Sei in: Indice > Provincia di Treviso: simulazione euristica > Barriere della percezione

Le barriere della percezione riguardano tutti quei fattori che impediscono all'utente di comprenderne i contenuti. Prevalentemente l'attenzione del valutatore si concentra nell'uso dei colori, del testo e delle immagini.


Il documento corrente è diviso nelle seguenti sezioni:

  1. Immagini ricche renza alt.
  2. Immagini ricche malposizionate.
  3. No didascalie.
  4. No sincronizzazione.
  5. Colore.
  6. Contrasto.
  7. Frame.
  8. Movimento.
  9. Ascii Art.
  10. Titoli spaziati.
Torna su
Un utente non vedente di un lettore di schermo che non percepisce le informazioni presenti in un diagramma, istogramma, foto, organigramma. La causa è la mancanza di un'appropriato testo collegato all'immagine (alt, longdesc, D-link, testo adiacente all'immagine).

Nel sito non sono presenti testi alternativi per le immagini (fatta eccezione per il logo della Provincia, in alto a destra, che riporta la dicitura "Home Page"). Nelle immagini che corredano gli articoli al centro della pagina, sarebbe utile aggiungere un testo alternativo non solo per i non vedenti, ma anche per tutti gli altri utenti che potrebbero così comprendere il contenuto di immagini non sempre chiare e autoesplicative.

Impatto: 3 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
Utente ipovedente di un ingranditore di schermo che non vede l'immagine (diagramma, istogramma, foto, organigramma) perché plausibilmente posizionata al di fuori del campo visivo. La causa è il cattivo posizionamento dell'immagine, senza nessun indizio che faccia capire la sua presenza.

Nella sezione "Vivere in italia" il layout della pagina posiziona l'immagine in modo scomodo e poco visibile, ammesso che non si faccia dello scrolling. Tuttavia l'immagine non è ne' funzionale, ne' descrittiva, e ciò ne diminuisce l'impatto sull'utente.

Impatto: 1 Frequenza: 1 Gravità: minore

Torna su
Utente sordo che non percepisce la narrazione a voce in un file multimediale. La causa è l'assenza di sottotitoli, didascalie o di una trascrizione completa.

Nel sito non ci sono file audio multimediali.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Utente sordo che non percepisce la narrazione a voce in un file multimediale mentre il video scorre. La causa in questo caso può essere anche data dalla mancanza di appropriata sincronizzazione tra audio-video e trascrizioni testuali (sottotitoli, didascalie).

Nel sito non ci sono file video multimediali.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Utente daltonico che è incapace di capire la differenza tra due elementi informativi che si differenziano solo dal colore (e.g. due righe di una tabella che riporta le quotazioni di azioni di borsa).

Il menù di sinistra, presente in tutte le pagine interne del sito, indica i collegamenti con due diversi colori, bianco e arancione. Tuttavia non è esplicitata la funzione del diverso colore. Essa non rappresenta ne' la differenza tra link interno al sito e link esterno, ne' che il link è stato già visitato o è correntemente selezionato. Questo potrebbe avere l'effetto di rallentare l'utente nelle sue scelte perchè non comprende il significato di tale distinzione, influenzando negativamente sulla sicurezza e soddifazione. Ad ogni modo l'utente dovrebbe riuscire a raggiungere il suo scopo senza essere particolarmente ostacolato da questo problema.

Impatto: 2 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
Utente ipovedente che non riesce a distinguere chiaramente le informazioni in primo piano dallo sfondo (perché quest'ultimo è un'immagine o perché il contrasto cromatico o luminoso tra i due componenti non è sufficiente).

Il testo mantiene sempre una elevata leggibilià in quanto è prevalentemente blu scuro su bianco, arancione scuro su bianco, o bianco su blu scuro (vedi menu). Un problema però è rappresentato dai link attivi sul menu che, al passaggio del mouse, si colorano di azzurro su fondo blu scuro.

Impatto: 2 Frequenza: 2 Gravità: seria

Torna su
L'utente non vedente che utilizza una vecchia versione del lettore di schermo (es. Jaws 3.5) non riesce ad accedere al contenuto dei frame (se presenti nella pagina).

Il sito non utilizza ne' FRAME ne' IFRAME.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Titoli lampeggianti o oggetti in movimento possono non essere percepiti da utenti con problemi visivi (diversi da ipovedenti).

Il sito presenta due componenti delle pagine in movimento: un banner superiore e uno script in java che fa scorrere le notizie in alto a destra. Per quanto rigurada il banner, esso è presente in ogni pagina, in alto, sotto la scritta "Provincia di Treviso". Esso raffigura delle immagini peasaggistiche che si trasformano gradualmente con una tecnica di dissolvenza. Essendo tale dissolvenza lenta egraduale, non rappresenta una minaccia per l'attenzione dell'utente. Al contrario, L'applet java che fa scorrere le notizie in alto a destra della pagina, ha un delay di circa 5 secondi, dopo i quali fa scorrere via orizzontalmente il titolo della notizia corrente e lo rimpiazza con il titolo della nuova notizia. Il cambiamento è molto repentino e cattura l'occhio dell'utente anche non disabile. Inoltre, nel caso di titoli particolarmente lunghi, viene modificato leggermente il layout della pagina, che si sposta di qualche pixel più in basso, disturbando l'attenzione di chi sta leggendo il corpo centrale della pagina.

Impatto: 3 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
Un utente cieco di un lettore di schermo che non capisce cosa significa la frase ``uguale uguale parentesi angolare destra'' pronunciata da un lettore di schermo a fronte del testo ==> trovato sulla pagina.

Nel sito non sono presenti ASCII art.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Un utente cieco di un lettore di schermo che non comprente cosa significa la frase "bi e enne vi e enne u ti i" pronunciata dal lettore di schermo a fronte di un titolo nella pagina "B E N V E N U T I" formattato con spazi artificiali tra le lettere.

Ne' nel testo degli articoli, ne' nei titoli delle sezioni o delle pagine web sono presenti titoli spaziati.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su