INTRODUZIONE


Il sito considerato per l´analisi dell´accessibilità è www.comune.pradamano.ud.it. Con una visione superficiale il sito sembra validato con triple A , cioè è conferme agli standard di accessibilità della WCAG 1.0. Ma perchè è così importante l´accessibilità di un sito web. Non tutti gli utenti sono in grado di utilizzare indicazioni visive come immagini sensibili, barre di scorrimento proporzionali, frame affiancati, o comunque elementi grafici che guidano gli utenti vedenti dei normali browser grafici. Gli utenti possono inoltre perdere informazioni relative al contesto qualora possano vedere solo una parte della pagina, ad esempio perchè accedono alla pagina una parola per volta (sintesi vocale o display braille), oppure una sezione alla volta (schermi assai piccoli oppure ingranditi molte volte). Senza informazioni che favoriscano l´orientamento, tabelle di grandi dimensioni, elenchi, menu, ecc. possono non essere comprensibili da parte di alcune categorie di utenti. Analizzando più a fondo e valutando attentamente il codice delle pagine principali del sito manualmente e mediante il plugin di macromedia,seguendo le linee guida ,e utilizzando lynx ci si accorge che ci sono dei piccoli problemi per quanto riguarda l´accessibilità di quest´ultimo, ma che non sono particolarmente gravi da rendere il sito inaccessibile. Il sito del comune di Pradamano rende semplice la navigazione grazie anche ad una impostazione grafica che è praticamente uguale per tutte le pagine. Gli errori rilevati quindi si protraggono uguali sulla home page e quindi sulle altre pagine principali del sito.


Le linee guida a cui facciamo riferimento sono:

  1. Fornire alternative equivalenti al contenuto audio e visivo.
  2. Non fare affidamento sul solo colore.
  3. Usare marcatori e fogli di stile e farlo in modo appropriato.
  4. Chiarire l´uso di linguaggi naturali.
  5. Creare tabelle che si trasformino in maniera elegante.
  6. Assicurarsi che le pagine che danno spazio a nuove tecnologie si trasformino in maniera elegante.
  7. Assicurarsi che l´utente possa tenere sotto controllo i cambiamenti di contenuto nel corso del tempo.
  8. Assicurare l´accessibilità diretta delle interfacce utente incorporate.
  9. Progettare per garantire l´indipendenza da dispositivo.
  10. Usare soluzioni provvisorie.
  11. Usare le tecnologie e le raccomandazioni del W3C.
  12. Fornire informazione per la contestualizzazione e l´orientamento.
  13. Fornire chiari meccanismi di navigazione.
  14. Assicurarsi che i documenti siano chiari e semplici.




ANALISI DEL SITO

1.Fornire alternative equivalenti al contenuto audio e visivo.

Il sito preso in questione rispetta questo primo punto. L´audio è praticamente assente e contenuti visivi o da scaricare come i file in formato pdf (leggibili con acrobat reader) sono adeguatamente segnalati. Manca però la dicitura che aprendo quel documento si possa aprire un´altra pagina (target blank) oppure che il documento si apra sulla pagina che si sta visualizzando. Infatti qualche link fa aprire la pagina del documento in un´altra pagina altri lo fanno aprire sulla stessa pagina rendendo magari all´utente a cui non viene segnalato questo difficoltosa la navigazione.Con un rapido posizionamento del mouse sulle immagini, subito si riscontrano dei problemi, non viene visualizzata la descrizione della immagine (in particolare il banner in alto alla pagina e quello immediatamente sottostante sono chiamati mediante css e posizionati come se fossero dei background del pezzo di pagina divisa (manca quindi l´attributo alt , che ha priprità 1). Altre immagini invece possiedono l´attributo e nel caso di visualizzazione testuale vengono adeguatamente segnalate. Inoltre non tutti i link hanno una descrizione dei medesimi per facilitare la trattazione dell´argomento stesso a cui è rivolto. Manca l´attributo title.

Torna ad inizio pagina

2.Non fare affidamento sul solo colore.

I colori tra sfondo e le scritte e i link si notano essendo ad alto contrasto bianco e nero (a parte qualche evidenziazione dei titoli che sono in giallo e che comunque contrastano molto col nero) I link sono tutti sottolineati in modo da dare all´utente la possibilità di riconoscere il link.

Torna ad inizio pagina

3.Usare marcatori e fogli di stile e farlo in modo appropriato.

Il sito da questo punto di vista è costruito senza usare tabelle per formattare il testo e i posizionamenti, ma vengono usati dei fogli di stile in particolare due : uno per internet explorer e uno per mozilla (viene scelto quale utilizzare mediante uno script

 <script type="text/javascript"
var win_css=´pradacss.css´
/tpa=http://www.comune.pradamano.ud.it/pradacss.css/ 
//if "external", specify Mac css file here

var
 moz_css=´pradacss_perFirefox.css´/
tpa=http://www.comune.pradamano.ud.it/pradacss_perFirefox.css/
   //if "external", specify PC/default css file here

var browserName=navigator.appName;

document.write(´link rel="stylesheet" type="text/css" href="´+ 
(browserName=="Netscape" ? moz_css : win_css) +´"/>´)

/script<)

Si poteva usare la tecnologia lato server o fare un css standard che andasse bene per entrambi i browser.

Torna ad inizio pagina

4.Chiarire l´uso di linguaggi naturali.

Il sito viene segnalato che è in italiano html xmlns="http://www.w3.org/1999/xhtml" xml:lang="it" lang="it" L´interprete che dovrà leggere per esempio per I ciechi riconosce in questo caso che la pagina è in italiano e la pronuncia sarà di conseguenza italiana.

Torna ad inizio pagina

5. Creare tabelle che si trasformino in maniera elegante.

Non vengono utilizzate tabelle nel sito in questione.

Torna ad inizio pagina

6. Assicurarsi che le pagine che danno spazio a nuove tecnologie si trasformino in maniera elegante.

Altro problema è il codice in javascript che non è conforme alle regole dell WCAG 1.0 se non in caso di percorso alternativo nel qual caso l´utente non possa utilizzare la tecnologia javascript. In queste pagine sono presenti due script , ma non sono molto importanti per la visualizzazione del sito (uno carica la data e uno il css sotto win o firefox). Questi due script non compromettono la navigazione del sito in caso di inutilizzo della tecnologia javascript. Usando appunto un navigatore testuale quale lynx il sito è percorribile in tutte le sue parti. Un errore segnalato è la mancanza del tag NOSCRIPT in quanto sono presenti due porzioni di codice in javascript descritte in precedenza. All´interno del tag NOSCRIPT può essere utilizzata la sintassi HTML per visualizzare messaggi o addirittura un layout alternativo. Bisogna stare attenti che i file che il javascript può presentare in automatico non siano delle immagini in movimento tali da rendere proibitive le condizioni di visibilità dell´immagine da parte dell´utente come caricamenteo di applet o immagini gif.

Torna ad inizio pagina

7. Assicurarsi che l´utente possa tenere sotto controllo i cambiamenti di contenuto nel corso del tempo.

Non ci sono elementi di refresh dei testi, ma c´è come detto in precedenza un´immagine in movimento che potrebbe dare dei problemi a disabili con problemi visivi.

Torna ad inizio pagina

8. Assicurare l´accessibilità diretta delle interfacce utente incorporate.

Gli elementi in script di questo sito non sono particolarmente importanti per la navigazione, altrimenti il sito non sarebbe per niente accessibile. Presentando comunque qualche script il sito è anche da ritenersi non totalmente accessibile (segnalato con priorità 2)

Torna ad inizio pagina

9. Progettare per garantire l´indipendenza da dispositivo.

Sono state predisposte appositi tasti di accesso rapido, che consentono di attivare uno specifico link mediante la pressione di una data sequenza di tasti. Questi la sequenza di tasti è stata descritta nella pagina della guida

Torna ad inizio pagina

10. Usare soluzioni provvisorie.

Cambiare la finestra attiva oppure far uscire nuove finestre può disorientare notevolmente gli utenti che non possono vedere che ciò è successo, abbiamo visto in precedenza che c´è questo tipo di problema, ma non per tutti i link. Non ci sono problemi di input da parte dell´utente (le form) dato che nel sito non ci sono. Al posto di queste ci sono molto indirizzi mail a cui rivolgersi

Torna ad inizio pagina

11. Usare le tecnologie e le raccomandazioni del W3C.

Molti formati che non sono del W3C (per es., PDF, Shockwave, etc.) richiedono di essere visti o con plug-in o con applicazioni autonome. Spesso, questi formati non possono essere visualizzati oppure non è possibile effettuare una navigazione con interpreti standard (comprese le tecnologie assistive). Ci sono molti collegamenti a file in formato pdf o per esempio in quick time. Per il file in formato quick time viene data l´opportunità di scaricare questo prodotto ma per i file pdf nn viene data l´opportunità di scaricare acrobat reader. Inoltre se l´utente non riesce ad utilizzare queste tecnologie non riuscirà a vedere il contenuto di questi file. Il sito è conforme agli standard del W3C per quanto riguarda il linguaggio utilizzato nel creare le pagine web(è infatti validato xhtml e css)

Torna ad inizio pagina

12. Fornire informazione per la contestualizzazione e l´orientamento

Questo punto è conforme alle normative.

Torna ad inizio pagina

13. Fornire chiari meccanismi di navigazione

Questo punto viene soddisfatto, c´è infatti la mappa del sito e viene visualizzato anche in che pagina ci si trovare il percorso che ha fatto per arrivarci in modo che l´utente non si trovi disorientato se nella navigazione sbaglia pagina o se s è ´allontanato´ troppo dalle pagine principali. C´è inoltre una guida del sito che indica la validazione di quest´ultimo e come muoversi in caso di disabilità (tasti di accesso rapido con i diversi sistemi operativi)

Torna ad inizio pagina

14. Assicurarsi che i documenti siano chiari e semplici.

I documenti prodotti sono chiari e semplici e la navigazione è tutto sommato molto scorrevole grazie anche a come è stato organizzato.

CONCLUSIONI

Dopo un´attenta analisi del sito ci sono dei punti che nn sono soddisfatti propriamente e che hanno prioritè 1 e 2. il sito quindi non è del tutto accessibile. Basterebbe correggere quei pochi errori rilevati per rendere il sito accessibile del tutto.

Torna ad inizio pagina

Il sito in questione stato analizzato nel luglio 2005