Sei in: Indice > Comune di Caorle: Simulazione Euristica > Barriere alla comprensione

Le barriere alla comprensione sono rappresentate dall'uso inappropriato, o dalla mancanza di opportuni tag che indichino lo standard secondo il quale il documento è stato codificato, così da portare ad una opportuna decodifica, oppure di come i dati all'interno di una tabella siano organizzati, oppure di come una certa parola debba essere pronunciata da un lettore di schermo, nel caso dell'utilizzo abbinato a tecnologie assistive.


Il documento corrente è diviso nelle seguenti sezioni:

  1. Tabelle dati.
  2. Tabelle di impaginazione.
  3. Titoli.
  4. Lingua.
  5. Titoli frame.
  6. Suddivisione in sezioni.
Torna su
Tabelle dati (e.g. orari di autobus) non codificate appropriatamente (con TH, scope, headers) che non permettono ad un utente cieco di un lettore di schermo di navigare tra le celle delle tabelle in modo che gli venga ricordato il significato di ciascuna cella (leggendo anche le intestazioni della cella).

Nella sezione "servizi" - "tariffe servizi" sono elencati all'interno di una lunga tabella i prezzi di acluni servizi. Si nota che le due tabelle dei prezzi delle annate disponibili ( 2001 - 2002 ) sono organizzate diversamente tra loro, disorientando un utente che vuole operare un confronto tra le due.
Un'altra tabella viene utilizzata nella sezione "servizi" - "affari generali" - "ufficio pesca", per esporre le varie tariffe e la validità della licenza di pesca. Questa tipologia di tabella è più complessa rispetto a quella esaminata precedentemente, pertanto il fatto che non risulti conforme agli standard W3C rende ancora più difficile l'utilizzo da parte di utenti disabili.
Impatto: 3 Frequenza: 2 Gravità: critica

Torna su
Tabelle di impaginazione (gabbie grafiche) le quali, una volta che vengano linearizzate (cio sostituite dal loro contenuto, togliendo la struttura a tabella, e procedendo dall'alto verso il basso, e da sinistra verso destra -- per noi occidentali), producono un ordine degli elementi che non quello logico, e che quindi confonde l'utente di un lettore di schermo.

Nonostante l'utilizzo di tabelle per impaginare il testo siano deprecate dal W3C, spesso vengono utilizzate a causa della scarsa conoscenza di standard più flessibili come l'utilizzo di fogli di stile CSS. Ogni sezione del sito fa largo uso delle tabelle per organizzare il contenuto, spesso senza una reale necessità.

Impatto: 2 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
Pagine prive di titolo (o con titolo non informativo, come "Untitled document"), che fanno s che utenti ciechi di lettori di schermo non capiscano su che pagina sono arrivati.

Tutte le pagine del sito riportano lo stesso titolo "Città di Caorle" e nessun'altra indicazione sulla locazione corrente. Se questo può essere un problema per gli utenti di lettori di schermo che non hanno immediato riscontro della pagina corrente, l'utente comune è aiutato dalla presenza di breadcrumbs che gli permettono in ogni momento di sapere la sua posizione all'interno del sito ed eventualmente tornare sui propri passi in caso di errore.

Impatto: 3 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
In un sito privo dell'attributo lang, che specifica la lingua in cui il testo a scritto, un lettore di schermo utilizzato da utenti non vedenti non in grado di risalire alla lingua a cui appartengono le parole incontrate, e quindi non sar in grado di leggerle in modo corretto. Anche se il lettore impostato per la lingua italiana, se incontra una parola straniera priva di attributi che ne specifichino la lingua, non la legge correttamente.

Il sito è del tutto privo di attributi di tipo LANG.

Impatto: 1 Frequenza: 3 Gravità: seria

Torna su
Frame privi di un nome coerente con il loro contenuto fa s che utenti non vedenti che utilizzano un lettore di schermo possano essere disorientati.

Nel sito non sono utilizzati frame.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Pagine contenenti molto materiale, magari eterogeneo (come ad es. barre di navigazione, indici, news, ...) e prive di una loro suddivisione esplicita in gruppi usando i marcatori H2, H3, ... rendono complessa la loro consultazione. Un utente di un lettore di schermo potrebbe non rendersi conto di essere in una sezione non interessante. Questo particolarmente grave quando l'utente esplora la pagina per cercare una determinata informazione.

L'organizzazione generale è senza dubbio uno dei maggiori punti di forza del sito. Le varie sezioni sono ben distinte ed ognuna sviluppa i propri link in maniera coerente ed ordinata. Certe sovraccaricate di informazioni per lo più elenchi di documenti di documenti scaricabili. La mancanza di organizzazione di tali elenchi può essere un problema, e si consiglia di dare maggiore struttura a tali elenchi. Nota sicuramente molto positiva è la costante presenza di breadcrumbs aiuta l'utente ad orientarsi all'interno del sito. Non vengono utilizzati marcatori per i titoli (<H1>, <H2> ...), invece viene utilizzato un diverso colore del testo e una diversa dimensione. La resa grafica purtroppo perde di efficacia quando si toglie il CSS che dà la formattazione al test.

Impatto: 3 Frequenza: 1 Gravità: critica

Torna su