Progettazione Siti Web
Verifica della conformità del sito della regione Emilia Romagna.

Gruppo di lavoro composto da: Manuela Bernava, Leonardo Bonanni, Cristian Ermacora

Obiettivo

Browser e strumenti utilizzati

Pagine visitate

Metodologia di lavoro

Requisiti soddisfatti o componenti non presenti

Requisiti non soddisfatti

Conclusioni

Obiettivo

Lo scopo principale di questo documento è quello di valutare la conformità del sito della regione Emilia Romagna rispetto al Decreto Ministeriale 8 luglio 2005 denominato anche "Legge Stanca".
La Legge Stanca tratta dell'accessibilità dei sistemi informatici dandone la seguente definizione:
accessibilità: la capacità dei sistemi informatici, nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitano di tecnologie assistive o configurazioni particolari.
Questa legge prevede ventidue requisiti da soddisfare. La definizione dei requisiti tecnici di accessibilità nonché l'articolazione delle attività previste per la verifica tecnica sono stabilite sulla base di:

  1. quanto indicato nelle Recommendation del World Wide Web Consortium (W3C) ed in particolare in quelle del progetto Web Accessibility Initiative (WAI);
  2. standard definiti nel paragrafo 1194.22 della Sezione 508 del Rehabilitation Act degli USA;
  3. standard e specifiche tecniche definite in materia di accessibilità dalla International Organization for Standardization (ISO);
  4. esperienze acquisite nell'ambito della Pubblica Amministrazione ed in particolare, tra quelle già maturate, quelle relative all'attuazione della Circolare AIPA del 6 settembre 2001 recante "Criteri e strumenti per migliorare l'accessibilità dei siti Web e delle applicazioni informatiche a persone "disabili" e della Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 maggio 2002 per la conoscenza e l'uso del dominio internet ".gov.it" e l'efficace interazione del portale nazionale "italia.gov.it" con le pubbliche amministrazioni e le loro diramazioni territoriali.
[Torna all'indice]

Browser e strumenti utilizzati

Abbiamo utilizzato una piattaforma Intel con sistema operativo Window XP dotato di Service Pack 2. Il sito in esame è stato testato utilizzando Internet Explorer 6.0 e Mozilla Firefox 1.0 come browser. Firefox è stato dotato del toolkit Web Developer Toolbar. Come applicativi di diagnostica abbiamo usato Torquemada, il validatore del WDG e quello del W3C. L'utilizzo simultaneo di questi strumenti, permette di coprire un'ampia varietà di errori. Per verificare il contrasto tra lo sfondo e le sue parti abbiamo usato Colour Contrast Analyser.

[Torna all'indice]

Pagine visitate

Il sito si presenta come un portale orizzontale piuttosto ricco di contenuti e collegamenti anche a molti siti esterni. Al fine di svolgere un lavoro che possa avere una reale valenza, abbiamo fatto richiesta ai gestori del sito della regione Emilia Romagna delle statistiche di accesso sulle pagine più visitate. Grazie alla loro collaborazione, abbiamo selezionato una decina di pagine presenti nelle prime venti posizioni. Le pagine, ordinate in modo decrescente rispetto alle visite, sono le seguenti:

  1. http://www.regione.emilia-romagna.it
  2. http://www.regione.emilia-romagna.it/ermes/cercaregione
  3. http://www.regione.emilia-romagna.it/wcm/ermes/pagine/intranet.htm
  4. http://www.regione.emilia-romagna.it/ermes/cerca/
  5. http://www.regione.emilia-romagna.it/organiz/ConcorsiSelezioni/indiceconcorsi.htm
  6. http://www.regione.emilia-romagna.it/wcm/ermes/pagine/linkutili/linkmeteo.htm
  7. http://www.regione.emilia-romagna.it/urp/guida.htm
  8. http://www.regione.emilia-romagna.it/wcm/ermes/sezioni/laregione.htm
  9. http://www.regione.emilia-romagna.it/wcm/ERMES/Canali/lavoro.htm
  10. http://www.regione.emilia-romagna.it/wcm/ermes/pagine/delibere.htm
  11. http://www.regione.emilia-romagna.it/urp/rete.htm

[Torna all'indice]


Metodologia di lavoro

Per ogni pagina, abbiamo eseguito un controllo con i validatori. Successivamente abbiamo controllato per ogni pagina la conformità ai ventidue requisiti. Il lavoro è stato poi redatto visualizzando in prima battuta i requisiti soddisfatti o con elementi non presenti e successivamente i requisiti non soddisfatti in maniera adeguata. Solamente i requisiti non soddisfatti, vengono approfonditi. Per l'elenco completo e definizioni dei requisiti e dei relativi riferimenti ( se presenti ) alle WCAG 1.0 del W3C e agli standard definiti nel paragrafo 1194.22 della Sezione 508 del Rehabilitation Act degli USA consultare il Decreto Ministeriale.

[Torna all'indice]


Requisiti soddisfatti o componenti non presenti

Requisito 2: no frame.
Requisito 5: scritte lampeggianti.
Requisito 7: mappe immagine lato client.
Requisito 8: mappe immagine lato server.
Requisito 9, 10: tabelle dati.
Requisito 12: liquid layout.
Requisito 14: form.
Requisito 17: script, applet, pdf.
Requisito 18: multimediale.
Requisito 20: temporizzazioni.
Requisito 21: link distanti.

[Torna all'indice]




Requisiti non soddisfatti

Requisito 1: validità del codice.
Requisito 3: alternative testuali.
Requisito 4: colore.
Requisito 6: contrasto.
Requisito 7: mappe immagine lato client.
Requisito 11: fogli di stile.
Requisito 13: tabelle layout.
Requisito 15: script, applet.
Requisito 16: eventi.
Requisito 19: link non ambigui.
Requisito 22: pagine equivalenti.

[Torna all'indice]

Requisito 1: validità del codice.

Solamente la Home Page del sito e la pagina 8 hanno superato positivamente la validazione del codice però con DOCTYPE Transitional. Secondo le specifiche XHTML, i Tag che non prevedono il rispettivo Tag di chiusura ( detti anche Tag vuoti ), devono comunque essere chiusi aggiungendo il carattere slash ( / ) prima della chiusura del Tag. Ad esempio, nella pagina 9 la definizione del Tag meta non viene chiusa.
Codice errato:
<meta name="Keywords" content="lavoro, professioni,.............lavoro autonomo">
Codice corretto
<meta name="Keywords" content="lavoro, professioni,.............lavoro autonomo"/>
Stesso discorso per la pagina 4 dove manca anche qui lo slash di chiusura del Tag meta ed è presente alla linea 118 del codice della pagina un Tag div di chiusura mai però aperto; semplicemente basterebbe inserire lo slash nel punto necessario e rimuovere il div. Le pagine 3, 7, 10, 11 hanno incompleta la dichiarazione del DOCTYPE.
Il DOCTYPE viene dichiarato in questo modo:
<!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN" >
Mentre dovrebbe essere dichiarato in questo modo:
<!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN" "http://www.w3c.org/TR/1999/REC-html401-19991224/loose.dtd">
Ricordiamo inoltre che quando si definisce un DOCTYPE di tipo Strict, definiamo la forma più rigida di definizione dell'XHTML, non permettendo di utilizzare alcun Tag o attributo che specifichi degli stili degli elementi della pagina; non possono quindi essere utilizzati colori, font o stilizzazioni CSS direttamente all'interno del documento: il tutto dev'essere definito il un file CSS esterno. Ad esempio la pagina 5 dichiara appunto il DOCTYPE di tipo Strict ma usa tag font e alink che sono vietati nella DTD Strict. Sempre secondo le specifiche XHTML 1.0, i valori degli attributi vanno compresi tra doppi apici. Ad esempio la pagina 11 ha una mappa-immagine con il seguente codice errato:
< MAP name = FPMap0 >
Questo invece è il codice corretto:
< MAP name ="FPMap0" >

[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]



Requisito 3: alternative testuali.

Ci sono delle immagini usate per il layout senza Alt: in questo immagini scrivere Alt="". Riscontriamo questo problema nella pagina 7 e 11.


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]


Requisito 4: colore.

La pagina 5 si prefigge di dividere tre argomenti diversi utilizzando il colore ma questi colori nel caso di uno schermo in bianco e nero o di un utente con problemi di daltonismo, non rendono l'informazione veicolata. Come si può vedere dalla seguente immagine, la parte in questione con schermo a colori e con schermo in bianco e nero.
Dimostrazione di errato utilizzo dei colori per sudddividere le informazioni
Nella stessa pagina inoltre, si mettono scritte rosse su sfondo verde di sicura difficoltà per i daltonici confermato anche dallo strumento software utilizzato.


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]


Requisito 6: contrasto.

Per questo requisito abbiamo utilizzato il programma Color Contrast Analyser. Nella pagina 2, quando il mouse passa sopra il link "vai all'organigramma" questo appare su sfondo rosso scuro rendendo difficilmente leggibile il link. In tutte le pagine col menu con i link inseriti dentro un rettangolo celeste/blu, quando si attiva il rollover, il rettangolo diventa di sfondo rosso. Questi due colori potrebbero creare qualche fastidio in quanto poco contrastati e non sufficiente differenza di colore.


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]


Requisito 7: mappe immagine lato client.

Nella pagina 11, dovrebbero essere forniti link testuali equivalenti a quelli presenti nella mappa di immagini raffigurante la regione. Stesso discorso per la pagina 7.


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]


Requisito 11: fogli di stile.

Disabilitando i fogli di stile, le pagine risultano fruibili. Si consiglia comunque l'uso dei soli fogli di stile esterni in quanto necessari a soddisfare il punto a e b.3 del primo requisito che richiede il DTD di tipo Strict.


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]


Requisito 13: tabelle layout.

Nella pagina 5 si poteva usare l'attributo SUMMARY all'interno della tabella. Questo attributo permette di spiegare lo scopo della tabella.


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]


Requisito 15: script, applet.

Nella pagina 2, non è presente una versione equivalente delle informazioni dello script attraverso il Tag NOSCRIPT.


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]


Requisito 16: eventi.

L'attivazione di componenti o azioni tramite dispositivi anziché eventi, è un fatto molto limitante per chi non usa i dispositivi indicati. Nelle pagine 7 e 11, sarebbe utile specificare gestori di evento logici piuttosto che gestori di evento dipendenti da dispositivo come sono ad esempio onmousedown, onmouseup, onclick, onmouseover, onmouseout .


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]


Requisito 19: link non ambigui.

La Home Page e tutte le altre pagine che utilizzano lo stesso schema concettuale, presentano una serie di link a siti esterni corredati di immagini uguali con lo stesso Alt recante la frase "Sito esterno". Questa cosa non agevola gli utenti con lettori di schermo. Sarebbe più utile ed esplicativo l'utilizzo di un Alt diverso per ogni immagine/link; si potrebbe utilizzare degli Alt del tipo: "Vai al sito Guida degli uffici" " Vai al sito difensore civico" ecc ecc. Stesso discorso per le immagini relative ai servizi video tutti con lo stesso Alt: "Notizia con contenuto speciale". La pagina 11 sostituisce una scritta grafica con il nome dell'immagine e con la sua dimensione: non è di nessuna utilità per nessuno. Inoltre in questa pagina, è presente una mappa immagine con lo stesso Alt ( "Mappa della regione") per ogni zona sensibile nonostante queste portino a differenti comuni.


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]


Requisito 22: pagine equivalenti.

Ci sono delle pagine come ad esempio la 5, la 7, e la 11 che dovrebbero implementare soluzioni di pagine equivalenti in quanto poco accessibili.


[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]



Conclusioni

In genere, le pagine che non hanno passato la validazione, specialmente quelle con lo stesso schema concettuale simile alla Home, non hanno gravi errori ma semplicemente delle mancanze o delle omissioni facilmente rimediabili. Invece le pagine 5, 7, 11 andrebbero riviste approfonditamente specialmente le ultime due chiaramente costruire come un progetto a sé stante in un secondo momento e probabilmente da persone diverse rispetto agli ideatori della maggior parte del sito.Queste pagine sono quelle che effettivamente sono presenti nella maggior parte dei requisiti non soddisfatti.

[Torna all'indice] [Torna lista requisiti non soddisfatti]

[Torna alla Home Page]

Valid XHTML 1.0 Strict