Vautazione euristica sul sito www.regione.lazio.it

3 - Problemi in dettaglio

La presente sezione descrive i singoli problemi riscontrati, raggruppati in base al principio violato. Per ogni problema si da una breve descrizione, il luogo in cui si verifica, la gravità, le conseguenze sugli utenti e i possibili rimedi. Un problema riscontrato in più luoghi è segnalato una sola volta.

3.0 - Indice della sezione
3.1 - Visibilità dello stato del sistema

Il sistema deve costantemente informare l'utente su ciò che sta succedendo, fornendo appropriato feedback in tempi ragionevoli


3.1.1 Problema 1 - Data di ultimo aggiornamento assente

Gravità: 1

Conseguenze: l'utente non ha idea dell'attualità delle notizie e dei contenuti in generale. Può avere difficoltà a sapere se una pagina che giudica importante è stata o meno aggiornata. Può perdere credibilità nel sito.

Possibile rimedio: aggiungere la data di ultimo aggiornamento nella barra a fondo pagina


3.1.2 Problema 2 - La parte centrale dell'homepage non è sfruttata

Gravità: 1

Conseguenze: L'utente è quasi sempre costretto ad effettuare scrolling verticale per arrivare alle informazioni volute. Ad esempio la voce "cerca per argomento" si trova in basso a sinistra.

Possibile rimedio: Spostare la sezione citata e altre informazioni importanti in alto e al centro della pagina.


Torna su  

3.2 - Allineamento tra il mondo del sistema e quello reale

Il sistema dovrebbe usare lo stesso linguaggio dell'utente, con parole, frasi e concetti familiari all'utente, piuttosto che termini orientati al sistema. È consigliato seguire le convenzioni del mondo reale, facendo sì che le informazioni appaiano in ordine naturale e logico.


3.2.1 Problema 1 - Linguaggio del modulo per esprimere opinioni troppo tecnico

Gravità: 3

Conseguenze: I termini "feedback" e "connessione internet standard" ad esempio non si addicono all'utenza media. Di conseguenza la lettura diventa ostica e difficile.

Possibile rimedio: usare un linguaggio più semplice.


Torna su  

3.3 - Controllo da parte dell'utente e sua libertà

Gli utenti spesso invocano funzioni del sistema per errore e necessitano di vie d'uscita di emergenza chiaramente indicate in modo da poter abbandonare stati del sistema indesiderati senza dover passare attraverso troppi stati intermedi. È sempre opportuno implementare azioni di undo e redo.


3.3.1 Problema 1 - Finestre popup funzionanti tramite javascript

Gravità: 1

Conseguenze: se i javascript nn sono abilitati alcune informazioni del sito non sono usufruibili.

Possibile rimedio: avvisare l'utente della necessità di attivare i javascript o, ancora meglio, sostituire le finestre popup con normali pagine HTML.


3.3.2 Problema 2 - Pagine lente a caricare

Gravità: 2

Conseguenze: il layout è costituito da una sola tabella e visualizzare la pagina richiede perciò il download di tutti gli elementi, durante i quali non c'è riscontro visivo.

Possibile rimedio: ridurre il numero delle immagini per pagina o diminuire la dimensione delle stesse.


3.3.3 Problema 3 - Dimensione delle pagine fissa

Gravità: 2

Conseguenze: scrolling orizzontale in presenza di schermi piccoli o finestre non massimizzate

Possibile rimedio: riprogettare il layout del sito in modo che le pagine si ridimensionino automaticamente adattandosi alla finestra del browser.


3.3.4 Problema 4 - Mappa del sito realizzata con un'immagine a zone sensibili

Gravità: 2

Conseguenze: difficoltà nella navigazione mediante l'uso della sola tastiera o con browser obsoleti.

Possibile rimedio: sostituire l'immagine con link testuali.


3.3.5 Problema 5 - Mancanza di scorciatoie per la tastiera

Gravità: 3

Conseguenze: un utente che navighi tramite la sola tastiera può incontrare difficoltà o rallentare la navigazione.

Possibile rimedio: ideare e realizzare qualche scorciatoia, ad esempio un link speciale per saltare dalla barra del titolo al contenuto della pagina.


3.3.6 Problema 6 - Link all'homepage non chiaro

Gravità: 4

Conseguenze: il sito utilizza l'usuale convenzione di utilizzare il logo in alto a sinistra come link all'homepage ma non lo esplicita in alcuna maniera.

Possibile rimedio: aggiungere un commento che espliciti il link alla homepage.


Torna su  

3.4 - Coerenza e standard

Gli utenti non devono chiedersi se parole, situazioni o azioni diverse fanno riferimento alle stesse cose. Sarebbe opportuno seguire le convenzioni determinate dagli standard ufficiali.


3.4.1 Problema 1 - Colore dei link non coerente alle convenzioni

Gravità: 2

Conseguenze: spesso i link sono di colore nero, come il testo normale, e la sola sottolineatura delle parole non li identifica a colpo d'occhio.

Possibile rimedio: colorare ogni link testuale con una tinta azzurra o blu.


3.4.2 Problema 2 - Colore dei link visitati non coerente alle convenzioni

Gravità: 2

Conseguenze: non sempre si può distinguere tra link visitati e ancora da visitare. Spesso quindi l'utente rischia di trovarsi in pagine già visionate, e trova anche parecchie difficoltà a riconoscere i percorsi già seguiti.

Possibile rimedio: addattare i link allo standard, colorare i link testuali già visitati con una sfumatura di viola.


Torna su  

3.5 - Prevenzione di errori

Importante progettare il sito in modo da evitare gli errori, se non possibile cmq cercare almeon di creare dei messaggi di errore chiari e ben strutturati.


3.5.1 Problema 1 - Documenti PDF non segnalati

Gravità: 3

Conseguenze: molti link portano a file PDF dei quali è curiosamente indicata la dimensione ma non il formato. Questo può portare problemi e causare lunghi tempi di caricamento.

Possibile rimedio: indicare chiaramente che il file di destinazione è di tipo PDF oppure adottare un sistema differente.


Torna su  

3.6 - Riconoscimento piuttosto di memorizzazione

Rendere visibili gli oggetti, le azioni e le opzioni disponibili. L'utente non dovrebbe mai essere obbligato a ricordarsi le informazioni relative ad una parte del dialogo una volta passato a pagine successive. Le istruzioni su come usare il sistema dovrebbero essere visibili o reperibili con facilità ogni volta che queste si rendono necessarie.


3.6.1 Problema 1 - Link organizzati alfabeticamente nella mappa del sito

Gravità: 2

Conseguenze: l'utente non sempre conosce il termine esatto da cercare per svolgere un dato compito e deve comunque scorrere una lista di termini molto lunga; viene meno l'abilità naturale dell'utente di categorizzare.

Possibile rimedio: categorizzare i molti link, mantenendo l'ordine alfabetico solo all'interno di una data categoria. Eventualmente mantenendo anche la versione attuale.


3.6.2 Problema 2 - Troppi link nell'Home Page

Gravità: 3

Conseguenze: un link importante può sfuggire all'attenzione dell'utente e comunque si allungano i tempi per la ricerca.

Possibile rimedio: ideare e realizzare una migliore categorizzazione per i link.


3.6.3 Problema 3 - Link a siti esterni non riconoscibili

Gravità: 3

Conseguenze: l'utente non è sempre avvisato del fatto che un link lo porterà ad un sito esterno. La cosa può disorientare l'utente.

Possibile rimedio: segnalare chiaramente i link che puntano ad altri siti.


Torna su  

3.7 - Flessibilità e efficienza d'uso

Gli acceleratori da tastiera - non visibili da utenti principianti - spesso possono velocizzare l'interazione per utenti esperti, facendo sì che il sistema sia allo stesso tempo adatto agli uni e agli altri. È opportuno permettere agli utenti di personalizzare le azioni più frequenti.


3.7.1 Problema 1 - Pochi keyword per i motori di ricerca nell'apposito meta-tag

Gravità: 3

Conseguenze: i keyword forniti non aiutano molto l'indicizzazione da parte dei motori di ricerca e la posizione nella lista dei risultati può risultare molto bassa.

Possibile rimedio: aggiungere più parole chiave e termini più specifici.


Torna su  

3.8 - Design estetico e minimalista

I dialoghi non dovrebbero contenere informazioni che sono irrilevanti o raramente usate. Ogni componente informativo in un dialogo compete con gli altri, e diminuisce la loro visibilità relativa.


3.8.1 Problema 1 - Animazioni di grosse dimensioni nell'Home Page

Gravità: 3

Conseguenze: l'attenzione dell'utente può essere catturata da animazioni nell'Home Page, non necessariamente di interesse.

Possibile rimedio: rimuovere le animazioni o spostarle in calce alla pagina.


Torna su  

3.9 - Aiutare l'utente nel riconoscere, diagnosticare e rimediare agli errori

I messaggi di errore devono essere espressi in un linguaggio semplice (non con codici di errore), devono indicare con precisione l'errore, e suggerire in maniera costruttiva una o piĆ¹ soluzioni possibili.


3.9.1 Problema 1 - Nessun suggerimento in caso di ricerca inconcludente

Gravità: 2

Conseguenze: l'utente è lasciato a se stesso e deve ripartire da capo se una ricerca non ha esiti utili. La cosa può risultare frustrante e non invogliare l'utente a ritentare.

Possibile rimedio: fornire aiuto contestuale, suggerimenti, punti di partenza o cammini alternativi.


Torna su  

3.10 - Aiuto e documentazione

Pur essendo meglio rendere il sistema utilizzabile senza documentazione, può essere necessario fornire degli aiuti e delle documentazioni di riferimento. Questo tipo di informazione deve essere semplice da ricercare, focalizzata sui compiti degli utenti, elencare i passi concreti da eseguire e non contenere troppe informazioni.


3.10.1 Problema 1 - Mancanza di materiale di aiuto adeguato

Gravità: 1

Conseguenze: sebbene l'utente medio ricorra alle pagine di help solamente in caso di insuccesso nello svolgere un particolare compito, in questa situazione rischia di non trovere un aiuto pertinente e rinunciare.

Possibile rimedio: fornire una sezione di help adeguata e facilmente accessibile.


3.10.2 Problema 2 - Mancanza di una descrizione delle caratteristiche di accessibilità

Gravità: 3

Conseguenze: se un utente necesita di particolari standard di accessibilità non può sapere a priori se questi sono presenti nel sito.

Possibile rimedio: aggiungere una sezione o una pagina apposita.


Torna su  


<<indietro | avanti>>