Simulazione euristica di accessibilità del sito della regione Molise.

Prefazione

Questo documento è stato redatto dal sottoscritto nell'ambito dell'attività pratica prevista dal corso di Progetto di siti e portali web inserito nel corso di laurea di Tecnologie Web e Multimediali dell'Università di Udine.

Studente: Del Linz Andrea, contattami, Data di ultima modifica: 7 dicembre 2005

Valid HTML 4.01 Strict Valid CSS!

Salta
l'indice

Indice

  1. Introduzione

  2. Descrizione metodo utilizzato

  3. Pagine valutate

  4. Risultati dell'analisi

  5. Conclusioni

Introduzione

La seguente analisi di accessibilità è stata svolta utilizzando un metodo sperimentale suggerito dal professor Giorgio Brajnik e che viene denominato simulazione euristica, la quale verrà illustrata meglio nella descrizione del metodo utilizzato. Prima di procedere con l'analisi sull'accessibilità ho navigato per prendere familiarità con il sito e per scegliere le pagine da valutare, che vengono riportate nella sezione pagine valutate. Una cosa che voglio mettere in evidenza è che come si vedrà queste pagine vengono dichiarate conformi al WCAG 1.0 - Level AAA, sarà dunque molto interessante il confronto tra barriere che sorgenanno e punti di controllo del WCAG che vengono superati. È quindi possibile confrontare direttamente diversi metodi di valutazione d'accessibilità al fine di capirne meglio pregi e difetti. A mio parere la conclusione sarà che la questione accessibilità va tenuta presente dalle prime fasi di progettazione alle ultime fasi di implementazione, tenendo come unico punto fisso la possibilità che il contenuto raggiunga chiunque.

Descrizione metodo utilizzato

La simulazione euristica è un metodo che prevede la valutazione dell'accessibilità di pagine internet mediante la ricerca nelle stesse di barriere d'accessibilità, con cui si intende tutto ciò che può infastidire o addirittura compromettere la navigazione a particolari categorie di persone. La simulazione euristica prevede dunque la scelta dello scenario su cui operare, ossia l'immaginare una particolare situazione d'uso, la scelta di una o più categorie di disabili di cui tenere conto ed infine la verifica della presenza o meno delle barriere che possono sorgere per le disabilità e lo scenario scelti. Quando una barriera viene riscontrata, il valutatore procede valutandone l'impatto e la frequenza, che in fase di stesura del rapporto convertiti in un livello di gravità.

Dato che il sito di dichiara conforme ho deciso di scegliere uno scenario generale nel quale far ricadere utenti che utilizzino pc con browser grafico o con browser testuale e analizzando il codice per imamginare come sarà la navigazione con lettori di schermo. Anche le barriere, dunque, sono state prese nella loro interezza, non escludendo alcuna categoria di disabili.

La simulazione è stata effettuata su piattaforma Fedora Core 4, utilizzando Firefox 1.04 (e relative opzioni, quali: no javascript, no immagini, no foglio di stile) e Lynx 2.8.5.

Come accennato in precedenza ad ogni barriera riscontrata il metodo prevede l'assegnazione di due numeri, entrambi compresi tra uno e tre, inclusi; il primo indica l'impatto, il secondo la frequenza con cui esso si ripete. E' così possibile giudicare poi la gravità della barriera utilizzando la seguente tabella di conversione:

impatto frequenza gravità
1 1 minore
1 2 minore
1 3 serio
2 1 serio
2 2 serio
2 3 critico
3 1 critico
3 2 critico
3 3 critico

Pagine Valutate

Il sito si dichiara conforme al WCAG 1.0 - Level AAA e si articola in varie sezioni principali nelle quali trovano spazio le pagine recanti il contenuto pertinente alla sezione in questione, ho quindi deciso di porre sotto esame le home delle principali sezioni, oltre naturalmente alla home stessa, e di aggiungere a queste alcune pagine per mettere in evidenza delle barriere piuttosto gravi riscontrate nella navigazione preliminare. In questo modo, essendo il sito uniforme all'interno di ogni sezione, è possibile riscontrare barriere nella home della sezione che si ripresentano nelle altre pagine che la compongono; a sfuggire, così, sono solo quei difetti rari presenti in non più di qualche pagina.

L'analisi è stata svolta in un primo momento ad agosto, rivista e finita verso la fine di novembre

  1. Home regione Molise
  2. Presidente
  3. Giunta
  4. Consiglio
  5. News
  6. Normativa
  7. Mappa
  8. Link
  9. Posta
  10. Ricerca
  11. Info

Risulati della simulazione

L'esito della simulazione viene di seguito proposto suddiviso in quattro sezioni, una per ogni tipo di barriera, al loro interno troviamo tutte gli esempi di possibili ostacoli che si potrebbero presentare. Ad ognuno di questi viene associato la coppia pagina valutata - esito valutazione.

Conclusioni

Il presente sito erige una serie importante di barriere che ne decretano l'inaccessibilità, difatti sono presenti muri nei confronti di utenti che non dispongano di strumenti in grado di eseguire JavaScript, altre barriere sono erette nei confronti dei non vedenti, infatti informazioni quali numeri di telefono sono presentati sotto forma di immagine senza testo alternativo che si possa definire tale, o ancora informazioni per l'orientamento dell'utente vengono fornite solo tramite il colore, visto che tutte le pagine hanno anche lo stesso titolo. Ulteriori problemi derivano poi dalla marcatura della lingua, per la quale non ho parole: il documento viene marcato come lingua inglese, mah. Problemi più marginali esistono per quanto riguarda la presenza di troppi link in alcune pagine, quindi la mancata suddivisione in sezioni di questi link, assieme alla più grave mancanza di skip-links per un accesso più rapido alle stesse; oltre a ciò ci sono difetti sulle finestre pop-up, sui link generici e su quelli ambigui. Insomma il sito presenta diverse barriere nei confronti dei potenziali utenti, in particolare erige alcune barriere, le più gravi, che non sarebbe poi così difficile risolvere. Che manchi forse la voglia di farlo?