Vai direttamente al contenuto della pagina.

2.4 Barriere utente cieco

Sommario Pagina
2.4.1 Tabella riassuntiva delle barriere
barriera impatto frequenza gravità
c1immagini ricche senza alt 3 1 critico
c2immagini ricche incluse nello sfondo 1 1 minore
c3immagini come titoli non comprensibili 3 2 critico
c4frame 3 3 critico
c5 ascii art 1 1 minore
c6 titoli spaziati assente assente assente
c7immagini funzionali senza alt 1 1 minore
c8link generici 1 1 minore
c9 ambigui assente assente assente
c10 aggiornamenti e focus assente assente assente
c11nuove finestre popup 3 3 critico
c12 form senza label 1 3 serio
c13 tabelle dati assente assente assente
c14tabelle di impaginazione 2 1 serio
c15titolo pagina 1 2 minore
c16lingua 1 1 minore
c17titoli frame 2 3 critico
c18suddivisione in sezioni 2 3 critico
c19skip-links 2 3 critico
Torna al Sommario della Pagina
2.4.2 Dettaglio "Utente cieco"
Barriera c1 - Immagini ricche senza alt.

Quasi tutte le immagini contengono l’attributo alt, per alcune, però, tale attributo è stato utilizzato in modo inappropriato. Ad esempio nella pagina della rete dei servizi l’immagine presente in alto a sinistra che porta alla sezione delle elezioni 2005 contiene un alt privo di testo (alt=""), che dovrebbe essere utilizzato solo per immagini spaziatrici.

Torna alla tabella
Barriera c2 - Immagini ricche incluse nello sfondo.

Molte delle pagine analizzate fanno uso di immagini di background incluse tramite regole di css. Tuttavia molti di questi sfondi non raffigurano immagini "ricche". Nella pagina principale della sezione "Comunicazione Istituzionale", l’immagine di background (di cui vediamo una parte nell’Esempio 1 ) contiene dei titoli che dovrebbero servire a identificare diverse sezioni di menù come è possibile notare dall’Esempio 2. Un browser vocale quindi non può leggere i titoli delle varie sezioni e ciò porta ad una perdita di informazione.

Esempio 1

immagine rappresentante titoli della pagina inclusi delle immagini di background

Esempio 2

immagine rappresentante titoli della pagina inclusi delle immagini di background a capo delle relativi raggruppamenti di link

Nella prehome invece, alcune etichette di link non sono presenti in formato testuale ma contenute nell’immagine di background (Esempio 3). Tuttavia gli sviluppatori hanno previsto una "soluzione alternativa" associando ad immagini trasparenti contenute all’interno del tag a, l’attributo alt con una descrizione appropriata del contenuto a cui punta il link e posizionando tali immagini in corrispondenza dell’etichetta dell’immagine di background.

Esempio 3

immagine rappresentante titoli della pagina prehome inclusi delle immagini di background
Torna alla tabella
Barriera c3 - Immagini come titoli non comprensibili.

Sono state riscontrate un numero cospicuo di pagine contenenti immagini come titoli. Il caso più eclatante riscontrato è stato quello della site map. Gli sviluppatori hanno realizzato quest’ultima con un’immagine (vedi esempio 4) associata alla relativa image map. Le diverse sezioni del sito, chiaramente distinguibili nell’immagine, perchè cerchiate in rosso, non possono essere percepite da un utente che utilizza un browser vocale o un browser testuale, in quanto i link vengono letti tutti allo stesso modo.

Esempio 4

immagine rappresentante la mappa del sito
Torna alla tabella
Barriera c4 - Frame.

La maggior parte delle pagine analizzate contiene dei frame. Generalmente il primo dei due contiene la barra di navigazione principale, mentre il secondo, il contenuto della pagina. Ciò rende difficoltosa, se non addirittura impossibile la fruizione completa del contenuto per gli utilizzatori di lettori di schermo, come nel caso della pagina principale della sezione "Rete dei servizi".

Torna alla tabella
Barriera c5 - ascii art.

L’utilizzo di ascii art non è molto frequente. Vengono utilizzate delle barre verticali ( | ) per separare le voci all’interno di alcune barre di navigazione. Nell’esempio 5 si nota come la frase "seconda assemblea RTRT" presenti un ASCII art. Home page Reader legge questa frase come "i i accento circonflesso assemblea RTRT" che risulta indubbiamente poco naturale e di difficile comprensione per gli utilizzatori di un browser vocale.

Esempio 5

immagine rappresentante un esempio di utilizzo di ascii art
Torna alla tabella
Barriera c7 - Immagini funzionali senza alt.

Nella pagina principale del presidente della regione sono presenti dei link contenenti un’immagine priva dell’attributo alt. Un utente cieco utilizzatore di un lettore di schermo non è in grado di capire che il link è riferito ad un file (multimediale e/o di powerpoint come l’icona lascia intendere) .Tale problema è stato riscontrato anche negli alt relativi nella imagemap presente nelle pagine della sezione "La comunicazione istituzionale".

Torna alla tabella
Barriera c8 - link generici.

Nelle pagine analizzate abbiamo riscontrato una bassissima frequenza di link poco informativi. E’ stato trovato sia nel menù di navigazione della sezione "Comunicazione Istituzionale" che nella pagina relativa all’URP(Ufficio relazioni con il pubblico) un link con eitchetta "link".

Torna alla tabella
Barriera c11 - nuove finestre popup.

Non esistono vere e proprie finestre popup nelle pagine analizzate. Tuttavia molti link, se premuti, aprono la pagina a cui puntano in una nuova finestra senza avvisare l’utente. Tale comportamento è stato riscontrato indistintamente sia per link che puntano a pagina interne sia per link che puntano a pagine esterne al sito della regione Toscana. Soluzione: avvisare l’utente quando le sue azioni su un controllo provocheranno un cambio di contesto rispetto al contenuto corrente. ad esempio tramite una appropriata descrizione all’interno del tag title.

Torna alla tabella
Barriera c12 - form senza label.

Nei due form analizzati, i controlli delle form sono privi di etichette associate tramite tag label (accompagnato dall’attributo for). Tuttavia la lettura e l’utilizzo delle form risulta sufficientemente efficace anche per utenti utilizzatori di browser vocale.

Torna alla tabella
Barriera c14 - tabelle di impaginazione.

Praticamente tutte le pagina analizzate fanno uso di tabelle di impaginazione ma la loro linearizzazione permette ad un utente di fruire del loro contenuto in modo logicamente corretto. Solo nella home page della sezione "LA RETE DEI SERVIZI" è stata riscontrata un’anomalia in quanto la linearizzazione con un browser vocale scombina l'ordine di lettura occidentale presentando le sezioni A, poi la B, poi la C, D e infine la E come si può notare dall'esempio 6.

Esempio 6

immagine rappresentante l'ordine di presentazione del contenuto ottenibile con un browser testuale
Torna alla tabella
Barriera c15 - titolo pagina.

Le pagina referenziate dai link contenuti nelle pagine della sezione "Comunicazione istituzionale" e della "Rete dei servizi" vengono generalmente caricate all’interno del frame a centro pagina. In tal modo, qualsiasi sia la pagina acceduta, il titolo rimane sempre quello della pagina principale della sezione come si può notare osservando il codice sorgente della pagina "link rete servizi" nell'esempio 7.

Esempio 7

<title>La rete dei servizi - Regione Toscana</title>

<frame name=navigazione marginwidth=0 marginheight=0 src="navigazione.htm" 
frameborder=NO noResize scrolling=no>
<frame name=principale marginwidth=0 marginheight=0 src="principale.php" 
frameborder=NO noResize>

Torna alla tabella
Barriera c16 - lingua.

Le parole non appartenenti alla lingua italiana non prevedono l’impiego di un apposito attributo lang indicante la lingua di riferimento. Pertanto il lettore vocale storpia tali parole interpretandole secondo la fonetica italiana.

Torna alla tabella
Barriera c17 - titoli frame.

La maggior parte delle pagine analizzate fanno uso di frame ai quali non viene mai associato un titolo. Di conseguenza l’utente di browser vocale o testuale non può percepire informazioni sufficienti sul contenuto dei frame e provare disorientamento.

Torna alla tabella
Barriera c18 - suddivisione in sezioni.

Le pagine analizzate non fanno uso di intestazioni per separare varie sezioni della pagina. Al posto delle intestazioni spesso vengono utilizzate immagini di background o regole css per variare dimensione, colore e sfondo delle parole usate come titoli di intestazioni. Ciò non porta ad alcun beneficio ad un utilizzatore di browser vocale e/o testuale il quale non è in grado di distinguere facilmente (in alcun modo talvolta) le varie parti della pagina.

Torna alla tabella
Barriera c19 - skip-links.

Le pagine non fanno uso di skip-links. In tal modo l’efficacia, la produttività di fruizione del sito sono notevolmente rallentate perchè l’utente è costretto a scorrere tutti i menù prima di giungere al contenuto.

Torna alla tabella
Torna al Sommario della Pagina