Laboratorio progettazione siti web

Toscana:Conformità(Legge Stanca)

Requisiti

L'analisi del sito verrà fatta utilizzando come riferimento le linee guida della
Legge Stanca,formulate come standard di accessibilità per le persone diversamente abili. Esse sono in gran parte ispirate alle linee guida WCAG 1.0. Seguendone i vari punti nella realizzazione di una pagina web, si dà la possibilità a persone disabili di usufruire in maniera corretta dei contenuti del sito stesso.
Queste linee si basano sui seguenti ventidue requisiti:

Sistemi operativi, browser e tool utilizzati

L'analisi è stata svolta su sistemi operativi Fedora5,WindowsXP e Windows2000, con i browser Konqueror, Firefox,Explorer ed Opera. Per l'analisi sul colore delle pagine, e la loro visione da parte di utenti con problemi visivi si e utilizzato lo strumento automatico presente sul sito colorfilter.wickline.org.

Pagine Analizzate

Le pagine scelte per l'analisi, sono quelle raggiungibili principalmente dalla homepage. Il campione ci è sembrato abbastanza significativo, visto che ricopre le aree principali del sito. La scelta è stata fatta anche in base alla mappa del sito stesso.
Le pagine esaminate sono le seguenti:

http://www.regione.toscana.it/prehome_1024.htm
http://www.e.toscana.it/home.shtml
http://www.regione.toscana.it/index.htm
http://www.regione.toscana.it/urp/
http://www.regione.toscana.it/informa/index.htm http://www.regione.toscana.it/campagne
https://urp.rete.toscana.it/urptoolrt/servlet/gateway
http://www.regione.toscana.it/partecipazione/
http://www.salute.toscana.it/
http://www.rete.toscana.it/indice_az.htm
http://www.rete.toscana.it/index.htm
http://www.rete.toscana.it/sett/artigianato/index.htm
http://www.regione.toscana.it/sitemap.htm
http://www.rete.toscana.it/finanziamenti/index.php
http://www.rete.toscana.it/sett/agric/srurale/leader_plus/leaderp.htm
http://www.rete.toscana.it/gar/

Requisiti esaminati e problemi riscontrati

Requisito n.1

Realizzare le pagine e gli oggetti al loro interno utilizzando tecnologie definite da grammatiche formali pubblicate, nelle versioni più recenti disponibili quando sono supportate dai programmi utente. Utilizzare elementi ed attributi in modo conforme alle specifiche, rispettandone l'aspetto semantico.

Un errore piuttosto evidente è stato fatto nella pagina riguardante la mappa del sito. Essa è formata da un'immagine che illustra la struttura del sito. Disabilitando le immagini, le informazioni contenute nella pagina vengono meno. Per evitare ciò sarebbe bastato l'uso dell'html piuttosto che di un'immagine

L'immagine mostra la mappa del sito realizzata con un'immagine al posto del linguaggio a marcatori
Uso delle immagini al posto del linguaggio a marcatori

Un'altro errore di qusto tipo è stato notato nella homepage vi sono informazioni che invece di essere inserite in appositi marcatori vengono inserite direttamente nelle immagini.Ad esempio "i più visitati","Aree tematiche","sito web ufficiale".

Un'altro errore rispetto a questo requisito è stato notato nel codice di due delle pagine considerate (la pagina dell'e-governament e in quella dell'indice alfabetico)è stata notata la mancanza di un riferimento ad un DTD pubblico(ad es. il DTD rigoroso di HTML 4.0).
Questo fa sì che la pagina possa anche non essere valida dal punto di vista della grammatica formale.

Requisito n. 2

Non è consentito l'uso dei frame nella realizzazione di nuovi siti.
In sede di prima applicazione, per i siti esistenti già realizzati con frame, è consentito l'uso di HTML 4.01 o XHTML 1.0 con DTD frameset purché i frame siano ben titolati e vengano pianificate le transazioni DTD strict con la Presidenza del Consiglio.

E' stata ravvisata una non conformità nelle pagine composte da frame all'interno del tag FRAME non è presente l'attributo "title". Questo tipo di mancanza non agevola l'orientamento nella pagina che può essere utile sia al normale utente, ma soprattutto a persone con difficoltà cognitive.

Requisito n. 3

Fornire una alternativa testuale equivalente per ogni oggetto non di testo presente in una pagina e garantire che quando il contenuto non testuale di un oggetto cambia dinamicamente vengano aggiornati anche i relativi contenuti equivalenti predisposti. L'alternativa testuale equivalente di un oggetto non testuale deve essere commisurata alla funzione esercitata dall'oggetto originale nello specifico contesto.

Nella maggior parte delle pagine analizzate quasi tutte le immagini,escluse quelle utilizzate come layout,è presente l'attributo "alt".Sono state notate tuttavia delle violazioni nella pagina riguardante l'e-governament, in cui ci sono alcune immagini sfornite di alternativa testuale. Nei contenuti non di testo diversi dalle immagini sono stati ravvisati diversi errori, infatti in molti tag INPUT delle FORM manca l'attributo "alt" e nella pagina
http://www.rete.toscana.it/sett/pta/index.shtml è stata riscontrata la mancanza di un attributo descrittivo "alt" all'interno del tag APPLET

Evitare oggetti e scritte lampeggianti o in movimento le cui frequenze di intermittenza possano provocare disturbi da epilessia fotosensibile, disturbi della concentrazione o che possano causare il malfunzionamento delle tecnologie assistive utilizzate. Qualora esigenze informative richiedano comunque il loro utilizzo, avvisare l'utente del possibile rischio prima di presentarli e predisporre metodi che consentano di evitare tali elementi.

Nella pagina http://www.regione.toscana.it/index.htm posizionata in alto a sinistra vi è un'immagine che presenta un contenuto in movimento.Probabimente tale immagine non ha una frequenza tale da provocare crisi epilettiche, ma può comunque disturbare l'attenzione dell'utente. Oltre a ciò l'utente non viene in nessun modo avvertito della presenza di contenuto animato.

Requisito n. 6

Garantire che siano sempre distinguibili il contenuto informativo (foreground) e lo sfondo (background), ricorrendo a un sufficiente contrasto (nel caso del testo) o a differenti livelli sonori (in caso di parlato con sottofondo musicale). Un testo in forma di immagine in genere è da evitare ma, se non è possibile farne a meno, deve essere realizzato con gli stessi criteri di distinguibilità indicati in precedenza.

E' stato riscontrato un errore nelle pagine( tra cui il frame principale della pagina http://www.regione.toscana.it/index) contenenti un menù per la navigazione fra le pagine stesse del sito, in cui le scritte che indicano le sezioni, hanno poco contrasto rispetto allo sfondo bianco. Questo crea problemi a chi utilizza schermi in bianco e nero o a chi ha disfunzioni visive riguardanti la distinzione del colore.

Immagine di un menù con poco contrasto

Poco contrasto fra sfondo e scritte

Requisito n. 11

Usare i fogli di stile per controllare la presentazione dei contenuti e organizzare le pagine in modo che possano essere lette anche quando i fogli di stile siano disabilitati o non supportati.

E' stato ravvisato un errore in alcune pagine del sito tra cui quella contenete la mappa,quella delle campagne di comunicazione e quella contenente l'indice alfabetico degli argomenti del sito. In queste pagine viene usato svariate volte il tag FONT dell'html senza ricorrere al foglio di stile per decidere tipo e grandezza di font da utilizzare

immagine di un frammento di codice che evidenzia l'uso ripetuto dell'attributo font
Uso dell'attributo font nell'html

Un'altro errore riguardante questo requisito è stato ravvisato nella home page del sito che, se visualizzata senza i fogli di stile,perde una parte dell'informazione in quanto alcune sezioni non risultano più visibili.Il problema si ripropone anche in altre pagine del sito dove link associati alle immagini che prima erano visibili,dopo la disattivazione dei css non lo sono più.

Requisito n. 13

In caso di utilizzo di tabelle a scopo di impaginazione, garantire che il contenuto della tabella sia comprensibile anche quando questa viene letta in modo linearizzato e utilizzare gli elementi e gli attributi di una tabella rispettandone il valore semantico definito nella specifica del linguaggio a marcatori utilizzato.

Alcune fra le pagine analizzate(ad esempio quella riportante l'indice alfabetico) utilizzano tabelle per organizzare l'impaginazione. Le tabelle in questione non sono nemmeno leggibili in maniera lineare, tanto che ad una prova con un lettore di schermo, è stato impossibile distinguere la forma logica della pagina stessa.

Requisito n. 15

Garantire che le pagine siano utilizzabili quando script, applet, o altri oggetti di programmazione sono disabilitati oppure non supportati; ove ciò non sia possibile fornire una spiegazione testuale della funzionalità svolta e garantire una alternativa testuale equivalente, in modo analogo a quanto indicato nel requisito n. 3.

Nella pagina http://www.rete.toscana.it/index.htm è presente uno script che se viene disabilitato non permette il funzionamento di alcuni links.Dunque senza script la pagina non è visualizzabile correttamente dato che non si può accedere a tutta l'informazione che è contenuta nei links non funzionanti.Inoltre non è fornito un equivalente testuale tramite il tag "NOSCRIPT".

Requisito n. 22

Per le pagine di siti esistenti che non possano rispettare i suelencati requisiti (pagine non accessibili), in sede di prima applicazione, fornire il collegamento a una pagina conforme a tali requisiti, recante informazioni e funzionalità equivalenti a quelle della pagina non accessibile ed aggiornata con la stessa frequenza, evitando la creazione di pagine di solo testo; il collegamento alla pagina conforme deve essere proposto in modo evidente all'inizio della pagina non accessibile.

In tutte le pagine che non sono dichiarate accessibili non è presente il collegamento ad una pagina alternativa equivalente che sia accessibile.

Conclusioni

Fra le pagine del sito analizzate, molte violano i requisiti tecnici della legge. Nonostante i requisiti della legge non siano "rigidi" come altri tipi di leggi per la conformità, fin dalla home page si può notare che non c'è stata attenzione per il rispetto della legge. Questo potrebbe comportare problemi per il sito e per i suoi amministratori che oltre a non garantire accessibilità potrebbero incorrere in sanzioni. Comunque, fra le pagine analizzate c'è né una che rispetta completamente tutti i requisiti della legge. La pagina in questione è quella della sanità, che molto probabilmente è stata realizzata seguendo le regole WCAG, e di conseguenza risulta pienamente conforme anche ai requisti della legge Stanca.