Sei in: Indice > Provincia di Treviso: simulazione euristica > Barriere alla comprensione

Le barriere alla comprensione sono rappresentate dall'uso inappropriato, o dalla mancanza di opportuni tag che indichino lo standard secondo il quale il documento è stato codificato, così da portare ad una opportuna decodifica, oppure di come i dati all'interno di una tabella siano organizzati, oppure di come una certa parola debba essere pronunciata da un lettore di schermo, nel caso dell'utilizzo abbinato a tecnologie assistive.


Il documento corrente è diviso nelle seguenti sezioni:

  1. Tabelle dati.
  2. Tabelle di impaginazione.
  3. Titoli.
  4. Lingua.
  5. Titoli frame.
  6. Suddivisione in sezioni.
Torna su
Tabelle dati (e.g. orari di autobus) non codificate appropriatamente (con TH, scope, headers) che non permettono ad un utente cieco di un lettore di schermo di navigare tra le celle delle tabelle in modo che gli venga ricordato il significato di ciascuna cella (leggendo anche le intestazioni della cella).

Nel sito non vengono utilizzate tabelle per presentare dati.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Tabelle di impaginazione (gabbie grafiche) le quali, una volta che vengano linearizzate (cio sostituite dal loro contenuto, togliendo la struttura a tabella, e procedendo dall'alto verso il basso, e da sinistra verso destra -- per noi occidentali), producono un ordine degli elementi che non quello logico, e che quindi confonde l'utente di un lettore di schermo.

Nonostante l'utilizzo di tabelle per impaginare il testo siano deprecate dal W3C, spesso vengono utilizzate a causa della scarsa conoscenza di standard più flessibili come l'utilizzo di fogli di stile CSS. Ogni sezione del sito fa largo uso delle tabelle per organizzare il contenuto, spesso senza una reale necessità.

Impatto: 2 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
Pagine prive di titolo (o con titolo non informativo, come "Untitled document"), che fanno s che utenti ciechi di lettori di schermo non capiscano su che pagina sono arrivati.

Le pagine interne del sito riportano sempre lo stesso titolo "Provincia di Treviso" e nessun'altra indicazione sulla locazione corrente. L'utente rischia di perdersi anche perchè non esistono ulteriori accorgimenti che segnalino la posizione corrente. Nonostante i contenuti siano generalmente ben organizzati, sarebbe utile fornire all'utente maggiori indicazioni sul percorso necessario a ritornare nella pagina che sta visitando. Inoltre gli url non sono facilmente memorizzabili o ricostruibili poichè sono per lo più lunghe stringhe alfanumeriche.

Impatto: 3 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
In un sito privo dell'attributo lang, che specifica la lingua in cui il testo a scritto, un lettore di schermo utilizzato da utenti non vedenti non in grado di risalire alla lingua a cui appartengono le parole incontrate, e quindi non sar in grado di leggerle in modo corretto. Anche se il lettore impostato per la lingua italiana, se incontra una parola straniera priva di attributi che ne specifichino la lingua, non la legge correttamente.

Il sito è del tutto privo di attributi di tipo LANG, se il lettore di schermo è impostato con la lingua italiana di default, non ci saranno comunque grossi problemi a navigare all'interno del sito. Nonostante il problema interessi tutte le pagine del sito, il livello di gravità è comunque minore.

Impatto: 1 Frequenza: 3 Gravità: minore

Torna su
Frame privi di un nome coerente con il loro contenuto fa s che utenti non vedenti che utilizzano un lettore di schermo possano essere disorientati.

Nel sito non sono utilizzati frame.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nulla

Torna su
Pagine contenenti molto materiale, magari eterogeneo (come ad es. barre di navigazione, indici, news, ...) e prive di una loro suddivisione esplicita in gruppi usando i marcatori H2, H3, ... rendono complessa la loro consultazione. Un utente di un lettore di schermo potrebbe non rendersi conto di essere in una sezione non interessante. Questo particolarmente grave quando l'utente esplora la pagina per cercare una determinata informazione.

I contenuti all'interno del sito sono ben organizzati e divisi in sottocategorie, per leggere le informazioni desiderate non bisogna fare eccessivo scrolling delle pagine, a scapito di un maggior numero di "click" necessari per ottenere le informazioni desiderate. Se la curata indicizzazione è senza dubbio un punto di forza del sito, la mancanza di breadcrumbs e indicatori che aiutino a localizzare la propria posizione all'interno nel sito ne è sempre un grave problema. Visti anche i problemi riscontrati nel checkpoint "titoli", è stato scelto di dare elevata gravità a questo problema, poichè un utente che non ha la possibilità di ricordare o avere indicazioni sulla sua posizione corrente, si sentirà perso e non acquisirà sicurezza e padronanza del sistema.

Impatto: 3 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su