salta al contenuto

SIMULAZIONE EURISTICA - Regione Umbria

Sommario:

Introduzione

La simulazione euristica (o heuristic walkthrough) è una variante della valutazione euristica.
La simulazione euristica può essere adottata sia come metodo di valutazione dell'usabilità che come metodo di valutazione dell'accessibilità. Entrambe le valutazioni sono di tipo analitico cioè si basano sull'osservazione del sistema e delle sue componenti, in cui i valutatori usano una lista di principi generali di usabilità (euristiche) nella prima valutazione o un elenco di barriere di accessibilità nella seconda, per individuare eventuali violazioni delle stesse presenti nel sistema. Nella simulazione euristica per la verifica dell'accessibilità i valutatori esaminano le singole pagine e cercano tutte le barriere che ogni pagina potrebbe erigere nei confronti dell'attività di un utente disabile o disabilitato dalla tecnologia usata.
Per barriera di accessibilità si intende una qualsiasi condizione che rende difficile o impossibile il progredire verso l'ottenimento di un obiettivo da parte di una persona disabile o disabilitata che usa il sito mediante un qualche tipo di tecnologia (assistiva e non). Una barriera viene descritta in termini di:

Questa tecnica richiede il lavoro di 2 o più valutatori, non coinvolti nello sviluppo del sistema, che in una prima fase decidono:

Successivamente, sulla base di un elenco prefissato di barriere, ogni valutatore, individualmente, valuta se qualche barriera può emergere dalla pagina sotto osservazione, rendendosi conto dell'impatto della barriera sull'utente e sui suoi possibili compiti ed associando un livello di gravità della barriera stessa. Infine i valutatori si riuniscono e discutono dei difetti riscontrati nel sistema, producendone una lista alla quale seguirà un rapporto di usabilità.

[S] Torna al sommario

Categorie di utenti e scenari d'uso

Lo scenario d'uso è la narrazione di cosa un'ipotetica persona in un'ipotetica situazione vorrebbe ottenere mediante l'uso di un sistema. Esso può includere:

Le categorie di utenti considerate per la valutazione sono:

Utente ipovedente Professore ipovedente di mezza età con medie conoscenze dell'uso del computer e di internet, che lo utilizza per alcune ore quasi giornalmente per ricercare informazioni riguardanti corsi di formazione individuale. Egli visita il sito da casa, dove utilizza Windows Xp Home Edition, Internet Explorer come browser e l'ingranditore di schermo ZoomText.
Utente non vedente Studente universitario non vedente che utilizza il lettore di schermo Jaws. Conosce bene il computer e Internet, a cui collega giornalmente per motivi di studio con il suo PC portatile, dove è installato Windows Xp con Internet Explorer 6. Si tiene inoltre informato suoi servizi offerti dalla Regione.
Utente daltonico Utente di 30 anni, daltonico che conosce bene il computer e Intenet. Ricerca informazioni ad uso personale e per l'associazione di volontariato, alla quale partecipa attivamente. Non usa nessuna tecnologia assistiva, usa Windows Xp Professional con il browser Firefox.

Per fare la valutazione ho utilizzato il lettore di schermo Jaws versione 7.0, l'ingranditore di schermo ZoomText versione 9.0 e Color Contrast Analyser versione 1.0.

[S] Torna al sommario

Livelli di gravità

  1. Problema minore: l'utente nota la presenza del problema, ma ci sono facili modi per aggirarlo od evitarlo se lo riconosce o lo ricorda. Può incidere sulla efficienza e sulla soddisfazione; non incide sul raggiungimento del compito con successo (efficacia) né sulla sicurezza.
  2. Problema importante: il problema viene notato ed ha una grossa influenza nel modo in cui l'utente proseguirà il suo compito. Esso incide pesantemente sull'efficacia e sulla sicurezza, rendendo difficile, faticoso e/o rischioso il proseguimento del compito. Spesso non è facile trovare vie alternative per ottenere lo scopo ed è facile che l'utente compia degli errori.
  3. Problema catastrofico: si tratta di un problema che porta molti utenti a rinunciare al raggiungimento dello scopo: gli errori possono essere molti e con gravi conseguenze, non esistono vie alternative. L'impatto negativo su efficacia e sicurezza è elevato; e ancora di più sulla produttività e sulla soddisfazione.
[S] Torna al sommario

Pagine analizzate

home page
www.regione.umbria.it/canale.asp
guida al sito
www.regione.umbria.it/canale.asp?id=1772
normativa
www.regione.umbria.it/canale.asp?id=4
bandi
www.regione.umbria.it/canale.asp?id=3
cittadini
www.regione.umbria.it/canale.asp?id=252
imprese
www.regione.umbria.it/canale.asp?id=253
p.a.
www.regione.umbria.it/canale.asp?id=254
presidente
www.regione.umbria.it/canale.asp?id=229
giunta
www.regione.umbria.it/canale.asp?id=123
uffici regionali
www.entra.regione.umbria.it/organizzazione/direzioni_list.asp
[S] Torna al sommario

Barriere riscontrate

Barriere nella percezione

immagini ricche senza alt

Situazione: l'utente non vedente che utilizza un lettore di schermo non percepisce l'informazione presentata con l'immagine. Regione Umbria: La tua regione in un click! Codice: <img src="canale.asp_files/regione_home.jpg" alt="Regione Umbria">
Causa: con l'attributo ALT del tag IMG non è associato un'appropriato testo alternativo a questa immagine.
Soluzione: fornire un adeguato testo alternativo con l'attributo ALT come potrebbe essere: "Regione Umbria: la tua regione in un click!".

Logo della Regione Umbria Codice: <img src="canale.asp.id=3_files/logo_regione.gif" alt="" title="">
Causa: questa immagine è presente in tutte le pagine, ma solo nella home page all'attributo ALT del tag IMG non è associato nessun tipo di testo alternativo.
Soluzione: fornire un adeguato testo alternativo con l'attributo ALT come potrebbe essere quello usato nella home page: "Logo della Regione Umbria".
gravità: problema minore.

colore

Situazione: l'utente daltonico, che non utilizza nessuna tecnologia assisitiva, non percepisce differenza tra il primo piano e lo sfondo.
Sistemi di navigazione con una differenza di colore di primo 
	piano e sfondo non sufficiente.D Causa: la differenza di luminosità e di colore tra il primo piano e lo sfondo non sono sufficienti.
Soluzione: utilizzare colori per sfondo e primo piano adeguati, rispettando le soglie determinate dal W3C.
gravità: problema importante.

ascii art

Situazione: l'utente non vedente che utilizza un lettore di schermo (ad esempio Jaws 7.0) non capisce cosa significhi la frase "La via d'accesso ai servizi della Regione Umbria punto punto punto" oppure "Le attività svolte dalla Regione Umbria punto punto punto".
Asci art utilizzata nella home page del sito della Regione UmbriaD Causa: testo trovato nella pagina.
Soluzione: evitare l'uso della così detta ascii art.
gravità: problema minore.

Barriere nell'utilizzazione

immagini funzionali senza alt

Situazione: l'utente non vedente che utilizza un lettore di schermo (ad esempio Jaws 7.0) non è in grado di selezionare il link corretto. entra nella sezione Codice: <div class="pulsante">
<a href="http://www.entra.regione.umbria.it/organizzazione/direzione.asp?iddir=2">
<img src="direzioni_list.asp_files/t_entra.gif" alt="" border="0"> </a></div>

Causa: i link hanno destinazioni diverse ma non hanno etichette informative, in quanto le immagini utilizzate non hanno un adeguato testo alternativo.
Soluzione: fornire un testo alternativo all'immagine con l'attributo ALT del tag IMG specificando la sezione in cui si sta entrando, ad esempio: "Entra nella sezione segreteria generale della presidenza della giunta regionale"
gravità: problema importante.

Barriere nella comprensione

titoli poco informativi

Situazione: l'utente non vedente che utilizza un lettore di schermo (ad esempio Jaws 7.0) non capisce in che pagina è arrivato, e se salva come "segnalibro" pagine dello stesso sito otterrà link con lo stesso nome, rendendo difficile un successivo recupero dell'informazione.
Codice: <title>Regione Umbria Sito Istituzionale</title>.
Causa: uso di titoli poco informativi per le pagine analizzate, eccetto quella dedicata agli Uffici Regionali (www.entra.regione.umbria.it/organizzazione/direzioni_list.asp).
Soluzione: sostituire il tag TITLE presente nelle pagine attuali con uno indicante anche dove ci si trovi, ad esempio <title>Regione Umbria Home Page</title>.
gravità: problema importante.

Barriere al controllo da parte dell'utente

access key

Situazione: l'utente non vedente che ha una certa familiarità con il computer e Internet, usa frequentemente i tasti rapidi, soprattutto per svolgere sequenze di operazioni uguali o per avere un punto di riferimento come può essere l'home page. In questo caso non trova nella home page degli access key, mentre nelle altre pagine questi ci sono, ma non sono segnalati.
Codice: <a href="#indice" accesskey="3">Menù di navigazione</a>
Causa: mancanza di tasti rapidi.
Soluzione: ecco un esempio di access key da utilizzare per ritornare al sommario all'interno della stessa pagina <a href="#sommario" title="torna al sommario" accesskey="s">[S] Torna al sommario</a>
gravità: problema importante.

skip-links

Situazione: l'utente non vedente che utilizza il lettore di schermo (ad esempio Jaws 7.0), quando arriva nella home page, non trova nessun tipo di skip links che permetta di saltare velocemente il materiale preliminare della pagina.
Causa: mancanza degli skip links.
Soluzione: mettere anche nella home page un sommario riportante gli skip links presenti, come già presenti nelle altre pagine.
gravità: problema minore.


[S] Torna al sommario
Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2005 - Marta Bordin Level Double-A conformance icon, 
	  W3C-WAI Web Content Accessibility Guidelines 1.0 immagine spaziatrice Valid XHTML 1.0 Strict