Relazione di Progettazione Siti Web

sul sito di Rai Due

Zompicchiatti Luca


Simulazione Euristica

Indice delle relazioni




Menù:

Simulazione Euristica
Primo utente
Secondo utente

Torna sù




Simulazione Euristica



Prefazione:

La simulazione euristica è un metodo di valutazione dell’accessibilità che permette di contestualizzare le violazioni in scenari d’uso e quindi permette di assegnare una scala di importanza ai problemi e di determinare il livello di efficacia, produttività, soddisfazione e sicurezza del sito per gli utenti e utilizzi considerati. Ora procederemo con un analisi condotta a "passi" che ci permetteranno di eseguire in maniera formale la simulazione individuando anche una tipologia di potenziali utenti del sito.

4 Passi della Simulazione Euristica:

  1. Scegliere le possibili categorie di utenti
  2. Scegliere le possibili barriere di accessibilità
  3. Analizzare ogni pagina per vedere se manifesta una qualche barriera
  4. Assegnare una gravità ad ogni barriera riscontrata

Menù


Categorie d’utenza:

Le persone che utilizzano il sito si presume siano utenti che vogliano avere informazioni riguardanti la programmazione televisiva di rai due, e qualsiasi informazione trattata nel sito riguardante sempre argomentazioni presentate su Rai due.

Menù


Definizione barriere d’accessibilità:

Una qualsiasi condizione che rende difficile o impossibile il progredire verso l’ottenimento di un obiettivo da parte di una persona disabile (o disabilitata) che usa il sito mediante un qualche tipo di tecnologia (assistiva o altro).

Menù


Definizione livelli di gravità:

Problema minore:

La presenza di questa barriera viene notata dall'utente ma ci sono facili modi per aggirarla od evitarla se la si riconosce o ricorda; essa incide sulla produttività e sulla soddisfazione, non sull'efficacia e la sicurezza.

Problema importante:

La presenza di questa barriera viene notata dall'utente ed essa ha una grossa influenza nel modo di proseguire il compito da parte dell'utente. Essa incide pesantemente sulla produttività e sulla soddisfazione e può inciderea anche sulla sull'efficacia e la sicurezza rendendo faticoso e/o rischioso il proseguimento del compito. E' facile che l'utente compia errori. Spesso non è facile trocare vie alternative per ottenere lo scopo.

Problema catastrofico:

Si tratta di una barriera che porta molti utenti a rinunciare al raggiungimento dello scopo. Gli errori possono essere molti e con gravi conseguenze; vie alternative non esistono. L'impatto negativo su efficacia e sicurezza è elevato ma lo è ancora di più sulla produttività e sulla soddisfazione.

Menù




Primo utente



Primo utente analizzato

Matteo Bianchi:


Caratteristiche:
Situazione operativa:

L’utente visualizza il sito su un computer dell’università di Udine su Windows Xp con mozilla firefox 1.03.

Attori e loro caratteristiche fisico mentali:

L’utente è daltonico.

Scopi:

Vedere se l’utente Bianchi riesce a navigare sul sito, e se la navigazione è compromessa dalla visione alterata dei colori delle immagini e dei link.

Piani d’azione:

L’utente digita l’indirizzo del sito interessato, visiona la home page per capire la disposizione delle informazioni e dei link, nella fattispecie quelli del Menù principale.

Interpretazioni:

L’utente non sempre riesce ad utilizzare tutti i link ad immagine, perchè non riesce a distinguere la differenza di colore dell’immagine di roll-over. Inoltre distingue abbastanza bene i link solamente accorgendosi del cambiamento di puntatore del mouse..

Azioni osservabili:

Disagio nella visualizzazione delle immagini, ma tutto sommato il sito risulta abbastanza navigabile per quanto riguarda il contenuto informativo testuale, sarebbe stato meglio enfatizzare in maniera più appropriata la differenza tra il testo normale e il testo linkato. I colori del Menù principale potevano essere fatti di contrasto diverso, chiaro su scuro o vice versa, vista la difficoltà nello scorgere i colori quale grigio con evidenziazione gialla etc...

Barriere d’accessibilità:

Elementi informativi non vengono scorti in maniera efficiente, ad esempio alcune immagini link che cambiano colore al passaggio del mouse. Esempio vedi Home-page.

Barriere nell’utilizzazione:

Nel sito non compaiono tabelle dati che possano arrecare problemi per l’utilizzazione del sito da parte di un daltonico:

  1. Le immagini sono prive di ALT, non si riesce a capire quando l’immagine è un link o meno, non sempre ci sono variazioni di stato sulle immagini-link, tranne che per il cambiamento del puntatore.
  2. Non ci sono link con etichette descrittive, che facciano capire all’utente la destinazione
Livelli gravità:

Problemi minori:

I problemi esposti vengono considerati di questo tipo per il fatto che l’utente non che non ha gravi handicap può facilmente ovviare il problema riscontrato, inoltre non cambia il proprio modello mentale. Questo per il sito in questione, problematiche maggiori potrebbero essere riscontrate se venisse trattata in dettaglio un immagine o una figura parlando dell’impatto cromatico.

Problema importante:

Per quanto riguarda invece la difficoltà di interpretare le tematiche trattate nella pagina di destinazione dei link, alcune volte risulta essere problematico e forviante per un utente non esperto di internet, infatti la descrizione ed i nomi dati ai link non sempre è significativa rispecchiando in modo fedele le tematiche affrontate nella pagina puntata.

Menù




Secondo utente



Secondo analizzato

Giovanni Turco:


Caratteristiche:
Situazione operativa:

L’utente visualizza il sito da casa su un pc da tavolo con linux mandrake 9 con Konqueror. Dispone di un ingranditore di schermo.

Attori e loro caratteristiche fisico mentali:

L’utente è ipovedente.

Scopi:

Vedere se l’utente Turco riesce a navigare sul sito in maniera efficiente ed efficace, e se questo risulta leggibile da parte di un ingranditore di schermo.

Piani d’azione:

L’utente apre la home page e visiona sommariamente, tramite l’utilizzo del lettore di schermo, la pagina principale; cerca di capire i link del Menù e di visionare le immagini delle ultime notizie salienti. L’utente visiona la lista dei conduttori televisivi, provando ad accedere ad alcune informazioni riguardante la biografia e i compiti svolti dagli stessi.

Interpretazioni:

L’utente clicca su "conduttori" tramite il Menù principale, seleziona una tra le immagini proposte e ne visualizza le informazioni.

Azioni osservabili:

L’utente fatica a capire come visionare le informazioni riguardanti i conduttori.

Barriere nella percezione:

◊ Difficoltà nel visionare le immagini perchè compaiono al di fuori del campo visivo, del visualizzatore di schermo, un esempio palese può essere visto nella sezione "conduttori" (www.tg2.rai.it/Public/Conduttori/conduttori.htm)

◊ Indifferenziazione tra immagini e sfondo esempio. (www.tg2.rai.it/agenda.htm)

Barriere nell’utilizzazione:

Incomprensione nell’apertura delle finestre pop-up rispetto alla finestra sottostante. Esempio link nella sezione della home - page relativa a "segnala al tg2". Qualsiasi altro link con apertura di pop-up nelle pagine del sito creano problemi analoghi.

Barriera al controllo da parte dell’utente:

◊ Impossibilità di distinzione tra i link e il restante testo non link, esempio nella sezione della home-page riguardante il "santo del giorno".

◊ Non tutto è ridimensionabile, tranne che per il Menù ed i titoli, togliendo la visualizzazione dei CSS il sito risulta navigabile e leggibile.

Livelli di gravità:

Problema catastrofico:

I problemi sopra caratterizzati possono venir inglobati in questa categoria visto che l’utente non sempre riesce a visualizzare i link e a distinguere questi dal restante testo, molte volte non riesce a capire come continuare la navigazione. Come conseguenza ciò porta un notevole disagio e un analisi dettagliata tramite ingranditore di schermo di tutte le parole, per notare eventuali cambiamenti tipo la sottolineatura al passaggio del mouse. Se il testo da leggere è abbastanza lungo l’utente abbandona completamente il compito. Una soluzione adottabile sarebbe quella di utilizzare un lettore di schermo che ne evidenzia i link durante la lettura. L’ideale sarebbe contrassegnare con un colore diverso i link rispetto al restante testo non-link.

Problema importante:

Infine la barriera riscontrata nella visualizzazione di immagini al di fuori del campo visivo del visualizzatore di schermo, può riguardare questo ambito di problema dato che molte volte l'utente non riesce ad interpretare bene il contenuto della stessa, rendendo difficile e faticoso il proseguimento del compito, soprattutto quando si tratta di immagini in movimento o filmati. In alcuni casi l'utente salva l’immagine su disco per poi visualizzarla a tutto schermo con dimensione visualizzabile per intero.

Problema minore:

Per quanto riguarda la barriera dovuta al non ridimensionamento del testo si può includere in questa categoria visto che in ogni caso l’utente dispone di un ingranditore di schermo che già ridimensiona il testo, ovvio che la formattazione del testo dovuta ad un ridimensionamento via pagina web è sicuramente migliore rispetto a quello tramite ingranditore di schermo.

torna sù