User Testing rispetto ad un cittadino qualsiasi che usi un browser grafico

Conclusioni
Presentazione dei risultati

Lo User Testing che è stato effettuato ha confermato in linea di massima i risultati emersi dalla valutazione euristica di usabilità del sito. È emersa una difficoltà generale nel reperire le informazioni rilevanti, mancando un valido strumento di navigazione(la barra principale è quasi inutile). L'unico mezzo per spostarsi con qualche risultato all'interno del sito è la "Mappa". Sono presenti due tipi di Mappa, una Tematica ed una Istituzionale e i relativi Abstract(breve descrizione dei contenuti).Le Mappe con Abstract non sono state utilizzate da nessun utente interpellato per motivi non meglio precisati, ma probabilmente a causa di un'indicazione visiva e semantica malamente definita. Probabilmente utilizzando la mappa con abstract le ricerche sarebbero state più agevoli anche se non velocissime. Per quanto riguarda la navigazioni, ulteriori problemi sono stati rilevati a causa della mancanza di un layout uniforme. Purtroppo gli utenti meno esperti hanno trovato qualche difficoltà a causa dell'apertura di pagine su diverse finestre. Se il test non avesse previsto come punto d'inizio di ogni scena la home del sito, diversi utenti avrebbero finito il test con decine di pagine aperte sulla barra di windows.

Altri problemi rilevati durante i test riguardano una cattiva disposizione dei contenuti nelle relative sezioni. Nessun utente è stato in grado di trovare le informazioni relative la geografie e la storia del Molise per una ricerca scolastica. Questi contenuti, infatti erano posizionati sotto un link assolutamente anonimo, quale Edicola Regione Molise.

Problemi legati all'impaginazione, rilevati durante il test, riguardano la scelta dei caratteri. Questi sono sembrati troppo piccoli ad utenti giovani senza particolari problemi di vista, chissà ad un utente sulla cinquantina con problemi di presbiopia. È presente una funzione di ridimensionamento dei caratteri e di zoom ma ha almeno due difetti lampanti. Il primo è che il sito non ha una memoria che permetta all'utente di scegliere inizialmente il carattere della pagina e poi navigare il sito col carattere scelto. Il secondo inconveniente riguarda solo la funzione di ridimensionamento dei caratteri e non lo zoom. Con questa funzione, infatti, non vengono ridimensionati tutti i caratteri visibili dall'utente. Ad esempio quelli della barra di navigazione rimangono uguali. Questo perchè sono state utilizzate immagini con del testo interno, ma questo l'utente medio non lo può sapere. Inoltre, va sottolineato, che queste funzioni sono disponibili soltanto per quelle pagine che sono accessibili dalla menùbar, e quindi in tutte le altre sezioni il layout è gestito autonomamente.

I questionari, compilati dagli utenti, hanno sottolineato i problemi precedentemente citati, ma hanno anche dato adito a nuove considerazioni sul sito analizzato. Ad esempio è emersa la mancanza di un chiaro obiettivo del sito. Infatti un sito progettato in maniera sufficientemente accessibile per l'utente dovrebbe contenere nella home delle chiare indicazioni sulle informazioni fruibili all'interno del sito. Se gli utenti avessero dovuto svolgere i compiti indicati, senza precisare il sito nel quale reperire le informazioni, la maggior parte degli utenti non avrebbe scelto di operare la ricerca sul "Portale Regione Molise". Questo non a causa della mancanza di credibilità, che nessuno ha negato al sito in questione, quanto dall'assenza di chiare indicazioni sulla moltitudine di informazioni raggiungibili dal portale. Un utente "medio" che visita un sito infatti si sofferma sulla home page del sito, guarda i link e tenta una visita di qualcuno di essi. Se non trova niente cambia sito. Questo tipo di utenza risulterebbe quindi molto insoddisfatto dal sito analizzato. Solo la certezza di trovare l'informazione cercata, in qualche modo, motiva l'utente a provare a visitare nuovi link ed autoapprendere il sistema.

Un'altra carenza del sito riguarda l'interfaccia povera dal punto di vista estetico. La sua semplicità da un lato rasserena l'utente e da l'impressione di essere un sito molto semplice da "usare" (ipotesi già negata precedentemente), dall'altro suscita la sensazione di poca cura nella sua progettazione e quindi poca attenzione all'utente finale. Inoltre crea molta confusione, nello schema mentale che un utente si fa del sito, il fatto che ogni link apra una nuova finestra con uno stile ed un layout diverso di volta in volta e che quindi richiede, ad ogni nuovo click, uno sforzo per comprendere il nuovo aspetto e le possibilità di navigazione offerte.



torna su

Riflessioni sul test

Secondo una valutazione sommaria dei risultati ottenuti dai test, si può rilevare una buona propensione degli utenti a finalizzare gli obiettivi delineati. I compiti assegnati sono stati portati a buon fine dalla maggioranza degli utenti.

Questi risultati sono dettati dai limiti intrinsechi della valutazione sperimentale within-groups. Uno dei difetti principali del test effettuato è dato dall'apprendimento dell'utente. Tutti gli utenti, proseguendo nel test hanno capito che la menùbar principale era poco utile mentre la Mappa era l'unico strumento per navigare con profitto nel sito analizzato.

Un'altro difetto è dato dal fatto che l'utente non trovando subito le informazioni era portato ad aprire molte pagine;diverse volte queste erano proprio richieste da qualche quesito successivo. In questo caso, quindi, il risultato è quasi falsato.

Non tenendo conto in modo assoluto dei risultati conseguiti nei singoli quesiti, e facendo uno studio più approfondito sulla cronaca dei test e sui questionari raccolti, si possono delineare i principali errori citati nel paragrafo precedente. Sicuramente effettuando un test utilizzando una valutazione sperimentale between-groups i risultati sarebbero stati più coerenti con la realtà, ma il lavoro da svolgere per effettuare lo user testing sarebbe stato molto più dispendioso. Tenendo conto del sito da analizzare e dei macroscopici errori progettuali, la scelta di un test sperimentale within-groups è senz'altro la migliore in termini di "qualità/prezzo".



torna su