Sei in: Indice > Comune di Caorle: Simulazione Euristica > Barriere della percezione

Le barriere della percezione riguardano tutti quei fattori che impediscono all'utente di comprenderne i contenuti. Prevalentemente l'attenzione del valutatore si concentra nell'uso dei colori, del testo e delle immagini.


Il documento corrente è diviso nelle seguenti sezioni:

  1. Immagini ricche senza alt.
  2. Immagini ricche malposizionate.
  3. No didascalie.
  4. No sincronizzazione.
  5. Colore.
  6. Contrasto.
  7. Frame.
  8. Movimento.
  9. Ascii Art.
  10. Titoli spaziati.
Torna su
Un utente non vedente di un lettore di schermo che non percepisce le informazioni presenti in un diagramma, istogramma, foto, organigramma. La causa è la mancanza di un'appropriato testo collegato all'immagine (alt, longdesc, D-link, testo adiacente all'immagine).

Poche immagini hanno un equivalente testuale, sembra quasi che se l'immagine contiene una informazione testuale, questa viene riportata tramite un alt (ad esempio, nella homepage l'immagine con la scritta "Città di Caorle, Venezia" riporta la medesima dicitura nell'alt, cosi' come l'icona del file "pdf" riporta la dicitura "scarica il pdf") altrimenti l'attributo viene omesso. Sempre nella homepage, l'immagine in alto a destra raffigura sei diversi paesaggi ed è priva di un testo alternativo, così come tutte le foto presenti nella galleria. Le immagini che corredano articoli di cronaca nella sezione "polizia municipale" hanno come testo alternativo semplicemente il numero d'ordine della fotografia, così come altre immagini nelle altre sezioni. E' tuttavia da apprezzare come nella sezione "turista" - "come arrivare" oltre alla mappa di come arrivare a Caorle, riporta una versione testuale del tragitto da affettuare con la macchina, l'aereo, il treno, o una imbarcazione.

Impatto: 3 Frequenza: 3 Gravità: critica

Torna su
Utente ipovedente di un ingranditore di schermo che non vede l'immagine (diagramma, istogramma, foto, organigramma) perché plausibilmente posizionata al di fuori del campo visivo. La causa è il cattivo posizionamento dell'immagine, senza nessun indizio che faccia capire la sua presenza.

Il layout del sito è generalmente curato, la disposizione di testi ed immagini è fatta in modo da non richiedere eccessivo scrolling. Nessuna informazione appare al di fuori della portata dell'utente. Anche quando viene richiesto ampio scrolling da parte dell'utente (ad esempio nelle ampie tabelle della sezione "servizi" - "tariffe servizi") la continuità delle informazioni è garantita dalla continuità della tabella.

Impatto: 1 Frequenza: 1 Gravità: minore

Torna su
Utente sordo che non percepisce la narrazione a voce in un file multimediale. La causa è l'assenza di sottotitoli, didascalie o di una trascrizione completa.

Nel sito non ci sono file audio multimediali.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Utente sordo che non percepisce la narrazione a voce in un file multimediale mentre il video scorre. La causa in questo caso può essere anche data dalla mancanza di appropriata sincronizzazione tra audio-video e trascrizioni testuali (sottotitoli, didascalie).

Nel sito non ci sono file video multimediali.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Utente daltonico che è incapace di capire la differenza tra due elementi informativi che si differenziano solo dal colore (e.g. due righe di una tabella che riporta le quotazioni di azioni di borsa).

Il colore non è mai usato come unico mezzo per veicolare le informazioni. Dimensioni del testo e posizionamento sono le principali fonti di informazione dalle quali possiamo intuire la rilevanza o la funzione del testo. Tuttavia, si fa largo uso del colore nei grafici, cosa che può creare problemi se la pagina viene visualizzata o stampata in bianco e nero. Una possibile soluzione potrebbe essere quella di offrire un grafico alternativo che differenzi le varie sezioni dei grafici attraverso trame differenti (tratti orizzontali, verticali, obliqui, puntinati...).

Impatto: 3 Frequenza: 1 Gravità: critica

Torna su
Utente ipovedente che non riesce a distinguere chiaramente le informazioni in primo piano dallo sfondo (perché quest'ultimo è un'immagine o perché il contrasto cromatico o luminoso tra i due componenti non è sufficiente).

Il testo mantiene sempre una elevata leggibilià. I problemi sorgono durante la visualizzazione dei grafici su schermi in bianco e nero ed eventualmente quando per qualche motivo non è possibile caricare il foglio di stile. Infatti, con i colori per il testo ed i link assegnati di default dal browser, certe sezioni del sito risultano quasi illeggibili poichè si confondono con il colore dello sfondo (in particolare quando viene utilizzato il blu). In determinate condizioni, la gravità può essere considerata critica.

Impatto: 3 Frequenza: 1 Gravità: critica

Torna su
L'utente non vedente che utilizza una vecchia versione del lettore di schermo (es. Jaws 3.5) non riesce ad accedere al contenuto dei frame (se presenti nella pagina).

Il sito non utilizza ne' FRAME ne' IFRAME.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Titoli lampeggianti o oggetti in movimento possono non essere percepiti da utenti con problemi visivi (diversi da ipovedenti).

Il sito non presenta componenti in movimento che possono distrarre l'attenzione dell'utente.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Un utente cieco di un lettore di schermo che non capisce cosa significa la frase ``uguale uguale parentesi angolare destra'' pronunciata da un lettore di schermo a fronte del testo ==> trovato sulla pagina.

Nel sito non sono presenti ASCII art.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su
Un utente cieco di un lettore di schermo che non comprente cosa significa la frase "bi e enne vi e enne u ti i" pronunciata dal lettore di schermo a fronte di un titolo nella pagina "B E N V E N U T I" formattato con spazi artificiali tra le lettere.

Ne' nel testo degli articoli, ne' nei titoli delle sezioni o delle pagine web sono presenti titoli spaziati.

Impatto: 0 Frequenza: 0 Gravità: nessuna

Torna su