Analisi di conformità rispetto a WCAG 1.0 AA
Sito in esame: www.provincia.tn.it
Indice relazioni Analisi di conformità del sito Provincia Autonoma di Trento


Sommario

Introduzione

Descrizione del sito in esame

Il sito web in esame è quello della Provincia Autonoma di Trento.
Trattandosi di un portale le molteplici argomentazioni presenti fanno spesso riferimento a pagine di siti esterni che non mantengono la stessa presentazione del documento.
Il sito è rivolto oltre che al cittadino locale della provincia (informazioni sui servizi pubblici quali sportelli, scadenze, bandi e concorsi), ad un utente che voglia semplicemente ricercare informazioni a scopo turistico.

Essendo un portale di amministrazione pubblica dovrebbe sottostare ai requisiti minimi di accessibilità previsti dalla Legge Stanca al fine di favorire l'uso del servizio anche a persone disabili.

CITAZIONE - fonte [www.provincia.tn.it/aiuto/]

Per quanto riguarda la realizzazione delle pagine, è garantita la conformità agli standard XHTML 1.0 (in versione strict) e CSS nell'ultima versione disponibile (2.1) per assicurare flessibilità e leggerezza delle pagine.

Stando a quando indicato nella pagina di aiuto del sito il compito di verifica dell'accessibilità sembrerebbe essere facilitato dal fatto che viene garantita la conformità agli standard XHTML 1.0 Strict e CSS 2.

Effettivamente il foglio di stile utilizzato nel sito risulta valido rispetto alle specifiche dei CSS.
Viceversa la Homepage e la pagina Consiglio del sito, a differenza delle rimanenti, non sono risultate dei documenti XHTML 1.0 Strict validi.

Strumenti utilizzati

Il sito è stato analizzato su piattaforma Windows XP SP2 con il browser visuale Mozilla Firefox 1.5.
Il dispositivo di output è un monitor LCD con risoluzione di 1024x768 pixels ed una profondità di colore di 32bit.

Al fine di controllare la conformità agli standard XHTML e CSS delle pagine prese in esame si è fatto uso del HTML Validator e del CSS Validator.

vai al sommario all'inizio della pagina



Approccio utilizzato

Inizialmente si è cercato di familiarizzare con la struttura delle pagine web in modo da poter avere un'idea di quali pagine creano maggiore interesse nell'utente medio.

Per l'analisi del sito rispetto alle WCAG 1.0 con livello di conformità "Doppia-A" vengono prese in considerazione una per una le 14 linee guida indipendentemente dalla priorità di interesse (nel caso "Doppia-A" basterebbero analizzare le linee guida di Priorità 1 e Priorità 2).
Considerate l'eccessivo numero di pagine presenti non si riuscirà a dimostrare l'eventuale inaccessibilità dell'intero sito, ma solo delle seguenti pagine esaminate:

  1. Homepage
  2. Giunta
  3. Consiglio
  4. Attività istituzionali
  5. Scadenze e avvisi
  6. Documenti principali
  7. Notizie stampa e audiovisivi
  8. Sportelli per il pubblico
  9. Concorsi

Alla fine nelle conclusioni vengono prese in considerazione solo le notazioni in contrasto con le linee guida di Priorità 1 e Priorità 2 per l'esito della conformità agli standard WCAG 1.0 - AA.

vai al sommario all'inizio della pagina



Analisi di Conformità

Indice delle linee guida per l'accessibilità ai contenuti del Web

  1. Fornire alternative equivalenti al contenuto audio e visivo.
  2. Non fare affidamento sul solo colore.
  3. Usare marcatori e fogli di stile e farlo in modo appropriato.
  4. Chiarire l'uso di linguaggi naturali.
  5. Creare tabelle che si trasformino in maniera elegante.
  6. Assicurarsi che le pagine che danno spazio a nuove tecnologie si trasformino in maniera elegante.
  7. Assicurarsi che l'utente possa tenere sotto controllo i cambiamenti di contenuto nel corso del tempo.
  8. Assicurare l'accessibilità diretta delle interfacce utente incorporate.
  9. Progettare per garantire l'indipendenza da dispositivo.
  10. Usare soluzioni provvisorie.
  11. Usare le tecnologie e le raccomandazioni del W3C.
  12. Fornire informazione per la contestualizzazione e l'orientamento.
  13. Fornire chiari meccanismi di navigazione.
  14. Assicurarsi che i documenti siano chiari e semplici.

vai al sommario all'inizio della pagina



1. Fornire alternative equivalenti al contenuto audio e visivo.

Nonostante le immagini presenti in quasi tutte le pagine non sono essenziali per la corretta fruibilità del contenuto della pagina, esse dispongono in gran parte di un' alternativa testuale (attributo alt).
Alcune pagine invece, quali Consiglio, Documenti principali e Concorsi non hanno un'alternativa testuale.
Particolarmente grave il problema si pone nei menù delle prime due pagine citate e nella applet della pagina Notizie stampa e audiovisivi.

menù della pagina Consiglio senza alternativa testuale menù della pagina Notizie stampa e audiovisivi senza alternativa testuale link presenti nella pagina Notizie stampa e audiovisivi senza alternativa testuale

In alcuni casi le immagini presentano una descrizione insignificante o inutile che può disturbare gli utenti che utilizzano i lettori di schermo.

porzione di pagina vista con un browser visuale stessa porzione di pagina vista con un browser visuale senza caricare le immagini

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


2. Non fare affidamento sul solo colore.

Tutti i documenti controllati non presentano problemi cromatici di rilievo; forse in alcuni casi i testi di colore griglio su sfondo bianco non sono abbastanza in contrasto e potrebbero risultare poco visibili.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


3. Usare marcatori e fogli di stile e farlo in modo appropriato.

I documenti hanno la dichiarazione del DTD utilizzato ad inizio pagina e fanno ampio uso di fogli di stile (addirittura 3 CSS esterni), oltre ad un corretto uso dei tag di intestazione h1,h2,h3,.. Come di consueto c'è la pagina Consiglio che fa eccezione non presentando alcuna descrizione di DTD e di foglio di stile, ma adoperando il tag font non tollerato dal Consorzio W3C.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


4. Chiarire l'uso di linguaggi naturali.

L' attributo lang per la specifica del linguaggio utilizzato viene correntemente utilizzato in tutti i documenti meno che in Consiglio e Notizie stampa e audiovisivi.
Da segnalare invece il mancato uso di abbr per lo scioglimento di abbreviazioni come ad esempio nella pagina Giunta è presente nel menù la sigla "A.P.Ra.N" non commentata.
Altra segnalazione nella pagina Sportelli per il pubblico l'abbreviazione "p.v." che è di uso comune dalle persone vedenti abituate a scrivere, ma potrebbe risultare incomprensibile se letta utilizzando un lettore di schermo da un utente non vedente.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


5. Creare tabelle che si trasformino in maniera elegante.

Solo in un numero ristretto di pagine si fa uso delle tabelle solo ed esclusivamente per scopi estetici usando tra l'altro marcatori di struttura per la formattazione della resa visiva.
L'uso di tabella per la rappresentazione di dati viene fatta nella pagina Sportelli per il pubblico, ma non secondo le specifiche richieste dalle linea guida.
In effetti si evidenzia la mancata identificazione delle celle di intestazione TH e dell'attributo scope per associare le celle di dati alle celle di intestazione.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


6. Assicurarsi che le pagine che danno spazio a nuove tecnologie si trasformino in maniera elegante.

Tutte le pagine sono fruibili anche dai browser che non supportano i fogli di stile.
Nella sezione Notizie stampa e audiovisivi c'è un applet che in caso di disabilitazione di script ovviamente non funziona, ma cliccando sulla voce del menù a sinistra ultimi comunicati è comunque disponibile una versione statica delle medesime informazioni.
L'applet e gli altri script presenti sono stati progettati prevedendo solamente l'evento "onClick" quindi fruibili dipendentemente dall'uso del mouse.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


7. Assicurarsi che l'utente possa tenere sotto controllo i cambiamenti di contenuto nel corso del tempo.

Nel documento Notizie stampa e audiovisivi l'applet presenta uno scroller verticale abbastanza lento che non rende impossibile la lettura, ma il fatto di poter interrompere lo scrolling solo con l'evento "onMouseOver" del mouse lo rende dipendente dalla periferica.
Per il resto non vengono utilizzati testi lampeggianti o scorrevoli, nè tanto meno refresh o auto-reindirizzamenti di pagina.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


8. Assicurare l'accessibilità diretta delle interfacce utente incorporate.

L'applet della pagina Notizie stampa e audiovisivi risulta dipendente dall'uso esclusivo del mouse.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


9. Progettare per garantire l'indipendenza da dispositivo.

In nessuna pagina esaminata è stato fissato un ordine cronologico di tabulazione (attributo tabindex); inoltre solo in alcuni casi ci si è limitati all'uso dell'attributo accesskey per specificare scorciatoie.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


10. Usare soluzioni provvisorie.

Nel documento Consiglio cliccando sul seguente link si apre una nuova finestra senza avviso.

link a pagina esterna senza avviso

Mancano i caratteri di segnaposto nelle caselle per l'immissione di testo nella ricerca.
Il menù riportato nella pagina Notizie stampa e audiovisivi presenta link adiacenti non separati da caratteri non facenti parte dei collegamenti.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


11. Usare le tecnologie e le raccomandazioni del W3C.

In Documenti di governo ci sono collegamenti a file PDF che richiedono plug-in o applicazioni autonome per essere consultati.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


12. Fornire informazione per la contestualizzazione e l'orientamento.

Vengono correttamente utilizzati gli attributi for per i tag LABEL dove si richiede l'immissione di informazione nei moduli.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


13. Fornire chiari meccanismi di navigazione.

Ad eccezione della pagina Consiglio è sempre presente una barra di navigazione chiara per aumentare le probabilità che una persona trovi quello che sta cercando nel sito e per evitare che si disorienti.
In quasi tutti i documenti vengono forniti metadati per aggiungere informazioni di tipo semantico.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


14. Assicurarsi che i documenti siano chiari e semplici.

Il linguaggio utilizzato risulta abbastanza chiaro e semplice.
A parte la pagina Consiglio, gli altri documenti hanno una presentazione grafica riconoscibile mantenendo una struttura a due colonne con il menù principale a sinistra o a destra e la barra di navigazione sempre in alto.

vai all'indice delle linee guida - vai al sommario all'inizio della pagina


Conclusioni

Dopo aver esaminato le 14 linee guida previste dagli standard del Consorzio W3C si è potuto stilare una tabella riepilogativa delle linee guida rispettate o meno da ciascun documento considerato. Fin dal primo impatto è sembrato che le pagine Consiglio e Notizie stampa e audiovisivi siano state progettate da personale diverso (oppure realizzato in tempi differenti) rispetto a quello che ha realizzato le rimanenti.
Infatti, a parte una differenza di struttura e presentazione grafica molto evidente, anche il grafico delle conformità riportato di seguito mette in risalto il tentativo quasi riuscito di rendere le pagine accessibili ad eccezione di quelle menzionate.

Risultati dell'analisi della conformità rispetto alle WCAG 1.0 AA
Homepage Giunta Consiglio Attività istituzionali Scadenze e avvisi Documenti principali Notizie stampa e audiovisivi Sportelli pubblici Concorsi
Guideline 1 SINONONO SINONOSISI
Guideline 2 SISISISI SISISISISI
Guideline 3 SISINOSI SISINOSISI
Guideline 4 N.P. N.P. N.P. N.P. N.P. N.P. N.P. N.P. N.P.
Guideline 5 SISINOSI SISISINOSI
Guideline 6 SISISISI SISINOSISI
Guideline 7 SISISISI SISINOSISI
Guideline 8 SISISISI SISINOSISI
Guideline 9 SISINOSI SISISISISI
Guideline 10 SISINOSI SISISISISI
Guideline 11 SISISISI SISINOSISI
Guideline 12 SISISISI SISISISISI
Guideline 13 SISINOSI SISINOSISI
Guideline 14 SISINOSI SISISISISI

Il risultato della tabella stabilisce che il sito preso in esame NON è conforme alle specifiche WCAG 1.0 AA.
Per rendere il sito accessibile si dovrebbe procedere progettando da zero le pagine Consiglio e Notizie stampa e audiovisivi che presentano errori particolarmente gravi, quali la mancanza di alternative testuali alle immagini o l'uso di applet e script poco fruibili da utenti disabili.

vai al sommario all'inizio della pagina



Glossario

Le definizioni riportate sono in ordine di apparizione.

Legge Stanca
Approvata il 9 gennaio 2004, la legge garantisce l'accessibilità ai mezzi informativi da parte di utenti disabili.
La normativa definisce dei requisiti minimi da rispettare al fine di rendere fruibile a qualsiasi utente un sito web.
Accessibilità
Il grado di fruibilità di un sito web.
Un sito web è considerato accessibile se persona disabili possono accedervi ed usarlo con la stessa efficacia delle persone non disabili (stessa efficacia tra utenti disabili e non disabili).
XHTML Strict
E' una rielaborazione del HTML 4.1 in linguaggio XML definendo delle regole più rigide nella costruzione di un documento.
E' possibile convertire un documento HTML in XHTML utilizzando uno strumento open source HTML Tidy, il quale permette di eliminare gli errori di markup.
La versione "Strict" viene usata quando si vuole realizzare una struttura di markup pulita priva di qualsiasi markup associati al layout della pagina. Per le impostazioni visive e di posizionamento si ricorre all'uso dei CSS.
CSS
Linguaggio standard del Consorzio W3C per arricchire l'aspetto visuale ed estetico di una pagina web.
Scopo di questo linguaggio è quello di separare il contenuto (XHTML come linguaggio strutturale) dalla presentazione.
WCAG
Le linee guida per l'accessibilità dei contenuti Web descrivono come realizzare contenuti per il Web di modo che siano accessibili a persone affette da disabilità.
La loro applicazione consente di rendere disponibili i contenuti Web a tutti gli utenti, indipendentemente dal tipo di strumento di navigazione utilizzato (browser grafici, browser vocali, cellulari, navigatori di bordo) e da limitazioni cui ci si trovi costretti (ambiente rumoroso, scarsa o troppa illuminazione, impossibilità di usare le mani perchè si sta guidando un mezzo).
Le guidelines sono disponibili tradotte in lingua italiana.

vai al sommario all'inizio della pagina