Valutazione della conformità
WCAG 1, Checkpoint 1.1

Fornire un equivalente testuale per ogni elemento non di testo mediante per esempi l’attributo “alt”, “longdesc“. Sono interessati gli elementi IMG, INPUT, APPLET, OBJECT O APPLET. Per contenuti complessi, dove questi attributi non bastino, inserire un collegamento descrittivo(d_link) a fianco della risorsa utilizzata.

immagine telegiornale e meteo/ d

Sbagliato:

<img src="HPTGR_files/img2.gif" height="48" width="252">

Coretto:

<img src="HPTGR_files/img2.gif" alt=”Telegiornale e Meteo per regione” height="48" width="252">


Grazie a questo testo di avviso sull'area interessata si viene avvisati di ciò che serve per visualizzare la cartina.

<OBJECT codeBase=http://download.macromedia.com/pub/shockwave/cabs/flash/swflash.cab#version=6,0,29,0 height=357
width=346 classid=clsid:D27CDB6E-AE6D-11cf-96B8-444553540000> <PARAM NAME="movie" VALUE="/SITOTG/TGR_italia.swf">
<PARAM NAME="quality" VALUE="high">    Scaricare applicazione x-shockwave da macromedia <embed src="/SITOTG/TGR_italia.swf"
quality="high" pluginspage="http://www.macromedia.com/go/getflashplayer"
type="application/x-shockwave-flash" width="346" height="357"></embed> </OBJECT>


Corretto:

<MAP name=Map> <AREA shape=RECT coords=21,16,181,72 href="http://www.tgr.rai.it/SITOTG/HPTGR/0,8488,,00.html" alt="Sito tgr.rai.it“> </MAP>


Corretto:

<INPUT id=CampoDiRicercaTgUno title="" alt= ”Inserisci il testo da ricercare” name=query>



Checkpoint 1.2

Fornire ridondanti collegamenti di testo per ogni zona attiva di una immagine sensibile sullato server.

Immagine violino d

<img src="http://www.rai.it/Contents/tgrrubriche/8000/liuteria1.jpg" width=200 height=165 border=1 bordercolor="#FFC000" align=center
valign=center></A>


Alcune immagini sono affiancate da un link testuale che è identico a quello a cui viene collegata l’immagine e quindi anche non ci si sofferma sull’immagine si può accedere alla risorsa in questione. Mentre altre non si capisce se portano altrove e dove perche manca sia una descrizione testuale che un qualcosa che evidenzi l’immagine stessa segnalando la presenza di un link. Si capisce che la foto/banner/filmato è un collegamento solo se il cursore viene posizionato su di essa in quanto compare la classica icona della “mano”.
WCAG 2, Checkpoint 2.1

assicurarsi che tutta l'informazione veicolata dal colore sia disponibile anche senza .

Qualora il sito sia visto su un monitor in bianco/nero tutte le informazioni del sitorisultano pienamente fruibile.

Checkpoint 2.2

assicurarsi che le combinazioni fra colori dello sfondo e del primo forniscono un sufficiente contrasto se visti da qualcuno con deficit percettivi.

nella home page il colore usato in background è il blu mentre in foreground è il bianco. Mentre per quanto riguarda le pagine interne si utilizzano, oltre a riproporre quello dell'index, il marrone delle scritte su sfondo bianco assicuarando un ottimo contrasto nel globale.
WCAG 3, Checkpoint 3.1

per veicolare informazione usare un marcatore adatto,qualora esista, piuttosto che le immagini.

Se tolgo tutti i fogli di stile, ovvero quelli collegati perchè sia quelli in linea che quelli incorporati non hanno nessuna influenza sulla pagine, viene introdotto un leggero disallineamento delle voci che fanno riferimento al menù il cima, lo spostamento del menù a comparsa della rubrica “la TGR” posizionandosi sotto il menù principale e la perdita del font-family, dimensione nochè del colore nella sezione riguardante “Il settimanale” causando in quest’ultimo caso la violazione della linea guida 2.1

Checkpoint 3.2

creare documenti che facciano riferimeno a grammatiche formali pubblicate

Seppur vi è l'intestazione, nella quale viene specificato con che tipo di linguaggio viene creato il documento con la relativa lingua, manca il riferimeno ad un dtd pubblicato.

<!DOCTYPE HTML PUBLIC "-//W3C//DTD HTML 4.01 Transitional//EN"

"http://www.w3c.org/TR/1999/REC-html401-19991224/loose.dtd"

Checkpoint 3.3

usare fogli di stile per controllare l'impaginazione e la presentazione

Non tutto viene gestito dai CSS in quanto viene utilizzato il tag obsoleto dell’html “FONT” per controllare gli stili dei caratteri nella home page riguardo la sezione "il settimanale".

sbagliato:

<FONT size=2>

corretto:

<div id/span="testo" class="testo">
richiamato nel css
#testo oppure  .testo {font-size: 8em}

Checkpoint 3.4

usare unità relative non assolute nei ivalori degli attributi e nei fogli di stile.

Sia all’interno delle pagine che nei CSS esterni vengono utilizzate misure assolute quali “px” invece di quelle relative “em”,”%” causando, qualora l’utente utilizzi una una risoluzione dello schermo per cui le misure non sono state progettate, l'incompressione delle tabelle comportando probabilmente una difficoltà di fruizione della pagina stessa.L’eccezione a questa regola è per le immagini ed a volte altri oggetti esterni quali gli applet.

<td width="525"> <table background="HPTGR_files/BarraTTgr.gif" border="0" cellpadding="0" cellspacing="0" height="25" width="500">

Checkpoint 3.5

usare elementi di intestazione per veicolare la struttura dei documenti

Non vengono nemmeno usati gli elementi di intestazione quali per esempio H2 per indicare una sottosezione di H1.

Checkpoint 3.6

marcare le liste e le voci delle lista

Non vengono nemmeno usate le liste <ol>, <ul> o <dl> per elencare una qualche sequenza di voci come si poteva fare per la sezione della “Rubrica” nella home page.

sbagliato:

<TR><TD vAlign=top><A href="http://www.ambienteitalia.rai.it/"><IMG src="TGR - Homepage_file/Aitaliamenu.gif" border=0></A></TD></TR>

corretto:

<ul>
<li class="indice_contenuto" href="http://www.ambienteitalia.rai.it" tabindex="5" title="Home Sito Regionale"> Ambiente Italia</a> </li>
</ul>

ul{list-style-image: URL(img/triangolo.gif)}

wcag 4, Checkpoint 4.1

identificare con chiarezza in cambiamenti nel linguaggio naturale del testo in un documento.

L’intero sito è realizzato per un utenza italiana in quanto non vi è presente nessuna parola in altra lingua dunque non serve nessun avviso di conversione utilizzando l’attributo lang="" o “xml:lang”.
wcag 5, Checkpoint 5.3

non usare tabelle per impaginazioni a meno che essa non sia comprensibile se letta in modo linearizzato.

immagine struttura pagina d

L’intero sito è strutturato tramite tabelle ma queste non vengono utilizzate per contenere dei dati come dovrebbe essere ma per impaginare suddividendo così le pagine in aree distinte tra loro. Precisamente cè una tabella che fa da cornice e quattro diverse tabelle collocate al suo interno posizionate in verticale una affianco all'altra. tutte le pagine al suo interno hanno la stessa struttura.
wcag 6, Checkpoint 6.1

organizzare i documenti in modo che possano essre letti senza i foglidi stile

Eliminando tutti i CSS il sito risulta ugualmente leggibile mantenendo inalterato l’ordine significativo dato che l'intero sito è tabellare.

Checkpoint 6.3

assicurarsi che le pagine siano utilizzabili quando script, applet o altro sono disabilitati oppure non supportati.

Qualora si disattivi l’uso javascript la cartina rappresentate l’Italia può essere utilizzata solo per uno step ovvero è possibile selezionare solamente la propria regione. Dopo effettuata la scelta non è possibile cliccare sulle vosci quali ad esempio “Tg Sicilia” e “Meteo” qualora si abbia evidenziato l'isola della sicilia. Inoltre il menù a scomparsa, qualora ci si posizioni sulla voce ”La TGR”, non compare escludendo la possibilità all’utente di non visionare le pagine “La Direzione” e “Le Relazioni” per avere qualche informazione in più. Scompare anche la scritta sotto l’immagine del TGR che ricordava all’utente il giorno e l’ora in cui stava visitando la home-page. Ma quello che è ancora più grave è quello che una volta disabilitato i javascript, l’utente seppur scegliendo la regione per vedere il TG o il meteo, non appare nulla. Di tutto questo non esiste una presentazione o una versione equivalente testuale utilizzando l’elemento noscript.
wcag 7, Checkpoint 7.3

fino a quando gli interpreti non permetteranno agli utenti di bloccare il contenuto in movimento evitare il movimento nelle pagine

banner pubblicitario miss d

sRC="http://www.banneradmin.rai.it/html.ng/sezione_RAI=regionale&subsezione_RAI=reghome&dimBanner=468x60&
posBanner=up&rnd='+rnd+'">');
</SCRIPT>

Alcune persone con disabilità cognitive o visive non riescono a leggere testo in movimento con velocità sufficiente, oppure non sono in grado di leggerlo affatto. Il movimento può anche causare una distrazione tale da rendere illeggibile il resto della pagina per persone con disabilità. I lettori di schermo non sono in grado di leggere testo in movimento.

Checkpoint 7.4

fino a quando gli interpreti non permetteranno agli utenti di bloccare l'autoaggiornamento, non creare pagine che si aggiornano periodicamente.

Le pagine non si aggiornano periodicamente

Checkpoint 7.5

fino a quando gli interpreti non permetteranno agli utenti di bloccare l'autoindirizzamento, non usare marcatura per reindirizzare le pagine periodicamente.

Non viene usata marcatura tramite gli elementi Blink e Marquee per reindirizzare le pagine automaticamente
wcag 8, Checkpoint 8.1

fare in modo che elementi di pogrammmi come script e applet sia direttamente accessibili e compatibili conle tecnologie assistive.

rubrica visionata: italia agricoltura

spazio trasmissione giornalistica d

<DIV id=ciao name="ciao"><IMG height=132 src="TGR Rubriche_2_file/meditlogo.jpg" width=176><A href="javascript:scrivi();"><IMG height=26
src="TGR Rubriche_2_file/play.gif" width=176 border=0></A> </DIV>

la visualizzazione della trasmissione giornalistica, possedendo una propria interfaccia, risulta direttamente accessibile.
wcag 9, Checkpoint 9.2

assicurarsi che ogni elemento che possiede un'interfaccia specifica possa essere gestito in una modalità indipendente dal dispositivo.

L’accesso alla cartina dell’ Italia così come il Form nonché di quasi tutti i links presenti sia testuali che riguardanti immagini sono indipendente dal dispositivo. Grazie all’ausilio del tasto TAB implementato dalle Frecce di navigazione della tastiera fanno si che l’utente possa muoversi liberamente all’interno del sito. Ne fa eccezione il filmato in Flash presente in basso a destra. Quando si seleziona una regione essa appare circondata da un rettangolo giallo che la ingloba e la stessa cosa succede quando si seleziona la relativa città.
wcag 10, Checkpoint 1

fino a quando gli interpreti non permetteranno agli utenti di bloccare la generazione di nuove finestre, non fare apparire finestre a cascata o altro e non cambiare la finestra attiva senza avvisare l'utente.

<SELECT onchange="if (this.selectedIndex!=0) {ApriF(this.options[this.selectedIndex].value)}" name=tg> <OPTION selected>la regione</OPTION> <OPTION value=tgr^abruzzo>Abruzzo</OPTION>

nella home page, nella selezione riguardante le selezione sia del meteo che del tg tramite form, viene generata una nuova finestra senza che l’utente venga avvisato o che ne confermi lui quando è pronto per visionare il filamato tramite qualche link visibile.
wcag 11, Checkpoint 4

se nonstante ogni sforzo, non si può creare una pagina accessibile, fornire un collegamento ad una pagina alternativa con informazioni equivalenti e che si aggiorni con la stessa frequenza della pagina originale.usare letecnologie w3c quando sono disponibili e sono appropriete per un certo compito e usare le versioni più recenti.

La Home Page mette a disposizione due modi diversi per poter vedere sia il Meteo che il TG. Qualora non ci fossero i plugin di Flash per visualizzare la cartina è possibile utilizzare le due selezioni. Ma se fossero inoltre disabilitati gli scrip il tutto diventerebbe inacessibile. La soluzione è quella di creare una pagine alternativa con una lista di links alle risorse ovvero ai filamti.
wcag 12, Checkpoint 3

dividere grandi blocchi di informazioni in gruppi più maneggevoli

Non viene usato nessun elemento quale per esempio OPTGROUP per raggruppare gli elementi OPTION all’interno di un SELECT, ne per raggruppare i controlli dei moduli con FIELDSET e LEGEND, ne liste annidate.

Checkpoint 4

associare esplicitamente le etichette ai propri controlli

immagine struttura pagina d

sbagliato:

<form name="ricerca" action="http://ricerca.rai.it/RaiSearch.asp">
<INPUT id=CampoDiRicercaTgUno title="Inserisci il testo da ricercare" name=query>
<input name="Vai" src="HPTGR_files/VaiBarra.gif" type="image"> </form>

corretto:

<FORM name="ricerca" action="http://ricerca.rai.it/RaiSearch.asp" method="get">
<LABEL for="ricerca">ricerca:</LABEL>
</form>



immagine selezione meteo e tg d

anche le etichette relative alle scelte messe a disposizione nel secondo form al centro della homepage non rispettano la linea guida in questione.
wcag 13, Checkpoint 1

identificare con chiarezza l'obbiettivo di ogni collegamento.

I links utilizzati dal sito anche se presi fuori dal contesto informativo, il loro significato non viene frainteso anche perché nella maggior parte sono composti da due o più parole anche se non vi è nessuna spiegazione del link tramite l’attributo title=””.

Checkpoint 2

fornire metadata per aggiungere informazioni di tipo semantico alle pagine e ai siti

Non viene fornito nessun metadata per aggiungere informazioni di tipo semantico alle pagine. si poteva usare per esempio l'RDF per indicare l’autore del documento impedendo ad un’altra persona di utilizzare impropriamente questa struttura.

Checkpoint 3

fornire informazione generale di un sito.
Nella barra di navigazione del menù principale della Home Page viene fornito il link “Mappe Siti” fornendo così una struttura logica superficiale generale di tutti i siti registrati nel dominio dela rai.
wcag 14, Checkpoint 1

utilizzare il linguaggio più chiaro possibile che sia adatto al contenuto di un sito.

Il linguaggio utilizzato è sempre chiaro e semplice anche perché oltre ad avere poche sezioni informative, il livello di conoscenza richiesto è già da tutti posseduto.