Sei in: Indice > Comune di Caorle: Simulazione Euristica > Barriere nell'utilizzazione

Le barriere nell'utilizzazione si concretizzano in tutti quegli elementi che impediscono una navigazione fluida e semplice da parte dell'utente. Fanno parte di questa categoria, ma non sono limitati ai seguenti, i menù in javascript, Flash e in generale a tutte quelle tecnologie che possono non essere supportate dal dispositivo su cui viene visualizzata la pagina, o che sono state disabilitate dall'utente stesso per motivi di sicurezza o velocità della navigazione.


Il documento corrente è diviso nelle seguenti sezioni:

  1. Immagini funzionali renza alt.
  2. Link generici o ambigui.
  3. Modifiche dinamiche, eventi mouse.
  4. Form popolata automaticamente, validazione controlli.
  5. Aggiornamenti e focus.
  6. Nuoe finestre popup.
  7. Finestre sovrapposte.
  8. Form senza LABEL.
  9. Temporizzazioni troppo brevi.
Torna su
Immagini funzionali (e.g. pulsanti) prive di ALT che non permettono ad un utente cieco di un lettore di schermo di sapere che link attivare. Analogamente per pulsanti Flash.

In alcune sezioni del sito ( ed esempio Città e territorio ) in alto a destra c'è una piccola immagine che riporta la scritta "index". Al passaggio del mouse, attiva un piccolo menu javascript. Un utente che utilizza un lettore di schermo o che ha disattivato javascript non capirà a cosa serve quel bottone.
Inoltre, la mappa in flash nella sezione "turista" - "mappa" non presenta un chiaro meccanismo di funzionamento. I comandi per spostarsi sono invertiti e alcuni simboli sono ambigui ( freccia circolare al centro ). I controlli del filmato flash non sono stati disabilitati pertanto, se un utente clicca il tasto destro, gli viene presentato un menu che l'utente potrebbe accidentalmente modificare senza sapere come tornare allo stato iniziale.
Nella sezione "Biblioteca" è possibile visionare l'elenco di testi in altre lingue cliccando su apposite bandierine. Tali bandierine non sono provviste di testo alternativo. Una possibile soluzione potrebbe essere di mettere come testo alternativo "Testi in lingua originale inglese / spagnola / olandese..." ognuno nella lingua di appartenenza.

Impatto: 3 Frequenza: 2 Gravità: critica

Torna su
Link con etichette non informative (e.g. "clicca qui") che non permettono ad un utente cieco di un lettore di schermo di selezionare il link corretto quando viene usata la funzione link list.

L'etichettatura dei link è molto curata, l'organizzazione generale del sito prevede che ogni sezione abbia una cartella che riporta il suo nome ( es. i documenti relativi all'amministrazione risiedono in una cartella denominata "amministrazione", che contiene sottocartelle denominate "regolamenti" che a loro volta contengono una cartella denominata "pdf"..). Tuttavia, dalla pagina "bandi e avvisi" si accede ad una sezione per scaricare materiale in formato pdf, e l'etichetta del link riporta semplicemente la scritta "per visionare o scaricare l'esito". Inoltre, nella sezione "Caorle Informa", vengono presentati articoli in uno stile che ricorda il layout di un quotidiano di informazione (organizzazione della pagina a colonne). Il testo degli articoli è cliccabile, e punta a documenti in formato compresso e ad altri documenti pdf. L'utente non è informato sulla possibilità di scaricare tali documenti, ne' tantomeno è informato che tali documenti sono di grosse dimensioni (anche oltre i 30 Mb). Sicuramente è importante avvisare l'utente della possibilità di scaricare e visionare i documenti e, anche per quanto riguarda altre sezioni del sito, indicare in maniera evidente quali sono i link attivabili, in quanto il più delle volte non è possibile distinguere un link dal testo normale, se non posizionandosi sopra il testo.

Impatto: 3 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
Sempre compresi nell'utilizzo di Javascript, sono tecniche che permettono di generare menu dinamici basati sull'interazione dell'utente con le voci di un menù,oppure di generare eventi basati sul click del mouse dell'utente.

Javascript viene prevalentemente usato per attivare un menu ausiliario al passaggio del mouse sopra una immagine con la scritta "indice", situata in alto a destra quando si entra in certe sezioni del sito. Le voci presenti nel menu sono le stesse che ritroviamo poche righe più sotto, quindi la mancanza di un interprete javascript non preclude la navigazione all'interno del sito.


Impatto: 2 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
Sempre compresi nell'utilizzo di Javascript, questi script permettono di riempire automaticamente form per l'immissione dei dati da parte dell'utente ed eventualmente controllarne la validità.

Nel sito non sono presenti form controllate tramite JavaScript.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Contenuti che vengono aggiornati automaticamente e modificano ogni volta il focus del lettore di schermo; questo rende difficile la navigazione di un utente non vedente che non riesce a raggiungere il contenuto che gli interessa (in quanto è obbligato a sentire sempre le stesse informazioni).

Quando si accede al sito, ci si ritrova in una pagina con una foto paesaggistica. Dopo cinque secondi si viene reindirizzati tramite un tag refresh al sito vero e proprio. L'anticamera del sito non ha altra funzione che informare l'utente che sta entrando nel sito della "Città di Caorle". Globalmente, questo unico refresh non ha effetti negativi sulla navigazione, in quanto avviene solo ogni primo accesso al sito e si può saltare l'attesa del refresh cliccando sulla grande immagine presente nella pagina stessa. Per quanto riguarda il focus, cliccando sulle immagini nelle sezioni contenenti gallerie fotografiche, si apre una finestrella di popup, generalmente di ridotte dimensioni, contenente l'immagine ingrandita. Il cambio di focus può ostacolare l'utente non vedente che si trova una nuova finestra senza un titolo ne' un testo alternativo per l'immagine.

Impatto: 2 Frequenza: 1 Gravità: seria

Torna su
Finestre pop-up che fanno sí che un utente cieco di un lettore di schermo non capisca che il contesto è cambiato, modificando sia il contenuto che viene letto sia i possibili comandi immettibili.

Le finestre di popup sono prevalentemente usate nelle sezioni di gallerie fotografiche. Le immagini, una volta cliccate, aprono una finestra di popup contenente l'immagine scelta. Nonostante il problema sia di per sé critico, nel caso specifico è mitigato dal fatto che i popup non contengono informazioni importanti, ma solamente immagini fotografiche non informative, e pertanto la gravità assegnata è minore.

Impatto: 2 Frequenza: 1 Gravità: minore

Torna su
Finestre pop-up che fanno sí che un utente ipovedente di un ingranditore di schermo non riconosca che la scroll bar che vede sia quella della finestra nello sfondo. Quando ci clicca sopra (con l'intenzione di scorrere il contenuto della finestra pop-up in primo piano), ottiene come risultato lo scambio delle due finestre e quella di pop-up, che l'utente stava esaminando, passa dietro, senza permettergli di capire cosa sia successo.

Il problema non è stato riscontrato all'interno del sito

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Controlli di una form privi di associazione con le loro etichette (i.e. mancanza di label/for), che fanno sí che un utente cieco di un lettore di schermo non capisca come usare alcuni dei controlli (e.g. perché tutte le etichette vengono lette una dopo l'altra e poi segue la lettura di tutti i controlli, uno dopo l'altro -- nel caso di una form impaginata con una tabella il cui contenuto non si linearizza correttamente).

Il modulo per l'iscrizione alla mailing list (in basso nella homepage) non ha l'opportuno tag LABEL, rendendo più difficile ad un utente disabile riconoscere che il campo di testo è effettivamente quello per l'iscrizione. Inoltre, nella sezione "scrivici" c'e' un modulo da completare per inviare una mail all'amministrazione comunale. Neanche questo modulo è provvisto di opportuni tag che identifichino i campi di testo.

Impatto: 3 Frequenza: 2 Gravità: critica

Torna su
Form o comportamento del server tali per cui un utente che ci mette più tempo del previsto per svolgere una determinata azione (ad es. consultare una pagina e successivamente premere un pulsante "accetto") si trova nella situazione di non poter procedere perché il sistema ha cambiato stato di propria iniziativa.

L'unica temporizzazione riscontrata è quella nella prima pagina del sito che fa da introduzione. La pagina contiene un'immagine artistica che presenta il Comune di Caorle. Al click dell'utente sull'immagine, oppure dopo cinque secondi, si accede in automatico alla homepage. La temporizzazione non è eccessivamente veloce, la pagina di introduzione non contiene testo o altre informazioni importanti, se non quella di essere arrivati sul sito del Comune di Caorle.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su