Indice > Relazione 1 (Le possibili barriere) > Sindrome di Meares-Irlen

Sindrome di Meares-Irlen

Nel 1983 la psicologa americana Helen Irlen scoprì un disturbo della percezione nei bambini dislessici causato dalla sensibilità alla luce. I sintomi descritti dalla psicologa sono:

Questi problemi sembrano acuirsi usando testo nero su sfondo bianco.
Irlen scoprì che alcuni studenti con questi problemi traevano benefici dall'uso di schermi colorati trasparenti da apporre sulle pagine da leggere.

Gli studiosi del fenomeno non sono ancora certi della causa del problema, ma sospettano che all'origine ci sia una ipereccitabilità del sistema visivo che causa un'inappropriata attivazione dei neuroni in aree localizzate della corteccia.

L'uso di schermi colorati potrebbe aiuterebbe a ridurre l'eccitabilità ridistribuendo l'eccitazione visiva all'interno della rete neurale della corteccia ed evitando la localizzazione.

Riferimenti

(Siti web visitati nel Febbraio 2005)
< Indietro