte quelle barriere che la pagina potrebbe erigere nei confronti dell'attività dell'utente disabile. Per barriera di accessibilità si intende una qualsiasi condizione che rende difficile o impossibile il progredire verso l'ottenimento di un obiettivo da parte di una persona disabile (o disabilitata) che usa il sito mediante un qualche tipo di tecnologia (assistiva o altro).

La simulazione è stata svolta nel periodo compreso tra il 15 agosto 2006 e il 15 settembre 2006. E' fornita, per eventuale riscontro, una copia locale del sito della Regione Piemonte [1,86 GB].

Torna su [Accesso rapido: t]

Metodologia utilizzata

Per prima cosa sono stati considerate alcune possibili categorie di utenti affetti da disabilità (ciechi, ipovedenti, utenti con menomazioni fisiche e utenti utilizzatori di un browser testuale) che vogliono accedere alle informazioni e ai servizi offerti dal sito in esame. Sulla base delle categorie di utenti e scenari d'uso da considerare, è stato selezionato l'elenco delle possibili barriere da valutare e quali pagine esaminare. A questo punto si è proceduto in maniera sistematica, pagina per pagina, cercando di capire se una qualche barriera poteva emergere dalla pagina sotto osservazione. In caso affermativo, in base al contenuto e ruolo della pagina si è valutato l'impatto della barriera sull'utente e sui suoi possibili compiti, e si è associato un livello di gravità e un opportuno indice di prestazione influenzato dalla presenza della barriera (efficacia, produttività, soddisfazione o sicurezza).

Torna su [Accesso rapido: t]

Categorie di utenti

Le categorie di utenti considerate sono le seguenti:

Torna su [Accesso rapido: t]

Barriere

Le barriere considerate nell'analisi sono quelle proposte dal prof. Giorgio Brajnik e derivano da un'interpretazione delle linee guida e dei principi di accessibilità (ad es. WCAG 2.0) in cui si considerino anche scenari d'uso generici. Per ogni barriera sono stati considerati il tipo di utente e di disabilità, il tipo di tecnologia assistiva, il fallimento, ovvero l'attività che viene ostacolata dalla barriera e le caratteristiche della/e pagina/e che erigono lo barriera.

Assegnazione livelli gravità

Nella valutazione della gravità di un problema di usabilità si sono considerati due parametri, l'impatto che un problema può avere sull'efficacia, produttività e sicurezza di un utente che sta svolgendo un determinato compito in una determinata situazione operativa e la frequenza con cui quel problema si presenta all'utente durante lo svolgimento di quel compito. Usando una scala da 1 a 3 (3 per l'effetto peggiore) associata a ciascuno dei due parametri, si è derivato con la tabella sottostante una classificazione della gravità che permette di distinguere tra problemi gravi e meno gravi, e poter quindi fornire delle raccomandazioni mirate e più utili a chi poi dovrà pensare a come risolverli. Tale distinzione potrà poi venir usata dagli sviluppatori del sito per derivare altri tipi di giudizi (ad es. di priorità o urgenza).

Tabella di classificazione della gravità
Impatto Frequenza Gravità
1 1 minore
1 2 minore
1 3 serio
2 1 serio
2 2 serio
2 3 critico
3 1 critico
3 2 critico
3 3 critico

Per quanto riguarda l'impatto, i valori sono stati assegnati usando i seguenti criteri di massima:

  1. la presenza del problema viene notata dall'utente considerato, ma ci sono facili modi per aggirarla od evitarla. Esso non incide significativamente sulle capacità dell'utente di raggiungere con successo il termine del compito. Può invece incidere sull'efficienza con cui l'utente svolge il compito e/o sulla sua soddisfazione.
  2. la presenza del problema è notata ed incide significativamente sull'efficacia e/o sicurezza. L'utente non riesce ad aggirarlo facilmente, o ad evitarlo. Per uscire dalla situazione problematica l'utente può necessitare di notevole tempo, vari tentativi e ingegno. Il problema rende difficile, faticoso e/o rischioso il proseguimento del compito, ed è facile che l'utente compia degli errori. Il problema incide sicuramente e marcatamente su efficacia e/o sicurezza.
  3. si tratta di una barriera che porta molto spesso a rinunciare al raggiungimento dello scopo: gli errori possono essere molti e con gravi conseguenze; vie alternative non esistono. L'impatto negativo su efficacia e sicurezza è elevato.

Per la frequenza (riferita al numero di volte in cui il problema compare durante l'esecuzione di un compito) invece i valori possono essere:

  1. il problema si manifesta raramente e non sempre durante lo svolgimento del compito; in pochi e marginali casi esso si manifesta. Dunque esso incide in maniera molto limitata sulla produttività e sulla soddisfazione.
  2. il problema si verifica ogni volta che si svolge quel compito. Può incidere significativamente su produttività e su soddisfazione.
  3. il problema si verifica più volte durante lo svolgimento del compito. Sicuramente incide sulla produttività, facendola calare marcatamente; e altrettanto di sicuro incide sulla soddisfazione.

Si noti come per l'efficacia e la sicurezza, solo l'impatto debba essere considerato; mentre sia l'impatto che la frequenza devono essere valutati per determinare l'influenza sulla produttività e sulla soddisfazione.

Torna su [Accesso rapido: t]

Sommario analisi e conclusioni

Le pagine informative del sito della Regione Piemonte sono state progettate e realizzate con particolare attenzione all'accessibilità alle informazioni da parte di utenti affetti da disabilità, nell'ottica della Regione Piemonte di fornire un servizio di qualità al maggior numero di utenti.

Il codice utilizzato per l'implementazione delle pagine della sezione è XHTML 1.0 Strict ed è stato validato dal W3C, così come i fogli di stile (CSS Level 2) redatti per definire il layout grafico.

Per garantire l'accessibilità delle pagine gli sviluppatori si sono attenuti alle direttive redatte dal WAI (web Accessibility Initiative), organo del W3C che si occupa di tematiche relative all'accessibilità.

Il sito è visualizzabile su browser in 3 differenti versioni:

Tutte le informazioni sono facilmente fruibili anche utilizzando una visualizzazione puramente lineare e testuale grazie alla presenza del Sommario a inizio pagina che permette di "saltare" al punto prescelto. Per facilitare la navigazione agli utenti che non utilizzano il mouse sono stati predisposti skip links e access keys per passare direttamente al blocco dei contenuti della pagina ed accedere ai link principali ( home page, menu di navigazione, eccetera).

Nonostante l'impegno degli sviluppatori l'analisi ha rivelato la presenza di alcune barriere all'utilizzazione per gli utenti disabili/disabilitati.

Il sito può creare dei problemi (riduzione parziale dell'efficacia) per gli utilizzatori di browser privi di Javascript/Java, ma le difficoltà più gravi riguardano gli utenti non vedenti/utilizzatori di lettore di schermo.

In alcuni casi le tabelle dati sono realizzate in modo che è difficile capire il significato delle singole celle, non sempre viene fornito un testo alternativo significativo a immagini ricche o funzionali, non sempre viene fatto un uso corretto dell'attributo alt per i separatori, non sempre l'uso dei colori è affiancato da altri metodi per distinguere le informazioni. La severità dei problemi comunque non è stata mai giudicata critica, anche se con difficoltà/disagio l'utente nella maggior parte dei casi riuscirà a raggiungere i propri obiettivi senza compromettere del tutto l'efficacia e la produttività della navigazione.

Per una descrizione approfondita delle barriere all'utilizzazione riscontrate durante l'analisi e la loro valutazione vedere le sezioni di dettaglio delle singole pagine.

Torna su [Accesso rapido: t]

Dettaglio analisi: "Home Page"

Immagini ricche senza testo alternativo

Categoria: Percezione

Causa: quasi tutte le immagini contengono l’attributo alt, per alcune, però, tale attributo è stato utilizzato in modo inappropriato. Ad esempio tutte le immagini associate alle notizie hanno come testo alternativo "Foto notizia" che risulta poco informativo.

Effetto: L'utente, anche se percepisce che c'è un'immagine, non ha modo di fruire dell'informazione contenuta. L'impatto sull'efficacia e sulla produttività non è particolarmente grave, le immagini non sono indispensabili per la comprensione delle notizie.

Rimedio: E' necessario aggiungere del testo equivalente più significativo al contenuto dell'immagine: usando l'attributo ALT di IMG, e se non sufficiente, usando il tag OBJECT e nel suo contenuto scrivere il testo equivalente; se ancora non sufficiente associando un link all'immagine (cioè posto nelle immediate vicinanze - o rendendo cliccabile l'immagine stessa) e predisponendo una nuova pagina con le spiegazioni dell'immagine. Un'altra strategia è di scrivere il testo equivalente a lato, o subito prima o dopo, l'immagine in modo che esso sia disponibile e visibile comunque, anche a chi vede l'immagine.

Colore essenziale

Categoria: Percezione

Causa: La presenza di materiale (testo, immagini, sfondi, filmati) dove il colore viene usato come unico modo per distinguere due o più informazioni diverse. Ad esempio nella sezione dedicata alle previsioni meteorologiche l'unico metodo usato per distinguere le temperature massime dalle minime è il colore.

Schermata contenente l'immagine delle previsioni meteo

Effetto: Ovviamente l'utente non vedente non avrà alcun modo di percepire la differenza di colori, e quindi la presenza di due informazioni differenti. Vi può essere una riduzione, anche totale, dell'efficacia.

Rimedio: Usare, oltre al colore, anche altri mezzi per distinguere le due informazioni. Devono essere però accorgimenti che abbiano, oltre ad una manifestazione grafica non basata sul colore, anche una manifestazione uditiva; ad es. aggiungendo qualche parola, qualche carattere pronunciabile, qualche simbolo. In questo caso una soluzione potrebbe essere utilizzare correttamente i gli header della tabella così che all'utente che naviga tra le celle venga ricordato il significato di ciascuna cella (leggendo anche le intestazioni della cella).

Immagini funzionali prive di testo

Categoria: Utilizzazione

Causa: La pagina contiene delle immagini funzionali prive di testo alternativo. Ad esempio sono presenti immagini cliccabili che rimandano ai siti "PiemonteFeel" e "Piemonte Emozioni" prive di alt e con l'attributo A/@TITLE impostato a "Sito esterno [nuova finestra del browser]".

Schermata contenente le immagini PiemonteFeel e PiemoneEmozioni

Effetto: L'utente è impossibilitato a capire il ruolo dell'immagine (ad es. il lettore di schermo si limita a leggere l'URL del link) e quindi a scegliere oculatamente il link o il pulsante da attivare. Riduzione, anche totale, dell'efficacia.

Rimedio: Includere nelle immagini l'attributo ALT (IMG/@ALT, AREA/@ALT) o un contenuto anche testuale per OBJECT. Fare in modo che il testo sia informativo e che quindi permetta di capire l'effetto dell'attivazione del link.

Troppi link

Categoria: Comprensione, Controllo da parte dell'utente

Causa: Sono presenti 113 link, talvolta non bene organizzati in gruppi.

Effetto: Il numero elevato di link costringe l'utente ad un'analisi lunga e faticosa di ciascuno di essi. Gli utenti devono ascoltare tutti i link prima di decidere se continuare e poter scegliere quello più rilevante per loro. Durante questo ascolto devono memorizzare i link sentiti in modo da poterci ritornare con il focus onde attivarli. Soprattutto nel caso di incertezza sulla adeguatezza della pagina rispetto all'obiettivo dell'utente, quest'ultimo è costretto a uno sforzo elevato per navigare nel sito. Il problema è acuito se i link sono male organizzati, non raggruppati in categorie, con delle etichette poco informative e/o ambigue.

Il problema influenza ovviamente la produttività e la soddisfazione; ma anche l'efficacia ne viene compromessa soprattutto se il problema si ripete dato che l'utente si stanca e rischia di confondersi e quindi commette più errori e la sua motivazione nell'usare il sito si riduce.

Rimedio: Occorre riorganizzare meglio i link suddividendoli in sezioni/categorie. Nella stessa pagina introducendo delle liste (UL) o DIV separate, introducendo dei titoli di categoria (con degli H2-H3). Eventualmente aggiungendo dei link intra-pagina (A/@href che punta ad un A/@name), eventualmente nascosti, per poter passare da un gruppo al successivo o al precedente. In pagine diverse rendendo più profondo il sito con delle pagine intermedie. Deve essere possibile per l'utente esaminare sinteticamente un blocco di link e decidere solo dal titolo del blocco se i link che esso contiene sono rilevanti o meno.

Eventi mouse

Categoria: Utilizzazione

Causa: La pagina si basa su codice JavaScript per ottenere determinati effetti. Le routine vengono invocate mediante gestori di eventi legati al mouse ("onclick", "onkeypress"). Queste routine sono utilizzate per gli anchor per le versioni alternative "Solo testo" e "Alta visibilità".

<a href="#" onclick="javascript:setCSS('/css2/solotesto'); return false;" onkeypress="javascript:setCSS('/css2/solotesto'); return false;" title="Imposta versione solo testo">Solo testo</a>

Effetto: Una volta selezionato il link l'utente lo attiva premendo un qualsiasi tasto. Il risultato è che l'utente potrebbe aprire il link eseguendo il codice Javascript anche involontariamente (ad esempio scorrendo la pagina con il tasto tab) e non capire cosa sta succedendo. L'effetto è una riduzione anche totale dell'efficacia, infatti gli utenti di browser senza Javascript potrebbero non essere in grado di accedere alle versioni solo testo e alto contrasto del sito.

Rimedio: Sarebbe meglio se le funzionalità fossero rese disponibili anche senza JavaScript.

Nuove finestre

Categoria: Utilizzazione

Causa: La pagina contiene del codice che apre nuove finestre quando l'utente attiva dei link o pulsanti. Ad esempio cliccando sul link Bollettino ufficiale viene aperta una finestra di popup con novità e avvisi riguardanti il Bollettino ufficiale.

Effetto: L'utente non si accorge che il contesto di interazione è cambiato, e che quindi è cambiato sia il contenuto che i comandi possibili. Questo è tanto più grave quanto inaspettate sono le nuove finestre (ad es. finestre pop-up che c'entrano poco con il compito dell'utente). Anche il pulsante BACK del browser non funziona più, e questo toglie un'"ancora di salvezza" all'utente. Riduzione dell'efficacia. Un utente con browser senza Javascript non può fruire delle informazioni presenti nel popup.

Rimedio: Evitare di aprire nuove finestre in generale. Se lo si deve proprio fare, fare in modo che sin dall'inizio della nuova pagina sia chiaro all'utente che si tratta di una nuova finestra e dargli/le modo di chiuderla.

Tabelle dati

Categoria: Comprensione

Causa: La pagina contiene delle tabelle dati non codificate appropriatamente (con TH/@SCOPE,@HEADERS). Ad esempio la tabella delle temperature massime non è codificata correttamente e utilizza il tag span che rende invisibile la descrizione della cella all'utente e al lettore di schermo.

<td headers="alessandria" class="p_nuvoloso" title="parzialmente nuvoloso">
<span>Cielo: </span><strong><span>parzialmente nuvoloso</span></strong>
<p><span>Temperatura minima: </span><strong class="min">16,6°</strong>
<span><br />Temperatura ore 12: </span><strong class="max">28,3°</strong></p>
</td>

Effetto: L'utente non può navigare tra le celle della tabella in modo che gli venga ricordato il significato di ciascuna cella (leggendo anche le intestazioni della cella).

Rimedio: Usare i tag TH per distinguere le celle intestazione da quelle dati (TD). Usare gli attributi TH/@SCOPE o TH/@ID e TD/@HEADERS per legare in XHTML le celle dati alle corrispondenti celle intestazione. Aggiungere l'attributo SUMMARY ed usare il tag CAPTION.

Tabella di valutazione per Utenti non vedenti

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti non vedenti
Barriera Impatto Frequenza Severità
Immagini ricche senza testo alternativo 1 1 minore
Colore essenziale 2 2 serio
Immagini funzionali prive di testo 1 1 minore
Eventi mouse 2 2 serio
Troppi link 1 2 minore
Nuove finestre 1 1 minore
Tabelle dati 3 2 critica

Tabella di valutazione per Utenti daltonici

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti daltonici
Barriera Impatto Frequenza Severità
Colore essenziale 2 2 serio

Tabella di valutazione per Utenti disabili motori

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti disabili motori
Barriera Impatto Frequenza Severità
Eventi mouse 2 2 serio
Troppi link 1 2 minore
Nuove finestre 1 1 minore

Tabella di valutazione per Utenti di browser senza JavaScript

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti di browser senza JavaScript
Barriera Impatto Frequenza Severità
Eventi mouse 2 2 serio
Nuove finestre 1 1 minore

Torna su [Accesso rapido: t]

Dettaglio analisi: "Ufficio Relazioni con il Pubblico"

Immagini funzionali prive di testo

Categoria: Utilizzazione

Causa: La pagina contiene delle immagini funzionali (link cliccabili, pulsanti di invio per form, mappe immagine) prive di testo alternativo o con un testo alternativo poco significativo. Ad esempio il testo alternativo per l'immagine relativa alla normativa in materia di comunicazione e trasparenza è "Immagine pubblicazione"

Effetto: L'utente è impossibilitato a capire il ruolo dell'immagine (ad es. il lettore di schermo si limita a leggere l'URL del link) e quindi a scegliere oculatamente il link o il pulsante da attivare.

Rimedio: Includere nelle immagini l'attributo ALT (IMG/@ALT, AREA/@ALT) o un contenuto anche testuale per OBJECT. Fare in modo che il testo sia informativo e che quindi permetta di capire l'effetto dell'attivazione del link.

Nuove finestre

Categoria: Utilizzazione

Causa: La pagina contiene del codice JavaScript che apre nuove finestre quando l'utente attiva dei link o pulsanti. Questo succede per i comandi per le versioni solo testo, alta visibilità e quelli per cambiare skin alla pagina.

Effetto: L'utente con un browser senza Javascript non ha modo di accedere alle diverse modalità di visualizzazione della pagina.

Rimedio: Evitare di aprire nuove finestre in generale e tantomeno usando JavaScript.

Tabella di valutazione per Utenti non vedenti

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti non vedenti
Barriera Impatto Frequenza Severità
Immagini funzionali prive di testo 1 1 minore

Tabella di valutazione per Utenti daltonici

Nessuna barriera riscontrata.

Tabella di valutazione per Utenti disabili motori

Nessuna barriera riscontrata.

Tabella di valutazione per Utenti di browser senza JavaScript

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti di browser senza JavaScript
Barriera Impatto Frequenza Severità
Nuove finestre 2 2 serio

Torna su [Accesso rapido: t]

Dettaglio analisi: "Agricoltura e qualità"

Immagini funzionali prive di testo

Categoria: Utilizzazione

Causa: La pagina contiene delle immagini funzionali (link cliccabili, pulsanti di invio per form, mappe immagine) prive di testo alternativo o con un testo alternativo poco significativo. Ad esempio il testo alternativo per l'immagine relativa ai "Sapori piemontesi" è "Apre sito esterno [nuova finestra del browser]".

Per alcuni spaziatori inoltre il testo alternativo è impostato in maniera non corretta: "spacer".

Effetto: L'utente è impossibilitato a capire il ruolo dell'immagine (ad es. il lettore di schermo si limita a leggere l'URL del link) e quindi a scegliere oculatamente il link o il pulsante da attivare.

Nel caso degli spaziatori l'utente non vedente che usa un lettore di schermo si sentirà ripetere più volte la parola "spacer".

Rimedio: Includere nelle immagini l'attributo ALT (IMG/@ALT, AREA/@ALT) o un contenuto anche testuale per OBJECT. Fare in modo che il testo sia informativo e che quindi permetta di capire l'effetto dell'attivazione del link.

Per gli spaziatori impostare l'attributo ALT come la stringa vuota. link.

Contrasto visivo insufficiente

Categoria: Percezione

Causa: La pagina contiene del testo (link e etichette di sezione) in primo piano su uno sfondo colorato uniformemente e i colori usati per dipingere gli uni e l'altro sono troppo poco contrastati.

Il livello di contrasto troppo basso è dovuto a una cattiva scelta delle diverse tonalità di colore (verde chiaro su verde scuro, grigio chiaro su grigio scuro).

Il problema è ancora più evidente quando l'utente seleziona i link.

Schermata di un'immagine a basso contrasto in Agricoltura e qualità

Effetto: Un utente daltonico potrebbe non essere in grado di percepire chiaramente la presenza del materiale di primo piano, quindi non distinguere le etichette delle sezioni o i link.

Rimedio: una scelta oculata di colori ben contrastati a livello di luminosità (da verificare visualizzando la pagina in una scala di grigi) e ben contrastati a livello di tonalità sicuramente risolve questo tipo di problema.

Tabella di valutazione per Utenti non vedenti

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti non vedenti
Barriera Impatto Frequenza Severità
Immagini funzionali prive di testo 1 2 minore

Tabella di valutazione per Utenti daltonici

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti daltonici
Barriera Impatto Frequenza Severità
Contrasto visivo insufficiente 2 2 serio

Tabella di valutazione per Utenti disabili motori

Nessuna barriera riscontrata.

Tabella di valutazione per Utenti di browser senza JavaScript

Nessuna barriera riscontrata.

Torna su [Accesso rapido: t]

Dettaglio analisi: "Sanità"

Nuove finestre

Categoria: Utilizzazione

Causa: La pagina contiene del codice JavaScript che apre nuove finestre quando l'utente attiva dei link o pulsanti. Questo succede per i comandi per le versioni solo testo, alta visibilità e quelli per cambiare skin alla pagina.

Effetto: L'utente con un browser senza Javascript non ha modo di accedere alle diverse modalità di visualizzazione della pagina.

Rimedio: Evitare di aprire nuove finestre in generale e tantomeno usando JavaScript.

Tabella di valutazione per Utenti non vedenti

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti non vedenti
Barriera Impatto Frequenza Severità
Immagini funzionali prive di testo 1 1 minore

Tabella di valutazione per Utenti daltonici

Nessuna barriera riscontrata.

Tabella di valutazione per Utenti disabili motori

Nessuna barriera riscontrata.

Tabella di valutazione per Utenti di browser senza JavaScript

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti di browser senza JavaScript
Barriera Impatto Frequenza Severità
Nuove finestre 2 2 serio

Torna su [Accesso rapido: t]

Dettaglio analisi: "Agevolazioni finanziarie"

Contrasto visivo insufficiente

Categoria: Percezione

Causa: La pagina contiene del testo (etichette di sezione) in primo piano su uno sfondo colorato e i colori usati per dipingere gli uni e l'altro sono troppo poco contrastati.

Il livello di contrasto troppo basso è dovuto a una cattiva scelta delle diverse tonalità di colore (verde scuro su verde chiaro). Un utente daltonico inoltre ha difficoltà a distinguere il verde dal rosso/arancione.

Schermata di un'immagine a basso contrasto in Agevolazioni finanziarie

Effetto: Una persona daltonica potrebbe non essere in grado di percepire chiaramente la presenza del materiale di primo piano, quindi non distinguere le etichette delle sezioni.

Rimedio: una scelta oculata di colori ben contrastati a livello di luminosità (da verificare visualizzando la pagina in una scala di grigi) e ben contrastati a livello di tonalità sicuramente risolve questo tipo di problema.

Tabella di valutazione per Utenti non vedenti

Nessuna barriera riscontrata.

Tabella di valutazione per Utenti daltonici

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti daltonici
Barriera Impatto Frequenza Severità
Contrasto visivo insufficiente 2 2 serio

Tabella di valutazione per Utenti disabili motori

Nessuna barriera riscontrata.

Tabella di valutazione per Utenti di browser senza JavaScript

Nessuna barriera riscontrata.

Torna su [Accesso rapido: t]

Dettaglio analisi: "Triubuti regionali"

Immagini funzionali prive di testo

Categoria: Utilizzazione

Causa: Per alcuni spaziatori il testo alternativo è impostato in maniera non corretta (alt="Immagine").

Effetto: Nel caso degli spaziatori l'utente non vedente che usa un lettore di schermo si sentirà ripetere più volte la parola "Immagine".

Rimedio: Per gli spaziatori impostare l'attributo ALT come la stringa vuota.

Materiale in movimento

Categoria: Percezione

Causa: Testo in movimento. La sezione focus riporta una serie di eventi significativi mediante l'uso ti testo scorrevole (Applet Java).

Effetto: L'utente potrebbe non percepire (perché il lettore di schermo non glielo segnala) che il testo è cambiato da quando l'ha sentito l'ultima volta. L'utente con browser privo di Java non può percepire il contenuto di questa sezione.

Rimedio: Evitare di usare materiale in movimento, e dare sempre all'utente la libertà di avanzare nella fruizione del materiale.

Nuove finestre

Categoria: Utilizzazione

Causa: La pagina contiene del codice JavaScript che apre nuove finestre quando l'utente attiva dei link o pulsanti. Questo succede per il link "Comunicati del settore".

Effetto: L'utente con un browser senza Javascript non ha modo di accedere ai comunicati del settore.

Rimedio: Evitare di aprire nuove finestre in generale e tantomeno usando JavaScript.

Tabella di valutazione per Utenti non vedenti

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti non vedenti
Barriera Impatto Frequenza Severità
Materiale in movimento 2 2 serio
Immagini funzionali prive di testo 2 2 serio

Tabella di valutazione per Utenti daltonici

Nessuna barriera riscontrata.

Tabella di valutazione per Utenti disabili motori

Nessuna barriera riscontrata.

Tabella di valutazione per Utenti di browser senza JavaScript

Tabella da compilare durante una valutazione per Utenti di browser senza JavaScript
Barriera Impatto Frequenza Severità
Nuove finestre 1 1 minore

Torna su [Accesso rapido: t]

Autori: Davide Chiavone, Andrea Ermetici

Ultima modifica: 17/09/06

Valid XHTML 1.0 Strict

Valid CSS!