Simulazione euristica del sito www.regione.vda.it

Salta direttamente alla relazione
SimFVG SimVDA ConfAss3 UTAss3 ValAss3 Regione Friuli Venezia Giulia Regione Val d'Aosta ASS3 dell'Alto Friuli
Sei qui : Home Page > Simulazione Euristica Valle d'Aosta

Indice pagina

  1. Prefazione
  2. Categorie di utenti
  3. Strumenti usati
  4. Bariere
  5. Livello di gravità
  6. Pagine osservate
  7. Tabella di valutazione
  8. Conclusioni

Simulazione euristica guidata da barriere per la verifica dell'accessibilità

Metodo per svolgere indagini sull'usabilità, è un adattamento della simulazione euristica dove i principi adottati vengono sostituiti da un elenco di barriere di accessibilità. Sulla loro base i valutatori esaminano le singole pagine e cercano di identificare tutte quelle che la pagina potrebbe erigere nei confronti dell'attività dell'utente disabile.

La simulazione euristica include da un lato la valutazione della conformità rispetto ad uno standard, dall'altro abbiamo una ipotetica simulazione con utenti e conseguente valutazione.E' un metodo che colma la scarsa precisione della valutazione


Lo stato attuale del sito è questo Valle d'Aosta

1. Prefazione

In una simulazione euristica si valuta l'uso di un sito internet e si rilevano le possibili bariere. Per barriera di accessibilità si intende una qualsiasi condizione che rende difficile o impossibile il progredire verso l'ottenimento di un obiettivo da parte di una persona disabile (o disabilitata) che usa il sito mediante un qualche tipo di tecnologia (assistiva o altro). Una barriera viene descritta in termini di:
  • Tipo di utente e disabilità
  • Tipo di tecnologia assistita usata
  • Obiettivi che gli utenti sopra indicati non riescono a portare a termine per colpa delle caratteristiche della pagina che erigge delle bariere
Le bariere inoltre possono essere derivate da:
  • Interpretazione delle linee guida
  • Interpretazione di principi di accessibilità
  • Dagli scenari d'uso
Uno scenario d'uso è la cronaca delle azioni dell'utente durante la sua attività nel sistema.

Si usano dei principi generali di usabilità, si accordano un insieme di scenari ed eventualmente personaggi da usare come riferimento. Uno scenario nell'ambito della simulazione euristica è una narrazione di cosa una ipotetica persona, in una ipotetica situazione vorrebbe ottenere mediante l'uso del sistema. Si è seguito il seguente principio di scelta degli scenari e dei personaggi:

Scelta degli scenari più comuni agli utenti del sito ( nel senso di scenari tipici per gli utenti comuni oppure scenari usati più frequentemente da un utente qualsiasi)


2. Categorie di utenti

Le diverse tipologie di utenti dovrebbero rappresentare il target standard del sito, L'utenza ipotizzata ha delle disabilità naturali(ipovendente, non vedente, malato di Parkingson etc...) o indotte (telefoni palmari, stress etc...). Sono state considerate le seguenti categorie di utenti.

  • Utenti non vedenti: utenti che utilizzano tecnologie assistive come lettori di schermo e barre braile e senza di esse non avrebbero interazione con il sito.
  • Utenti ipovedenti: utenti che utilizzano lettori di schermo ma in modo poco frequente, usano di più ingranditori di schermo per vedere meglio, sono utenti che fruiscono in modo normale con gli strumenti assistivi e magari hanno dei gravi problemi di percezione della luminosità. In questa categoria comunque possono finire tutti gli utenti che utilizzano della tecnologia che comporta una visualizzazione parziale dell'informazione:

    (palmari PDA, telefoni cellulari etc)

  • Utenti daltonici: utenti che non usano spesso tecnologia assistiva, utenti che hanno delle difficoltà a distinguere i colori. In questa categoria possono rientrarci anche gli utenti che utilizzano degli schermi obsoleti o vecchi che non visualizzano correttamente i colori.
  • Utenti disabili motori: utenti che per menomazioni agli arti inferiori o superiori hanno difficoltà di deambulazione noi per la valutazione immaginiamo disabili della parte superiore, utenti che magari sono affetti da sindromi di epilessia o altri distorsioni del movimento. In questa categoria finiscono anche i disabili temporanei.
  • Utenti disabili cognitivi: utenti che per malattie non dispongono di memoria a breve o a lungo termine, utenti che hanno disturbi dell'attenzione o neurologici. In questa categoria finiscono comunque gli utenti che usano il sistema sotto stress o lo usano in una lingua diversa dalla propria
  • Utenti con browser testuale: utenti che per lavoro o per obbligo (banda limitata) devono usare un browser che non interpreta java script e non visualizza immagini.

top^

3. Tecnologia usata

top^

4. Barriere

Le barriere incontrate sono state raggruppate nelle seguenti categorie: Barriere dell'utilizzazione

Immagini funzionali prive di testo

Le immagini usate per produrre informazioni rilevanti devono essere sostituite da testo nel caso esse non possano essere visualizzate perchè l'utente usa un browser testuali o vocali.


Link ambigui

Sono i link che hanno una stessa identificazione ad esempio il tag nome o id , oppure hanno la stessa etichetta ma conducono l'utente in parti diverse del sito, se la presenza di questi link è continua l'utente si perde nello spazio di informazioni o rischia di perdere informazioni importanti per la sola attivazione di un link.


Link generici

I link generici sono molto usati nei moderni sistemi (ad esempio l'etichetta clicca qui,download, etc...)essi confondono l'utente portandolo in zone per lui di scarso interesse, inoltre ne diminuiscono la comprensione del sito e ne impediscono la formazione di un modello mentale corretto.


Valori Errati nelle form

Form in cui i valori immessi vengono validati esclusivamente dal browser (via JavaScript). Ciò può causare molto più facilmente delle immissioni di dati errati da parte dell'utente di un browser privo di interprete JavaScript.


Utilizzo di Java Script

La pagina contiene una form che ha dei controlli nascosti (HIDDEN) che vengono popolati mediante JavaScript subito prima dell'invio dei dati. L'utente non può inviare dati nel server dato che esso si aspetta anche i dati nascosti.


Eventi Mouse

Sono eventi, di solito in java script che attivano automaticamente delle azioni, dei comandi nel caso il mouse passi sopra un oggetto, oppure nel caso di click, il problema grosso è che un utente disabile che non usa il mouse attiva automaticamente con la tastiera questi eventi e viene diretto verso la gestione dell'evento senza che lui se ne accorga. Deve essere possibile saltare questi eventi anche da utenti che non dispongano di mouse.


Form popolate in modo automatico e troppo ampie

Alcuni campi sono compilati automaticamente da strumenti tipo java script, un utente privo di grafica non può usare la form. Se le form sono troppo ampie possono causare problemi ad utenti ipovedenti che non riescono a comprendere la struttura.


Apertura nuove pagine

L'apertura di nuove pagine è scomoda anche per utenti normali, ricordando che il tasto premuto più spesso nel web è il back del browser, infatti nuove pagine creno smarrimento e magari ad errori (chiudiamo una pagina che ci interessava e teniamo la nuova che si è aperta pensando di poter tornare indietro). La situazione è molto più grave se si pensa ad un utente con lettore di schermo o di un browser testuale che all'apertura di un nuova pagina non vede più nulla di quella precedente e non ha riferimenti per tornare indietro nella navigazione, al punto precedente.


Form senza Label

Le form sono delle componenti molto importanti in una pagina che ha dei servizi più avantizati rispetto al browsing, esse devono essere accessibili anche da parte di utenti non vedenti e da parte di utenti che usano browser testuali, essi devono essere correlati di tag che ne identificano i possibili caratteri da inserire, cosa scrivere e dare in output qualcosa di significativo e comprensibile. Sono state valutate anche le form prive del taG legend che permette agli utenti ciechi di capire ed usare i controlli.



Link poco separati

La distanza tra i link non è solo una barriera di comprensione per "tutti" ma intacca anche l'utilizzo della pagina web quando un utente che utilizza un browser vocale o un lettore di schermo prova a leggere la pagina, la procuncia sarà molto confusa e i link verranno interpretati come uno unico.


POP-UP

Sono da classificare come eventi imprevisti che cambiano il contesto in cui l'utente lavora e quindi un utente cieco non si accorage di questo cambiamento e agisce come nel contesto precedente (nella terminologia dell'interazione uomo macchina questi errori vengono chiamati DESCRIPTION ERROR e fanno parte degli errori "SLIP") Oltre a questi problemi c'è da tener conto che le finestre pop-up che fanno sí che un utente ipovedente di un ingranditore di schermo non riconosca che la scroll bar che vede sia quella della finestra nello sfondo. I pop-up creano il problema grave delle finestre sovrapposte.


Menu a cascata

Se la pagina contiene dei menu a cascata sviluppati con Java con selct annidate, un utente con disabilità motorie ha difficoltà nel posizionare il cursore nella zona giusta per scegliere l'alternativa desiderata con riduzione dell'efficacia e soddisfazione.


Temporizzazioni troppo brevi

L'effetto è quello di causare un refresh della pagina e magari cambiarne il contenuto, l'utente a questo punto trovandosi spiazzato perde tempo per riguardare la pagina e leggerla di nuovo.


barriere^

Barriere della percezione

Simboli non comuni

E' molto sconsigliato usare dei simboli alfanumerici particolari che simulano frecce o faccine (esempio ==> o :)) gli utenti con lettore di schermo sono molto disturbati e non capiscono il significato di questi simboli


Immagini senza ALT

Un utente non vedente di un lettore di schermo che non percepisce le informazioni presenti in un diagramma, istogramma, foto, organigramma. La causa è la mancanza di un'appropriato testo collegato all'immagine (alt, longdesc, D-link, testo adiacente all'immagine).


Mancanza di didascalie

Utente sordo che non percepisce la narrazione a voce in un file multimediale. La causa è l'assenza di sottotitoli, didascalie o di una trascrizione completa.


Mancata sincronizzazione

Gli utenti sordi non capiscono la narrazione a voce di un file multimediale mentre il video scorre, può anche essere dovuto a trascrizioni letterarie errate.


Movimento

Titoli lampeggianti oppure oggetti in movimento possono non essere percepiti d utenti con problemi visivi, esso causa anche problemi a livello comunicativo e crea disattenzione.


Colori

Utente daltonico che è incapace di capire la differenza tra due elementi informativi che si differenziano solo dal colore. Si deve distinguere bene i colori e non usarlo come unica fonte di informazione, anche perchè, se ci sono troppi colori particolari abbiamo l'effetto di aumentare il search time anche degli utenti "normali".


Contrasto

Utente ipovedente che non riesce a distinguere chiaramente le informazioni in primo piano dallo sfondo (perchè quest'ultimo è un'immagine o perchè il contrasto cromatico o luminoso tra i due componenti non è sufficiente). Le linee guida della Legge Stanca chiariscono il rapporto giusto del contrasto che ci deve essere tra sfondo e testo , in termini di luminanza e colore.



Frame inaccessibili

Utente non vedente che utilizza un lettore di schermo, si scontra con un frame che non riesce ad essere espresso in parlato per la mancanza di tag tipo TITLE,NAME,ID etc...



Layout malposizionato

Un layout deve facilitare lo sviluppo del modello mentale naturale dell'utente. Un layout non consistente e coerente non consente all'utente di imparare il sistema usandolo, inoltre un utente con browser solo testo può perdersi nella navigazione.


barriere^

Barriere della comprensione

Troppi link

Troppi link causano confusione, si perde più tempo per cercare il link giusto e per l'architetto web per riuscire a dare una classificazione e categorizzazione uniforme e soddisfacente.


Lingue

In un sito privo dell'attributo lang, che specifica la lingua in cui il testo a scritto, un lettore di schermo utilizzato da utenti non vedenti non è in grado di risalire alla lingua a cui appartengono le parole incontrate, e quindi non sarà in grado di leggerle in modo corretto. Anche se il lettore è impostato per la lingua italiana, se incontra una parola straniera priva di attributi che ne specifichino la lingua, non la legge correttamente.



Sessioni e tabelle dati

L'uso di sessioni è molto utile per velocizzare le azioni dell'utente, non si intende solo la divisione dei link e i menu ma anche la suddivisione di titoli e sottotitoli grazie a tag tipo h1,h2... title fieldset etc. Anche le tabelle devono essere esplicitate, colspan,rowspan, summary e il costrutto th scope="col/row" dicono al lettore di schermo di leggere la tabella in uno certo modo e permettono al disabile come interpretare la tabella dati.Le tabelle hanno diverse sfacettature a seconda del dispositivo che le legge se si leggono , ad esempio, con una barra braile la scansione deve essere seriale, non può essere troppo veloce, tutti gli spostamenti tra le colonne sono a contestuali. Bisogna comunque prevedere ID e TH o TR con HEADER.


barriere^

Barriere al controllo da parte dell'utente

Immagini che sostituiscono informazioni

Le immagini non sono sempre visualizzate, per motivi di lentezza delle rete oppure perchè non sono scaricate correttamente da browser dell'utente. Preso in considerazione questo non si può dare alle immagini capacità informative eccessive. Infatti è sbagliato non fornire informazioni o servizi se le immagini non sono disponibili, i servizi devono essere comunque accessibili anche senza la visualizzazione delle immagini (si pensi ai browser testuali e lettori di schermo)



Troppi link

Troppi link oltre che essere una barriere per la comprensione sono una barriera anche per quel che riguarda il controllo pensiamo agli utenti con ingranditore di schermo che non include tutto lo schermo, quanto tempo devono spendere per scansionare tutto il sito se esso non è ben diviso in sezione e sotto sezioni.



Testo non ridimensionabile

Un utente ipovedente ha dei seri problemi con quei siti i quali hanno, per "estetica", un font molto piccolo sicuramente piacevole per utenti con un vista normale, ma non certo per loro che devono poter ingrandire, spesso ingrandendo le informazioni si sovrappongono diventando non leggibili


Mancanza di access key e skip link

Mancanza di skip links nascosti che fanno sì che utenti non vedenti di lettori di schermo non possano velocemente saltare il materiale preliminare di una pagina. Mancanza di tasti rapidi (access key) che fanno sì che disabili motori non possano attivare certi link in maniera rapida e sicura. Ricordiamo che siamo tutti parzialmente disabili sotto certe condizioni e quindi inserire questi aiuti aiuta anche l'utente che vuole eseguire rapidamente un'operazione senza errori.


Versione solo testo

La versione testuale del sito non aggiornata e non contenente tutte le informazioni disponibili nella versione grafica può portare gli utenti che, per vari motivi hanno deciso di utilizzarla, a credere che il sito sia carente di contenuto. Ricordiamo che gli utenti disabili nel web come nella vita reale devono entrare dalla stessa parte degli utente "non disabili" e non da una porta posteriore, mal gestita e magari inaccessibile.


Controlli del browser disabilitati

E' una perdina di efficacia, perchè il sistema può non disporre più delle funzionalità essenziali e presenti nella versione con funzioni attivate. Gli utenti non dovrebbero mai disabilitarle.


top^

5. Livello di gravità

Qui sotto si propongono dei livelli di gravità e la loro definizione, presi in prestito dalla teoria studiata:
  • Livello 1:'utente è in grado di aggirare o evitare facilmente la barriera, che quindi non incide sulla sua capacità di eseguire il compito.
  • Livello 2: la barriera può incidere significativamente sulla produttività e soddisfazione dell'utente perchè egli non riesce ad aggirarla o evitarla facilmente e ha bisogno di molto più tempo per completare il compito.
  • Livello 3: il problema non è aggirabile o evitabile: l'utente potrebbe rinunciare a portare a termine il proprio compito oppure commettere molti errori.

Sono state prese in considerazioni anche le frequenze con cui queste barriere si presentano, a seconda della frequenza e del livello di importanza essi possono essere classificati come:

  1. Minori sono problemi non molto gravi o di livello due che sono poco frequenti
  2. Seri sono problemi di livello 1 molto presenti oppure problemi di livello 2 rilevati in numero medio
  3. Critici sono problemi di livello 3 oppure problemi di livello 1 e 2 molto frequenti

Per riassumere :
  • Minori. la presenza del problema viene notata dall'utente considerato, ma ci sono facili modi per aggirarla od evitarla. Esso non incide significativamente sulle capacità dell'utente di raggiungere con successo il termine del compito. Può invece incidere sull'efficienza con cui l'utente svolge il compito e/o sulla sua soddisfazione.
  • Seri. la presenza del problema è notata ed incide significativamente sull'efficacia e/o sicurezza. L'utente non riesce ad aggirarlo facilmente, o ad evitarlo. Per uscire dalla situazione problematica l'utente può necessitare di notevole tempo, vari tentativi e ingegno. Il problema rende difficile, faticoso e/o rischioso il proseguimento del compito, ed è facile che l'utente compia degli errori. Il problema incide sicuramente e marcatamente su efficacia e/o sicurezza.
  • Critici. si tratta di una barriera che porta molto spesso a rinunciare al raggiungimento dello scopo: gli errori possono essere molti e con gravi conseguenze; vie alternative non esistono. L'impatto negativo su efficacia e sicurezza è elevato.

Alla fine proponiamo un possibile metodo per calcolare la gravità di una barriera, suggerita nel corso:


Tabella per calcolare la gravità di un difetto
impatto frequenza gravità
1 1 minore
1 2 minore
1 3 serio
2 1 serio
2 2 serio
2 3 critico
3 1 critico
3 2 critico
3 3 critico
Questa classificazione è basata sull' impatto rispetto ad efficacia o sicurezza, e su frequenza all'interno di un compito. Ciò perme di derivare delle conclusioni sul grado di efficacia, produttività, soddisfazione e sicurezza che il sistema valutato supporta, e quindi di usabilità. Il valore associato a ciascuno dei due parametri è arbitrario e deciso dal valutatore.
top^

6. Pagine osservate

Sono state analizzate le seguenti pagine:
Sono state prese in esame queste perche' danno più l'idea di cosa potrebbe fare l'utente con un sito propria della regione oppure delle sessione che balzano all'occhio subito appena aperta l'home e che quindi possono essere aperte solo per curiosità.(web cam)
  • HOME
  • Sanità
  • Territorio e ambiente
  • Turismo
  • Argianato
  • Opere pubbliche
  • Novità
  • web cam
  • Servizi sociali
  • Trasporti
  • Info-Traffico (non raggiungibile con browser testuale)
  • Giovani
  • Prezzi al consumo (è stata provato il calcolo che propone il sito)
  • Meteo con il bollettino
  • Mappa
  • Traffico
  • Europa
top^

7. Tabella delle valutazioni

Qui sotto si possono trovare le tabelle riassuntive per i vari utenti:

Utente ipovedente

Utente non vedente

Utente disabile motorio

Utente con browser testuale

Utente daltonico

Utente disabile cognitivo

Utente ipovedente

Tabella riassuntiva delle barriere
barriera impatto frequenza gravità
i24 i28 Troppi link 2 3 critico
i16 Mancanza di didascalie assente assente n/v
i18 Movimento assente assente n/v
i11 POP-UP 1 1 minore
i20 Contrasto 2 2 serio
i19 Colori 2 1 serio
i6 Eventi mouse assente assente n/v
i5 Uso di java script assente assente n/v
i10 Link poco separati 2 3 critico
i22 Layout malposizionato 2 1 serio
i29 Testo non ridimensionabile 2 1 serio
i31 Versione solo testo assente assente n/v

indice tabelle

Utente non vedente

Tabella riassuntiva delle barriere
barriera impatto frequenza gravità
i2 Link ambigui 2 3 critico
i16 Mancanza di didascalie assente assente n/v
i3 Link generici 2 2 serio
i8 Apertura nuove pagine 1 1 minore
i13 Temporizzazioni troppo brevi assente assente n/v
i9 Form senza label 3 3 critico
i11 POP-UP 1 1 minore
i14 Simboli non comuni assente assente n/v
i15 Immagini senza ALT 2 3 critico
i21 Frame inaccessibili 2 1 serio
i25 Lingue assente assente n/v
i26 Sessioni e tabelle dati 2 2 serio
i30 Mancanza di access e skip links 3 3 critico
i31 Versione solo testo assente assente n/v

indice tabelle

Utente disabile motorio

Tabella riassuntiva delle barriere
barriera impatto frequenza gravità
i24 i28 Troppi link 2 3 critico
i6 Eventi mouse assente assente n/v
i11 POP-UP 1 1 minore
i13 Temporizzazioni troppo brevi assente assente n/v
i5 Uso di java script assente assente n/v
i22 Layout malposizionato 2 2 serio
i29 Testo non ridimensionabile assente assente n/v
i31 Versione solo testo assente assente n/v
i12 Menu a cascata assente assente n/v
i30 Mancanza di access e skip links 3 3 critico

indice tabelle

Utente con browser Linx

Tabella riassuntiva delle barriere
barriera impatto frequenza gravità
i1 Immagini funzionali prive di testo 3 1 critico
i14 Simboli non comuni assente assente n/v
i7 Form popolate automaticamente e troppo ampie 2 2 serio
i5 Uso di java script 1 1 minore
i9 Form senza Label 2 3 critico
i10 Link poco separati 2 3 critico
i14 Simboli non comuni assente assente n/v
i15 Immagini senza ALT 2 3 critico
i22 Layout malposizionato 2 2 serio
i32 Controlli disabilitati assente assente n/v

indice tabelle

Utente daltonico

Tabella riassuntiva delle barriere
barriera impatto frequenza gravità
i24 i28 Troppi link 2 3 critico
i31 Versione solo testo assente assente n/v
i20 Contrasto 1 3 serio
i19 Colori 1 1 minore
i27 Immagini che sostituiscono informazioni 1 3 serio

indice tabelle

Utente disabile cognitivo

Tabella riassuntiva delle barriere
barriera impatto frequenza gravità
i2 Link ambigui 3 3 critico
i3 Link generici 2 2 serio
i14 Simboli non comuni assente assente n/v
i13 Temporizzazioni troppo brevi assente assente n/v
i11 POP-UP 2 1 minore
i25 Lingue assente assente n/v
i31 Versione solo testo assente assente n/v
i20 Contrasto 1 3 serio
i19 Colori 1 1 minore

top^

8. Conclusioni

Nelle conclusioni si vuole sia fare un'analisi dal punto di vista complessivo, la simulazione euristica presume una scoperta dei difetti in modo esplorativo, sia un'attenta analisi dei dettagli che più di altri saltano agli occhi. La valutazione globale del sito non è soddisfacente, basti pensare che se noi accediamo alla pagina ci accorgiamo subito che essa non è assicurata da nessun validatore e che non è certificata in accessibilità da strumenti automatici. La prova noi l'abbiamo eseguita con Bobby e Torquemada che hanno dato delle priorità abbastanza alte agli errori sopra citati riguardanti l'accessibilità.

Abbiamo anche svolto una registrazione mediante Nero Wave Editor della voce che emette jaws quando tenta di leggere una form del sito

resa con Jaws

Svolgendo queste indagini con strumenti automatici e osservando l'attvità dei soggetti abbiamo valutato iche il sito ha difetti molto gravi di layout e di accessibilità sopratutto per utenti che non dispongono di grafica. Tra gli errori molto gravi è il fatto che il sito contiene ben 47 errori secondo il validatore del W3C. vedi report

Ci sono delle cose positive da dire per essere onesti, a partire dai colori usati e dal contrasto che risulta "standard", Ci sono molte immagini senza alt e molti link ambigui ad esempio "Europa" , "Enti locali " nei quali potevano essere inglobati anche link tipo sanità,servizi sociali ect... (non drastico come errore). Ci link che non sono in numero eccessivo ma che si ripetono più volte , ad esempio nella home page.

Vorremmo proporre anche delle scherma di Linx per chiarire la situazione di layout mal posizionato e immagini non correlate da ALT:

Abbiamo subito notato che la barra di navigazione a sinistra, cambia a seconda di dove sono, spesso proponendo dei link simili o correlati. Questa cosa è molto utile per gli utenti esperti che anche se gli si cambia il "modello" sono pronti ad impararne uno nuovo e capire il perchè di quella decisione. Con utenti "normali" che sono l'abituale audience di un sito regionale, il cambio di menù laterale comporta un disorientamento e una scarsa soddisfazione. Abbiamo osservato che gli utenti si perdono e si tende addirittura a ritornare alla HOME PAGE invece che usare il BACK perchè esso porta ad un'altra pagina con menù "contestualizzato". Dobbiamo anche ammettere però che questi menù aiutano molto perchè sono messi in pagine secondarie e non interessano i link generali di sezione es "sanità", "istruzione" etc...

Le news del sito sono messe in evidenza nella home , vengono aggiornate a seconda degli avvenimenti e sono fruibili anche da lettore di schermo o browser testuale. in questi casi, non sono messi bene in evidenza, non c'è nessuna etichetta che fa capire che quelli sono i TOPIC del periodo.

L'uso dell'attributo ALT è ricco e quasi completo, restano escluse alcune immagini che ne sono sprovviste e non possono essere fruite da utenti con Browser testuale o con lettore di schermo, riportiamo due esempi:

immagine priva di alt nel sito
che è una mappa selezionabile, ha dei link a delle sezioni.

immagine traffico senza alt

Riportiamo poi una tabella, che identifica lo stile di tutte le tabelle del sito che è inaccessibile agli utenti disabili. Questo aspetto molto importante è stato tralasciato:

<table class="Testo" bordercolordark="#FFFFFF" border="1" bordercolor="#c0c0c0" cellpadding="0" cellspacing="0" width="100%"> <tbody><tr valign="top"> <td class="BarraTitolo6">  Denominazione</td><td class="BarraTitolo6" align="center">  Tipo</td><td class="BarraTitolo6"> Via</td><td class="BarraTitolo6"> Cap</td><td class="BarraTitolo6">Comune</td><td class="BarraTitolo6">Telefono</td>td class<="BarraTitolo6">Fax</td></tr> <tr valign="top"> <td class="Testo">AUTOSCUOLA AOSTA della Società Autoscuola Aosta snc di Massimo Bombino & C. Sede1</td><td class="TestoCentrato">A</td><td class="Testo"> Via Torino, 22</td><td class="Testo">11100</td><td class="Testo">Aosta</td><td class="Testo">0165/43229</td><td class="Testo">0165/43229</td></tr> <tr valign="top"> <td class="Testo">AUTOSCUOLA AOSTA della Società Autoscuola Aosta snc di Massimo Bombino & C. Sede2</td><td class="TestoCentrato"></td><td class="Testo">Montagnayes, 2/A</td><td class="Testo">11100</td><td class="Testo">Aosta</td><td class="Testo">0165/32996</td><td class="Testo">0165/32996</td></tr> <tr valign="top"> <td class="Testo">DES ALPES della Soc. Autoscuola des Alpes di Canale e C. s.n.c. (Chatillon)</td><td class="TestoCentrato">A</td><td class="Testo">Via Martiri della Libertà, 14</td><td class="Testo">11024</td><td class="Testo">Chatillon</td><td class="Testo">0166/61737</td><td class="Testo">0166/61737</td></tr> </tbody></table>

Abbiamo riscontrato anche un cattivo uso dei colori nei principali link a sinistra che non superano il livello contrasto e luminosità imposto, gli utenti daltonici sono seriamente ostacolato da questi colori poco contrastati:

link poco contrastati

L'output dell'analisi è il seguente:
"The difference in brightness between the two colours is not sufficient. The threshold is 125, and the result of the foreground and background colours is 117. The difference in colour between the two colours is not sufficient. The threshold is 500, and the result of the foreground and background colours is 357."

Vorremmo poi proporre una schermata molto esplicativa apparsa nel browser Linx in presenza di una form che indicava all'utente, secondo delle sue preferenze, dove andare a dormire o a mangiare:


In pillole

La conclusione personale ottenuta su questo sito, in base al quadro abbastanza esaustivo raccolto, dimostra che il sito non è fruibile da tutte le tipologie di utenza. Un sito pubblico e di pubblica utilità dovrebbe predisporsi per soddisfare tutti i suoi potenziali "cittadini". Il sito infatti presenta lacune molto gravi a livello di codice, oltre non essere validato (condizione neccessaria affinchè si possa partire con un'analisi di accessibilità), gli svilupatori del sito non sfruttano il potere dell'HTML di rendere usabili form, tabelle, immagini con tag specifici. Oltre all'aspetto tecnico, non sono buone neanche alcune scelte a livello di design, infatti certi colori non contrastano bene con lo sfondo rendendo difficile la lettura per utenti ipovedenti. Un'altro aiuto negato da parte del sito è quello degli access key e degli skip link, infatti queste due "scorciatoie" non sono presenti nelle pagine del sito, l'utente con lettore di schermo o non vedente non può saltare direttamente al contenuto, deve sentirsi ogni volta la lettura dei link. Grave Barriera è rappresentata anche dai link, troppi, sopratutto nelle sessioni principali e sopratutto troppo vicini (circa 3 em), la percezione e la comprensione viene gravemente compromessa anche per utenti normali in particolari condizioni di stress.

esempio:

barra con link troppo vicini

La gabbia di Layout non presenta grossi problemi, infatti essa può essere ingrandita in modo soddisfacente senza sovrapposizioni, alcune immagini comunque non sono ridimensionabili, non si sa se per praticità, per evitare che si sovrapponessero con il testo o solo per svista.

immagine non ridimensionabile immagine non ridimensionabile immagine non ridimensionabile

e il titolo ...

titolo non ridimensionabile

Le barriere ci sono, gli utenti se ne accorgono e la soddisfazione cala nell'uso di questo sito che, ha degli aspetti buoni, ma anche tanti aspetti da rivedere sopratutto nel codice.

top^

Ultima modifica:03/04/2006
Contatti: M. Cattelan, D. Menegon, M. Montagner