Vai ai contenuti

Università degli Studi di Udine - Facoltà di Scienze MM. FF. NN.

Corso di Progettazione di Siti Web - Anno Accademico 2005/2006

Relazioni di Bernardis Cristina, Candido Paolo e Cescon Dario

Ti trovi in: Home Page > Glossario
Parole presenti nel glossario :
Torna a inizio pagina

Accessibilità

L'accessibilità, secondo Tim Berners-Lee, è un aspetto essenziale del web, perché la potenzialità di questo risiede nella sua universalità. Esistono diverse definizioni di accessibilità:

  1. Secondo Slatin e Rush, un sito web è accessibile se persone disabili possono accedervi ed usarlo con la stessa efficacia delle persone non disabili.
  2. per il W3C, in particolare per le WCAG1.0, un sito è accessibile se, all'aumentare del grado di disabilità di una persona, assicura una trasformazione graduale, e rende il suo contenuto comprensibile e navigabile.
  3. nelle WCAG2.0, un sito è accessibile se è percepibile, comprensibile, utilizzabile e robusto rispetto alle tecnologie precedenti.
  4. per l'ISO, un sito è accessibile se è usabile da parte di persone con la gamma più ampia di abilità.
  5. per la legge italiana, l'accessibilità è la capacità dei sistemi informatici, nelle forme e nei limiti consentiti dalle conoscenze tecnologiche, di erogare servizi e fornire informazioni fruibili, senza discriminazioni, anche da parte di coloro che a causa di disabilità necessitino di tecnologie assistive o configurazioni particolari.
Torna su

Accesskey

Detti anche tasti di accesso rapido, gli accesskey sono combinazioni di tasti che consentono di svolgere determinate funzioni senza dover usare il mouse. Nell'ambito di un sito, i link contenenti l'attributo accesskey pari ad un tasto permettono di accedere alle pagine tramite la pressione di una combinazione diversa dei tasti ALT, Shift, ESC, Control seguiti dal valore dell'attributo accesskey, in base al browser e al sistema operativo utilizzati. Le combinazioni più frequenti sono:

Torna su

Affordance

Introdotto nel 1966 dallo psicologo James J. Gibson, il termine affordance indica la facilità di riconoscimento di un controllo. In altre parole denota le caratteristiche di un oggetto che rendono chiaro il modo di utilizzare lo stesso.

Torna su

Applet

Un'applet è un programma, solitamente breve, scaricabile da un server remoto ed eseguibile sul computer destinatario all'interno di un'altro programma, di norma il browser.

Torna su

Barriera

Nell'ambito di un sito web, una barriera è un ostacolo alla fruizione del sito da parte di persone disabili o che utilizzano tecnologie disabilitanti.

Torna su

Breadcrumbs

Le breadcrumbs, cioè "briciole di pane", appartengono al sistema di navigazione di un sito.Esse segnalano all'utente dove si trova e gli permettono di tornare indietro nel cammino che ha percorso se sono di tipo path, oppure gli consentono di esplorare verso l'alto la gerarchia del sito se di tipo location.

Torna su

Browser

Il browser un software che permette di navigare e consultare dati contenuti in siti web. Solitamente interpreta codice HTML o XHTML.

Torna su

Browser testuale

Un browser testuale è un browser che consente di navigare visualizzando solo il testo contenuto nelle pagine, senza visualizzare le immagini, che vengono sostituite dal testo alternativo, se presente. Il Browser testuale più usato è Lynx.

Torna su

Browser vocale

Un browser vocale è un browser che permette ad una persona non vedente di navigare in Internet, grazie ad una voce sintetica che legge il contenuto della pagina.

Torna su

Codice sorgente

Il codice sorgente è un linguaggio di alto livello che viene tradotto in codice eseguibile da un computer. Per quanto concerne un sito, il codice sorgente è l'insieme di tutti i tag che compongono una pagina web e del loro contenuto.

Torna su

Conformità rispetto alle linee guida

La conformità rispetto alle linee guida è una caratteristica interna al sito. In queste pagine la conformità è legata alla legge 4/2004, detta anche legge Stanca, che riguarda l'accessibilità di pagine web. I requisiti tecnici utilizzati, provenienti dall'allegato A del DM 8 luglio 2005, sono consultabili all'indirizzo: http://www.pubbliaccesso.gov.it/normative/DM080705-A.htm.

Torna su

Frame

Si chiama frame ogni riquadro in cui può essere divisa una pagina web composta da altre. Ogni riquadro viene visualizzato simultaneamente agli altri. In XHTML 1.0 sono consentiti solo nella definizione Frameset.

Torna su

Layout

Il layout è la disposizione degli elementi grafici all'interno dello spazio di visualizzazione e determina la forza, l'impatto visivo e l'efficacia delle informazioni comunicate all'utente.
Scopo del layout è offrire una presentazione degli elementi grafici e testuali che ne consenta la comprensione con il minor sforzo possibile.
Il raggruppamento visivo delle informazioni favorisce la memorizzazione. Un testo tipograficamente organizzato e strutturato visivamente focalizza l'attenzione e facilita la memorizzazione.

Torna su

Link

Un link è un collegamento tra pagine ipermediali. Di solito è rappresentato tramite un testo o un'immagine. Serve a spostarsi attraverso documenti ipermediali.

Torna su

Magnifier

Il magnifier è un software che ingrandisce porzioni di schermo. Solitamente viene usato dagli ipovedenti per poter leggere il testo e vedere i dettagli di un'immagine.

Torna su

Modello mentale

Un modello mentale è un modello che l'utente si crea nel momento in cui naviga in un sito. Rimanda alla teoria dei modelli mentali sviluppata in psicologia. Permette all'utente di fare dei ragionamenti anche subconsci che permettono di predire che compiendo un'azione si scatenerà una reazione specifica. Il cambiamento del modello mentale è funzione dell'immagine del sistema, dei segnali e dei controlli che il sito offre.

Torna su

Pop-up

L'espressione pop-up indica una finestra che appare quando viene effettuata un'operazione. Solitamente si apre contestualmente alla pagina prevista, ma è indipendente, in genere pubblicitaria.

Torna su

Reload

L'espressione reload si riferisce all'azione di tornare a caricare una pagina web in una finestra.

Torna su

Scansionabilità

La scansionabilità è una proprietà che si basa sull'idea che l'utente possa concentrarsi solo su poche informazioni alla volta; quindi l'utente non legge, scansiona il testo. E' necessario favorire la lettura tramite la suddivisione in paragrafi, l'uso dello spazio vuoto, uso di liste puntate, e simili.

Torna su

simulazione euristica

La simulazione euristica è un metodo di valutazione dell'accessibilità che permette di contestualizzare le violazioni in scenari d'uso. Una spiegazione più approfondita di questo metodo si può trovare all'indirizzo: www.dimi.uniud.it/wq/metodo-barriere.html.

Torna su

Skiplink

Uno skiplink è un link che permette di saltare il menù e accedere direttamente al contenuto di una pagina. In genere non viene visualizzato, ma è utile a coloro che utilizzano un browser vocale perché la lettura di tutto il menù ogni volta che si accede ad una pagina può risultare lunga e inutile.

Torna su

Sniff test

Lo sniff test è un test "a naso", ovvero un test non formale che consiste nella visualizzazione del sito testato in un'ottica non comune, ad esempio utilizzando un browser testuale o comunque diverso da Internet Explorer, disattivando le immagini, Javascript, i CSS, il mouse e simili.

Torna su

Tag

Un tag è un insieme di caratteri con cui si identificano uno o più elementi di un file. Nella sintassi XHTML sono racchiusi tra parentesi puntate e contengono gli elementi in una struttura ad albero.

Torna su

Think aloud

Il think aloud è un metodo utilizzato negli user test che prevede che l'utente spieghi i motivi delle sue azioni, se il sito corrisponde al suo modello mentale e tutto ciò che gli passa per la testa. L'unico pericolo è che l'utente razionalizzi il suo comportamento.

Torna su

Usabilità

L'usabilità o qualità d'uso è una proprietà esterna al sito, quindi difficile da definire. Per questo motivo le definizioni sono molte. Per l'ISO 9126 la qualità è l'insieme di tutte le caratteristiche di un prodotto software che hanno a che fare con la sua capacità di soddisfare necessità implicite ed esplicite. Quindi la qualità d'uso è il grado di efficacia, di produzione, di soddisdazione e di sicurezza di determinati utenti, per determinati scopi, in determinate condizioni. La definizione più stretta, però, è: "un sito è usabile da parte di determinati utenti, per determinati scopi, in determinate condizioni se è compreso, appreso, utilizzabile e piacevole".

Torna su

User test

Uno user test è un test con utenti il cui scopo è controllare la presenza di un certo tipo di errore. In queste pagine è stato usato un metodo sperimentale e informale, un test esplorativo, non statistico, effettuato tramite il metodo del think aloud.

Torna su

Valutazione euristica

La valutazione euristica è un metodo analitico che prevede che alcuni valutatori analizzino l'usabilità di un sito o di parte di esso sulla base di alcune linee guida. In queste pagine sono state utilizzate le linee guida all'indirizzo: www.dimi.uniud.it/giorgio/dida/psw/euristiche.html.

Torna su